Immagine
 .. artista ..... di Lunadicarta
 
"
Giustizia! Santa parola, prostituita, derisa dai potenti della terra!

Giuseppe Garibaldi
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
ROVIGO Presentazione del libro "Ne valeva la pena" di Armando Spataro, procuratore aggiunto di Milano

I magistrati Armando Spataro e Domenico Gallo
con il giornalista Gian Antonio Stella
in Accademia dei Concordi (Ro)



Con storie di terrorismo e mafie, di segreti di stato e di giustizia offesa, Armando Spataro, procuratore aggiunto al tribunale di Milano, presenterà mercoledì 9 giugno alle 21.00 nella sala Oliva dell’Accademia dei Concordi il suo libro “Ne valeva la pena”.
Nelle inchieste più scottanti, il caso Tobagi, le Brigate Rosse, il sequestro di Abu Omar, la ‘ndrangheta al Nord, raccontate dallo stesso magistrato che le ha dirette in prima persona, si ripercorrono gli ultimi trent’anni della storia giudiziaria italiana. Con lui Domenico Gallo, magistrato e consigliere di Cassazione e Gian Antonio Stella, giornalista e scrittore.
Iniziativa promossa dall’Arci rodigina in collaborazione con “Viva la costituzione” Comune, Provincia e diverse sigle.
Uscito il 3 giugno, il libro è stato presentato ieri in Rai da Lucia Annunziata, domani sarà a Padova con un altro magistrato Calogero, e poi la terza uscita a Rovigo.

Rovigo Oggi
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 08/06/2010 @ 18:10:52, in Magistratura, linkato 1536 volte)
DOSSIER SISMI: A CONSULTA
ATTI SU SEGRETO DI STATO


(AGI) - Perugia, 8 giu. - Il gup di Perugia rimette alla Corte Costituzionale la decisione sulla legittimita' della conferma da parte del governo del segreto di Stato invocato dall'ex capo del Sismi, Nicolo' Pollari, e dal funzionario Pio Pompa nel caso dell'archivio riservato scoperto in un appartamento di via Nazionale a Roma. Il giudice, Carla Giamgamboni, ha depositato stamattina la decisione di sollevare il conflitto di attribuzione tra poteri, magistratura e governo, sull'opposizione del segreto di Stato, confermato dall'esecutivo lo scorso gennaio. Sara' ora la Consulta a decidere se l'udienza preliminare, che vede i due ex funzionari accusati tra l'altro di peculato, potra' proseguire regolarmente. Pollari e Pompa, attraverso i loro legali, si sono sempre professati innocenti. (AGI) cli/Roc/Pg/dos


DOSSIER SISMI: A CONSULTA ATTI SU SEGRETO DI STATO (2)


(AGI) - Perugia, 8 giu. - La Corte costituzionale e' chiamata a stabilire se spetti alla presidenza del consiglio dei ministri "secretare, mediante la conferma del segreto di Stato" opposto da Nicolo' Pollari e Pio Pompa, elementi necessari al giudizio sui due ex funzionari del Sismi. E, se non fosse legittima, ad annullare tale conferma. Lo chiede alla Consulta, con il provvedimento depositato oggi, il gup di Perugia Carla Giangamboni. Il pronunciamento sara' decisivo per il futuro del procedimento per alcuni reati, tra cui il peculato, di cui sono accusati i due ex funzionari del Sismi nell'ambito dell'inchiesta sul ritrovamento di alcuni dossier riservati trovati in una sede del servizio in via Nazionale, a Roma.
  Pollari e Pompa avevano opposto il segreto di Stato durante gli interrogatori dell'ottobre 2009. Segreto confermato dal presidente del Consiglio con due atti datati 3 e 22 dicembre.
  Durante l'udienza di ieri a Perugia, il pm Sergio Sottani ha rilevato come, a suo parere, non sussistano i presupposti per l'opposizione del segreto di Stato. La difesa di Pollari e Pompa, rappresentata dagli avvocati Titta e Nicola Madia, Franco Coppi e Valter Biscotti, ha rilevato come le circostanze coperte da segreto siano tutte essenziali per la verifica dei reati in oggetto. Nel provvedimento, con cui il giudice sospende il giudizio fino al pronunciamento della Consulta, viene evidenziato come "la questione relativa all'avvenuta opposizione/conferma del segreto di Stato assuma rilevanza proprio nella presente fase, precipuamente finalizzata ad una prima verifica della fondatezza delle accuse e della eventuale esistenza di cause di non punibilita'". Secondo il gup, gli atti in suo possesso conducono "sotto un primo profilo, ad escludere che il segreto di Stato possa essere opposto con riguardo ad attivita' estranee alle finalita' istituzionali del Servizio e, per un diverso aspetto, ad attribuire fondamentale rilievo alla motivazione dell'atto con cui il presidente del consiglio dei ministri conferma il segreto di Stato opposto". Percio' viene chiesto alla Consulta di dichiarare se spetti al presidente del Consiglio dei ministri "secretare, mediante conferma dell'opposizione del segreto da altri opposto", "modi e forme dirette e indirette di finanziamento per la gestione da parte di Pio Pompa della sede del Sismi di via Nazionale a Roma, allorche' il servizio era retto da Nicolo' Pollari" e "modi e forme di retribuzione diretta o indiretta, di Pio Pompa e di una collaboratrice del Sismi diretto da Nicolo' Pollari", nonche' l'esistenza di direttive e ordini impartiti a Pio Pompa e a una collaboratrice di raccolta di informazioni su magistrati italiani o stranieri. (AGI) Cli/Pg

La Rassegna

DOSSIER SISMI: A CONSULTA ATTI SU SEGRETO DI STATO (2)

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎1 ora fa‎
(AGI) - Perugia, 8 giu. - La Corte costituzionale e' chiamata a stabilire se spetti alla presidenza del consiglio dei ministri "secretare, mediante la conferma del segreto di Stato" opposto da Nicolo' Pollari e Pio Pompa, elementi necessari al giudizio ...

Dossier Sismi, atti alla Consulta

TGCOM - ‎7 ore fa‎
Sarà la Corte costituzionale a pronunciarsi sulla legittimità della conferma, da parte del governo, del segreto di Stato, opposto dall'ex numero uno del Sismi Nicolò Pollari e dall'ex funzionario Pio Pompa, nel corso delle indagini sul presunto ...

Gip Perugia invia atti a Consulta su segreto di Stato Sismi

ANSA - ‎5 ore fa‎
(ANSA) - PERUGIA, 8 GIU - La Consulta si pronuncera' sul segreto di Stato opposto da Nicolo' Pollari e Pio Pompa nell'indagine sull'archivio riservato di via Nazionale. Lo ha deciso il gup di Perugia nel corso dell'udienza preliminare nella quale l'ex ...

Dossier Sismi, gup invia atti a Consulta su segreto di Stato

Reuters Italia - ‎7 ore fa‎
PERUGIA (Reuters) - Toccherà alla Consulta decidere sulla legittimità della conferma da parte del governo del segreto di Stato invocato dall'ex numero uno del Sismi Nicolò Pollari e dall'ex funzionario Pio Pompa nell'ambito delle indagini sul ...

Dossier Sismi, atti sul segreto di Stato alla Consulta

Libero-News.it - ‎5 ore fa‎
nviati alla Consulta gli atti sul segreto di Stato invocato dall'ex capo del Sismi, Nicolò Pollari, e dal funzionario Pio Pompa nel caso del ritrovamento di dossier illegali in un appartamento di via Nazionale a Roma. Il gup di Perugia, ...

