Immagine
 .. kronos ..... di Lunadicarta
 
"
Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità: non andare fino in fondo e non iniziare.

Confucio
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Loredana Morandi (del 08/07/2010 @ 20:24:44, in Magistratura, linkato 1530 volte)
Da altro quotidiano online: "Alla lettura della sentenza, Dridi Sabri, presunto capo dell'organizzazione, condannato a 8 anni e mezzo di reclusione, ha apostrofato il procuratore aggiunto Armando Spataro  capo del pool antiterrorismo, urlando: "Sei un servitore dell'America, non un italiano tricolore. Sei un criminale. Sei un complice del criminale Bush".  Solidarietà al dottor Spataro, a mio avviso questi personaggi facinorosi adepti all'organismo del Mossad denominato Al Qaeda sono coloro che, nel mondo, giustificano i veri terrorismi delle industrie belliche americane e del colonialismo israeliano. L.M.

Terrorismo: Islam, a Milano

15 condanne fino 8 anni e 6 mesi


MILANO - Quindici presunti terroristi islamici sono stati condannati oggi a Milano a pene comprese tra i sei mesi e gli otto anni e sei mesi di reclusione. Lo ha deciso la Prima Corte d'assise, che ha assolto altri 10 imputati, nel processo a carico di un gruppo di tunisini, algerini e marocchini accusati di far parte di un'organizzazione con base nel capoluogo lombardo che inviava martiri o attentatori in Iraq e in Afghanistan e faceva proselitismo anche in alcune moschee milanesi. In particolare, e' stato condannato a 8 anni e 6 mesi il tunisino Dridi Sabri, che era accusato di terrorismo internazionale e altri reati, come il favoreggiamento dell' immigrazione clandestina.

Stando alle indagini del Pm Nicola Piacente e del procuratore aggiunto Armando Spataro, infatti, il gruppo faceva entrare extracomunitari in Italia prendendo denaro e cosi' finanziando i loro progetti terroristici ''in un quadro di jihad globale''. La Corte, presieduta da Luigi Cerqua, ha mantenuto il reato di terrorismo internazionale per sei dei quindici condannati. Per alcuni e' caduta l'aggravante della finalita' terroristica che era contestata in aggiunta ad altri reati, come il favoreggiamento dell'immigrazione. Dieci persone sono state assolte e alcuni imputati, che erano ancora in carcere, sono stati scarcerati su decisione dei giudici. La presidenza del Consiglio, che si e' costituita parte civile, ha ottenuto un risarcimento di 100 mila euro a carico degli imputati.

Stando ai capi di imputazione, il gruppo cercava di fare proseliti nelle moschee milanesi di viale Jenner e di via Quaranta, attraverso video, sermoni e altri documenti di propaganda fondamentalista. A 5 anni e 11 mesi di carcere è stato condannato Imed Zarkaoui che, stando alle indagini, teneva i contatti con i componenti dell'associazione che agivano all'estero: in Francia,Spagna, Regno Unito, Portogallo, Romania, Algeria e Siria.

Il tunisino Sabri, invece, per cui il pm aveva chiesto 10 anni, era accusato di essere a capo della cellula milanese del gruppo, con funzioni di direzione e organizzazione anche di altri gruppi attivi a Reggio Emilia e in Liguria. Nella scorsa udienza, facendo dichiarazioni spontanee, Sabri aveva anche citato una frase di Papa Giovanni Paolo II e chiesto "perdono". Nel corso dell'udienza preliminare e del processo alcuni imputati si erano spesso lasciati andare ad intemperanze. In più occasioni avevano protestato perché volevano indossare in aula un copricapo musulmano, mentre un'altra volta uno di loro, Ignaoua Habib, rivolto ai magistrati aveva gridato: "Complici degli ebrei, fascisti". Habib, estradato dalla Gran Bretagna nel novembre 2008, oggi è stato assolto.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 08/07/2010 @ 18:20:32, in Sindacati Giustizia, linkato 1439 volte)
http://www.giustiziaquotidiana.it/public/logo-uilpa.jpg



SCIOPERO GENERALE DEL 9 LUGLIO
DEI LAVORATORI DEI MINISTERI,
DEGLI  ENTI PUBBLICI E DELLE AGENZIE FISCALI.


