Immagine
 Akiko ... di Lunadicarta
 
"
Giustizia! Santa parola, prostituita, derisa dai potenti della terra!

Giuseppe Garibaldi
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Loredana Morandi (del 14/12/2010 @ 19:00:00, in Politica, linkato 1297 volte)

A mio personalissimo avviso l'uomo della GdF la pistola l'ha impugnata per non farsela "togliere", infatti nelle foto successive ne copre la canna con la mano sinistra. L.M.

Roma sconvolta dagli scontri / tutti i video
In fiamme blindati, 90 feriti, fermi - Foto 1 - 2 - 3

Condanna e polemiche - Piazze piene di studenti
La sequenza: finanziere aggredito impugna la pistola

http://www.giustiziaquotidiana.it/public/gdf_pistola_14.12.2010.jpg


DIRETTA. Come nel '77: dopo il sì al governo, assediato il centro, blindato fin dalla mattinata. Black bloc attaccano la polizia per cercare di arrivare vicino al Parlamento, poi devastano la zona di via del Corso. In mattinata la protesta pacifica di universitari, studenti medi, Fiom, comitati dell'Aquila. Manifestazioni in molte città: occupato l'aeroporto di Palermo (video). A Milano irruzione alla Borsa (foto). Cittadini contestano Alemanno per parentopoli di PAOLO GALLORI  /  SPECIALE Le proteste città per città

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 15/12/2010 @ 13:56:37, in Redazionale, linkato 2062 volte)
Roma guerriglia urbana


Il punto di quanto accaduto a Roma secondo la mia modesta opinione, ovvero l'opinione di chi ha lavorato ai 3 milioni di manifestanti per la Pace a Roma e negli anni ha vissuto in diretta cortei, cariche della polizia, svolto il servizio legale sul campo, visitato gli arrestati e organizzato eventi perfetti, sempre nel pieno accordo con le autorità di pubblica sicurezza.

http://www.giustiziaquotidiana.it/public/2010-12-14_scontri_roma_2.jpg

Gli errori. La Questura ha perso un occasione per dire NO ad una manifestazione organizzata. Prevedibilmente si sono rivelati l'ennesima tragica trappola pro danni tutti i blocchi delle forze dell'ordine, che non avendo funzionato a piazza Venezia non hanno funzionato altrove. Più logico concentrare tutta la difesa alle sole Istituzioni, lasciando sciamare la folla senza provocarne la violenza. Gli arresti di piazza non servono a molto, certamente non servono ad arginare la capacità organizzativa delle distruzioni. Così sono stati fermati alcuni esagitati, una quarantina circa, di cui circa 26 tradotti in carcere o ai domiciliari e/o con l'obbligo di firma, ma potrei giurare che gli organizzatori sono a piede libero e sconosciuti alla A.G..

Il finanziere e l'arma: sono con la Guardia di Finanza. L'uomo ha estratto il revolver solo per timore di essere derubato, mentre ancora lo picchiavano ha coperto la canna dell'arma con la mano sinistra per precazione.

Questione infiltrati. Si, ce ne sono sempre ed è così per le ovvie ragioni dell'ordine pubblico. Questi però non sono i tempi di Kossiga e Marroni, il più contestato dei ministri degli ultimi 50 anni, non ha la sua stessa influenza sui dipendenti del Ministero dell'Interno. Infatti, nonostante le molte illazioni, come vedrete, questi infiltrati non hanno istigato proprio nulla perché la formula della piazza era già abbastanza esplosiva. Inoltre, come visibile, la Questura non era affatto preparata alle violenze. Vi dirò, probabilmente perché l'ufficio di gabinetto ha peccato di fiducia nei confronti degli organizzatori.

http://www.giustiziaquotidiana.it/public/2010-12-14_scontri_roma.jpg

Le RESPONSABILITA':  La più grande responsabilità la portano gli organizzatori della FIOM, che non hanno contribuito agli eventi con un efficace servizio d'ordine, pur proponendosi alla piazza con un corredo di veri facinorosi al seguito e anche qualche delinquente di professione. Delinquenti sui quali, purtroppo, i delegati sindacali non hanno mai avuto alcun controllo. Specie se Fiom ha deputato i soliti sindacalisti a stipendio.

Perché? E' semplice: NON si mischiano gli studenti medi e gli universitari con personaggi come i cittadini di Terzigno, che hanno circa cinquantanni di esperienza negli incendi dolosi di automezzi pubblici e/o delle forze dell'ordine.

I petardi, le bombe carta e i fumogeni sono certamente giunti a Roma insieme ai tersignesi, la cui cittadina alle pendici del Vesuvio conserva tanto esplosivo da far saltare in aria tutto il centro di Napoli. Terzigno infatti è famosa per la mondezza, il suo milione di schiavi cinesi da sartoria residenti senza permesso di soggiorno (i veri produttori della mondezza) e per le sue fabbriche di fuochi d'artificio, che esprimono tutto il proprio potenziale nel giorno della patrona Santa Brigida. Inutile per gli inquirenti cercare la benzina quando è palese che il corteo sia stato dotato di esplosivo e polvere da sparo, materiali altamente infiammabili molto più facili da trasportare che non una tanica di carburante.

Qui, qualche penna nostalgica del giornalismo, ha lanciato il paragone con il '77. Invece no, i suoni non possono aver confuso nessuno così tanto. Infatti dall'ascolto delle "cannonate", si può dire che ieri era l'8 settembre del '45 con la Questura a trattenere l'esercito nazista che saliva a Roma via Cassino.

Così, a tal fatta polveriera a conduzione di professionisti dell'incendio doloso hanno attinto a piene mani i giovani e gli adulti dei centri sociali, romani e giunti da tutta Italia. Solo poi vi hanno attinto gli studenti, resi esagitati dall'esempio e aizzati dagli slogan violentissimi e dalle scritte degli scudi dei disobbedienti.

Il dramma nel dramma: le bandiere dei Carc, distribuite senza criterio anche a studenti e altri manifestanti, sono state i primi oggetti utilizzati come armi improprie, fin dai primi attacchi alle camionette dei carabinieri a piazza Venezia. La realtà è che i Carc, che pur hanno anche alcune frange di esagitati tra le proprie fila, probabilmente non immaginavano neppure di poter essere così strumentalizzati e si sarebbero certamente risparmiati la spesa e lo spreco.

La verità vera sui fatti di violenza a Roma non la leggerete sulle pagine dei giornali e non l'ascolterete dalle parole dei politici. Perché la verità è che quello che era l'antico Movimento dei movimenti oggi è nelle mani di un certo numero di facinorosi intenzionati con la violenza a riproporre i propri inutili leader. Gli stessi inutili violenti che hanno falcidiato le forze sane del pacifismo, stravolto l'esistenza ad un paio di generazioni di universitari e che ora tentano di fare la stessa cosa abbassando il tiro sull'età dei manovrati, con lo scegliere gli studenti medi e superiori.

Fuori i giovani dalla violenza: Ieri nel corso degli scontri è stato divulgato un comunicato congiunto della Rete Studenti Universitari e dei Giovani Democratici, che si sono tirati fuori idealmente da tutta la violenza. Evidentemente loro non sapevano a cosa andavano incontro, mentre fu saggio il procuratore Caselli da Torino che firmò gli arresti in anticipo sulle violenze.

Nessun ribaltone di governo, nessun falso moto antiberlusconiano vale la vita, la salute e la serenità di un ragazzo o una ragazza che studia alle medie, alle superiori o all'università in Italia. Senza se e senza ma.

Coloro che accolgono le politiche di questi beceri esponenti di quel che resta del vecchio movimento, appare stupido e ignorante agli occhi di chi sa. E se non ha dubbi la Morandi, sappiate che ciò è anche sapere condiviso da decine, forse centinaia di persone. Una miriade di piccole associazioni strangolate o lottizzate dai partiti.

Stupidità politica "sempre" plateale. Esattamente come per Enzo Jacopino, il presidente dell'Ordine dei Giornalisti, quando afferma: "Non siamo gli armatori di Hamas." riferendosi alla Freedom Flotilla italiena. Verissimo, infatti noi italiani viaggeremo per mare verso Gaza come "armati" con i soldi dei Servizi di un qualche paese arabo, a buon conto proprio quelli siriani; nonché capitanati da quelle stesse grette persone che "perdevano" il direttore della tv iraniana in Italia e mio conoscente da anni, dottor Masoumi Nejad. Una vittima del giornalismo, negletta al politically correct del giornalismo italiota stupido, vuoto e fazioso.

Loredana Morandi
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 15/12/2010 @ 18:49:06, in Magistratura, linkato 1451 volte)
Processo Abu Omar:
Pollari non giudicabile,
pene più dure per Cia


mercoledì 15 dicembre 2010

MILANO (Reuters) - Al processo di appello per il rapimento dell'imam egiziano Abu Omar, la corte di Milano ha deciso oggi che l'ex-capo del Sismi Niccolò Pollari e l'ex-dirigente dei servizi Marco Mancini non sono giudicabili per la presenza del segreto di Stato, confermando la sentenza di primo grado.

Inasprite invece la condanne per il personale della Cia coinvolto, a causa della revoca delle attenuanti generiche: i 22 agenti che in primo grado, nel novembre 2009, erano stati condannati a cinque anni, si sono visti aumentare la pena a sette anni, mentre la condanna dell'ex-capo della Cia a Milano Robert Seldon Lady -- a cui era stata inflitta una pena di otto anni -- è diventata di nove anni.

I 23 funzionari dell'intelligence Usa sono stati inoltre condannati, come in primo grado a risarcire con un milione e mezzo di euro Abu Omar e la moglie.

Gli ex agenti Pio Pompa e Luciano Seno sono stati condannati a 2 anni e otto mesi. In primo grado la condanna era a tre anni di reclusione per favoreggiamento.

La procura di Milano aveva chiesto per Pollari -- che tramite il suo avvocato ha fatto sapere di essere molto soddisfatto della sentenza -- una condanna a 12 anni di carcere, e di 10 per Mancini.

"Questa sentenza restituisce dignità e onore a Pollari, il quale comunque sarebbe stato disposto a subire la condanna pur di non violare il segreto, da vero servitore dello Stato", ha detto Nicola Madia, il legale di Pollari, che ha sempre ribadito la propria estraneità ai fatti.

Stamani intanto sono state stralciate le posizioni di Jeff Castelli, ex responsabile dell'ufficio della statunitense Cia a Roma e Ralph Russomando, funzionario Usa, per un difetto di notifica del decreto di citazione in appello: per loro il processo ricomincerà daccapo.

La vicenda riguarda il rapimento di Abu Omar nell'ambito di una cosiddetta operazione di "rendition", il suo trasferimento in Egitto, dove il religioso ha raccontato di essere stato torturato nel corso degli interrogatori e di essere stato detenuto per anni senza che gli venissero formalizzate accuse.

All'epoca del rapimento, l'imam era imputato a Milano per terrorismo internazionale.

La Rassegna

Abu Omar: anche in appello Pollari "salvato" dal segreto di Stato

L'Unità - ‎25 minuti fa‎
La corte d'Appello di Milano decide in sostanza come aveva fatto il Tribunale, confermando che l'ex direttore del Sismi Nicolò Pollari e il funzionario dello stesso servizio Marco Mancini non sono giudicabili per il sequestro di Abu Omar a causa del ...

Appello Abu Omar, Pollari non giudicabile per segreto di Stato

Reuters Italia - ‎1 ora fa‎
MILANO (Reuters) - Al processo di appello per il rapimento dell'imam egiziano Abu Omar, la corte di Milano ha deciso oggi che l'ex-capo del Sismi Niccolò Pollari non è giudicabile per la presenza del segreto di Stato, confermando la sentenza di primo ...

Abu Omar, assolti Pollari e Mancini

TGCOM - ‎1 ora fa‎
La Corte d'appello di Milano ha prosciolto l'ex direttore del Sismi, Nicolò Pollari, e l'ex numero due del servizio segreto, Marco Mancini, imputati per il sequestro dell'ex imam Abu Omar. I giudici, confermando la sentenza di primo grado, hanno quindi ...