Sismi: segreto stato, atti a Consulta

ANSA - ‎7 ore fa‎
(ANSA) - PERUGIA, 8 GIU - Sara' la Corte costituzionale a pronunciarsi sulla legittimita' della conferma, da parte del governo, del segreto di Stato. Il segreto e' stato opposto dall'ex numero uno del Sismi Nicolo' Pollari e dall'ex funzionario Pio ...

Processo Sismi, sul segreto di Stato il giudice rinvia gli atti ...

L'Unione Sarda - ‎6 ore fa‎
Lo ha deciso il gup di Perugia nel corso dell'udienza preliminare nella quale i due sono accusati fra l'altro di peculato. Il giudice ha infatti sollevato un conflitto di attribuzione fra poteri dello Stato. Ha quindi sospeso il procedimento e inviato ...

Archivio del Sismi, prosciolti Pollari e Pompa

Ultime Notizie - ‎2 ore fa‎
L'ex direttore del Sismi Nicolò Pollari el'ex funzionario dei servizi segreti Pio Pompa non hanno violato la privacy di magistrati, giornalisti, politici ed esponenti istituzionali. A proscioglierli con formula piena dalle accuse è il gup di Perugia ...

DOSSIER SISMI: A CONSULTA ATTI SU SEGRETO DI STATO

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎8 ore fa‎
(AGI) - Perugia, 8 giu. - Il gup di Perugia rimette alla Corte Costituzionale la decisione sulla legittimita' della conferma da parte del governo del segreto di Stato invocato dall'ex capo del Sismi, Nicolo' Pollari, e dal funzionario Pio Pompa nel ...

Dossier Sismi, archiviata parte dei reati per Pollari e Pompa

Reuters Italia - ‎07/giu/2010‎
PERUGIA (Reuters) - Il gip di Perugia Massimo Ricciarelli ha disposto l'archiviazione di alcuni reati a carico dell'ex numero uno del Sismi Nicolò Pollari e dell'ex funzionario Pio Pompa nell'ambito dell'indagini preliminari sul ritrovamento di un ...

DOSSIER SISMI: POLLARI E POMPA SOLLEVANO SEGRETO DI STATO

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎07/giu/2010‎
(AGI) - Perugia, 7 giu. - Il segreto di Stato, apposto e confermato dal governo nel gennaio 2010, e' stato sollevato oggi dall'ex numero uno del Sismi, Nicolo' Pollari, e dall'ex funzionario, Pio Pompa, davanti al gup di Perugia sull'intera vicenda ...

Sismi: segreto stato, atti a Consulta

euronews - ‎7 ore fa‎
(ANSA) – PERUGIA, 8 GIU – Sara' la Corte costituzionale apronunciarsi sulla legittimita' della conferma, da parte delgoverno, del segreto di Stato. Il segreto e' stato oppostodall'ex numero uno del Sismi Nicolo' Pollari e dall'exfunzionario Pio Pompa, ...

Dossier Sismi: Pollari e Pompa non violarono alcuna privacy

Corriere Canadese - ‎14 ore fa‎
PERUGIA - L'ex direttore del Sismi Nicolò Pollari el'ex funzionario dello stesso servizio segreto Pio Pompa non violarono la privacy di magistrati, giornalisti, politici ed esponenti istituzionali nell'ambito della vicenda relativa al presunto archivio ...

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 08/06/2010 @ 18:21:28, in Sindacati Giustizia, linkato 1542 volte)
Restano ferme le modalità e la durata dello sciopero. Il differimento della data è dovuto all'ottemperanza di quanto disposto dalla commissione di garanzia per l'attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali.


Roma, 8 giugno 2010

Ai Coordinamenti Nazionali
Ai Coordinamenti Provinciali
UIL PA
LORO SEDI


Oggetto: spostamento della data dello sciopero al 9 luglio 2010.


In data odierna la Commissione di Garanzia  ha invitato formalmente la UIL PA a posticipare ad altra data l’effettuazione dello sciopero già proclamato per il giorno 28 giugno, a causa della concomitanza di altra iniziativa programmata per il 25 giugno, di cui non si conosceva al momento della proclamazione l’esistenza per difetto  di comunicazione da parte della Presidenza del Consiglio che avrebbe dovuto, entro 24 ore dalla proclamazione, informare della suddetta circostanza.

Alla luce di quanto sopra la segreteria nazionale ha deciso comunque  di differire la giornata dello sciopero nazionale al 9 luglio 2010.

Restano invariate le modalità di effettuazione dell’astensione dal lavoro e la manifestazione nazionale che si svolgerà il 9 luglio a Roma, presso il Cinema Capranica, a Piazza Capranica, 1.

Resta altresì confermato il calendario degli attivi regionali previsti in preparazione dello sciopero.

Si prega di dare alla presente comunicazione la massima diffusione.

Fraterni saluti.


IL SEGRETARIO GENERALE
Salvatore Bosco
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 08/06/2010 @ 19:56:08, in Estero, linkato 1402 volte)
Sono convinta che l'economia britannica non possa farne a meno, ma continuo a sentirmi sempre più infelice di essere cittadina europea e non condivido nessuna ipocrisia con quel parlamento o con i suoi membri...

Gran Bretagna, esplusione
per migliaia di bambini afghani
richiedenti asilo



PEACE REPORTER La decisione è stata presa dopo una riunione dei ministri dell'Interno e della Giustizia dell'Unione Europea. Associazioni per i diritti umani fortemente critiche - Il Guardian ha rivelato oggi che le autorità britanniche per il controllo delle frontiere sono pronte ad espellere migliaia di bambini afghani arrivati nel Paese senza accompagnatori e in cerca di asilo. 

Secondo il giornale britannico, le autorità vorrebbero riuscire ad espellere ogni mese 12 ragazzi minorenni e ad assistere al loro re-inserimento direttamente a Kabul, dove a questo scopo sarà costruito un centro da quattro milioni di sterline per la loro reintegrazione. Stando ai dati del ministero dell'Interno, sarebbero oltre 4.200 i minorenni arrivati in Gran Bretagna senza essere accompagnati da un adulto. Di questi, gli afghani sono il gruppo più numeroso. Nei primi tre mesi del 2010, sono già 400 i minorenni che hanno fatto richiesta per ottenere asilo nel Regno, quasi la metà di questi erano afghani.

La decisione di espellere i minori segna un importante cambio di direzione nelle politiche del governo britannico, ma è parte di un piano europeo delineatosi nel corso di una riunione dei ministri dell'Interno e della Giustizia che si è tenuta giovedì scorso in Lussemburgo. Anche la Norvegia ha annunciato l'apertura di un suo centro per l'accoglienza dei minorenni a Kabul, così come Svezia, Danimarca e Olanda si starebbero preparando ad espellere i ragazzi. Questo piano è già stato criticato dalle associazioni per i diritti umani.

Simone Troller di Human Rights Watch ha dichiarato al Guardian: "Prima di espellere bambini vulnerabili in posti come l'Afghanistan i governi dell'Unione dovrebbero accertarsi che la cosa venga fatta nei migliori interessi di questi minori".

***

Gb/ Londra dà il via a piano espulsione minori verso Afghanistan

Stanziati 4 mln sterline per "centro reintegrazione" a Kabul

Roma, 8 giu. (Apcom) - L'Agenzia per l'Immigrazione britannica dispone di 4 milioni di sterline per creare un "centro reintegrazione" in Afghanistan dove accogliere i minori espulsi dalla Gran Bretagna. Il nuovo governo conservatore non intende infatti - rivela oggi il Guardian - fare favori a nessuno e vuole rispedire a Kabul i minori non accompagnati richiedenti asilo.