SIT-IN A PIAZZA MONTECITORIO
ALLE 9,30

MANIFESTAZIONE AL TEATRO CAPRANICA
ALLE ORE 11,00



COMUNICATO STAMPA DI SALVATORE BOSCO
SEGRETARIO GENERALE DELLA UIL PA


Nessuna novità di rilievo è emersa nel dibattito in corso sulla manovra finanziaria per quanto riguarda la Pubblica Amministrazione.

Sono state sostanzialmente confermate tutte le misure che colpiscono pesantemente i lavoratori pubblici e la funzionalità delle amministrazioni.

Consideriamo tali misure inique, ingiuste e penalizzanti per i lavoratori pubblici, chiamati a sopportare un peso insostenibile sia dal punto di vista economico che previdenziale.

Misure lesive della dignità dei lavoratori perché sospendono unilateralmente la contrattazione, negando il recupero del potere d'acquiwsto delle retribuzioni, che sono tra le più basse in Europa.

Il blocco conseguente della contrattazione integrativa determinerà inoltre l'impossibilità di proseguire il processo di cambiamento, di trasformazione e ammodernamento della Pubblica Amministrazione finalizzato a migliorare la qualità dei servizi, incrementare la produttività e valorizzare il merito.

Per questo la Uil Pa conferma lo sciopero proclamato per l'intera giornata del 9 luglio di tutti i lavoratori contrattualizzati delle amministrazioni centrali, degli enti pubblici, delle agenzie fiscali.

La mattina del 9 luglio alle ore 11 è prevista una Manifestazione Nazionale a Roma, al Teatro Capranica, dove interverranno il Segretario Generale UIL PA Salvatore Bosco ed il Segretario Generale della UIL Luigi Angeletti.

E’ previsto altresì alle ore 9,30 del 9 luglio un sit-in dei lavoratori pubblici a piazza Montecitorio.

Roma, 7 luglio 2010
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 08/07/2010 @ 17:58:55, in Politica, linkato 1418 volte)
http://www.giustiziaquotidiana.it/public/calzini.azzurri.large.jpg


MANOVRA:PD, ECCO NORMA
SOSPENDI-PROCESSO FININVEST-CIR



(ANSA) - ROMA, 8 LUG - Nell'emendamento presentato ieri dal governo alla Manovra che introduce la figura dell'ausiliario del giudice spunta una norma che potrebbe di fatto sospendere il processo Fininvest-Cir per nove mesi. La norma, destinata a far discutere, e' contenuta nel comma 18 dell'emendamento 48.0.1000.
A confermare l'ipotesi e' il capogruppo del Pd in commissione Giustizia della Camera Donatella Ferranti che ribattezza la previsione del governo come ''anti-Mesiano'' dal nome del giudice ''duramente attaccato dalle reti tv della famiglia Berlusconi per aver firmato la sentenza che obbliga la Fininvest a risarcire la Cir di 750 milioni per l'affare Mondadori''.

MANOVRA: PD, ECCO NORMA SOSPENDI-PROCESSO FININVEST-CIR (2)


(ANSA) - ROMA, 8 LUG - Il comma 18 dell'emendamento del governo recita testualmente: ''Nei procedimenti civili contenziosi aventi ad oggetto diritti disponibili che, alla data di entrata in vigore della presente legge, pendono dinanzi alla Corte d'Appello, il giudice, su istanza di parte, anche con decreto pronunziato fuori udienza, rinvia il processo per un periodo di sei mesi per l'espletamento del procedimento di mediazione ai sensi del decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28, assegnando contestualmente alla parte richiedente il termine di quindici giorni per la presentazione della domanda di mediazione, e le spese del medesimo procedimento sono integralmente anticipate dalla parte istante''.