Pollari non giudicabile per il caso Abu Omar

Virgilio - ‎55 minuti fa‎
"Non giudicabili": con queste parole la Corte d'appello di Milano ha prosciolto l'ex direttore del Sismi, Nicolò Pollari, e l'ex numero due del servizio segreto, Marco Mancini, imputati per il sequestro dell'ex imam milanese Abu Omar e confermando così ...

Abu Omar: i giudici d'appello prosciolgono Pollari e Mancini

ANSA.it - ‎25 minuti fa‎
(ANSA) - MILANO, 15 DIC - La Corte d'appello di Milano ha prosciolto l'ex direttore del Sismi Nicolo' Pollari e l'ex numero due Marco Mancini, imputati per il sequestro di Abu Omar. Nel confermare la sentenza di primo grado, i giudici hanno dichiarato ...

Caso Abu Omar, prosciolti Pollari e Mancini

Libero-News.it - ‎1 ora fa‎
l tribunale di Milano ha prosciolto Nicolò Pollari e Marco Mancini, rispettivamente direttore del Sismi e ufficiale dei Carabinieri sotto processo per il rapimento dell'imam egiziano Abu Omar avvenuto il 17 febbraio 2003 a Milano. ...

Pollari e Mancini prosciolti in appello

ANSA.it - ‎1 ora fa‎
(ANSA) - MILANO, 15 DIC - La Corte d'appello di Milano ha prosciolto l'ex direttore del Sismi Nicolo' Pollari e l'ex numero due del servizio segreto Marco Mancini, imputati per il sequestro dell'ex imam Abu Omar. I giudici di Milano nel confermare la ...

Processo Abu Omar, Pollari e Mancini "non sono giudicabili"

SKY.it - ‎30 minuti fa‎
Nel caso del sequestro dell'ex imam, la Corte d'Appello di Milano ha confermato la sentenza di primo grado: il segreto di Stato “salva” sia l'ex direttore del Sismi che lo 007. Condannati a pene più severe invece 23 agenti della Cia La Corte d'Appello ...

Abu Omar: la Corte di Appello di Milano proscioglie Pollari e Mancini

Italia News - ‎32 minuti fa‎
(IAMM) Per il sequestro dell'ex imam Abu Omar la Corte di Appello di Milano ha prosciolto dal capo di imputazione Nicolò Pollari (ex direttore del Sismi) e Marco Mancini (ex numero due dei servizi). E' stata, dunque, confermata la sentenza di primo ...

Abu Omar, 'Pollari non è giudicabile'. Corte d'Appello conferma ...

Adnkronos/IGN - ‎1 ora fa‎
Milano - (Adnkronos) - Non luogo a procedere, perché il segreto di Stato rende non giudicabili entrambi, anche per Marco Mancini mentre per Robert Seldon Ledy ex capo della Cia a Milano, la pena inflitta è di 9 anni. Condannati a 2 anni e 8 mesi per ...

ABU OMAR: CORTE D'APPELLO, POLLARI NON PUNIBILE PER SEGRETO DI STATO

Agenzia di Stampa Asca - ‎1 ora fa‎
(ASCA) - Milano, 15 dic - Non luogo a procedere per l'ex direttore del Sismi, Nicolo' Pollari, e per il suo vice ai servizi segreti militari, Marco Mancini. Lo hanno deciso i giudici della terza corte d'appello di Milano, confermando in pratica la ...

ABU OMAR: POLLARI NON PUNIBILE PER SEGRETO DI STATO

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎1 ora fa‎
(AGI) Milano - La Corte d'Appello di Milano ha confermato la sentenza di non doversi procedere per segreto di Stato nei confronti di Niccolo' Pollari e Marco Mancini, rispettivamente ex direttore e numero due del Sismi, nel processo per il sequestro ...

ABU OMAR: ROTONDI, SODDISFAZIONE PER PROSCIOGLIMENTO POLLARI

Agenzia di Stampa Asca - ‎40 minuti fa‎
(ASCA) - Roma, 15 dic - ''Esprimo il mio compiacimento per la sentenza della Corte di Appello di Milano che ha prosciolto il generale Pollari per la vicenda Abu Omar, confermando, di fatto, la sentenza di primo grado. E' una soddisfazione perche' ...

Pollari e Mancini prosciolti in appello Non giudicabili per il ...

La Stampa - ‎1 ora fa‎
La Corte d'appello di Milano ha confermato che l'ex direttore del Sismi Nicolò Pollari e il funzionario dello stesso servizio Marco Mancini non sono giudicabili per il sequestro di Abu Omar a causa del segreto di Stato. La sentenza di primo grado è ...

Abu Omar: non giudicabili gli ex Sismi, Pollari e Mancini

Giornale Radio Rai - ‎41 minuti fa‎
I giudici della Corte d'appello di Milano hanno confermato la sentenza di primo grado riconoscendo il peso del segreto di Stato. Condannati i 23 agenti della Cia imputati per il rapimento. Ridotte le pene per Pio Pompa e Luciano Seno, ...

Abu Omar, sentenza appello a Milano prevista per le 17

Reuters Italia - ‎5 ore fa‎
MILANO (Reuters) - E' prevista per le 17 di oggi la sentenza del processo di appello in corso a Milano per la vicenda del rapimento dell'imam egiziano Abu Omar, che vede tra gli imputati l'ex-capo del Sismi Niccolò Pollari. ...

Abu Omar/ Pene piu' pesanti per agenti Cia

Virgilio - ‎51 minuti fa‎
La Corte d'appello di Milano rispetto alla sentenza di primo grado ha inasprito le condanne per gli agenti della Cia coinvolti nel sequestro di Abu Omar. Passano da cinque a sette anni di reclusione le condanne per gli imputati del servizio ...

Caso Abu Omar: sentenza appello Milano attesa dopo le 17 di oggi

Libero-News.it - ‎5 ore fa‎
ilano, 15 dic. (Adnkronos) - E' attesa dalle 17 in poi di oggi la sentenza d'appello nell'ambito del processo sul rapimento di Abu Omar. Gli imputati sono diversi agenti della Cia e funzionari ed ex funzionari del Sismi tra i quali l'ex direttore del ...

Abu Omar: Pollari non punibile per segreto di Stato

Affaritaliani.it - ‎1 ora fa‎
Donne, guardate la pelle. Così si smette di fumare/ Pochi giorni fa Elisabetta Canalis ha svelato: "Ho smesso di fumare, gli effetti sulla pelle sono immediati. E' molto più luminosa". E uno studio le dà ragione. Il modo migliore per far smettere ...

Caso Abu Omar, giudici in Camera di Consiglio per sentenza

Il Giorno - ‎5 ore fa‎
Gli imputati, coinvolto nel sequestro dell'ex imam, sono 30. Tra loro anche Luciano Seno, ex dipendente del Sismi, accusato di favoreggiamento personale Milano, 15 dicembre 2010 - I giudici della terza corte d'appello di Milano sono entrati in Camera ...

PROCESSO ABU OMAR: POLLARI NON PROCESSABILE PER SEGRETO DI STATO

IRIS Press - Agenzia stampa nazionale - ‎1 ora fa‎
(IRIS) - ROMA, 15 DIC - L'ex direttore del Sismi Niccolò Pollari e il suo vice Marco Mancini non sono processabili per segreto di Stato. La decisione è stata assunta dai giudici della terza Corte d'Appello di Milano, in merito al processo sul rapimento ...

Abu Omar/ Giudizio separato per 3 imputati Usa gia' assolti

Virgilio - ‎7 ore fa‎
I giudici della terza sezione della corte d'appello di Milano hanno deciso di stralciare la posizione di tre imputatii americani, Jeff Castelli, Betty Madero e Ralph Russomanno assolti in primo grado al processo per il sequestro di Abu Omar a causa di ...

ABU OMAR: APPELLO, STRALCIATE POSIZIONI RUSSOMANDO E CASTELLI

Diritto-oggi - ‎4 ore fa‎
(AGI) - Milano, 15 dic. - All'inizio dell'ultima udienza del processo d'appello per il sequestro di Abu Omar, i giudici hanno stralciato la posizione di due imputati americani dopo che il legale di Jeff Castelli e Ralph Russomando, ex agenti della Cia, ...

Abu Omar/ Sentenza d'appello dopo le ore 17. Giudici in camera di ...

DailyBlog.it (Blog) - ‎5 ore fa‎
,Milano, 15 dic. (Apcom) – La sentenza del processo d'appello per il sequestro di Abu Omar dove tra gli imputati c'è l'ex direttore del Sismi Nicolò Pollari e gli agenti della Cia, sarà emessa dopo le 17. Lo hanno detto i giudici della terza sezione ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 15/12/2010 @ 18:55:06, in Magistratura, linkato 1631 volte)

Violenze a Roma, domani processo per direttissima


mercoledì 15 dicembre 2010

ROMA (Reuters) - La procura di Roma, dopo aver annunciato oggi che intendeva chiedere al gip la convalida dell'arresto per 26 delle 41 persone fermate ieri per gli scontri a Roma, ha cambiato idea, scegliendo il processo per direttissima, che si terrà domani. Lo riferiscono fonti giudiziarie.

I reati contestati a vario titolo ai 26 -- tutti tra i 18 e i 37 anni, residenti in varie regioni -- sono resistenza e lesione a pubblico ufficiale. Altre 14 persone sono state denunciate a piede libero, mentre una giovane è stata scarcerata perché considerata estranea ai fatti, dicono le fonti.

La giornata di protesta contro la riforma dell'Università, con migliaia di studenti in piazza in diverse città mentre intanto si votava la fiducia al governo del premier Silvio Berlusconi, si è trasformata nella Capitale in una lunga sequenza di violenze e scontri tra manifestanti e forze dell'ordine, con un clima che a momenti ha ricordato quello del G8 di Genova.

Negli incidenti sono rimaste ferite un centinaio di persone, tra cui 56 agenti delle forze dell'ordine. L'Ama, l'azienda municipale per la nettezza urbana, ha valutato in circa 450mila euro i danni alla zona teatro delle violenze, dove sono anche stati dati alle fiamme veicoli e sono state infrante vetrine di negozi e banche.

Intanto, già da ieri, in rete sono circolate varie sequenze di foto, tra cui quelle relative all'aggressione a un agente della Guardia di Finanza - che nelle immagini ha la pistola in mano - che ha fatto ipotizzare ad alcuni media e partiti che ai disordini abbiano partecipato "agenti infiltrati".

La Rassegna

Scontri, Maroni riferirà in Senato Il Pd denuncia: "C'erano ...

La Repubblica - ‎19 minuti fa‎
Il ministro dell'Interno in aula venerdi alle 11,30. La richiesta è stata avanzata dal gruppo Pd alla Conferenza dei capigruppo alla Camera. Alemanno: "Abbiamo rischiato un'altra Genova". Danni per 20 milioni. La Procura di Roma cambia idea: i 26 ...

Violenze a Roma, domani processo per direttissima

Reuters Italia - ‎1 ora fa‎
ROMA (Reuters) - La procura di Roma, dopo aver annunciato oggi che intendeva chiedere al gip la convalida dell'arresto per 26 delle 41 persone fermate ieri per gli scontri a Roma, ha cambiato idea, scegliendo il processo per direttissima, ...

Scontri Roma, polemica su infiltrati

ANSA.it - ‎2 ore fa‎
(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Maggioranza e opposizione tornano a sottolineare la gravita' degli scontri di ieri a Roma, su cui il ministro dell'interno, Roberto Maroni, riferira' alle Camere; ma le sottolineature sono diverse. La maggioranza punta il dito ...

Scontri,"a Roma c'erano infiltrati"

TGCOM - ‎2 ore fa‎
Pesanti accuse dal Pd dopo gli scontri di Roma. A parlare apertamente di infiltrati è il capogruppo al Senato, Anna Finocchiaro. "Vogliamo sapere chi erano questi che evidentemente erano infiltrati, chi li ha mandati, chi li paga e che cosa devono ...