Il progetto iniziale prevede l'espulsione verso l'Afghanistan di 12 ragazzi sotto i 18 anni ai quali viene assicurata una "assistenza alla reintegrazione" oltre che di 120 adulti ogni mese. In totale saranno circa 150 i teenager "riallocati" in Afghanistan in un anno, che resteranno nel centro fino al raggiungimento della maggiore età.

I dati dell'Agenzia registrano 4.200 minori non accompagnati richiedenti asilo in Gran Bretagna, in gran parte sostenuti dai servizi sociali. Quelli provenienti dall'Afghanistan costituiscono il gruppo più numeroso.

Il piano britannico rientra nel quadro più ampio di quello europeo, ricorda il Guardian. La Norvegia ha da poco annunciato un centro accoglienza a Kabul; Svezia, Danimarca e Norvegia stanno anche loro preparando il rientro di decine di ragazzini nella capitale afgana. I ministri degli Interni e della Giustizia Ue hanno da poco approvato un piano per la creazione di centri di accoglienza "che possano assicurare l'assistenza dei minori per i quali non è stato possibile ritrovare la famiglia".
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 08/06/2010 @ 20:52:23, in Politica, linkato 1648 volte)
Il problema qui da noi è che il Parlamento è divenuto un luogo veramente malfamato... L.M.

Respinta la richiesta

d'arresto per Nespoli


La giunta dell'immunità a maggioranza ha detto no ai domiciliari per il senatore del Pdl accusato dalla magistratura di Napoli di riciclaggio e bancarotta fraudolenta. Così l'esito delle votazioni: 12 no della maggioranza e 9 sì del Pd

La giunta dell'immunità del Senato a maggioranza ha respinto la richiesta di concedere gli arresti domiciliari per il senatore del Pdl, Vincenzo Nespoli, accusato dalla magistratura di Napoli di riciclaggio e bancarotta fraudolenta.

La richiesta era stata avanzata dal relatore, il senatore Francesco Sanna del Pd, secondo il quale non c'è "fumus persecutionis" ai danni del sindaco di Afragola. Di contrario avviso Pdl e Lega. Al momento delle votazioni, con i 12 no della maggioranza e 9 sì del Pd è stata rigettata la richiesta nei confronti di Nespoli.

Erano assenti i senatori dell'Udc e dell'Idv. Il relatore Sanna si è dimesso e al suo posto è stato nominato il senatore Francesco Mugnai del Pdl che riferirà in aula sul verdetto della giunta dell'immunità quando la richiesta della magistratura verrà esaminata dall'assemblea. Il sindaco di Afragola, Vincenzo Nespoli, è accusato di riciclaggio e bancarotta fraudolenta per il fallimento della società 'La Gazzella' di Afragola.

(La Repubblica, 08 giugno 2010)

La Rassegna

Respinta la richiesta d'arresto per Nespoli

La Repubblica Napoli.it - ‎8 minuti fa‎
Il sindaco di Afragola, Vincenzo Nespoli, è accusato di riciclaggio e bancarotta fraudolenta per il fallimento della società 'La Gazzella' di Afragola.

Caso Nespoli, disposto il sequestro di una villa del senatore ...

Il Messaggero - ‎31/mag/2010‎
... stato richiesta al Senato l'applicazione della misura degli arresti domiciliari nei riguardi del senatore del Pdl Vincenzo Nespoli, sindaco di Afragola, ...

«Bancarotta fraudolenta e riciclaggio» Chiesto arresto del ...

Il Messaggero - ‎14/mag/2010‎
NAPOLI (14 maggio) - Un'ordinanza di custodia agli arresti domiciliari è stata emessa nei confronti del senatore del Pdl Vincenzo Nespoli, ...

Doppi incarichi, ultimatum di Fini a Mara Carfagna e Alessandra ...

Il Messaggero - ‎6 ore fa‎
Ma ci sono anche tre sindaci-senatori: Mario Stancanelli (Pdl, Catania), Antonio Azzolini (Pdl, Molfetta), Vincenzo Nespoli (Pdl, Afragola). ...

Napoli: giunta Senato inizia iter su richiesta arresto Nespoli

Libero-News.it - ‎18/mag/2010‎
(Adnkronos) - Si terra' giovedi' prossimo alle 11.30 nella Giunta delle immunita' l'audizione del senatore del Pdl Vincenzo Nespoli, per il quale la procura ...

RICHIESTA ARRESTO PER NESPOLI PERVENUTA A SCHIFANI, 18/5 GIUNTA

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎14/mag/2010‎
(AGI) - Roma, 14 mag - La richiesta di arresti domiciliari per il senatore Vincenzo Nespoli (Pdl), emessa dal gip del tribunale di Napoli, e' pervenuta al ...

Immunità, Nespoli alla Giunta 'Non autorizzate il mio arresto'

La Repubblica Napoli.it - ‎25/mag/2010‎
Entro l'8 giunto il voto Il senatore del Pdl Vincenzo Nespoli si è presentato stamane alla Giunta per le immunità del Senato e ha chiesto che non sia ...

Giovedì l'audizione di Nespoli al Senato. E i pm convocano ...

Il Denaro - ‎18/mag/2010‎
Si terrà giovedì prossimo alle 11.30 davanti alla Giunta delle immunità l'audizione del senatore del Pdl Vincenzo Nespoli, per il quale la procura di Napoli ...

Armato (Pd): “Interrogazione parlamentare per Commissione d'accesso”

Caserta News - ‎30/mag/2010‎
Bene farebbe il sindaco di Afragola, Vincenzo Nespoli, a fare un gesto di responsabilita' e dimettersi" ha dichiarato Teresa Armato, senatrice del Partito ...

tv-programmi-rai-report-il-boccone-del-prete--domenica-su-raitre-a ...

UnoNotizie.it - ‎29/mag/2010‎
Il 21 marzo ci siamo occupati dei parlamentari che hanno doppio incarico, tra i quali Vincenzo Nespoli, senatore della Repubblica e sindaco di Afragola, ..
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 08/06/2010 @ 20:53:33, in Magistratura, linkato 1533 volte)
INTERCETTAZIONI: BOLOGNA,
CONVEGNO MD PER DISCUTERE NUOVE NORME


(AGI) - Bologna, 8 giu. - Una "critica ragionata" alle proposte del Governo in materia di giustizia, in particolare del disegno di legge sulle intercettazioni in discussione al Senato dal 31 maggio scorso, attraverso una lettura del problema dai diversi angoli prospettici che offre il provvedimento, in rapporto alle competenze dei diversi relatori.

E' quanto si propone il convegno promosso da Magistratura Democratica che si terra' domani pomeriggio a Bologna presso la facolta' di Giurisprudenza di via Belmeloro, che vedra' al tavolo dei relatori Claudio Castelli, presidente nazionale Md, Domenico Truppa della segreteria di Md Emilia Romagna, a fianco di Roberto Alfonso, Procuratore della Repubblica di Bologna, Vittorio Borraccetti, Procuratore di Venezia, Edmondo Bruti Liberati, Procuratore aggiunto di Milano; con loro l'avvocato Alessandro Gamberini del foro di Bologna, Roberto Natale, Presidente della Federazione nazionale della Stampa, Massimo Franzoni, ordinario di Diritto Civile dell' Universita' di Bologna, Marco Letizia, Presidente Associazione nazionale funzionari di Polizia. Prevista, anche se non ancora confermata, la presenza di Giuseppe Cascini, segretario nazionale Anm, a cui saranno affidate le conclusioni della discussione.

La peculiarita' del disegno di legge sulle intercettazioni, sottolinea Magistratura democratica, sta tutta nell'evidente effetto pluridirezionale che determinerebbe l'entrata in vigore delle norme che lo compongono: incide in maniera significativa e problematica sull'efficacia delle indagini preliminari, restringe il perimetro del diritto di cronaca dei giornalisti, si occupa in maniera non organica del diritto della riservatezza.

