Immagine
 25 novembre contro la violenza sulle Donne... di Lunadicarta
 
"
La giustizia è sempre giustizia, anche se è fatta sempre in ritardo e, alla fine, è fatta solo per sbaglio.

George Bernard Shaw
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Loredana Morandi (del 12/08/2004 @ 11:50:03, in Telestreet, linkato 2794 volte)


DISCO VOLANTE NON SI TOCCA!

Update 23.43 del 27 luglio 2004

Esprimo tutta la mia solidarietà ad Enea Discepoli, fondatore della telestreet dei disabili Disco Volante di Senigallia, insieme a tutta la mia stima in questa terribile situazione. Era il settembre dello scorso anno quando, del tutto arbitrariamente e nella completa assenza di una normativa di riferimento, gli ispettori del Ministero delle Comunicazioni diedero corso al sequestro della piccola telestreet di Senigallia. Erano sprovvisti della concessione governativa per trasmettere dissero, ma come richiederla se non esiste una normativa che possa regolamentare le trasmissioni nel raggio di 200 metri quadrati o dell'estensione di un quartiere? In questi giorni ad Enea è arrivato l'avviso di chiusura indagini preliminari. Già allora, nel settembre scorso con il coordinamento romano Giuristi Democratici, rilevammo la voragine normativa e l'abuso del sequestro amministrativo eseguito in ottemperanza alla legge 156 del 26/03/73 come modificata dall'articolo 30, della legge 223 del 6/08/1990, ovvero la cd legge Mammì, che nel remoto 1973 non poteva neppure lontanamente prevedere la tecnologia per la trasmissione televisiva in ambiti territoriali ristrettissimi attraverso i coni d'ombra, di cui 30 anni fa forse non si sospettava neppure l'esistenza. Ma tant'é e nonostante l'impegno dei parlamentari di opposizione, la proposta di legge per la regolamentazione normativa delle telestreet giace lettera morta e fascicolo polveroso in parlamento. Enea Discepoli e i ragazzi della telestreet Disco Volante sono le prime vittime "umane" del conflitto di interesse del Premier. Cos'altro aggiungere? Oggi, forte della stima nei confronti di Enea e Fabrizio ho scritto a tutti i giornalisti che conosco, telefonato alle agenzie stampa e scritto anche a Serventi Longhi, presidente della Federazione Nazionale Stampa Italiana. Li ringrazio tutti ed in particolare ringrazio Daniela Amenta dell'Unità (blog Linea Gotica), con la quale ho appena parlato al telefono e che domani pubblicherà un suo articolo sull'intera vicenda. Prometto di tenervi aggiornati su tutti gli sviluppi!

Loredana Morandi

TESTO ORIGINALE DEL COMUNICATO STAMPA - - - -

Ai colleghi e ai capi redattori,

inoltro alla vostra cortese attenzione, con preghiera di pubblicazione, il comunicato stampa della associazione Disco Volante, la Telestreet dei disabili di Senigallia sequestrata dagli ispettori del ministro Gasparri nello scorso settembre 2003 e copia dell'avviso di garanzia ricevuto a chiusura delle indagini preliminari da Enea Discepoli promotore della telestreet.


SENIGALLIA  27-07-2004 - comunicato stampa


DISCO VOLANTE, la tv di strada di Senigallia che ha ricevuto nei giorni scorsi il premio "Ilaria Alpi", è stata denunciata dalla Polizia postale e i suoi redattori rischiano la prigione.

Disco Volante nasce a Senigallia attorno ad una associazione ARCI che si occupa di handicap e disagio sociale. La redazione che dà vita alla piccola emittente è composta dagli associati stessi.

Nel settembre del 2003 Disco Volante è stata soppressa dai funzionari del Ministero delle Comunicazioni. Il lavoro della redazione tuttavia non si è fermato e nel giugno del 2004 un servizio filmato prodotto dalla piccola telestreet ottiene il prestigioso riconoscimento dedicato a Ilaria Alpi.