Scontri a Roma: il Pd accusa, “C'erano infiltrati”

Newnotizie - ‎2 ore fa‎
Gli esponenti del Partito Democratico sono convinti: “Ieri a Roma c'erano degli infiltrati che hanno messo a rischio i manifestanti e le forze dell'ordine”. Anna Finocchiaro è solo la prima a lanciare l'allarme, invitando il ministro dell'Interno, ...

ROMA: MARONI, E' ANDATA BENE. POTEVA ESSERCI IL MORTO

Agenzia di Stampa Asca - ‎2 ore fa‎
Sugli scontri di ieri a Roma ''riferiro' prossimamente alla Camera ed al Senato''. Lo ha detto il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, uscendo dalla riunione delle commissioni congiunte Affari costituzionali e Giustizia del Senato. ...

Scontri Roma, polemica su infiltrati

euronews - ‎1 ora fa‎
(ANSA) – ROMA, 15 DIC – Maggioranza e opposizione tornano asottolineare la gravita' degli scontri di ieri a Roma, su cui ilministro dell'interno, Roberto Maroni, riferira' alle Camere; male sottolineature sono diverse. ...

Scontri Roma: 20 milioni di danni. Giudizio per direttissima ai ...

Calcio new notizie - ‎12 minuti fa‎
“I danni sono ingenti: circa 20 milioni di euro. Adesso faremo una verifica più attenta”.E' la stima del sindaco di Roma,sugli scontri di ieri nella Capitale. Alemanno ha ribadito che il Comune di Roma si costituirà parte civile contro coloro che hanno ...

Scontri, la Procura: processo per direttissima

L'Unità - ‎3 ore fa‎
Cambio di strategia della procura di Roma per la maggior parte degli arrestati per gli scontri avvenuti ieri nel centro storico. La procura ha deciso di farli giudicare per direttissima e domani mattina compariranno dinanzi al giudice. ...

Scontri Roma: Maroni, riferiro' Camere

ANSA.it - ‎3 ore fa‎
(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Sugli scontri di ieri a Roma ''riferiro' prossimamente alla Camera ed al Senato''. Cosi' il ministro dell'Interno, Roberto Maroni. Tutto il mondo politico condanna le violenze di ieri. 'Credo che dietro le violenze di ieri ci ...

Finocchiaro: «Maroni ci dica chi ha pagato gli infiltrati»

Corriere della Sera - ‎6 ore fa‎
Chi li ha mandati? Cosa devono causare? Accusa la senatrice che chiede al ministro di rispondere in aula Chi li ha mandati? Cosa devono causare? Accusa la senatrice che chiede al ministro di rispondere in aula MILANO - «Ieri a Roma c'erano ...

Scontri Roma: ecco i presunti infiltrati, video

CronacaLive - ‎2 ore fa‎
ROMA / Esplode la polemica politica dopo i violentissimi scontri a Roma del 14 dicembre che hanno messo a ferro e fuoco un'ampia porzione di via del Corso e piazza del Popolo. Dilagano intanto in rete interrogativi e dubbi su presunti “strani ...

Scontri a Roma, il Pd accusa: ''C'erano infiltrati''

RomagnaOggi.it - ‎3 ore fa‎
ROMA - Il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, ha garantito che riferirà prossimamente alla Camera e al Senato sugli scontri di martedì a Roma. Intanto la procura capitolina ha chiesto al gip la convalida dei fermi e la contestuale emissione di ...

E' polemica sulla guerriglia a Roma Maroni frena: "Poteva finire ...

La Stampa - ‎21 ore fa‎
Il centro storico di Roma è stato devastato dalla violenza dei black bloc infiltratisi oggi tra i manifestanti, ma dopo aver visionato il rapporto sugli scontri della questura di Roma, il ministro dell'Interno Roberto Maroni, ha promosso il dispositivo ...

SCONTRI A ROMA: IL PD ACCUSA, C'ERANO INFILTRATI

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎4 ore fa‎
(AGI) - Roma, 15 dic - Dietro i gravi incidenti di ieri a Roma a conclusione della imponente manifestazione degli studenti forse c'erano degli infiltrati. E' quanto sostengono alcuni parlamentari del Pd. "Ieri a Roma - afferma il presidente dei ...

Università/Roma,Maroni:Poteva esserci morto, ora fermare violenti

APCOM - ‎8 ore fa‎
Roma, 15 dic. (Apcom) - Ieri a Roma "poteva esserci il morto" durante gli scontri tra manifestanti e forze dell'ordine. Lo dice il ministro dell'Interno Roberto Maroni, dalle pagine del Corriere della Sera di oggi, apprezzando l'equilibrio dimostrato ...

Governo: Maroni, fiducia? sono sempre ottimista per natura

Libero-News.it - ‎13/dic/2010‎
orino, 13 dic. - (Adnkronos) - "Sono sempre ottimista, per natura". Cosi' il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, ha risposto ai cronisti che gli domandavano del voto di fiducia di domani a margine della consegna del Gianduiotto d'oro, ...

"E' andata bene, poteva esserci il morto"

RaiNews24 - ‎8 ore fa‎
E' questo il commento sugli scontri di Roma fatto dal ministro dell'Interno Roberto Maroni, che in un'intervista al Corriere della Sera detta anche le condizioni della Lega Nord per l'ingresso dell'Udc nel governo. "E' andata bene, poteva esserci il ...

Scontri a Roma, Maroni: poteva esserci il morto

Newnotizie - ‎7 ore fa‎
La guerriglia urbana che ha ieri "sfigurato" le vie centrali della Città Eterna ha spaventato anche lui. Ma il giorno dopo, il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, fornisce un bilancio paradossalmente positivo: "Non potrei dire di essere soddisfatto ...

Guerriglia a Roma, Maroni: ''Gestione equilibrata''

RomagnaOggi.it - ‎21 ore fa‎
ROMA - E' unanime la condanna del mondo politico dopo gli scontri di martedì a Roma. Il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, ha evidenziato l'"apprezzamento per l'equilibrio e l'oculata gestione dimostrata in tutte le fasi della manifestazione" con ...

Governo, Maroni: verifica dopo le festività

Reuters Italia - ‎14/dic/2010‎
ROMA (Reuters) - Respinta per tre voti la mozione di sfiducia alla Camera, il governo ora non deve dimettersi ma si farà il punto dopo le festività per verificare se e come andare avanti. Lo ha detto il ministro dell'Interno e tra i principali ...

Governo: Maroni, se vinciamo con uno due voti meglio le urne

Adnkronos/IGN - ‎13/dic/2010‎
Torino, 13 dic. (Adnkronos) - "Spero ci siano le condizioni per un recupero perche' se non ci fossero noi siamo determinati a rimettere la palla al centro e tornare ad elezioni, tanto le rivinciamo". Cosi' il ministro dell'Interno Roberto Maroni ...

Maroni: "Se si vota,rivinciamo noi"

TGCOM - ‎13/dic/2010‎
"Se domani il governo dovesse avere solo uno o due voti, sarebbe meglio tornare a votare". Lo ha ribadito il ministro dell'interno Roberto Maroni. "Spero ci siano le condizioni per recuperare - ha aggiunto - se non ci fossero, siamo assolutamente ...

Governo: Maroni, Berlusconi allarghi maggioranza o si va al voto

Adnkronos/IGN - ‎14/dic/2010‎
Roma, 14 dic. (Adnkronos) - ''Meglio vincere che perdere. Oggi abbiamo chiuso il primo tempo di una partita che pero' non si e' conclusa. Se Berlusconi riuscira' ad allargare la maggioranza ai moderati, al fischio finale della partita, ...

Guerriglia a Roma, il Pd: C'erano infiltrati, Maroni riferisca

Virgilio - ‎3 ore fa‎
Il ministro parlerà in Parlamento sugli scontri avvenuti ieri. Bersani: Intollerabile che siano riusciti a inserirsi black block Il Partito democratico ha chiesto che Maroni riferisca in Parlamento sugli scontri accaduti ieri nel centro di Roma, ...

Fiducia, Maroni: ''In caso di elezioni rivinciamo''

RomagnaOggi.it - ‎13/dic/2010‎
ROMA - Chi la spunterà tra il premier Silvio Berlusconi e l'ex alleato Gianfranco Fini? Simpatica la risposta di Roberto Maroni: "1-X-2". Il ministro dell'Interno ha quindi auspicato che vi siano "le condizioni per un recupero perché se non ci fossero ...

UNIVERSITA': MARONI SU SCONTRI A ROMA, POTEVA ESSERCI IL MORTO

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎7 ore fa‎
(AGI) - Roma, 15 dic. - "Poteva esserci il morto. Questo lo dico senza essere smentito. Le notizie che avevamo nei giorni scorsi ci dicevano che oltre un migliaio di persone era determinato ad assaltare la camera ed il Senato durante il voto di fiducia ...

ROMA/CORTEI: MARONI, E' ANDATA BENE. POTEVA ESSERCI IL MORTO

Agenzia di Stampa Asca - ‎9 ore fa‎
(ASCA) - Roma, 15 dic - Soddisfatto? ''Non potrei esserlo, di fronte a questi filmati. Ma posso e voglio dire che e' andata bene. Poteva esserci il morto. Questo lo dico senza timore di essere smentito''. Commenta cosi' gli scontri che ieri hanno ...

ROMA/CORTEI: MARONI PRESSATO SU INFILTRATI, RISPONDERO' PROSSIMAMENTE

Agenzia di Stampa Asca - ‎5 ore fa‎
(ASCA) - Roma, 15 dic - ''Riferiro' alla Camera ed al Senato''. Quando? ''Prossimamente''. Il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, non cede alle insistenze dei giornalisti che al termine del suo intervento ai lavori delle commissioni Affari ...

Scontri a Roma, Maroni: «Poteva esserci il morto»

Il Quotidiano Italiano - ‎5 ore fa‎
“Poteva esserci il morto”: è stato questo il commento a freddo del Ministro degli Interni Roberto Maroni sulla giornata di puro eccesso e disquilibrio che ieri ha caratterizzato il centro della capitale, completamente inghiottito dalla violenza e dal ...

Il Pd chiede a Maroni di riferire in Senato sugli scontri a Roma

Virgilio - ‎6 ore fa‎
Finocchiaro: Situazione delicatissima e confusa. Il ministro degli Interni: E' terrorismo urbano. Non può essere tollerato Il Partito democratico ha chiesto "che Maroni riferisca in Senato la prossima settimana" sugli scontri di ieri a Roma in cui, ...

Maroni, gestione equilibrata piazza

euronews - ‎21 ore fa‎
(ANSA) – ROMA, 14 DIC – Il ministro dell'Interno RobertoMaroni, attraverso il Capo della Polizia Antonio Manganelli, haespresso al questore di Roma Francesco Tagliente ea tutte ledonne e gli uomini appartenenti alle Forze dell'Ordine impegnateoggi ...

ROMA/CORTEI: MARONI, GIOVANI CON BOMBE PICCONI E BASTONI. DIFESE ...

Agenzia di Stampa Asca - ‎14/dic/2010‎
(ASCA) - Roma, 14 dic - ''Bene hanno fatto il prefetto e il questore a mettere un dispositivo cosi' robusto''. Il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, si sofferma sui disordini che si stanno verificando a Roma nei pressi della Camera e del Senato. ...

GOVERNO: MARONI, MEGLIO VINCERE CHE PERDERE. MA E' SOLO IL PRIMO TEMPO

Agenzia di Stampa Asca - ‎14/dic/2010‎
Oggi c'e' la soddisfazione di avere vinto una partita che era data per persa. Pero' questo e' solo il primo tempo''. Ricorre ad un'immagine calcistica il ministro dell'Interno Roberto Maroni (Lega Nord) per commentare il risultato alla Camera sulla ...

Guerriglia a Roma, gestione equilibrata della piazza

Ultime Notizie - ‎8 ore fa‎
Non c'è solo la politica nella lunga giornata di Roberto Maroni. Mentre il Parlamento rinnovava la fiducia al governo Berlusconi, a pochi metri da Montecitorio e Palazzo Madama, Roma bruciava negli scontri scoppiati tra le forze dell'ordine ei ...