Dai diversi punti di vista degli esperti in materia di giustizia, arrivera' dunque l'analisi, verranno evidenziate le criticita' sistematiche, operative e decisionali delle norme in corso di approvazione. "Il disegno di legge sulle intercettazioni mina senz'altro il diritto di cronaca - e' comunque l'osservazione che avanza da subito Magistratura Democratica, nel presentare il convegno - Ma il vero effetto dirompente del provvedimento e' rendere meno efficace lo strumento investigativo piu' utile nelle inchieste giudiziarie. Non vorremmo quindi che nelle discussioni di questi giorni la giusta reazione dei media spostasse l'attenzione dal problema cruciale: le intercettazioni sono uno strumento di indagine e reperimento delle prove essenziale per la magistratura. E' prima di tutto su queste limitazioni che va condotta una opera di sensibilizzazione ferma e convinta - conclude Md - Perche' in definitiva, la liberta' di pubblicare notizie che non ci saranno servira' a poco". (AGI) Ari
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 09/06/2010 @ 07:24:43, in Magistratura, linkato 1405 volte)
Ferma la reazione del Consiglio Superiore della Magistratura, che ha già avviato una pratica a tutela dei magistrati aquilani. Pur assolutamente inaccettabili, a mio avviso, le dichiarazioni del premier non sono affatto lontane dal vero  per quanto concerne "i rischi", per la costante istigazione a delinquere che viene dalle organizzazioni pseudo politiche.
Il web invece mostra alcuni volti veri degli uomini della "protezione civile". Io stessa ne ho incontrati due e li ho entrambi denunciati per i modi violenti, lo sfruttamento professionale, la diffamazione e per le malnate abitudini ai servizi per il sesso. Quello che per i leader vien classificato come "privilegio" in quelle due persone , che "sputano sulla magistratura" essendo ciò documentabile, diviene "pretesa". L.M.


8/6/2010 (21:28)  - GIUSTIZIA - MURO CONTRO MURO TRA GOVERNO E OPPOSIZIONE

Berlusconi: "Sovranità dei pm"
Attacco ai magistrati dell'Aquila

Il premier: "La Protezione civile non andrà più in Abruzzo perchè con l'accusa di omidicio colposo rischierebbe gli spari alla testa"

ROMA - Silvio Berlusconi blinda il ddl intercettazioni alla Camera e, parlando in mattinata all’assemblea di Federalberghi, attacca nuovamente i giudici politicizzati che bloccano l’azione del governo e arrivano a «sostituirsi al popolo sovrano». Il premer è stufo delle critiche, dei suoi scarsi poteri, delle «forche caudine» cui ogni legge deve sottostare tanto da rendere «un calvario quotidiano» farne una, che quando esce da Palazzo Chigi - spiega- «ti ritrovi un dromedario mentre avevi pensato ad un cavallo».

Dopo estenuanti trattative, Berlusconi spinge a chiudere i giochi sulle intercettazioni e su un testo del quale non è del tutto soddisfatto: «è passato all’unanimità in ufficio di presidenza ed io soltanto - sottolinea - mi sono astenuto perchè la legge non risponde del tutto alle promesse che avevamo fatto nel programma». Ma adesso il Cavaliere vuole solo portare a casa una legge che «le lobby dei magistrati e dei giudici hanno tentato di bloccare» ma che è comunque un buon compromesso, un primo soddisfacente passo «nel lungo cammino per il nostro diritto alla libertà».

L'articolo prosegue su La Stampa


Dal presidente della Camera Gianfranco Fini, che ha potuto accendere il semaforo verde su un testo arrivato solo alle 8,30 del mattino sulla sua scrivania, arriva una risposta piccata: «Va ad onore di Berlusconi essersi astenuto sul ddl intercettazioni perchè a suo avviso, non manterrebbe in toto gli impegni presi con gli elettori in materia di tutela della privacy. Comunque sono certo che Berlusconi concordi con me sul fatto che la nuova formulazione del ddl fa si che esso di certo non contrasti con altri impegni presi con gli elettori: quelli in materia di lotta alla criminalità e di difesa della legalita».

Come sia sia, dopo un lungo braccio di ferro Fini depone le armi. È invece Berlusconi ad alzare gli scudi contro chi lo critica e lo ostacola nella sua azione di governo. «Facciamo quello che si può, non si può fare di più - si inalbera -Abbiamo una straordinaria forza di volontà, resistiamo con la pelle dura a tutte le critiche che ci vengono rivolte: ma non chiedeteci di più». «Resistiamo - insiste - anche se a mettervi nei miei panni, a leggere giornali e guardare Tv pensando di essere Berlusconi, viene la nausea».

Un “resistere, resistere, resistere” che evoca un pessimo rapporto con quella magistratura politicizzata che anche oggi il premier attacca. «La sovranità - punta il dito - non è più nelle mani del popolo, ma in quelle di alcuni pm che attraverso la Corte costituzionale si fanno abrogare le leggi». Quei pm che «respingono un cittadino innocente, dopo il primo grado, nel girone infernale dei processi perchè con il loro mestiere ci guadagnano, perchè vogliono dimostrare il loro teorema accusatorio, perchè gli stai antipatico o solo per pregiudizio politico». Giudici che, denuncia, «mi hanno spinto a chiedere alla Protezione Civile di non da andare più all’Aquila, perchè dopo la denuncia di mancato allarme da parte della magistratura qualche mente fragile che ha avuto morti sotto le macerie potrebbe arrivare a sparare».

Berlusconi appare battagliero ma stanco di lottare con i lacci e lacciuoli che rallentano l’azione di governo. «Non c’è niente che non sia faticoso nell’attività di governo - si lamenta -. Il presidente del Consiglio non ha nessun potere. Le decisioni toccano a Capo dello Stato, Parlamento, Corte costituzionale». E anche la ’navettà dei provvedimenti tra le Camere è «un giochino che può andare avanti all’infinito», per arrivare ad una legge che, se passa il vaglio del Quirinale, «devi sperare che i pubblici ministeri di Magistratura democratica non vadano alla Consulta per farla abrogare...». Agli albergatori il Cavaliere promette: «la tassa di soggiorno a Roma, una decisione che è stata presa alle mie spalle, sarà solo una extrema ratio». Poi difende una manovra di «pochi sacrifici» e promette ancora la riduzione delle tasse «appena si può». Non senza bacchettare la Presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, seduta nelle prime file, per il suo no al posto di ministro dello Sviluppo economico. «Mi ha fatto una lunga lista di richieste e io le ho detto vieni tu a fare queste cose - recrimina il premier -. Sapevo che il mio invito non sarebbe stato accolto ma adesso attenti perchè non si può solo criticare chi al governo ha tutte le responsabilità».

Intento monta la polemica sull'attacco di Berlusconi ai pm de L'Aquila - il procuratore Alfredo Rossini e il sostituto Fabio Picuti - che hanno appena chiuso l’indagine sul mancato allarme prima del terremoto del 6 aprile, iscrivendo nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio colposo sette membri della Commissione grandi rischi che si riunirono a L’Aquila sei giorni prima della scossa. Nessuno della Protezione Civile «si recherà più» all’Aquila e in Abruzzo fino a quando «esisterà l’accusa di omicidio colposo», perchè qualcuno «potrebbe sparare in testa» a Bertolaso e compagni, è stato l'affondo del premier. Pronta la reazione del Csm: la maggioranza dei consiglieri chiede l’intervento a tutela dei magistrati. Mentre Bertolaso nel pomeriggio "disubbidisce" e va all’Aquila, dopo aver comunque avvertito Palazzo Chigi.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 09/06/2010 @ 14:26:01, in Sindacati Giustizia, linkato 1286 volte)
RdB USB ha indetto la conferenza stampa per la presentazione dello sciopero domani alle 11:30, presso il centro congressi Cavour in Roma. L'appuntamento per i lavoratori romani del pubblico impiego è a piazza della Repubblica alle 9:30. Seguiranno i comunicati di Milano e Napoli.