Oggi, dieci mesi dopo la chiusura forzata, la denuncia e il processo che verrà!

Con l'approvazione della discussa legge Gonfalonieri/Gasparri, con il Sistema Integrato delle Comunicazioni (SIC) attivo, l'Authority che non muove un dito e il monopolio RAI/Fininvest fatto santo, si bussa alla porta di Disco Volante per chiuderlo dietro le sbarre.
Ogni commento è superfluo.
Ogni energia che abbia a cuore la salute della nostra Democrazia è chiamata a mobilitarsi.

DISCO VOLANTE
Coordinamento Telestreet
_________________________________________________

Per contattarci:

Redazione telestreet Disco Volante
Via Rodi, 6
60019  Senigallia  AN
web: www.telestreet.it
web: www.studiozelig.it
________________________________________________

TESTO DELL'AVVISO CHIUSURA INDAGINI PRELIMINARI

PROCURA DELLA REPUBBLICA
presso il Tribunale di ANCONA

AVVISO DELLA CONCLUSIONE DELLE INDAGINI PRELIMINARI
- art. 415 bis cod. proc, pen -

Il Pubblico Ministero

INFORMA

DISCEPOLI ENEA n. Senigallia 6/7/1951 res. Senigallia v, Rodi, 6 persona sottoposta ad indagini preliminari in ordine alla seguente  imputazione:
Del reato p.e p. dall'art. 195, comma III, D.P.R. 29/3/1973, n. 156 per avere esercitato attività di radiodiffusione televisiva senza essene munito di preventiva autorizzazione o concessione.
In Senigallia acc. il 19/9/03
Assistita e difesa da:
Avv. DOMENICO LISO del Foro di Ancona nom d'ufficio il 23/3/04
AVVERTE
che in data 20/9/04 scadrà il il termine per le indagini preliminari e che fa documentazione relativa alte indagini espletato viene depositata in segreteria per 7 giorni dalla data della notìfica con facoltà per l'indagato/a gli indagati e il/i difensore di prenderne visione ed estrarre copie, L'indagato/a - gli indagati potrà/potranno inoltre entro 20 giorni dalla notifica del presente avviso presentare memorie, produrre documenti, depositare documentazione relativa ad investigazioni del difensore, chiedere
il compimento di atti d'indagine, presentarsi per rilasciare dichiarazioni o chiedere di essere sottoposto/a/i ad interrogatorio,

DISPONE

la notifica alla persona sottoposta ad indagine ed al/i difensore di fiducia già nominato e in mancanza al difensore d'ufficio nominato.

ANCONA, li 29 marzo 2004
Il Pubblico Ministero
Dr.ssa Irene A.Bilotta

Per copia conforme all'originale

Ancona li 12 LUG.2004

______________________________________

Riporto per utilità, il parere espresso dal coordinamento romano Giuristi Democratici nello scorso settembre:

<­<­I sequestri amministrativi in ottemperanza alla legge 156 del 26/03/73 come modificata dall'articolo 30, della legge 223 del 6/08/1990, cd legge Mammì, appaiono illegittimi in quanto viziati da  eccesso di potere.

Infatti il Ministero non ha tenuto conto, che alla data in cui fu redatta la legge Mammì e precedentemente nel 1973, non esisteva affatto la tecnologia in grado di produrre trasmissioni in immagine, verso ambiti territoriali ristrettissimi.  

Rileviamo, pertanto, che ci troviamo di fronte ad un "vuoto legislativo" per la regolamentazione dei rapporti istituzionali e dei "diritti", nei confronti delle televisioni di strada, che non utilizzano affatto le frequenze, bensì i loro coni d'ombra, non interferendo quindi con le frequenze utilizzate dagli operatori autorizzati.

Ribadiamo che nei casi di incertezze o di vuoti legislativi deve prevalere il principio costituzionale della libertà di espressione, garantito ad ogni cittadino dall'art. 21 della costituzione.  