UNIVERSITA': MARONI, GIOVANI? CHI LANCIA BOMBE E' UN CRIMINALE

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎14/dic/2010‎
(AGI) - Roma, 14 dic. - "Chi lancia le bombe puo' solo definirsi criminale, non un giovane che manifesta". Lo dice il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, parlando con i cronisti alla Camera degli incidenti che stanno avvenendo attorno ai palazzi ...

Maroni: meglio il voto dell'incertezza

pagina.to.it - ‎9 ore fa‎
Lunedì sera a Torino il ministro dell'Interno Roberto Maroni ha ricevuto il “Gianduiotto d'Oro”, manifestazione organizzata dal Circolo del Buongoverno “Principe Eugenio di Savoia” con la finalità benefica di regalare un'apparecchiatura radiologica ...

Guerriglia a Roma, il Pd<br /> "Infiltrati tra i black bloc<br ...

il Giornale - ‎5 ore fa‎
La Finocchiaro: "Presenza di infiltrati. Chi erano? Chi li paga?". Il ministro dell'Interno: "Riferirò a Camera e Senato". Il sindaco Alemanno: "Professionisti della guerriglia, 20 milioni di danni". Indaga la procura: 26 arresti convalidati, ...

Scontri a Roma: il governo riferirà alla Camera

Iamm e-press - ‎7 ore fa‎
(IAMM) Sugli scontri avvenuti ieri nel centro di Roma tra manifestanti e forze dell'ordine il Governo riferirà alla Camera. La richiesta è stata avanzata dal Pd alla Conferenza dei Capigruppo di Montecitorio. Il governo intanto fa sapere di essere ...

Infiltrati della Polizia, l'uomo con il giubbotto diventa un caso ...

Giornalettismo - ‎4 ore fa‎
Le immagini immortalano un presunto agente provocatore che prima aggredisce poi si intrattiene con gli agenti. L'opposizione chiede a Maroni di riferire. Le immagini degli scontri di ieri a Roma che circolano in queste ore sollevano sospetti, dubbi, ...

Maroni: «A Roma poteva scapparci il morto».

Lettera43 - ‎7 ore fa‎
Il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, ha commentato gli scontri di Roma in un'intervista al Corriere della Sera: «E' andata bene, poteva esserci il morto». Per il responsabile dell'Interno è necessaria una «riflessione che va fatta a livello ...

Governo contro i protestanti, Maroni sugli scontri di Roma ...

Sport&Calcio.it - ‎3 ore fa‎
By sgambi “Ieri è andata bene, poteva esserci il morto”. Il commento di Roberto Maroni dopo gli scontri avvenuti ieri a Roma mentre al Senato e alla Camera si decidevano le sorti del governo Berlusconi è sicuramente condivisibile. ...

Governo/ Maroni: Vinta prova di forza, ma elezioni sullo... -2-

Virgilio - ‎14/dic/2010‎
Roma, 14 dic. (Apcom) - "Oggi c'è stata una lezione. Le elezioni sono sempre sullo sfondo, perché con 314 voti contro 311 si rischia di fare la fine del Governo Prodi. Se Berlusconi riuscirà ad allargare la maggioranza, a ricompattare i moderati, bene! ...

Governo: Maroni, come finira'? 1, X, 2

Metro - ‎14/dic/2010‎
Roma, 14 dic. - (Adnkronos) - ''Come finira' in Aula? 1, X, 2''. Il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, sorridendo, usa una metafora calcistica per scherzare con i cronisti che in Transatlantico gli chiedono cosa si aspetta dal voto di fiducia al ...

SCONTRI ROMA: BELISARIO (IDV), MARONI RIFERISCA SUBITO IN AULA

AgenParl - Agenzia Parlamentare - ‎4 ore fa‎
(AGENPARL) - Roma, 15 dic - "Sugli scontri di ieri Maroni deve venire a riferire in Aula al più presto. Questa è una vera priorità che non è seconda a nessuna riforma universitaria". Lo chiede il presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, ...

Anna Finocchiaro: "Chi erano gli infiltrati? Chi li paga? Maroni ...

Iamm e-press - ‎6 ore fa‎
Home » Politica » PD » Anna Finocchiaro: "Chi erano gli infiltrati? Chi li paga? Maroni riferisca in aula" Anna Finocchiaro: "Chi erano gli infiltrati? Chi li paga? Maroni riferisca in aula" (IAMM) "Chiediamo che il ministro dell'Interno Maroni venga ...

Maroni: "La maggioranza<br /> deve essere allargata<br /> Oppure ...

il Giornale - ‎14/dic/2010‎
Il ministro dell'Interno: "La maggioranza va allargata perché altrimenti è meglio andare al voto. Tutto bisogna fare tranne che replicare la pessima esperienza del governo Prodi" Roma - Il ministro dell'Interno Roberto Maroni definisce l'esito del voto ...

Roma - scontri - Governo parla per bocca di Maroni

Notizie news (Blog) - ‎4 ore fa‎
Maroni parla in parlamento e riferisce che "poteva esserci il morto" per gli scontri del 14 dicembre a Roma: "….non siamo di fronte a gente per bene, non sono studenti e operai che manifestano dissenso. Qui ci troviamo di fronte a 2 mila persone, ...

Infiltrati e poliziotti tra i manifestanti che hanno devastato Roma?

PolisBlog.it (Blog) - ‎5 ore fa‎
Gli scontri di Roma, che si sono scatenati ieri durante il voto di fiducia al Governo, hanno lasciato il segno sulla città e non solo. Un brutto segno. Erano stati annunciati, con una certa dote di preveggenza, da alcune fonti governative e di stampa. ...

Roberto Maroni: dopo la fiducia, "Il Governo allarghi la ...

Iamm e-press - ‎14/dic/2010‎
(IAMM) "Respinta per tre voti la mozione di sfiducia alla Camera, il governo ora non deve dimettersi ma si farà il punto dopo le festività per verificare se e come andare avanti". E' quanto afferma il ministro dell'Interno Roberto Maroni dopo il voto ...

VOTO DI FIDUCIA: MARONI, IMPORTANTE NON FARE LA FINE DEL GOVERNO PRODI

IRIS Press - Agenzia stampa nazionale - ‎14/dic/2010‎
(IRIS) - ROMA, 14 DIC - La Lega conferma la linea emersa prima della fiducia: il governo deve avere una maggioranza solida. Per il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, è "importante non fare la fine del governo Prodi", in riferimento alla difficoltà ...

SCONTRI A ROMA: INFILTRATI E PROVOCATORI

CNR Media - ‎3 ore fa‎
"Ieri a Roma c'erano evidentemente degl infiltrati". Non ha dubbi la presidente dei senatori Pd Anna Finocchiaro sulla presenza di persone a volto coperto che avrebbero agito per fomentare la violenza durante gli scontri avvenuti tra piazza del Popolo ...

Università/ Maroni a Manganelli: gestione oculata e equilibrata ...

DailyBlog.it (Blog) - ‎14/dic/2010‎
Roma, 14 dic. (Apcom) – Apprezzamento “per l'equilibrio e l'oculata gestione dimostrata in tutte le fasi della manifestazione”: ad sottolinearlo, in una nota, è il ministro dell'Interno Roberto Maroni, che attraverso il capo della polizia prefetto ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 15/12/2010 @ 19:06:17, in Magistratura, linkato 1872 volte)

Maxiprocesso alla 'ndrangheta
I pm: in 174 vadano a giudizio

 

La Bocassini: "Le vittime delle cosche non denunciano i boss"

MILANO - La Dda di Milano inoltrerà domani la richiesta di giudizio immediato per 174 persone arrestate lo scorso luglio nel corso della maxi operazione che ha decapitato i vertici della ’ndrangheta in particolare in Lombardia. Lo ha annunciato il procuratore aggiunto Ilda Boccassini.

La richiesta di giudizio immediato, con cui si salta la fase dell’udienza preliminare, riguarda, tra gli altri, il presunto boss della ’ndrangheta in Lombardia, Giuseppe "Pino" Neri, e Pasquale Zappia, che avrebbero diretto la ’cupolà lombarda dopo la morte del boss Carmelo Novella. Inoltre, tra gli arrestati per cui è stato chiesto il rito immediato, ci sono i numerosi boss delle 15 "locali" sparse tra Milano, la Brianza, il Comasco e Pavia, che sono state individuate dagli inquirenti con l’operazione Infinito-Crimine.

Tra gli imputati, inoltre, c’è anche l’ex direttore sanitario della Asl di Pavia, Carlo Chiriaco, ritenuto dagli investigatori una "figura emblematica" della infiltrazione delle cosche nel mondo istituzionale. Invece, come ha spiegato Ilda Boccassini, le posizioni degli indagati per l’omicidio del boss Novella, avvenuto nel 2008, sono state stralciate e per loro si procederà con la chiusura delle indagini e la richiesta di rinvio a giudizio. Come ha spiegato, invece, il procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone, la parte dell’inchiesta coordinata dalla Dda di Reggio verrà probabilmente chiusa a gennaio con il deposito degli atti e la richiesta di rinvio a giudizio. «Il ramo reggino è più indietro - ha spiegato Pignatone - anche per problemi di organizzazione delle risorse». Nell’incontro con la stampa gli esponenti delle due procure antimafia hanno voluto rimarcare l’unità del lavoro tra inquirenti e investigatori milanesi e calabresi e la collaborazione che c’è stata e che sta proseguendo.

«Anche a Milano non abbiamo dietro la porta commercianti, imprenditori, ambulanti pronti a denunciare all’autorità giudiziaria un’usura, un danneggiamento ai fini estorsivi», ha detto oggi in un incontro con la stampa Ilda Boccassini. Il procuratore aggiunto di Milano ha spiegato che «il silenzio delle vittime prosegue nonostante gli arresti dello scorso luglio e gli appelli più volte lanciati a sporgere denuncia». E questo sebbene «il fenomeno estorsivo e usuraio ci risulta continui». «Non ci stanno pervenendo denunce - ha continuato Boccassini - è un dato sintomatico e dobbiamo prenderne atto. Ritengo che il fenomeno criminale che riguarda l’usura e l’estorsione sul territorio di Milano sia esteso».

La Stampa

La Rassegna

Maxiprocesso alla 'ndrangheta I pm: in 174 vadano a giudizio

La Stampa - ‎43 minuti fa‎
La Dda di Milano inoltrerà domani la richiesta di giudizio immediato per 174 persone arrestate lo scorso luglio nel corso della maxi operazione che ha decapitato i vertici della 'ndrangheta in particolare in Lombardia. Lo ha annunciato il procuratore ...

'Ndrangheta, maxiprocesso per 174 "Le vittime del racket non ...

La Repubblica - ‎2 ore fa‎
non dicono di essere vittime di episodi di estorsione e usura. Adesso dobbiamo capire perché" Sono 174 le richieste di giudizio immediato che la Direzione distrettuale antimafia (Dda) di Milano inoltrerà domani nei confronti di altrettante persone ...

'ndrangheta: pm Boccassini, dispiaciuti per mancato invito a Monza

Libero-News.it - ‎2 ore fa‎
ilano, 15 dic. - (Adnkronos) - Il procuratore aggiunto di Milano, Ilda Boccassini, esprime dispiacere per il mancato invito alla cerimonia tenuta nei giorni scorsi a Monza durante la quale le piu' alte cariche istituzionali della Provincia monzese e il ...

Ndrangheta, pm: 174 a giudizio. "Imprese Milano non denunciano"

Reuters Italia - ‎3 ore fa‎
MILANO (Reuters) - La procura di Milano ha chiesto il processo con rito immediato per le 174 persone arrestate nell'ambito del filone milanese della cosiddetta operazione "Crimine" sulle infiltrazioni della 'ndrangheta condotta insieme alla procura di ...

'ndrangheta, maxi processo a Milano.Boccassini: "Le vittime non ...