Avviso tutti che farò il possibile per presenziare agli eventi.


Loredana Morandi




UNA MANOVRA LACRIME E SANGUE
LA COLPA E’ SEMPRE DEI SOLITI:
BANCHE, EVASORI E CORROTTI


La dolosa responsabilità delle Banche e degli speculatori finanziari, degli Evasori Fiscali e dei Corrotti e Corruttori hanno fatto sì che il governo approvi, in ossequio alle direttive dell’Europa dei padroni, una manovra finanziaria da oltre 25 miliardi che ricade tutta sulle spalle di chi in questi ultimi 20 anni ha sopportato i sacrifici imposti dai vari governi che si sono succeduti: i lavoratori dipendenti.

Il prelievo viene sopportato maggiormente dal pubblico impiego, ormai utilizzato come un vero e proprio Bancomat dal Tremonti di turno: blocco del rinnovo contrattuale 2010-2012; blocco delle retribuzioni per 4 anni, quindi fino al 2013; restituzione degli incrementi eccedenti il 3,2% eventualmente previsti nei contratti 2008-09; blocco degli scatti di anzianità nella scuola e università; riduzione del 50% delle spese per la formazione del personale; riduzione del 50% delle spese per il personale a tempo determinato; riduzione del 50% delle spese per le missioni; riduzione del 5% e del 10% delle retribuzioni superiori ai 90.000 e 120.000 euro; proroga per altri 2 anni del blocco delle assunzioni; riduzione delle finestre di uscita per il pensionamento con slittamento di un anno dalla maturazione dei requisiti; donne in pensione a 65 anni dal 2016 anziché dal 2018; liquidazione pagata in ritardo ed in tre tranches.

E questo oltre ai tagli ai trasferimenti alle Regioni (10 miliardi) e comuni (2 miliardi) che si ripercuoteranno pesantemente sui servizi erogati e sulle condizioni di lavoro del 1.500.000 dipendenti di Sanità ed Enti locali. E in ultimo, ma non per importanza, la chiusura di tutta una pletora di Enti minori con cui andare a finanziare le varie guerre in giro per il mondo che vedono impegnato il nostro Paese.

I LAVORATORI PUBBLICI NON SONO PIU’ DISPOSTI A PAGARE PER COLORO CHE IN QUESTI ANNI SI SONO INGRASSATI SULLE SPALLE DEI LAVORATORI DIPENDENTI A CUI VENIVANO RISERVATE SOLO SACRIFICI.

La RdB/USB P.I. ha immediatamente proclamato iniziative concrete di contrasto già dalla giornata di venerdì 28 maggio con presidi in tutte le città sotto le Banche, le imprese finanziarie e la Borsa; aderisce alla manifestazione nazionale del 5 giugno a Roma indetta da USB per arrivare al

14 GIUGNO 2010
SCIOPERO GENERALE DEL PUBBLICO IMPIEGO
INTERA GIORNATA CON MANIFESTAZIONI
A ROMA, MILANO E NAPOLI


RdB USB Pubblico Impiego


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 09/06/2010 @ 18:26:18, in Politica, linkato 1682 volte)
Intercettazioni: al Senato Governo pone la fiducia


Roma, 9 giu. (Adnkronos/Ign) - Il governo ha chiesto il voto di fiducia sul ddl intercettazioni, all'esame del Senato. Lo ha annunciato in Aula il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Elio Vito. La richiesta di fiducia e' arrivata dopo il nulla di fatto in commissione Giustizia. Le opposizioni hanno fatto ostruzionismo e nessun emendamento o subemendamento e' stato votato.


La Rassegna

Intercettazioni, la maggioranza mette la fiducia Berlusconi ...

La Repubblica - ‎3 minuti fa‎
Il premier: "E' solo il primo passo". Opposizione compatta per il no. Attesa per le decisioni del Quirinale. Avvenire: "Blindare un testo non è pratica democratica". Bersani: "Ma Fini che ha trovato di migliorato nel testo?". ...

La fiducia imbavaglia le intercettazioni

Quomedia - ‎24 minuti fa‎
Il governo ha deciso di porre la fiducia al decreto legge sulle intercettazioni. Finisce così, tra le proteste dell'opposizione e le perplessità di giornalisti e magistrati, la breve discussione in Senato sulla bozza del ddl. ...

Intercettazioni, domani al Senato il voto di fiducia sul maxi ...

Tiscali Notizie - ‎27 minuti fa‎
Dichiarazioni di voto in diretta tv alle 11.30 di giovedì e poi il voto di fiducia: questo l'iter conclusivo del ddl intercettazioni, deciso dalla conferenza dei capigruppo di palazzo Madama, come ha riferito il presidente dell'Idv, Felice Bellisario. ...

SENATO. GOVERNO PONE LA FIDUCIA SUL DDL INTERCETTAZIONI

AGO - Agenzia Giornalistica Online - ‎30 minuti fa‎
(AGO PRESS) Il Governo ha posto la questione di fiducia sul disegno di legge recante norme in materia di intercettazioni telefoniche e ambientali. La discussione generale proseguirà oggi in Senato. Le dichiarazioni di voto si svolgeranno domani mattina ...

Intercettazioni, il governo pone la fiducia Opposizioni in rivolta ...

Il Messaggero - ‎39 minuti fa‎
ROMA (9 giugno) - Il governo ha posto la questione di fiducia al Senato sul ddl intercettazioni: lo ha annunciato il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Elio Vito, tra le proteste dell' opposizione. La richiesta di fiducia - arrivata dopo il ...

Intercettazioni/ Finocchiaro: Questione di fiducia... -2-

Virgilio - ‎48 minuti fa‎
Roma, 9 giu. (Apcom) - Finocchiaro ha sollevato la questione anche in Aula al Senato: "Il ministro Vito è un uomo d'onore e quindi credo che la circostanza da lui riferita sia veritiera nonostante nel comunicato del Cdm del 25 maggio non appaia la ...

Intercettazioni/ Marino (Pd): Vito non sa quando decisa fiducia

Virgilio - ‎48 minuti fa‎
Roma, 9 giu. (Apcom) - "Il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Elio Vito, o mente o non è neanche in grado di riferire al Senato della Repubblica in che giorno il Consiglio dei ministri ha posto la questione di fiducia. ...

Intercettazioni, governo pone la fiducia

Libero-News.it - ‎55 minuti fa‎
Giovedì mattina il voto che si preannuncia rovente. Di Pietro urla al referendum, la Finocchiaro invoca la Corte Costituzionale l governo ha posto la questione di fiducia sul ddl intercettazioni. Lo ha annunciato il ministro dei Rapporti con il ...

Intercettazioni, il governo pone la fiducia al Senato, Bossi ...

Il Salvagente - ‎1 ora fa‎
Alla fine il governo ha posto il voto di fiducia al Senato sul ddl intercettazioni. Si voterà domani mattina nell'aula di Palazzo Madama. La notizia era nell'aria: soprattutto dopo la blindatura del testo di Berlusconi, ieri nell'ufficio di presidenza ...