''Le istanze previste dal presente comma - si legge ancora nella proposta di modifica del governo - devono essere proposte, a pena di decadenza, entro tre mesi dall'entrata in vigore della presente legge''.
''Ma quale accelerazione della legge! - commenta Ferranti - il ministro Alfano per fare un favore al premier tira il freno a mano e rallenta tutti i processi civili!''.
''Nelle pieghe dell'emendamento governativo - prosegue - c'e' l'ennesima scandalosa norma ad personam che serve unicamente a salvare gli interessi della famiglia Berlusconi. Ed e' la conferma che Alfano si sta caratterizzando sempre piu' come il ministro ad personam''.(ANSA).


Manovra, Pd denuncia emendamento per stop processo Fininvest-Cir

ROMA, giovedì 8 luglio 2010 15:51 (Reuters) - L'emendamento presentato in manovra che punta ad accelerare i procedimenti civili può bloccare per nove mesi il processo di appello Fininvest-Cir.

Lo sostiene la capogruppo del Pd in commissione Giustizia alla Camera Donatella Ferranti.

"È un dato oggettivo, con un provvedimento per eliminare gli arretrati si creano i presupposti per la sospensione di procedimenti di appello come il famoso lodo Mondadori. La norma è certamente utilizzabile da Fininvest", ha detto la deputata del Pd interpellata telefonicamente da Reuters.

L'emendamento, l'unico finora presentato dal governo, al comma 18 recita testualmente: "Nei procedimenti civili contenziosi aventi ad oggetto diritti disponibili che, alla data di entrata in vigore della presente legge, pendono dinanzi alla Corte d'Appello, il giudice, su istanza di parte, anche con decreto pronunziato fuori udienza, rinvia il processo per un periodo di sei mesi per l'espletamento del procedimento di mediazione".
"Le istanze previste dal presente comma devono essere proposte, a pena di decadenza, entro tre mesi dall'entrata in vigore della presente legge", continua l'emendamento.

La Ferranti, nel criticare la norma, sottolinea l'apparente incongruenza tra l'esigenza di ridurre i processi pendenti e il rallentamento dei procedimenti in appello.
"Tutto è apparentemente improntato alla logica 'riduzione contenzioso' e invece al comma 18 il giudice, su istanza di una sola parte, può sospendere i processi per 6 mesi più i 3 per la presentazione dell'istanza. La finalità non è istituzionale ma forse è quella di fornire opportunità ulteriori per rallentare alcune specifiche cause civili pendenti", dice la deputata.

Il 3 ottobre scorso il Tribunale di Milano ha condannato in primo grado la Fininvest della famiglia Berlusconi a pagare quasi 750 milioni di euro alla Cir di Carlo De Benedetti come risarcimento danni per la corruzione giudiziaria nel cosiddetto lodo Mondadori.
La decisione faceva seguito a una sentenza definitiva che aveva riconosciuto che Vittorio Metta - uno dei tre giudici della Corte d'Appello di Roma che nel 1991 avevano assegnato la Mondadori a Fininvest ribaltando un lodo arbitrale dell'anno precedente - era stato corrotto.

Il pagamento dei 750 milioni è stato sospeso fino alla fine dell'appello a fronte di una fideiussione bancaria da 806 milioni di euro.

La Rassegna

"A rischio il processo Fininvest-Cir"

La Repubblica - ‎25 minuti fa‎
Nell'emendamento che introduce la figura dell'ausiliario del giudice, un comma che di fatto sospende il procedimento per nove mesi. I democratici: "Alfano ministro ad personam" ROMA - Nell'emendamento presentato ieri dal governo alla Manovra che ...

Il Pd contro la norma "anti-Mesiano"

Corriere della Sera - ‎1 ora fa‎
ROMA - Una norma che potrebbe di fatto sospendere il processo Fininvest-Cir per nove mesi. A confermare il contenuto dell'emendamento presentato dal governo alla manovra è il capogruppo del Pd in commissione Giustizia della Camera, Donatella Ferranti. ...