TGCOM - ‎4 ore fa‎
Nuovo capitolo della vasta operazione che ha decapitato i vertici della 'ndrangheta, in Lombardia, con l'arresto di 174 persone in luglio. La Dda di Milano inoltrerà giovedì la richiesta di giudizio immediato per tutti gli arrestati. ...

'Ndrangheta: Procura Milano chiede maxi processo immediato per 174 ...

Libero-News.it - ‎4 ore fa‎
ilano, 15 dic. (Adnkronos) - La Procura di Milano formalizzera' domani la sua richiesta di rinvio a giudizio con rito immediato per 174 imputati accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa e una serie di reati-fine. E' quanto e' stato annunciato ...

Boccassini: c'è mafia in Lombardia ma le vittime non denunciano

L'Unità - ‎3 ore fa‎
In Lombardia la 'ndrangheta fa estorsioni, l'usura c'è, ma imprenditori, commercianti e venditori ambulanti non lo denunciano. Lo afferma il procuratore aggiunto di Milano Ilda Boccassini, persona ben informata dei fatti, e dopo che Saviano aveva ...

'Ndrangheta: pm Boccassini, a Milano imprenditori non denunciano ...

Libero-News.it - ‎4 ore fa‎
ilano, 15 dic. (Adnkronos) - A Milano ea Reggio Calabria, gli imprenditori ei commercianti non denunciano spontaneamente fenomeni estorsivi. E' quanto dichiarano il procuratore aggiunto di Milano, Ilda Boccassini e il procuratore capo di Reggio ...

'Ndrangheta, dopo il maxi blitz chiesto il giudizio immediato per ...

Affaritaliani.it - ‎1 ora fa‎
Il procuratore capo di Milano Edmondo Bruti Liberati, il procuratore aggiunto del capoluogo Lombardo Ilda Boccassini, insieme ai pm Paolo Storari e Alessandra Dolci, hanno annunciato che e' stato chiesto il processo con rito immediato per 174 persone ...

Maxi blitz contro la 'ndrangheta, chiesto giudizio immediato per i ...

Corriere della Sera - ‎3 ore fa‎
Niente udienza preliminare per i boss in manette a luglio. Boccassini: estorsioni e usura, ma pochi denunciano Niente udienza preliminare per i boss in manette a luglio. Boccassini: estorsioni e usura, ma pochi denunciano MILANO - La Dda di Milano ...

'NDRANGHETA: PROCURA MILANO, PROCESSO IMMEDIATO PER 174 IMPUTATI

Agenzia di Stampa Asca - ‎3 ore fa‎
(ASCA) - Milano, 15 dic - La Procura di Milano ha chiesto il processo con rito immediato per i 174 affiliati alla 'ndrangheta arrestati nell'ambito dell'operazione 'Crimine', il maxi blitz scattato nel luglio scorso su ordine della Dda di Milano e ...

A Milano l'omertà delle vittime dell'estorsione

Nuova Società - ‎1 ora fa‎
A Milano, come a Reggio Calabria gli imprenditori non denunciano le estorsioni subite. Lo hanno detto i pm di Milano Ilda Boccassini e di Reggio, Giuseppe Pignatone che, dopo essersi incontrati per fare il punto sulle indagini che hanno portato alla ...

'NDRANGHETA: PM BOCCASSINI, A MILANO IMPRENDITORI NON DENUNCIANO

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎4 ore fa‎
(AGI) - Milano, 15 dic. - Nonostante il maxiblitz che nel luglio scorso ha portato a decine di arresti tra Milano e Reggio Calabria, nel capoluogo lombardo gli imprenditori non denunciano di essere vittime di episodi di estorsione e usura. ...

'Ndrangheta: dda Milano, maxi processo

euronews - ‎3 ore fa‎
(ANSA) – MILANO, 15 DIC – La Dda di Milano inoltrera' domanila richiesta di giudizio immediato per 174 persone arrestate loscorso luglio nel corso della maxi operazione che ha decapitatoi vertici della 'ndrangheta in particolare in Lombardia. ...

'Ndrangheta, maxi processo per 174 a Milano

Tg1 - www.tg1.rai.it - ‎3 ore fa‎
La Dda chiede il giudizio immediato per gli arresti di luglio, quando sono stati decapitati i vertici delle cosche in Lombardia. Il procuratore Boccassini: a Milano le vittime non denunciano. Lombardia. Ad annunciare la richiesta, il procuratore della ...

'Ndrangheta/ Pm Milano lamenta mancato invito a premiazione cc

Virgilio - ‎2 ore fa‎
Il procuratore aggiunto di Milano Ilda Boccassini si è lamentato per il mancato invito a rappresentanti della procura di Milano alla cerimonia di premiazione a Monza nei giorni scorsi a 89 carabinieri che avevano partecipato all'operazione del luglio ...

'ndrangheta in Lombardia: maxiprocesso per 174 persone

Corrispondenti.net - ‎3 ore fa‎
La DDA di Milano invierà giovedì la richiesta di giudizio immediato per le 174 persone arrestate lo scorso luglio e coinvolte nell'inchiesta sulle infiltrazione della 'ndrangheta in Lombardia. Lo hanno annunciato in una breve conferenza stampa ...

'Ndrangheta, guardia di finanza sequestra beni per 15 milioni di ...

CN24 - ‎5 ore fa‎
Ammonta a circa 15 milioni di euro il valore complessivo dei beni sequestrati questa mattina dalla Guardia di Finanza di Milano nei confronti di soggetti affiliati alla 'ndrangheta nell'ambito dell'operazione 'Infinito - Neverending'. ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 15/12/2010 @ 19:14:01, in Osservatorio Famiglia, linkato 1304 volte)
Quando vedete un siciliano ridere sulla pedofilia, ditegli di smettere... L.M.

Pedofilia: accusato abusi su bimba,

pm chiede 10 anni carcere

A Palermo presunto violentatore era vicino casa vittima

(ANSA) - PALERMO, 15 DIC - Avrebbe violentato per un anno la figlia di un vicino di casa, una bambina di 9 anni con un ritardo nell'apprendimento. Oggi per l'uomo, un 69 enne vedovo di Palermo, il pm Fabiola Furnari ha chiesto la condanna a 10 anni di carcere. Il processo si svolge, in abbreviato, davanti al gup Marina Petruzzella. La vicenda, che risale al 2008 e si consuma in un contesto molto degradato, e' emersa grazie alla denuncia delle maestre della vittima che ne avevano raccolto le confidenze.(ANSA).


PEDOFILIA: ABUSI SU BIMBA DI 6 ANNI,
UN ARRESTO A CATANIA

CATANIA (ITALPRESS) - Un pregiudicato catanese, T.S., di 57 anni, e' stato arrestato dalla polizia perche' ritenuto responsabile di abusi sessuali su una bimba di 6 anni. L'uomo e' stato raggiunto da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Catania, Luigi Barone. Le indagini sono state avviate nella seconda meta' del mese di settembre dopo che i poliziotti di quartiere in servizio presso il Commissariato "Centrale" hanno appreso confidenzialmente degli abusi sessuali su una bimba da parte di un parcheggiatore abusivo nella zona "Scogliera" di Catania.

Gli investigatori hanno scoperto che la madre 41enne della vittima, in condizioni di estrema poverta', svolgeva lavori saltuari e spesso affidava la figlioletta all'uomo che, mostrandole affetto, si rendeva anche disponibile ad acquistarle cibo e dolciumi. Gli agenti, coordinati dal sostituto procuratore Rocco Liguori, si sono avvalsi anche di intercettazioni. Inoltre, determinante e' stata la collaborazione di alcuni testimoni. Nel corso delle indagini e' emerso che in un'occasione l'uomo si sarebbe appartato a bordo della propria auto per simulare con la vittima dei "giochi" a sfondo sessuale. L'arrestato e' stato condotto nel carcere di Piazza Lanza e il pm ne ha disposto l'isolamento. (ITALPRESS). com 15-Dic-10 15:04 NNNN
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Avere un elenco pubblico dei sex offender è uno dei passi fondamentali per debellare il fenomeno. Tutti i pedofili sono recidivi ed un solo pedofilo può fare anche decine di piccole vittime, come è accaduto al ventisettenne pedofilo olandese ed in numerosi altri casi, specie in ambito sportivo/educativo.
Diffondere il nome di coloro che commettono questi reati è la sola protezione per le vittime e per tutte le future vittime. Mi domando se, tra le pene accessorie e vista applicare la pena all'art. 28 c.p., la pena di pubblicazione della sentenza (art. 36 c.p.) non possa essere la via giuridica per approntare una prima "difesa" delle vittime e delle potenziali vittime di pedofilia e, perché no, per le vittime di stalking. L.M.


Lecce: in carcere per pedofilia,
su di lui altra ordinanza per lo stesso reato



Mercoledì 15 Dicembre 2010 18:56

Lecce (Salento) – Ancora la pedofilia è l'oggetto della nuova ordinanza di custodia cautelare che piove su Giovanni Pizzileo, 57enne di Carmiano, detenuto presso il carcere di Altamura. L'uomo era già noto alle forze dell'ordine per essere stato uno dei 'protagonisti' dell'operazione 'Bianco Natale', che aveva portato all'arresto di alcuni giovani per abusi sessuali, condotta dai carabinieri del norm della compagnia di Campi Salentina e dai carabinieri della stazione di Carmiano.

Questa mattina, i militari della stazione di Carmiano si sono recati presso il carcere di Altamura dov'è detenuto Giovanni Pizzileo. Già incriminato perché responsabile di abusi sessuali nei confronti di un quattordicenne, all'uomo, a solo un anno di distanza, viene imputata la medesima accusa. I fatti a cui si fa riferimento risalgono all'incirca allo stesso periodo nel quale venne spiccata la prima ordinanza di custodia cautelare: da agosto a settembre 2009.

Questa volta le vittime sono tre, tutte costrette ad avere rapporti sessuali con il 57enne sotto minaccia. Pizzileo, infatti, per intimidirle inventava una scusa da utilizzare per far sgridare le vittime dai propri genitori, qualora queste ultime si fossero dimostrate ritrose nei confronti delle morbose attenzioni dell'uomo. Proprio dai genitori dei minori è partita la segnalazione per ulteriori accertamenti, tra cui l'ascolto delle vittime le cui dichiarazioni sono state considerate attendibili dal perito della procura.

Inviti a giocare a nascondino in luoghi isolati di campagna erano le scuse utilizzate da Pizzileo per adescare le vittime che, poi, erano costrette a guardare filmati pornografici contenuti nel suo cellulare intimandone la ripetizione dei contenuti. “Personalità deviata, incapace di qualsiasi ravvedimento e ponderato controllo degli impulsi sessuali, destinata a nuove squallide trasgressioni in danno di minori" recita la nuova ordinanza di custodia che pende sull'uomo.

Il Paese Nuovo

La Rassegna

ABUSI SU RAGAZZINI, SCOPERTE NUOVE VITTIME DELL'ORCO

Lecceprima.it - ‎43 minuti fa‎
Si aggrava la posizione di Giovanni Pizzileo, 53enne di Carmiano, già arrestato lo scorso anno. Chiusa una seconda indagine dei carabinieri, ...

In carcere per pedofilia, su di lui altra ordinanza per lo stesso ...

il Paese Nuovo - ‎1 ora fa‎
Lecce (Salento) – Ancora la pedofilia è l'oggetto della nuova ordinanza di custodia cautelare che piove su Giovanni Pizzileo, 57enne di Carmiano, ...

Arrestato per pedofilia nel 2009. Oggi emergono nuovi fatti

Il tacco d'Italia - ‎2 ore fa‎
Nella mattinata odierna, i Carabinieri della stazione di Carmiano si sono recati presso la Casa circondariale di Altamura ove attualmente è ristretto ...


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Questi casi fanno rimpiangere l'inefficacia del sistema giudiziario italiano, perché il ragazzo doveva poter vivere libero senza subire l'avvelenamento esistenziale che lo conduce oggi di fronte alla severità di un Tribunale per i medesimi errori del padre. Il caso di questo ragazzo è identico in seno al movimento a quella vigliaccheria che spinge sempre in prima linea la figlia di un magistrato. Quanto a coloro che ancor oggi pagano i debiti con gli anni di piombo, che Iddio li fulmini, perché finché avranno vita condurranno giovani verso la distruzione... L.M.