INFORMAZIONE. Ddl intercettazioni, al Senato posta la fiducia

Help Consumatori - ‎1 ora fa‎
Intercettazioni telefoniche, alla fine sul contestatissimo provvedimento arriva la fiducia. Il Governo ha infatti posto al Senato la questione di fiducia sul ddl 1611, recante norme in materia di intercettazioni telefoniche e ambientali. ...

Intercettazioni/ Finocchiaro: Questione di fiducia illegittima

Virgilio - ‎1 ora fa‎
Roma, 9 giu. (Apcom) - La questione di fiducia posta dal governo sul ddl intercettazioni in Aula al Senato "è illegittima". Lo sostiene il presidente dei senatori del Pd, Anna Finocchiaro, parlando con i giornalisti a Palazzo Madama. ...

INTERCETTAZIONI: FIDUCIA SENATO DOMANI MATTINA

Stato-oggi - ‎1 ora fa‎
(AGI) - Roma, 9 giu - Il Senato votera' la fiducia al ddl intercettazioni nella tarda mattinata di domani. Le dichiarazioni di voto cominceranno ale 11,30. Lo ha stabilito la Conferenza dei capigruppo.(AGI) Mal Questo articole è stato pubblicato il ...

Intercettazioni, domani al Senato il voto di fiducia. Il Pd ...

Dire (Abbonamento) - ‎1 ora fa‎
ROMA - Il governo ha posto al Senato la questione di fiducia sul ddl intercettazioni. Lo ha comunicato in aula il ministro per i Rapporti con il Parlamento Elio Vito. Vito ha spiegato che "il governo mi ha autorizzato a porre la question di fiducia ...

Intercettazioni, le ultime modifiche al ddl

il Giornale - ‎1 ora fa‎
Roma - Una durata massima di 75 giorni, prorogabili di tre giorni in tre giorni in caso di imminenza di un nuovo reato o di necessità di formazione della prova; autorizzazione da parte del giudice collegiale; divieto di pubblicazione dello 'sbobinatò ...

Ddl intercettazioni verso l'ennesima fiducia

Cultumedia.it - ‎1 ora fa‎
Il ddl intercettazioni va in discussione al Senato e presto diventerà legge dello Stato. Il ritorno in Commissione giustizia di Palazzo Madama è servito a Berlusconi per ottenere il via libera dai finiani e ora l'iter dovrebbe essere abbastanza breve. ...

INTERCETTAZIONI: FINOCCHIARO, FIDUCIA COSI' NON E' LEGITTIMA

Agenzia di Stampa Asca - ‎1 ora fa‎
(ASCA) - Roma, 9 giu - Il presidente dei senatori Pd, Anna Finocchiaro contesta la legittimita' della fiducia posta dal governo sul ddl intercettazioni. ''Questo testo e' profondamente cambiato rispetto all'iniziale. Il consiglio dei ministri deve ...

Sulle intercettazioni il Governo porrà la fiducia al Senato

Giornale Radio Rai - ‎1 ora fa‎
Il Governo porrà la questione di fiducia sul disegno di legge sulle intercettazioni. Lo ha annunciato il ministro per i Rapporti con il Parlamento Elio Vito, tra le proteste dell'opposizione nell'aula di Palazzo Madama. ...

Ddl intercettazioni, il testo non verrà modificato dalla Camera

Ultime Notizie - ‎1 ora fa‎
Limiti agli ascolti. Intercettazioni possibili solo per i reati puniti con pene superiori ai cinque anni. I telefoni possono essere messi sotto controllo per 75 giorni al massimo. Se c'è necessità, vengono concessi altri tre giorni prorogabili di volta ...

INTERCETTAZIONI: RUTELLI, DECISERO FIDUCIA UN MESE FA

Stato-oggi - ‎1 ora fa‎
(AGI) - Roma, 9 giu - “Al Senato e' in corso una pantomima. Hanno deciso la fiducia sul ddl intercettazioni un mese fa”. Lo afferma il senatore Francesco Rutelli sulla decisione del Governo di porre la fiducia al ddl intercettazioni. ...

Ddl intercettazioni. Il Governo pone la fiducia

L'Occidentale - ‎1 ora fa‎
Il Governo ha appena posto la questione di fiducia sul ddl intercettazioni. Lo ha annunciato in Aula al Senato il ministro per i Rapporti con il Parlamento Elio Vito tra le proteste dell'opposizione. La richiesta di fiducia è arrivata dopo la mancata ...

Intercettazioni, limiti e nuove regole Ecco il testo del ddl del ...

La Repubblica - ‎2 ore fa‎
ROMA - Il Governo ha posto la fiducia al Senato su un maxiemendamento che sostituisce, del tutto, il ddl intercettazioni. Un articolato che racchiude il testo base uscito dalla commissione Giustizia, i 12 emendamenti presentati la settimana scorsa dal ...

Ddl intercettazioni, posta fiducia.Autorizzata dal Cdm il 29 maggio

TGCOM - ‎2 ore fa‎
Il governo pone la fiducia sul disegno di legge per le intercettazioni. Lo annuncia il ministro per i Rapporti con il Parlamento Elio Vito, tra le proteste dell'opposizione, con i senatori che hanno intonato un coro di "vergogna, vergogna". ...

Intercettazioni: governo pone la fiducia

ANSA - ‎2 ore fa‎
(ANSA) - ROMA, 9 GIU - Il governo pone la questione di fiducia sul ddl intercettazioni, lo ha annunciato il ministro per i Rapporti con il Parlamento Elio Vito. Le parole del ministro sono state accolte in Aula al Senato dalle proteste dell' ...

Governo pone fiducia su intercettazioni. Tensione in Senato

Virgilio - ‎2 ore fa‎
Roma, 9 giu. (Apcom) - Il governo ha posto la questione di fiducia sul ddl intercettazioni in Aula al Senato. Lo ha annunciato il ministro dei Rapporti con il Parlamento, Elio Vito, all'Assemblea di Palazzo Madama. Si profila così un durissimo muro ...

Intercettazioni: al Senato Governo pone la fiducia

Adnkronos/IGN - ‎2 ore fa‎
Roma, 9 giu. (Adnkronos/Ign) - Il governo ha chiesto il voto di fiducia sul ddl intercettazioni, all'esame del Senato. Lo ha annunciato in Aula il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Elio Vito. La richiesta di fiducia e' arrivata dopo il nulla ...

INTERCETTAZIONI: IL GOVERNO PONE LA FIDUCIA

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎2 ore fa‎
(AGI) - Roma, 9 giu - Il Governo pone la fiducia al Senato su un maxiemendamento interamente sostitutivo del ddl intercettazioni. Lo annuncia in aula il ministro per i Rapporti con il Parlamento Elio Vito. Su richiesta della Presidente dei senatori Pd, ...

Intercettazioni, governo pone la fiducia al Senato

Reuters Italia - ‎2 ore fa‎
ROMA (Reuters) - Il governo ha posto oggi la questione di fiducia al Senato sul disegno di legge che limita l'uso delle intercettazioni da parte della magistratura e impedisce la loro pubblicazione sui media fino al termine delle inchieste. ...

Intercettazioni, in commissione nulla di fatto: al Senato si va ...

Adnkronos/IGN - ‎2 ore fa‎
Roma - (Adnkronos/Ign) - Le opposizioni hanno fatto ostruzionismo e nessun emendamento o subemendamento è stato votato. Berlusconi: ''Gli ascolti li vogliono solo una piccola lobby di magistrati e giornalisti''. Bersani: ''Battaglia dura''. ...

Intercettazioni, il governo pone la fiducia

Il Secolo XIX - ‎2 ore fa‎
Il governo pone la questione di fiducia sul ddl Intercettazioni. Lo annuncia il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Elio Vito, tra le proteste dell'opposizione, che ha rivolto un coro di `buu buu´. Alcuni senatori del Pd hanno anche battuto le ...