Manovra, Pd denuncia emendamento per stop processo Fininvest-Cir

Reuters Italia - ‎1 ora fa‎
ROMA (Reuters) - L'emendamento presentato in manovra che punta ad accelerare i procedimenti civili può bloccare per nove mesi il processo di appello Fininvest-Cir. Lo sostiene la capogruppo del Pd in commissione Giustizia alla Camera Donatella Ferranti ...

Manovra: Pd, c'e' norma pro Fininvest

ANSA.it - ‎38 minuti fa‎
(ANSA) - ROMA, 8 LUG - In un emendamento della Manovra c'e' anche una norma che potrebbe di fatto sospendere il processo Fininvest-Cir per 9 mesi: lo sostiene il Pd. In particolare, riporta Donatella Ferranti, un emendamento prevede che il giudice, ...

Manovra: Pd, da emendamento governo blocco processo Fininvest-Cir

Adnkronos/IGN - ‎9 minuti fa‎
Roma, 8 lug. - (Adnkronos) - Il processo Fininvest-Cir potrebbe essere bloccato per nove mesi, grazie all'emendamento sui processi civili, presentato dal Governo in commissione Bilancio al Senato, dove e' in discussione la manovra. ...

PD, PROCESSO MONDADORI SOSPESO CON UN EMENDAMENTO

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎29 minuti fa‎
(AGI) - Roma, 8 lug. - L'emendamento alla manovra presentato ieri dal governo potrebbe sospendere i processi in appello e tra questi quello della causa Cir-Fininvest. E' quanto denuncia Donatella Ferranti, capogruppo Pd in commissione Giustizia alla ...

MANOVRA, NORMA SOSPENDE PROCESSO FININVEST-CIR. IL PD: "FAVORE A ...

Leggo Online - ‎31 minuti fa‎
Nell'emendamento presentato ieri dal governo alla Manovra che introduce la figura dell'ausiliario del giudice spunta una norma che potrebbe di fatto sospendere il processo Fininvest-Cir per nove mesi. La norma, destinata a far discutere, ...

MANOVRA: PD, SPUNTA NORMA CHE SOSPENDE PROCESSO FININVEST-CIR

Agenzia di Stampa Asca - ‎36 minuti fa‎
(ASCA) - Roma, 8 lug - Spunta nella manovra correttiva anche una norma che consente di sospendere il processo Fininvest-Cir. E' contenuta nello stesso emendamento, l'unico firmato dal governo, che riforma il processo civile con l'obiettivo di ...

Manovra, il Cav: "Se non passa andiamo a casa"

Libero-News.it - ‎4 ore fa‎
Il premier "prepara" l'incontro di domani con le Regioni. E su L'Aquila: "C'è molta strumentalizzazione". Il Pd protesta contro la norma che "sospende il processo Fininvest-Cir" La scelta del governo di porre la fiducia sulla manovra è stato un atto di ...

Manovra economica: Il PD denuncia: inserita norma che sospende ...

Italia News - ‎20 minuti fa‎
(IAMM) E' tempo di emendamenti alla manovra economica e come in tutte le manovre ci sono anche le contromanovre. Il Partito Democratico denuncia alla stampa che in un emendamento della manovra ci sarebbe anche una norma a favore dell'azienda della ...

Manovra, un emendamento potrebbe sospendere il processo Fininvest-Cir

DirettaNews.it (Blog) - ‎7 minuti fa‎
Il governo ha presentato ieri un emendamento alla Manovra che, oltre ad introdurre la figura dell'ausiliario del giudice, contiene una norma che potrebbe sospendere per nove mesi il processo Finivesti-Cir. Nel comma 18 dell'emendamento si legge infatti ...

15:30 I FATTI DEL GIORNO ORE 15.30

ANSA Valle d'Aosta - ‎1 ora fa‎
MANOVRA: BERLUSCONI,FIDUCIA ATTO CORAGGIO SE NON PASSA A CASA 'Porre la fiducia è stato un atto di coraggio. Se il governo dovesse andare sotto andiamo a casa'. Lo afferma Silvio Berlusconi in un'intervista a Studio Aperto, mentre la commissione ...