Trattandosi,  inoltre, di uno strumento della "libera partecipazione" del cittadino alle attività proprie del quartiere: nei molteplici campi dell'associazionismo, della espressione pastorale nelle parrocchie, nel soccorso cittadino ad anziani e disabili e del volontariato in genere, invitiamo il Ministro On. Gasparri a voler prontamente rivedere la propria posizione arbitraria e immotivata, nei confronti dei cittadini tutti.>>

Ringraziando per l'attenzione e per la sollecita pubblicazione del comunicato porgo a voi tutti i miei più cordiali saluti.

Loredana Morandi
www.bloggersperlapace.org
________________________

UPDATE ORE 23.43 DEL 27 LUGLIO 2004

Nel corso dell'analisi della situazione, che affligge gli amici di Disco Volante, Carlo Gubitosa ha espresso la solidarietà della associazione Peacelink  e suggerito il testo di una sentenza dell'Alta Corte Costituzionale del 1976 sull'emittenza televisiva: segue il testo del comunicato.

<­<­L'associazione PeaceLink esprime la propria piena solidarieta' ai cittadini di Senigallia, disabili e non, che hanno offerto un servizio pubblico e gratuito di grandissimo valore attraverso le trasmissioni della "Tv di quartiere" DISCO VOLANTE.

Sin dall'arrivo della polizia postale presso la sede dell'emittente, abbiamo seguito con apprensione la persecuzione giudiziaria avviata contro queste trasmissioni libere, gratuite, autogestite, prive di pubblicita' e realizzate da una cooperativa di sostegno a senza alcuna interferenza con emittenti gia' esistenti.

Il 23 dicembre scorso il governo ha firmato un decreto di urgenza che ha salvato dalla chiusura Retequattro, priva di concessione esattamente come Disco Volante. Oggi chiediamo che anche la piccola Tv di quartiere sia garantita con la stessa sollecitudine riservata alle emittenti "amiche" del governo.

Alla luce dell'articolo 21 della costituzione, che garantisce il diritto all'espressione "con la parola, lo scritto, e ogni altro mezzo di diffusione", il governo e tutte le forze politiche hanno il dovere morale di riconoscere nei fatti il diritto all'esistenza di Disco Volante, e di
qualsiasi altra iniziativa di comunicazione sociale via etere.

Siamo consapevoli che l'azione giudiziaria contro Disco Volante e' realizzata attraverso il diritto della forza, mentre l'emittente potra' difendersi contando sulla forza del diritto, la stessa forza che ha recentemente dichiarato contrari alla costituzione alcuni principi della
legge Bossi/Fini e che domani potra' permettere alla societa' civile di dimostrare l'incostituzionalita' di altre leggi come la legge Mammi', la legge Maccanico e la legge Gasparri, che hanno di fatto "sequestrato" l'etere e le potenzialita' delle tecnologie, sottratti al libero utilizzo sociale e affidati a chi vuole trasformare la comunicazione televisiva in un mercatino delle pulci per veicolare contenuti pubblicitari.

Carlo Gubitosa
Associazione PeaceLink >>


<­<­ Sentenza:
http://www.medialaw.it/radiotv/giurisprudenza/1976202.htm

Cito dalla sentenza:

"la violazione dell'art. 21 della Costituzione con le sentenze di questa Corte, in astratto, non e' stata mai negata, ma partendo dalla premessa della limitazione dei canali utilizzabili e tenendo presenti le trasmissioni su scala nazionale si e' rilevato che fatalmente si sarebbe reso necessario, per le ingenti spese sia d'impianto, sia di gestione, un monopolio o un oligopolio, attraverso i quali la liberta' di espressione del pensiero sarebbe stata praticamente se non proprio neutralizzata, assai limitata.

Di qui la preferenza al monopolio statale, che indubbiamente da' maggiore garanzia di obiettivita' per un servizio la cui importanza sul piano di preminenza nell'interesse generale non puo' essere contestata.