Intercettazioni/Commissione non vota emendamenti,ddl ora in Aula

APCOM - ‎2 ore fa‎
Roma, 9 giu. (Apcom) - Fumata nera per la commissione Giustizia del Senato, che ha concluso senza alcuna votazione l'esame degli ultimi 12 emendamenti presentati dal relatore al testo del ddl intercettazioni. A questo punto, quindi, il testo approderà ...

Intercettazioni, Pdl verso la fiducia Berlusconi: "Contro ddl solo ...

L'Espresso - ‎2 ore fa‎
Riparte la discussione a palazzo Madama. La maggioranza vuole stringere i tempi. Il premier: "E' solo il primo passo". Opposizione compatta per il no. Attesa per le decisioni del Quirinale. Avvenire: "Blindare un testo non è pratica democratica". ...

INTERCETTAZIONI: AULA SENATO COMINCIA DISCUSSIONE SU DDL

Stato-oggi - ‎2 ore fa‎
(AGI) - Roma, 9 giu - L'aula del Senato ha cominciato la discussione sul ddl intercettazioni. Il Presidente della Commissione Giustizia ha reso noto che in commissione non si e' votato neppure un emendamento a causa dell'ostruzionismo dell'opposizione. ...

INTERCETTAZIONI: DDL IN AULA SENZA VOTO COMM. - SCHIFANI, RAMMARICO

Agenzia di Stampa Asca - ‎3 ore fa‎
(ASCA) - Roma, 9 giu - ''La presidenza prende atto con rammarico, avrebbe auspicato che la commissione Giustizia avesse potuto pronunciarsi nel merito delle proposte emendative''. Il presidente del Senato, Renato Schifani commenta con queste parole ...

INTERCETTAZIONI, PDL VERSO LA FIDUCIA. ORE DECISIVE IN SENATO

Bolognanotizie.com - ‎3 ore fa‎
ROMA, 9 GIU. – Si riparte alle 15 in Senato con il contrastato iter del ddl che riscrive la disciplina delle intercettazioni. La maggioranza vuole stringere i tempi, in trincea le opposizioni. “Dobbiamo fare una battaglia con tutte le forze che abbiamo ...

ABUSIVISMO, PDL BATTUTO ALLA CAMERA. BUFERA SI ABBATTE SU FINI

Bolognanotizie.com - ‎3 ore fa‎
ROMA, 9 GIU. – Il Senato con 135 voti a favore, 112 voti contrari e un astenuto approva il decreto legge che sospende fino a giugno 2011 le demolizioni in Campania di abitazioni abusive esclusivamente per le 600 famiglie considerate sfornite di ...

Il provvedimento arriverà in aula del Senato il prossimo 31 maggio

(ami) Agenzia Multimediale Italiana - ‎4 ore fa‎
La conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama ha deciso che il ddl sulle intercettazioni arriverà in aula del Senato il prossimo 31 maggio. Si tratta in realtà di una mediazione perchè la maggioranza puntava all'immediata calendarizzazione dei lavori ...

Ddl intercettazioni, esame al Senato con l'ombra della fiducia

(ami) Agenzia Multimediale Italiana - ‎4 ore fa‎
Il provvedimento all'esame dell'Aula di Palazzo Madama nel pomeriggio, dopo l'ulteriore pasaggio in commissione Giustizia. Il relatore Centaro (Pdl) ha presentato 12 nuovi emendamenti, 50 i subemendamenti dell'opposizione. Dopo la blindatura del ddl da ...

Legge-bavaglio, il Pdl annuncia la fiducia

Il Secolo XIX - ‎4 ore fa‎
«Non sono sicuro al cento per cento, ma penso proprio di sì». Il coordinatore nazionale del Pdl, Denis Verdini, annuncia che il Governo porrà al Senato la questione di fiducia sul ddl intercettazioni. Nei giorni scorsi il ministro della Giustizia ...

Intercettazioni, la rabbia dei giornalisti

viaEmilianet - ‎4 ore fa‎
Dopo 45 sedute in Commissione giustizia al Senato e lo scontro tra Fini e Berlusconi, per il disegno di legge sulle intercettazioni è il giorno della verità. In aula al Senato, oggi pomeriggio, riprende la discussione e il Governo sembra pronto a porre ...

Intercettazioni, ddl oggi al Senato. Ipotesi fiducia, opposizione ...

Adnkronos/IGN - ‎5 ore fa‎
Roma - (Adnkronos/Ign) - Berlusconi: ''Gli ascolti li vogliono solo una piccola lobby di magistrati e giornalisti''. Bersani: ''Battaglia dura''. Casini: ''Senza dibattito ampio, voteremo no''. 'Avvenire': blindare testi non è consigliabile in ...

Intercettazioni telefoniche: fiducia per la legge bavaglio

NanoPress (Blog) - ‎5 ore fa‎
Nuovo stop per la legge sulle intercettazioni telefoniche: il Ddl soprannominato legge bavaglio, per le restrizioni previste sul metodo di ricavare le intercettazioni, e' arrivato in Senato. Qui, pero', la proposta del governo Berlusconi non sta ...

Verso la fiducia il ddl sulle intercettazioni. Pd e Udc contrari

RomagnaOggi.it - ‎5 ore fa‎
Potrebbe arrivare già oggi l'annuncio da parte del governo del voto di fiducia sul ddl intercettazioni. Il testo, dopo le modifiche di martedì del relatore Roberto Centaro, è riapprodato all'esame della commissione Giustizia e nel pomeriggio dovrebbe ...

Intercettazioni, battaglia finale

Vita - ‎5 ore fa‎
La maggioranza blinda il decreto. E anche sulla Manovra Tremonti chiude ai margini di intervento “Berlusconi all'attacco dei pm”. Apre così il CORRIERE DELLA SERA di oggi riassumendo in questo modo la giornata politica di ieri: «Il presidente del ...

Intercettazioni: riprende la Commissione

ANSA - ‎6 ore fa‎
(ANSA)- ROMA, 9 GIU -La Commissione Giustizia del Senato e' tornata a riunirsi per esaminare gli emendamenti presentati dal relatore Centaro al ddl intercettazioni. Non si votera' nessun sub-emendamento fino alle ore 13,30. ...

Giustizia, Berlusconi attacca E «blinda» le intercettazioni

Il Giornale di Vicenza - ‎6 ore fa‎
SCONTRO NEL PAESE. Accordo con Fini, arriva in Aula la legge che limita stampa e indagini: verso la fiducia in Senato «Ora basta. Sono due anni che stiamo lavorando. Gli emendamenti sono stati decisi insieme, ci sarà l'ok del Senato e il testo non sarà ...

Intercettazioni, battaglia in Senato Il governo va verso il voto ...

La Stampa - ‎6 ore fa‎
Riprende in Senato il contrastato iter del ddl che riscrive la disciplina delle intercettazioni. Dopo le ennesime nuove modifiche presentate ieri dal relatore Roberto Centaro, il testo è tornato all'esame della commissione Giustizia e nel pomeriggio ...

Intercettazioni, governo verso la fiducia

RassegnaOnline - ‎8 ore fa‎
E' l'ipotesi più probabile per il passaggio del ddl a Palazzo Madama. Il ministro Alfano incontra Napolitano, ma non ottiene via libera sul testo. Intanto riprendono i lavori in Commissione Giustizia, poi il provvedimento torna in aula Arriva la ...

Il testo "blindato" delle intercettazioni

In dies (Blog) - ‎8 ore fa‎
I nuovi 13 emendamenti al ddl intercettazioni, che saranno esaminati a partire da oggi alle 15, fanno parte di un testo, che il presidente del Consiglio Berlusconi ha dichiarato "blindato", che cioè dovrà essere approvato alla Camera come uscirà dal ...