Manovra, il Pd denuncia l'emendamento "anti Mesiano": "Può ...

Blitz quotidiano - ‎1 ora fa‎
Nella manovra ci sarebbe, secondo i deputati del Pd, una norma che potrebbe sospendere il processo Fininvest-Cir per nove mesi. Nell'emendamento presentato ieri dal governo è stata infatti introdotta la figura dell'ausiliario del giudice nelle cause ..
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 08/07/2010 @ 14:26:30, in Politica, linkato 1293 volte)
Ora, l'impiego nelle forze dell'ordine è la storia delle famiglie oneste ma povere dal regno d'Italia ad oggi. Però una domanda è lecita: il Paese è in crisi, così dice il governo che chiede sacrifici a tutti, soprattutto ai suoi dipendenti. Ma allora come è possibile che per questo vintage militarista si possano spendere 6 milioni e mezzo di euro??? L.M.

Manovra: ok alla mini-naja

Stage in esercito per aspiranti reclute, ma prima droga-test


(ANSA) - ROMA, 8 LUG - Arriva la mini-naja. La commissione Bilancio del Senato ha approvato un emendamento alla manovra economica. La modifica, proposta dal relatore Antonio Azzollini (Pdl), prevede la possibilita' (in via sperimentale) per giovani ragazzi e ragazze tra i 18 e 30anni di partecipare a corsi tecnico-pratici della durata di non piu' di tre settimane nell'esercito.

La spesa per quest'anno e' di 6 milioni e mezzo.

La Rassegna

Manovra: ok alla mini-naja

ANSA.it - ‎32 minuti fa‎
(ANSA) - ROMA, 8 LUG - Arriva la mini-naja. La commissione Bilancio del Senato ha approvato un emendamento alla manovra economica. La modifica, proposta dal relatore Antonio Azzollini (Pdl), prevede la possibilita' (in via sperimentale) per giovani ...

Ok a mini-naja, stage in esercito per aspiranti reclute

ANSA.it - ‎1 ora fa‎
ROMA - Arriva la mini-naja. La commissione Bilancio del Senato ha approvato l'emendamento del relatore alla manovra, Antonio Azzollini (Pdl), che prevede la possibilità in via sperimentale per giovani ragazzi e ragazze tra i 18 e 30 anni di partecipare ...

Manovra, via libera alla mini-naja Stage in esercito per aspiranti ...

TGCOM - ‎2 ore fa‎
Via libera alla mini-naja con la Manovra correttiva. Dalla commissione Bilancio del Senato è arrivato l'ok all'emendamento che prevede la possibilità per uomini e donne tra i 18 e 30 anni di partecipare a corsi tecnico-pratici nell'esercito di non più ...

Manovra, al via la mini-naja: stage in esercito per aspiranti reclute

Barimia - ‎15 minuti fa‎
Dopo l'esperimento dell'estate 2009, la commissione Bilancio del Senato ha dato il via libera alla cosiddetta mini-naja destinata ai giovani che vorranno provare per tre settimane la vita militare. L'iniziativa, aperta a tutti i ragazzi, uomini e donne ...

MANOVRA: OK A MINI-NAJA, STAGE IN ESERCITO PER VOLONTARI

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎2 ore fa‎
(AGI) Roma - La commissione Bilancio del Senato ha approvato l'emendamento del relatore, Antonio Azzollini, sulla mini-naja. Il testo prevede la possibilita', in via sperimentale, per giovani tra i 18 ei 30 anni, di partecipare a corsi di addestramento ...

MANOVRA: OK COMM. BILANCIO A MINI-NAJA DI TRE SETTIMANE

Agenzia di Stampa Asca - ‎2 ore fa‎
(ASCA) - Roma, 8 lug - Sono ripresi stamattina i lavori della Commissione bilancio del Senato sulla manovra. Dopo il nuovo pacchetto di emendamenti del relatore e del governo giunti ieri, ora l'esame del provvedimento prosegue in modo piu' ordinato e ..
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 08/07/2010 @ 14:04:08, in Magistratura, linkato 1394 volte)

Attesa per i risultati del collegio dei "civilisti". L.M.