Scontri a Roma, ventidue a processo
Preso l'"infiltrato": è figlio di un ex Br

http://www.giustiziaquotidiana.it/public/scontri.roma.infiltrato.jpg
Il Pd: "Maroni deve chiarire". Ma il Pdl protesta: aberrante pensare a complicità esterne

FULVIO MILONE

ROMA - Ventidue dimostranti arrestati: saranno processati per direttissima oggi. Quarantuno le persone identificate: su di loro sono in corso indagini. Cinque i giovani denunciati all’autorità giudiziaria. E poi, 124 feriti o contusi tra le forze dell’ordine e danni impressionanti nel centro di Roma messo a ferro e fuoco. Li ha resi noti il sindaco Alemanno: ammontano a 16 milioni di euro, «15 dei quali riguardano gli esercizi commerciali e 1 i beni culturali e l’arredo urbano».

E’ questo il bilancio in cifre della battaglia divampata l’altro giorno nella Capitale, ore di guerriglia sulle quali, il giorno dopo, si sono addensati dubbi e sospetti dissipati in serata. Tutto è partito dalle immagini di un ragazzo incappucciato armato di pala, presente agli scontri ma sempre vicino alle forze dell’ordine. «Un provocatore infiltrato», accusano alcuni esponenti del Pd. «Un estremista già identificato e arrestato in serata», è la risposta della questura, in attesa di una ricostruzione ufficiale che verrà fatta dal ministro Maroni, domani al Senato.

Insomma, erano davvero tutti black bloc i responsabili degli scontri, o c’è stata anche la mano di agenti provocatori nella battaglia scoppiata mentre a Montecitorio i deputati votavano? Per questa seconda tesi si è pronunciata la presidente del gruppo al Senato Anna Finocchiaro: «C’erano evidentemente degli infiltrati che hanno messo a rischio i manifestanti e le forze dell’ordine. Chi li ha mandati? Chi li paga? Che cosa devono causare? Il ministro dell’Interno venga in Aula a riferire». Accuse pesanti a cui Roberto Maroni ha risposto annunciando il suo intervento al Senato, mentre il presidente dei deputati del Pdl Cicchitto ha reagito con indignazione: «Consideriamo del tutto aberrante questa ipotesi e anche irresponsabile chi gioca in questo modo con le parole». Ai sospetti sollevati da Anna Finocchiaro, però, è seguita un’interrogazione di due senatori del Pd, Francesco Ferrante e Roberto Della Seta: «Come si spiegano - dicono - le fotografie nelle quali rappresentanti delle forze dell’ordine familiarizzano con i black bloc? Ieri a mettere a ferro e fuoco il centro di Roma c’erano anche agenti travestiti?».

Le foto a cui i senatori si riferiscono sono quelle pubblicate su alcuni quotidiani, e ritraggono “il ragazzo con la pala” incappucciato e vestito con un giubbotto beige che impugna un manganello e un paio di manette (forse tolti a un agente) mentre osserva un gruppetto di teppisti accanirsi su un agente della Finanza. E’ sempre in prima linea negli scontri, ma molto vicino alle forze dell’ordine. Ce n’è quanto basta perché su quella figura monti un caso. La notizia dell’avvenuto fermo del giovane, filtrata in mattinata e in qualche modo confermata da una foto che mostra il personaggio condotto via da due agenti, è stata smentita dalla Procura della Repubblica: «Non c’è un fermo, faremo ulteriori accertamenti sulla vicenda». Poche ore dopo, però, dalla Questura hanno prima fatto sapere che il ragazzo era stato identificato ma era irreperibile. Poi, in serata, sono scattate per davvero le manette. Il fermato non ha ancora 17 anni, risulta figlio di un brigatista rosso ed ha precedenti per rissa e resistenza a un pubblico ufficiale.

Il sindaco di Roma risponde a chi accusa la polizia di non aver saputo far fronte ad una manifestazione con prevedibili code di violenza: «I violenti cercavano lo scontro, Roma ha respirato lo stesso clima di violenza che c’era negli Anni Settanta». Una violenza, quella di cui parla Alemanno, che rischia di ripetersi. Lo conferma il prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, che probabilmente pensa ai cortei in programma la prossima settimana contro la riforma Gelmini: «Ci auguriamo manifestazioni pacifiche, ma c’è anche il timore che questo non avvenga».

La Stampa

La Rassegna

L'uomo con la pala, minorenne figlio di ex Br

Il Sole 24 Ore - ‎2 ore fa‎
È il figlio di un ex brigatista rosso il minorenne che compare in alcune foto degli scontri di martedì armato di una pala. La clamorosa novità è tenuta top secret dagli investigatori, soprattutto perché, trattandosi di un minore, le tutele previste non ...

Scontri a Roma: preso
l'uomo con la pala
Estremista ...

il Giornale - ‎15 minuti fa‎
Smentite le insinuazioni sulla presenza di un agente infiltrato tra i black bloc impegnati negli scontri contro la polizia. In manette un estremista rosso di 16 anni. Studente liceali già noto alle forze dell'ordine Roma - Il mistero è finito: il ...

Scontri a Roma, fermato il “giovane con la pala”: è un minorenne

Il Quotidiano Italiano - ‎58 minuti fa‎
Identificato e fermato il giovane con la pala che ha preso parte agli scontri nella Capitale proprio mentre alla Camera si votava per la Fiducia al Governo Berlusconi. Si tratterebbe di un minorenne, o meglio di un liceale di appena 16anni. ...

Scontri Roma: fermato e' studente 16enne

ANSA.it - ‎9 ore fa‎
ANSA) - ROMA, 15 DIC - Era diventato 'l'uomo della pala' perche' nelle foto diffuse compariva piu' volte una volta con un paio di manette, un'altra mentre mulina un manganello, un'altra mentre brandisce una pala. Dopo il fermo il giovane e' stato ...

Scontri di Roma, fermato il ''giovane con la pala''

Julie News - ‎10 ore fa‎
ROMA – E' stato fermato dalla polizia il giovane che appariva in numerose fotografie degli scontri di ieri a Roma, mentre alla Camera si votava per la Fiducia al Governo Berlusconi. La notizia viene riportata dall'Ansa, che cita fonti investigative. ...

Scontri Roma/ Fermato dalla polizia il minorenne 'con la pala'

APCOM - ‎8 ore fa‎
Roma, 15 dic. (Apcom) - E' stato fermato il giovane con la pala, il minorenne 'presunto infiltrato' che ieri è stato fotografato in più episodi durante gli scontri a Roma. Il ragazzo, che conta già precedenti ed era stato identificato dalla Digos come ...

Scontri,fermato giovane con la pala

TGCOM - ‎11 ore fa‎
Il minorenne ritratto in alcune foto mentre martedì, durante gli scontri a Roma, impugnava una pala, un manganello e un paio di manette in diversi momenti della manifestazione, è stato fermato dalla polizia. Lo si apprende da fonti vicine alle indagini ...

Scontri, il giallo dell'uomo con la pala: infiltrato o dimostrante?

La Repubblica - ‎20 ore fa‎
E' sempre lì, nelle zone calde degli scontri nel cuore di Roma. Di volta in volta brandisce una pala, lancia un bidone, tiene nella mano sinistra le manette. Nel corso della giornata di guerriglia è praticamente ovunque e lo si può riconoscere anche ...

"E' un infiltrato" Ma il picchiatore è un minorenne

La Stampa - ‎20 ore fa‎
Durante le tensioni nel cuore della capitale si nota un uomo "sospetto" con un giubotto marrone e un guanto rosso nella mano destra. Lo si vede di volta in volta con un bidone, con una pala e anche con delle manette. Anche durante l'aggressione al ...

Scontri Roma: identificato uomo con pala

ANSA.it - ‎13 ore fa‎
(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Identificato l'uomo ritratto in alcune foto mentre ieri, durante gli scontri a Roma, impugna una pala, un manganello e un paio di manette: si tratterebbe di un estremista di sinistra, diciassettenne, con precedenti per rissa e ...

Scontri Roma: fermato minore con la pala

ANSA.it - ‎11 ore fa‎
(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Il minorenne ritratto in alcune foto mentre ieri, durante gli scontri a Roma, impugnava una pala, un manganello e un paio di manette in diversi momenti della manifestazione, e' stato fermato questa sera dalla polizia. ...

Tag: scontri a Roma

RaiNews24 - ‎14/dic/2010‎
E' stato fermato il giovane minorenne ritratto nelle foto di ieri durante gli scontri a Roma con pala, manette e manganello. Il ministro degli Interni: venerdi' riferiro' in Parlamento. Mantovano: i criminali cercano occasioni per scatenare la violenza ...

Scontri a Roma, fermato il giovane con la pala

Italia News - ‎10 ore fa‎
(IAMM) E' stato identificato e fermato dalla polizia il giovane ritratto in alcune foto mentre ieri impugnava una pala, un manganello e un paio di manette durante i disordini a Roma. E' un liceale 16enne con precedenti per rissa e resistenza a pubblico ...

Roma, identificato uomo con la pala

TGCOM - ‎14 ore fa‎
E' stato identificato dalla Digos l'uomo con la giacca beige che impugnava una pala durante gli scontri di Roma. Si tratterebbe di un estremista di sinistra che era stato ritratto in alcune foto, in diversi momenti della manifestazione. ...

Scontri Roma: fermato minore con la pala

euronews - ‎11 ore fa‎
(ANSA) – ROMA, 15 DIC – Il minorenne ritratto in alcune fotomentre ieri, durante gli scontri a Roma, impugnava una pala, unmanganello e un paio di manette in diversi momenti dellamanifestazione, e' stato fermato questa sera dalla polizia. ...

Scontri a Roma, la polizia ferma il ragazzo con la pala

Tg1 - www.tg1.rai.it - ‎11 ore fa‎
Identificato dalla Digos il giovane che ieri è stato fotografato diverse volte con una pala, un manganello e un paio di manette. Non ha ancora 17 anni e ha precendenti per rissa e resistenza a pubblico ufficiale. ROMA - Il giovane minorenne ritratto in ...

Scontri a Roma, l'uomo con la pala è un minorenne

Excite Italia - ‎15 ore fa‎
Gli scontri a Roma tra studenti e Polizia han scatenato molte polemiche. Gli atti di guerriglia urbana hanno fatto ipotizzare alla possibilità di infiltrati tra i manifestanti pagati per creare caos. Gli occhi sono stati puntati, per tutta la giornata, ...

Roma, fermato il giovane con la pala

Il giornale di Pachino - ‎9 ore fa‎
Il giovane minorenne ritratto in alcune foto mentre ieri, durante gli scontri a Roma, impugnava una pala, un manganello e un paio di manette in diversi momenti della manifestazione, è stata fermato dalla polizia. Si tratta di un 16enne che frequenta un ...

Il giovane misterioso, le immagini...

L'Espresso - ‎14 ore fa‎
Il ragazzo con il giubbotto beige è il protagonista delle polemiche sulla presenza di agenti infiltrati negli scontri di Roma. In queste immagini dell'agenzia Prospekt, la stessa che ha realizzato molte delle foto pubblicate da L'espresso, ...

GUERRIGLIA A ROMA - L'UOMO CON LA PALA: "SONO MINORENNE"

Rai.tv - ‎15 minuti fa‎
Il giorno dopo la guerriglia a Roma, polemiche sulle foto di un finanziere con la pistola e di un uomo con una pala. Infiltrati nei cortei? Servizio di Alessia Gizzi e Gianni Bianco.

Scontri a Roma: c'erano infiltrati tra i manifestanti?

abruzzo24ore.tv - ‎21 ore fa‎
Nelle ultime ore corre velocissimo sulla rete un sospetto drammatico, che noi registriamo come tale, mostrando le foto che lo generano. Il sospetto è che tra i manifestanti degli scontri di ieri a Roma, c siano inflitrati della polizia. ...