Intercettazioni, giornalisti pronti alla battaglia

Informa - ‎8 ore fa‎
No al silenzio di Stato. Con questo monito si è conclusa la conferenza nazionale dei Comitati di redazione riunitasi ieri per discutere dell'imminente approvazione del ddl che limiterà le intercettazioni telefoniche e la loro diffusione sui mezzi di ...

Intercettazioni, il testo “blindato” da Berlusconi va in Senato ...

Blitz quotidiano - ‎8 ore fa‎
Dopo un martedì intenso per quella che da più fronti viene definita legge bavaglio, siamo a un nuovo round. Il governo va verso la fiducia in Senato sul disegno di legge intercettazioni: l'Assemblea di Palazzo Madama è convocata per il pomeriggio di ...

Ddl intercettazioni: Schifani, emendamenti in Commissione, slitta Aula

Archivio Radiocor - ‎8 ore fa‎
Rinviati in Giustizia i nuovi emendamenti del relatore (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Roma, 08 giu - I 13 nuovi emendamenti presentati in Aula al Senato dal relatore del disegno di legge sulle intercettazioni, Roberto Centaro (Pdl), saranno rinviati dalla ...

Ddl intercettazioni: Schifani verso rinvio in Commissione emendamenti

Archivio Radiocor - ‎8 ore fa‎
Nuove proposte di modifica del relatore presentate in Aula (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Roma, 08 giu - Prosegue l'opera di mediazione del presidente del Senato sul disegno di legge sulle intercettazioni. A quanto si apprende da fonti vicine alla ...

Ddl intercettazioni: Berlusconi, trovato punto equilibrio, vincola ...

Archivio Radiocor - ‎8 ore fa‎
"Mi sono astenuto, legge non adempie a tutte le promesse" (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Roma, 08 giu - Sul disegno di legge che riguarda le intercettazioni il Pdl "ha trovato un punto di equilibrio" che "e' vincolante per i nostri senatori ei nostri ...

Accordo sul ddl intercettazioni

Corriere della Sera - ‎8 ore fa‎
Il Quirinale: non entriamo nel merito, aspettiamo di ricevere la legge. Le proroghe salgono da due a tre giorni Il Quirinale: non entriamo nel merito, aspettiamo di ricevere la legge. Le proroghe salgono da due a tre giorni ROMA - Oggi, ...

INTERCETTAZIONI: DDL ALL'ESAME DEL SENATO

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎9 ore fa‎
(AGI) - Roma, 9 giu. - I nuovi emendamenti al ddl intercettazioni tornano questa mattina in Commissione Giustizia; l'aula tornera' ad esaminare il testo a partire da oggi pomeriggio alle 15. Come gli emendamenti del relatore, anche i subemendamenti ...

Legge-bavaglio, testo blindato Il governo verso la fiducia

Il Secolo XIX - ‎10 ore fa‎
«Sono due anni che stiamo lavorando su questo punto. Ora basta. Ci sono gli emendamenti studiati insieme, poi ci sarà l'ok del Senato ed il testo non sarà più modificato alla Camera. La decisione del Pdl è vincolante per i senatori e per i deputati». ...

L'Aquila e pm, show di Berlusconi

La Stampa - ‎10 ore fa‎
Gran teatro del Cavaliere. In pubblico ripudia l'accordo sulle intercettazioni, recita la parte dello sconfitto, svela di essersi astenuto (lui solo) nell'Ufficio di presidenza del Pdl, sputa fuoco e fiamme sui magistrati e sulla Consulta. ...

Intercettazioni, per Fini 'buon compromesso'

Giornale Radio Rai - ‎10 ore fa‎
Torna ritoccato e blindato al Senato il disegno di legge. Nella maggioranza. il Popolo della libertà ha trovato l'intesa al suo interno. Tra le modifiche introdotte spicca la proroga al limite dei 75 giorni che sale a tre giorni rinnovabili. ...

DDL INTERCETTAZIONI, BERLUSCONI: “CON QUESTA LEGGE COMINCIA IL ...

Bolognanotizie.com - ‎10 ore fa‎
(A cura di Antonio Del Prete) – Berlusconi, evidentemente stanco del tira e molla che ha visto protagoniste in questi giorni le Camere, blinda il ddl Intercettazioni. La sua, tuttavia, non è un'adesione convinta al testo, considerato distante dal ...

Governo appeso al filo

Terra - ‎10 ore fa‎
INTERCETTAZIONI. Alle battute finali, il ddl torna in Commissione per l'ultimo esame. Un passaggio necessario dopo l'avvertimento di Berlusconi: «Non deve subire altre modifiche». Nel pomeriggio inizia il voto in Senato. Dalla direzione del Pdl di ieri ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 09/06/2010 @ 18:55:28, in Magistratura, linkato 1299 volte)
Manovra/ Parte protesta toghe,
17/6 assemblee e stop udienze



Manifestazioni con avvocati e amministrativi su crisi giustizia


Roma, 9 giu. (Apcom) - Parte la prossima settimana la protesta dei magistrati contro la manovra economica del governo. Il 17 giugno, infatti, si svolgeranno in tutti i tribunali d'Italia (sedi di corte d'appello) assemblee congiunte alle quali parteciperanno tutte le componenti del 'Patto per la giustizia', cioè rappresentanti delle associazioni dei magistrati, dell'Organismo unitario dell'avvocatura, dei sindacati del personale amministrativo.

Le manifestazioni inizieranno giovedì prossimo alle 12, con sospensione delle udienze e delle altre attività. Sarà l'occasione, spiega l'Anm in una nota, per evidenziare "il grave stato di crisi della giustizia, con tutte le relative disfunzioni ulteriormente aggravate dai tagli operati dalla manovra economica", e per sottolineare "l'urgente necessità di vere riforme". (segue)


Manovra/ Parte protesta toghe, 17/6 assemblee e stop udienze - 2-
Patto giustizia: Solidarietà a magistrati per gravi iniquità


Roma, 9 giu. (Apcom) - I sottoscrittori del 'Patto per la giustizia' denunciano "le gravissime conseguenze sul funzionamento del sistema giudiziario che deriveranno dalla manovra approvata dal Governo". "Si tratta di una manovra ingiusta, in quanto - ribadisce l'Anm nella nota diffusa al termine dell'incontro avuto oggi - incide gravemente sul pubblico impiego, senza colpire gli evasori fiscali (già beneficiati da numerosi condoni), i patrimoni illeciti, le grandi rendite e le ricchezze del settore privato; paralizza l'intero sistema giudiziario, screditando e mortificando il personale amministrativo; svilisce la dignità della funzione giudiziaria e mina l'indipendenza e l'autonomia della magistratura".

"Si tratta di una manovra sbagliata, in quanto colpisce in maniera indiscriminata e casuale, senza realizzare quegli interventi strutturali che consentirebbero di ridurre le spese nel settore giustizia e di recuperare risorse per lo Stato, secondo le proposte già avanzate dai sottoscrittori del Patto, e senza incidere sugli sprechi e sui privilegi che aggravano il bilancio pubblico".

I sottoscrittori del 'Patto' "condividono le ragioni della protesta delle magistrature e del personale ed esprimono solidarietà per le gravi iniquità derivanti dalla manovra". Ribadiscono, inoltre, la richiesta avanzata al Governo e al Parlamento di "riforme che realmente consentano il funzionamento del sistema giustizia nell'interesse dei cittadini".
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503
Ci sono  persone collegate

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










21/08/2019 @ 9.15.08
script eseguito in 531 ms