Ma per quanto attiene alle trasmissioni a raggio locale, contrariamente al parere del Consiglio superiore delle telecomunicazioni, come risulta da uno studio compiuto dal Centro Microonde dell'Universita' di Firenze prodotto dalle parti private e, soprattutto, dal notorio stato di fatto dei numerosi impianti abusivi attualmente esistenti, quella limitazione ed il conseguente pericolo di monopoli o di oligopoli non sussiste.

Di qui la illegittimita' della negata esclusione agli impianti televisivi via etere a raggio locale di quel regime di autorizzazione gia' accordato per gli impianti via cavo e per i ripetitori di trasmissioni straniere che, oltretutto, assicurerebbe una piu' libera diffusione, anche capillare, del pensiero;">>

Così conclude Carlo Gubitosa riportando uno stralcio del testo della Sentenza.
 
NOTA DI LOREDANA MORANDI

Ho letto anche io la sentenza della Corte Costituzionale segnalata da Carlo e a mia volta segnalo nella medesima sentenza la dichiarazione di illegittimità costituzionale relativa all'esaurmento delle disponibilità di *frequenze*. La legge Mammì, che modifica l'antica legge dei codici postali, é del 1973 ed agisce soprattutto sul possesso dello strumento di
trasmissione, del quale "non" é vietata la vendita. Nel 1973 si era ben lontani dal prevedere la possibilità di trasmettere nel raggio di poche centinaia di metri e la legge si guarda bene dal prevedere la possibilità di esperimentazione. Sostanzialmente per la Mammì è fuorilegge anche la tecnologia digitale terrestre.

Il brano della sentenza é questo.

<­<­d) dichiara, a norma dell'art. 27 della legge 11 marzo 1953, n. 87, l'illegittimita' costituzionale dell'art. 14 della citata legge 14 aprile 1975, n. 103 nella parte in cui prevede la possibilita' che mediante le realizzazioni di impianti da parte della societa' concessionaria siano esaurite le disponibilita' consentite dalle frequenze assegnate all'Italia dagli accordi internazionali per i servizi di radiodiffusione.>>

Consiglio: secondo me è necessaria una relazione tecnica con i controfiocchi, che descriva in termini chiarissimi di spazio e di etere, la reale portata di trasmissioni di una telestreet. L'esame della relazione tecnica comparata alla reale assenza di una normativa di riferimento e in assenza della possibilità materiale di richiedere una concessione per
qualcosa che "non esiste", dovrebbe fare il resto e consentire al Tribunale una sentenza di "non luogo a procedere".

Loredana Morandi

ps: è doloroso vivere questi momenti, ma spero davvero che nessuno manchi di fiducia nella giustizia. Perché probabilmente la vicenda di Disco Volante creerà il caso giuridico e contestualmente l'obbligatorietà nei confronti delle istituzioni preposte di dare una normativa ai rapporti, in modo da regolamentarli.  

 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 08/12/2003 @ 00:00:01, in Redazionale, linkato 1922 volte)

Benvenuto in dBlog 1.4, la piattaforma Open Source per il tuo Blog.
Grazie a dBlog puoi disporre delle seguenti funzionalità:

Funzionalità
Tra le principali funzionalità disponibili in dBlog troviamo:

  • Tecnologia: dBlog utilizza la collaudatissima coppia Microsoft ASP 3.0 + DataBase Microsoft Access, è pertanto molto facile trovare un hosting che ne permetta l'utilizzo ed altrettanto semplice reperire informazioni per eventuali modifiche.

  • Installazione: dBlog non richiede installazioni particolari, è infatti sufficiente scaricare il file, scompattarlo e pubblicare l'ambiente cosí com'è (contiene già l'utente "Admin").

  • Content: dBlog è sia un Weblog che un Photoblog infatti è organizzato in due aree che prevedono la possibilità di pubblicare sia articoli che fotografie.

  • Utenti online: dBlog permette di abilitare la visualizzazione del numero di utenti collegati in un determinato momento. L'Admin può disabilitare questa funzionalità con un clic.

  • Calendario: dBlog dispone di un comodo calendario perpetuo che permette di visualizzare a colpo d'occhio i giorni in cui sono stati pubblicati dei contributi.