Scontri, procura dispone verifiche su presunto agente infiltrato

Romauno - ‎13 ore fa‎
Verifiche saranno svolte dagli inquirenti sul presunto agente infiltrato. Indagini in corso da parte della polizia e la procura ha disposto le opportune verifiche sulla persona con una giacca chiara, a volto coperto, e con in mano le manette e il ...

Scontri Roma, Digos indaga per identificare autori violenza

L'UNICO - ‎15 ore fa‎
(L'UNICO) - Dall'indagine della Questura sui violenti scontri accaduti nel centro di Roma ieri, martedì 14 dicembre, tra manifestanti e forze dell'ordine, emerge un bilancio provvisorio di 41 persone identificate, di cui 23 arrestate e 5 denunciate ...

SCONTRI A ROMA, È GIALLO SULL'UOMO CON LA PALA-FOTO INFILTRATO O ...

Leggo Online - ‎18 ore fa‎
Prima lancia un bidone, poi tiene in mano una pala, infine viene 'beccato' dai fotografi con un paio di manette e un manganello d'ordinanza in mano. E' giallo su un presunto 'infiltrato' negli scontri di ieri: come dimostrato dalle foto, ...

Scontri Roma/ Pm faranno verifiche su presunto agente infiltrato

Virgilio - ‎13 ore fa‎
Gli inquirenti della Procura di Roma svolgeranno accertamenti sul presunto agente infiltrato. Secondo quanto si è appreso a piazzale Clodio i magistrati hanno disposto alcune verifiche sulla persona che con indosso un giaccone di colore chiaro, ...

A 17 anni con pala e manganello agli scontri di Roma, fermato: “E ...

Blitz quotidiano - ‎8 ore fa‎
A 17 anni con pala e manganello agli scontri di Roma: è stato identificato dalla Digos e fermato il giovane con il giubbotto marrone e si tratterebbe di un estremista di sinistra. In alcune foto si vede chiaramente mentre impugna una pala, ...

Black bloc o agente? Il mistero del ragazzo dalla giacca beige ...

CronacaLive - ‎17 ore fa‎
ROMA / Chi è in realtà il ragazzo con il giubbotto beige, immortalato dagli scatti dei fotografi durante gli scontri di ieri per le strade di Roma? GUARDA IL VIDEO Le immagini lo raffigurano prima a volto coperto, mentre colpisce i finanzieri e attacca ...

Scontri a Roma, il ragazzo col giubbotto marrone ha le manette in ...

Blitz quotidiano - ‎18 ore fa‎
Nelle ultime ore corre in Rete un sospetto, avallato anche dalla senatrice del Pd Anna Finocchiaro: a Roma, negli incidenti con la polizia delle manifestazioni di ieri, ci sarebbero stati diversi infiltrati della polizia. Su Facebook sorge addirittura ...

L'uomo con la pala: "Sono minorenne"

antefattoblog - ‎15 ore fa‎
http://www.ilfattoquotidiano.it/ Scontri a Roma dopo che il governo ottiene la fiducia in 14 dicembre 2010. Nel video di YouReporter il momento in cui il ragazzo con la pala e il giubbotto beige viene fermato dagli agenti.

SCONTRI A ROMA/ Video – Il presunto agente provocatore appare a ...

Il Sussidiario.net - ‎13 ore fa‎
SCONTRI A ROMA – IL RAGAZZO COL GIUBBOTTO BEIGE APPARE A VOLTO SCOPERTO - Un filmato mostra che il ragazzo con il giubbotto beige è un minorenne e non un infiltrato tra i manifestanti delle forze dell'ordine. Le teorie complottistiche circolate in rete ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 16/12/2010 @ 20:00:39, in Magistratura, linkato 2021 volte)
A mio avviso i giudici romani sono stati saggi, infatti le responsabilità non sono dei pochi arrestati in piazza, ma più lontane. Nonostante ciò è già polemica tra Anm e Alemanno. L.M.

ANM, LEGITTIME CRITICHE MA NO INSULTI A TOGHE

(AGI) - Roma, 16 dic. - "Non posso che ribadire quello che ho sempre detto in questi casi: sono legittime le critiche ai provvedimenti della magistratura, ma non gli insulti ai giudici e all'istituzione". Cosi' il presidente dell'Anm, Luca Palamara, a margine della presentazione del libro del presidente della Corte d'appello di Bari, Vito Marino Caferra, 'La giustizia e i suoi nemici' risponde ai cronisti in merito alla polemica sollevata dal sindaco della capitale Gianni Alemanno sulle scarcerazioni decise oggi dal tribunale di Roma per numerosi presunti autori degli scontri avvenuti nelle vie del centro martedi' scorso.

ALEMANNO, NESSUN INSULTO A MAGISTRATURA
 
(ASCA) - Roma, 16 dic - ''Non mi sono mai sognato di insultare la magistratura che, al di la' di decisioni criticabili di alcuni suoi componenti, ha tutto il mio rispetto sia come istituzione sia come persone che la compongono''. E' quanto dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, dopo aver chiarito il contenuto delle sue affermazioni nel corso di un colloquio telefonico col presidente dell'Anm, Luca Palamara.
''La mia protesta contro la decisione dei giudici che hanno scarcerato i presunti responsabili degli scontri di martedi' - aggiunge Alemanno - e' solo una critica rispettosa della istituzione e priva di ogni volonta' di offendere i magistrati''.

http://www.giustiziaquotidiana.it/public/tridente.jpg

... dal Tribunale di Roma

Roma, liberati i 23 manifestanti.
Alemanno contro l'Anm

L'ira del sindaco capitolino per le decisioni dei giudici: «Protesto a nome della città di Roma»

Tutti scarcerati, tranne uno. Questo il bilancio finale degli scontri di martedì scorso quando nelle strade di Roma dilagava il dissenso contro la fiducia al governo. Per uno dei manifestanti - tutti in attesa di giudizio definitivo - sono state disposte misure di detenzione domiciliari, mentre per altri è previsto l'obbligo di firma in questura. Altri, infine, attenderanno il processo in stato di libertà. Le accuse sono di resistenza aggravata e lesioni. I giudici della decima sezione del tribunale, nell'ordinanza di remissione in libertà, hanno scritto che «appare necessario approfondire il quadro delle accuse». Alemanno si scaglia contro i giudici: «I danni e la gravità degli scontri avrebbero richiesto ben altra fermezza».

Tornano in libertà 22 dei 23 manifestanti fermati durante gli scontri avvenuti nel centro di Roma martedì scorso. Per il 23esimo - Mario Miliucci, accusato di aver lanciato è attribuito l'uso tre pietre da 2,5 chili l'una, e difeso dalla madre avvocato - il tribunale ha disposto gli arresti domiciliari.

I primi 11 in libertà
Il tribunale di Roma ha predisposto la scarcerazione con il divieto di dimora per i genovesi Dario Campagnolo, Emanuele Gatti e Fabrizio Ripoli; piena libertà per il giocoliere francese Charlie Robin Thibault Plaze, e per Edoardo Zanetti; infine, l'obbligo di firma due volte al giorno per Patrizio D'Acunzo. Tutti questi imputati verranno processati il 23 dicembre.

Gli altri 11
La X e la IV sezione penale hanno confermato gli arresti rimettendo in libertà senza misure restrittive Michele Borromeo, Martino Reviglio Della Veneria e Anna Chiara Mezzani, cui è contestata la resistenza a pubblico ufficiale. Per loro il processo è stato fissato al 17 febbraio. Liberi anche Sacha Montanini, Angelo De Matteis, Nicola Corsini, Gerardo Moresella, Federico Serra, Andrea Donato, Alice Niffoi e Riccardo Li Calzi. Accusati - a vario titolo - di resistenza aggravata e lesioni, saranno processati il 15 febbraio.

Covalidati gli arresti
Si svolgerà il 13 giugno prossimo, invece, il processo a carico di Michele Cruciani, Matteo Angius, Matteo Sordini, Alessio Zervoli e Leo Fantoni, accusati di resistenza aggravata a pubblico ufficiale e danneggiamento. Per loro gli arresti sono stati confermati, e i giudici hanno imposto l'obbligo di firma del registro dei sorvegliati per due volte al giorno.

Il sindaco Alemanno
Le decisioni dei giudici hanno provocato la reazione sdegnata del sindaco di Roma: «Sono costretto a protestare a nome della città di Roma contro le decisioni assunte dalle sezioni II e V del Tribunale di Roma di rimettere in libertà in attesa di giudizio quasi tutti gli imputati degli incidenti di martedì scorso». «Non è minimizzando la gravità di questi fatti che si dà il giusto segnale per contrastare il diffondersi della violenza politica nella nostra città mentre è evidente che queste persone hanno dimostrato di essere soggetti pericolosi per la collettività».

E sugli episodi di martedì il ministro dell'Interno Maroni - convocato a gran voce a riferire dal Pd - riferirà domani alle 11.30 in aula al Senato, e mercoledì alla Camera.

Agenzia Ami

La Rassegna

Violenze Roma, in libertà quasi tutti i fermati

Reuters Italia - ‎1 ora fa‎
ROMA (Reuters) - Cinque sezioni del Tribunale di Roma hanno convalidato oggi gli arresti di 23 persone fermate in occasione degli scontri di martedì a Roma, ma nessuna di loro rimane in carcere, come riferiscono fonti giudiziarie. ...

Alemanno attacca, scontro con l'Anm

La Repubblica - ‎1 ora fa‎
Il Tribunale ha convalidato gli arresti. Poi, valutando caso per caso, ha rilasciato 22 degli imputati e disposto per uno gli arresti domiciliari. Il sindaco: "Protesto a nome di Roma. I danni e la gravità degli scontri avrebbero richiesto ben altra ...

Scontri a Roma: liberi i 22 arrestati Tensione e spintoni fuori ...

Corriere della Sera - ‎2 ore fa‎
Fermati per la guerriglia del 14. Alemanno: serviva ben altra fermezza. Anm: insulti illegittimi. Spunta video con pestaggio dagli agenti. Il questore: indagine interna Fermati per la guerriglia del 14. Alemanno: serviva ben altra fermezza. ...

Scontri Roma, in 22 già liberi Soltanto uno ancora ai domiciliari

TGCOM - ‎2 ore fa‎
I ventidue giovani arrestati per gli scontri di Roma sono già ritornati in libertà. La I sezione penale del Tribunale di Roma ha stabilito l'obbligo di firma per alcuni di loro, confermando gli arresti domiciliari solo per un altro. ...

Alemanno protesta contro le scarcerazioni degli imputati

RaiNews24 - ‎2 ore fa‎
Tornano in libertà anche gli ultimi 11 manifestanti dei arrestati nel corso degli scontri avvenuti nel centro di Roma marted scorso. In totale il tribunale ha stabilito la rimessione in libertà di 22 manifestanti disponendo gli arresti domiciliari per ...

Scontri a Roma, scarcerati i 23 fermati. Alemanno contro l'Anm

RomagnaOggi.it - ‎1 ora fa‎
ROMA - E' bufera sulla decisione dei giudici del Tribunale di Roma in merito alla scarcerazione di 22 dei 23 giovani arrestati mercoledì per gli scontri avvenuti martedì a Roma, subito dopo il voto di fiducia al Governo. I giudici della X sezione, ...

Roma, liberi i manifestanti. Scontro Alemanno-Anm

L'Unità - ‎1 ora fa‎
'Non possiamo che ribadire che e' legittima la critica ai provvedimenti dei magistrati, ma non lo sono gli insulti nei confronti dei giudici e dell'istituzione nel suo complesso''. Cosi' il presidente dell'Associazione nazionale magistrati, ...

SCONTRI ROMA: QUESTORE APRE INDAGINE INTERNA SU PESTAGGIO GIOVANE

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎2 ore fa‎
(AGI) - Roma, 16 dic - Un'indagine interna per identificare gli agenti, ripresi in un video finito su Youtube e che si sono resi responsabili di un pestaggio di un giovane duranete gli scontri di lunedi' scorso a Roma, e' stata disposta dal Questore ...