  • Ricerca interna: dBlog è corredato di una funzione che permette di reperire velocemente informazioni effettuando una ricerca per parola chiave sia tra gli articoli che tra le fotografie. L'Admin può disabilitare questa funzionalità con un clic.

  • Sondaggi: dBlog permette di effettuare sondaggi a risposta chiusa tra i visitatori, di visualizzare graficamente la situazione attuale dei voti e di mantenerne lo storico. L'Admin può disabilitare questa funzionalità con un clic.

  • Feed RSS e PermaLink: in dBlog sono state integrate due delle più comode funzionalità tipiche dei blog il Feed RSS 0.91 per la condivisione degli articoli ed il PermaLink che permette un link diretto verso il contributo.

  • Commenti: dBlog permette di associare i commenti dei navigatori ai singoli articoli o fotografie. L'Admin può disabilitare questa funzionalità con un clic.

  • Classifiche: dBlog prevede una classifica degli articoli più letti e delle fotografie più visitate. L'Admin può disabilitare questa funzionalità con un clic.

  • Gestione remota: dBlog è interamente gestibile online grazie ad un Pannello di controllo ad accesso riservato da quale è possibile controllare l'intera piattaforma ed ogni sua funzionalità.

  • Multi-utente: dBlog prevede tre tipologie di utenza ovvero gli Utenti, i Collaboratori e gli Admin. Rispettivamente gli Utenti sono coloro che visitano il blog e scrivono/leggono i commenti, i Collaboratori sono coloro che possono pubblicare articoli e fotografie, mentre gli Admin sono coloro che gestiscono il sistema.

  • Testi dinamici: tutti i testi, i messaggi, gli errori, i colori, etc visualizzati nella piattaforma sono personalizzabili dinamicamente ed in maniera visuale tramite un apposito pannello dettagliato.

  • CMS visuale: dBlog dispone di un Content Management System visuale grazie al quale è possibile gestire tutto il contenuto ed il materiale relativo senza nessuno strumento aggiuntivo oltre al Browser e senza disporre di alcuna conoscenza ASP. Grazie ad un componente esterno è inoltre possibile produrre testi multimediali e formattati senza scrivere codice HTML.

  • Scheduling: la pubblicazione del contenuto prevede la possibilità di schedularne l'uscita per una data futura, il sistema si preoccuperà in automatico di gestire la visualizzazione ai navigatori.

  • Upload: un componente per l'upload permette di utilizzare dBlog da qualsiasi computer dotato semplicemente di Browser, ma di sfruttare anche la possibilità di pubblicare un file multimediale o un allegato.

  • Statistiche: dBlog dispone di un piccolo sistema di statistiche che a colpo d'occhio permette di comprendere i numeri del blog.

Requisiti
dBlog è stato sviluppato in tecnologia Microsoft ASP 3.0 ed utilizza un DataBase Microsoft Access, tuttavia per l'utilizzo della piattaforma non è necessario acquistare alcuna licenza, ma semplicemente sottoscrivere la licenza GPL relativa a dBlog.
Il servizio di Hosting invece dovrà disporre del supporto ASP 3.0, di almeno una cartella con i permessi di scrittura ed eventualmente di un componente per l'invio delle mail (dBlog contiene già il codice di Persist ASPEMail e Microsoft CDONTS).
dBlog è già predisposto anche per l'utilizzo su Aruba che offre ai suoi clienti in hosting caratteristiche strutturali abbastanza rigide.

Licenza
dBlog Open Source è distribuito sotto licenza GPL standard (il testo completo è disponibile nel pacchetto del software) può quindi essere utilizzato negli ambiti previsti dalla licenza stessa, il copyright rimane in qualsiasi caso di mia proprietà.

Contatti
Per qualsiasi dubbio, per contribuire o per semplici richieste di informazioni fai riferimento al sito ufficiale.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503
Ci sono  persone collegate

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










22/08/2019 @ 19.56.45
script eseguito in 438 ms