Scontri Roma, 22 in liberta'

ANSA.it - ‎1 ora fa‎
(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Ventidue in liberta', uno ai domiciliari. Questo l'esito dei processi per direttissima a carico dei giovani arrestati per gli scontri di martedi' a Roma. Confermati tutti i fermi. Agli arresti domiciliari e' finito Mario ...

Roma, liberati i 23 manifestanti. Alemanno contro l'Anm

(ami) Agenzia Multimediale Italiana - ‎1 ora fa‎
Tutti scarcerati, tranne uno. Questo il bilancio finale degli scontri di martedì scorso quando nelle strade di Roma dilagava il dissenso contro la fiducia al governo. Per uno dei manifestanti - tutti in attesa di giudizio definitivo - sono state ...

Dopo gli scontri di Roma, liberi 22 dei 23 arrestati. Il sindaco ...

Il Sole 24 Ore - ‎2 ore fa‎
Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, protesta contro la scarcerazione di 22 dei 23 fermati durante gli scontri di martedì nel centro storico della capitale. «Sono costretto a protestare a nome della città di Roma contro le decisioni assunte dalle ...

ROMA/CORTEI: ALEMANNO, NESSUN INSULTO A MAGISTRATURA

Agenzia di Stampa Asca - ‎1 ora fa‎
(ASCA) - Roma, 16 dic - ''Non mi sono mai sognato di insultare la magistratura che, al di la' di decisioni criticabili di alcuni suoi componenti, ha tutto il mio rispetto sia come istituzione sia come persone che la compongono''. ...

SCONTRI ROMA: ANM, LEGITTIME CRITICHE MA NO INSULTI A TOGHE

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎1 ora fa‎
(AGI) - Roma, 16 dic. - "Non posso che ribadire quello che ho sempre detto in questi casi: sono legittime le critiche ai provvedimenti della magistratura, ma non gli insulti ai giudici e all'istituzione". Cosi' il presidente dell'Anm, Luca Palamara, ...

Scontri a Roma: scarcerati gli imputati, Alemanno: Assurdo

Virgilio - ‎58 minuti fa‎
Tutti liberi, tranne uno. I giudici di Roma hanno deciso per la scarcerazione per 22 dei 23 fermati dopo i violentissimi scontri di martedì a Roma. I membri della decima sezione del tribunale, nell'ordinanza di remissione in libertà, hanno scritto che ...

Scontri a Roma, scarcerati i 23 ragazzi fermati

il punto a mezzogiorno - ‎1 ora fa‎
I giudici del tribunale di Roma hanno rilasciato i 23 fermatì martedì durante gli scontri avvenuti dopo la notizia della fiducia alla Camera. Esaminati caso per caso, per uno di loro sono stati disposti gli arresti domiciliari. ...

Scontri Roma: 22 scarcerati, 1 ai domiciliari

rassegna.it - ‎2 ore fa‎
Sono stati tutti scarcerati, tranne uno, i fermati dopo gli scontri di Roma del 14 dicembre. Su 22 ragazzi, solo per Mario Miliucci, 32 anni, sono stati disposti gli arresti domiciliari. Una misura cautelare "effettiva", come si dice in gergo. ...

Scontri: processo per direttissima per i fermati

Romauno - ‎2 ore fa‎
22 persone in libertà, una agli arresti domiciliari. È il bilancio dei processi per direttissima che si sono svolti stamattina in 5 diverse aule del tribunale di roma. 23 in tutto le persone che dovevano rispondere degli scontri avvenuti martedì scorso ...

Scontri Roma: liberi tutti i giovani, solo uno ai domiciliari

Iamm e-press - ‎1 ora fa‎
(IAMM) Sono tutti liberi i ragazzi coinvolti negli scontri di Roma. Dopo i primi 11 manifestanti, ora altrettanti tornano in libertà. A deciderlo è stato il tribunale, nel corso dei proccessi per direttissima di oggi, che ha confermato gli arresti ...

Scontri Roma/ Tornano liberi sei ragazzi fermati

APCOM - ‎3 ore fa‎
Roma, 16 dic. (Apcom) - Tornano a casa sei ragazzi fermati nel corso degli incidenti avvenuti martedì in occasione del voto di fiducia al Governo. Dopo la convalida degli arresti il tribunale di Roma ha disposto la remissione in libertà. ...

Scontri Roma/ Anm ad Alemanno: Critiche legittime, ma no insulti

La Provincia di Varese - ‎1 ora fa‎
Roma, 16 dic. (Apcom) - Criticare i provvedimenti dei magistrati è legittimo, non lo sono però gli "insulti". Il leader dell'Anm Luca Palamara - raggiunto telefonicamente - replica alle parole di protesta del sindaco di Roma Gianni Alemanno dopo la ...

Scontri Roma: processo direttissima, 11 rimessi in liberta'

ANSA.it - ‎4 ore fa‎
(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Il Tribunale di Roma dopo il processo per direttissima per alcuni dei 23 fermati per gli scontri di due giorni fa, ha rimesso in liberta' 11 persone. Per un altro sono stati disposti gli arresti domiciliari. ...

Martedì nero a Roma: bilancio dei danni

Corriere della Sera - ‎15/dic/2010‎
ROMA - Venti milioni di euro di danni. Vetrine rotte, cartelloni e segnali stradali divelti. Macchine distrutte e date alle fiamme. Cestini della spazzatura incendiati. È il bilancio del giorno dopo gli scontri manifestanti-polizia che martedì ...

Alemanno, sulla citta' violenza gratuita

ANSA.it - ‎14/dic/2010‎
"Non dobbiamo tornare agli anni '70''. Il sindaco di Roma Alemanno vuole scacciare ad ogni costo dalla capitale l'ombra degli anni di piombo ed invoca una reazione da parte di tutte le istituzioni affinché ci sia uno 'scatto di orgoglio' per evitare ...

Scontri a Roma, liberi i 22 arrestati. Alemanno contro i giudici ...

DirettaNews.it - ‎59 minuti fa‎
SCONTRI ROMA, LIBERI 22 ARRESTATI - Tutti rimessi in libertà, tranne un ragazzo condannato agli arresti domiciliari. Questo l'esito dei processi per direttissima tenutisi oggi che vedevano imputate le 23 persone arrestate ieri per gli scontri ...

Violenze a Roma, domani processo per direttissima

Reuters Italia - ‎15/dic/2010‎
ROMA (Reuters) - La procura di Roma, dopo aver annunciato oggi che intendeva chiedere al gip la convalida dell'arresto per 26 delle 41 persone fermate ieri per gli scontri a Roma, ha cambiato idea, scegliendo il processo per direttissima, ...

Governo: Alemanno, Roma offesa da violenza

Libero-News.it - ‎14/dic/2010‎
oma, 14 dic. - (Adnkronos) - "Roma oggi e' stata offesa dalla violenza come non avveniva da molti anni a questa parte. Queste aggressioni gratuite e demenziali hanno colpito duramente il centro storico della Capitale, patrimonio dell'Unesco. ...

Scontri Roma/ Alemanno: 15 milioni di danni ai commercianti -2-

Virgilio - ‎15/dic/2010‎
Roma, 15 dic. (Apcom) - Alemanno ha poi ringraziato le forze dell'ordine "che hanno fatto tutto il possibile e l'impossibile ma credo che dopo la giornata ieri un'ulteriore mobilitazione delle forze dell'ordine sia necessaria almeno pari alla ...

Governo: Ciardi, 25 feriti negli scontri a Roma

Libero-News.it - ‎14/dic/2010‎
oma, 14 dic. - (Adnkronos) - Sono stati 25 i feriti negli scontri verificatisi oggi nella Capitale. A riferire i dati forniti dal 118 e' Giorgio Ciardi, delegato del sindaco Alemanno per la sicurezza, che dopo la visita del primo cittadino Gianni ...

Scontri Roma/ Procura chiede la convalida di 26 arresti -2-

Virgilio - ‎15/dic/2010‎
Non ci sarà interrogatorio di convalida in carcere per le 26 persone fermate ieri nel corso degli scontri avvenuti nel centro storico della Capitale. La Procura di Roma, "valutata l'incensuratezza di tutti gli arrestati e la loro età", ...

Scontri di Roma, processo per direttissima per 23 fermati

SKY.it - ‎7 ore fa‎
Rimessi in libertà 22 su 23 degli autori degli scontri. Intanto si chiarisce il giallo: “l'uomo con la pala” non era un infiltrato ma un giovane liceale di 16 anni. Il capo della Polizia: troppe emergenze sulle nostre spalle Processo per direttissima ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 16/12/2010 @ 20:18:36, in Magistratura, linkato 1318 volte)

Trentotto indagati per la strage di Viareggio



di Giovanni Ruotolo

Sono trentotto le persone indagate per la tremenda strage della stazione di Viareggio dello scorso 29 giugno 2009. Fra di loro anche l'amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Mauro Moretti, e gli Ad di Rfi Mario Michele Elia; di Trenitalia Vicenzo Soprano; di Fs Logistica Gilberto Galloni e il direttore della Divisione cargo Mario Castaldo. Oltre a loro anche l'Ad della ditta di revisioni Cima riparazioni di Mantova, ossia la ditta che aveva montato l'asse che, secondo l'accusa, si ruppe prima del deragliamento, Giuseppe Pacchioni, e i vertici della società proprietaria del convoglio, la Gatx Rail. Risultano essere indagati anche i tecnici e i responsabili dell'officina Jugenthal di Hannover, controllata da Gatx, che aveva revisionato l'asse.

Oltre alle persone indagate, la procura di Lucca, che ha depositato la richiesta di incidente probatorio, ha anche notificato gli avvisi ad otto enti con l'ipotesi di violazioni del decreto sulla responsabilità amministrativa. Le ipotesi di reato, a vario titolo sono quelle di: incendio, disastro ferroviario, omicidio colposo, lesioni colpose e violazione del decreto legislativo 81 del 2008 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. L'indagine della magistratura lucchese riguarda anche otto enti che devono rispondere della violazione del decreto 231 del 2001 sulla responsabilità amministrativa delle persone giuridiche.

L'ipotesi della procura è che la cisterna del gpl che faceva parte del convoglio che deragliò alla stazione di Viareggio causando la tremenda esplosione e il rogo che uccise 32 persone, è stata causata da un picchetto. Questo è il punto su cui le conclusioni degli inquirenti e quella di Rfi divergono nettamente. Per Rfi, invece, la causa di quanto avvenuto è ben altra: ossia l'impatto con un componente dello scambio. Secondo la relazione di Rfi, quindi «non si ravvisano responsabilità a carico dell'infrastruttura e/o degli agenti Rfi coinvolti nell'evento». La tesi della procura, esposta nella motivazione della richiesta di incidente probatorio, invece è che quella notte «dopo circa 370 metri dal punto di svio, il carro cisterna si ribaltava sul fianco sinistro» quindi «percorreva circa 100 metri, durante i quali incontrava due picchetti di regolazione della curva».

Proprio uno di questi picchetti, secondo le ipotesi dell'accusa «provocava uno squarcio di circa 40 centimetri nella calotta della cisterna dal quale fuoriusciva il gpl che dopo circa tre minuti si incendiava». La responsabilità, su questo punto, per gli inquirenti sarebbe di Rfi che non avrebbe rimosso i picchetti che segnano le curve che, secondo una vecchia disposizione interna scritta e protocollata dalla direzione tecnica di Rfi avrebbero dovuto essere gradualmente eliminati. In una nota Ferrovie dello Stato, spiega di attendere con serenità gli esiti delle indagini «nella consapevolezza che le Società del Gruppo hanno sempre operato nel rispetto delle regole e secondo comportamenti adeguati a garantire la massima sicurezza con la indiscussa professionalità loro riconosciuta a livello internazionale anche in questo settore».

Fonte: Nuova Società.it

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503
Ci sono  persone collegate

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










23/08/2019 @ 21.41.03
script eseguito in 359 ms