Csm, eletti i togati Racanelli, Auriemma, Borraccetti e Rossi


È Antonello Racanelli, il sostituto procuratore romano di Magistratura indipendente, il pm più votato alle elezioni per il rinnovo dei togati del Csm. Oggi e’ terminato lo spoglio della quota dei posti, quattro in tutto, riservati ai pubblici ministeri.

Primo degli eletti e’ dunque Racanelli con 1465 voti; secondo Paolo Auriemma, anch’egli sostituto procuratore a Roma ed esponente di Unità per la Costituzione, la corrente di centro della magistratura, con 1308 preferenze; terzo e’ Vittorio Borraccetti, procuratore di Venezia ed esponente di Magistratura democratica, il gruppo di sinistra delle toghe, con 1272 consensi; ultimo dei pm eletti e’ Roberto Rossi, sostituto procuratore a Bari e tra i titolari delle indagini che hanno riguardato il ministro Fitto. Rossi, che era candidato con il Movimento per la giustizia, ha riportato 1219 voti.

Come gia’ accaduto nel 2006 resta fuori con 796 voti Carlo Fucci, sostituto procuratore a Santa Maria Capua Vetere e in passato segretario dell’Anm, che stavolta si era candidato come ”indipendente”, cosi’ come non ce l’hanno fatta gli altri pm che si erano presentati fuori dalle liste delle correnti. Tutte e quattro i gruppi organizzati della magistratura portano a casa dunque un posto da pm nel prossimo Csm, come e’ accaduto nelle elezioni di quattro anni fa.

Allora pero’ il candidato piu’ votato fu Betta Cesqui di Magistratura democratica, mentre il quarto dei votati fu Antonio Patrono di Magistratura Indipendente. Racanelli, che fa parte del ”parlamentino” dell’Anm, e’ il pm romano che si e’ occupato tra l’altro delle inchieste nate a Napoli sulla presunta compravendita di senatori e su Agostino Sacca’ e Silvio Berlusconi per la raccomandazione di attrici per fiction tv.

 

Blitz quotidiano

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 08/07/2010 @ 07:10:42, in Magistratura, linkato 1992 volte)
Csm/ Nappi e Fuzio eletti da Cassazione,per pm in testa Racanelli
Al Palazzaccio cresce M.I., cala Unicost e tengono i Movimenti


Aniello Nappi (Movimento per la Giustizia) e Riccardo Fuzio (Unicost) sono i primi due togati eletti in rappresentanza dei magistrati di Cassazione al nuovo Csm. Il più votato è stato Nappi, consigliere presso la Suprema Corte sostenuto dalle correnti di sinistra (Md, Movimento e Articolo 3), che ha ottenuto 2.665 preferenze. Il sostituto pg in Cassazione Fuzio, invece, ha battuto per una manciata di voti (1.996 contro 1.904) Stefano Schirò, consigliere a 'Palazzaccio' e leader di Magistratura Indipendente, primo dei non eletti. In corso anche lo spoglio per l'elezione dei 4 pm tra i togati del Csm, che per ora sembra confermare l'avanzata di Magistratura Indipendente. Allo stato - ma mancano all'appello 3.000 schede da scrutinare - è il candidato della corrente più moderata, il pm di Roma Antonello Racanelli, ad aver raccolto il maggior numero di consensi: 889. Seguito dal collega della Procura capitolina Paolo Auriemma (Unicost) con 835 voti. Terzo, per ora, il procuratore di Venezia Vittorio Borracetti (Md) con 736 preferenze, quarto Roberto Rossi (Movimento per la Giustizia) con 690 voti. Finora restano distanti, invece, le posizioni dei due pm 'indipendenti', i quali si sono candidati fuori dalle liste delle correnti): il pm di Bologna Giuseppe Di Giorgio ha raccolto al momento 299 voti, mentre Carlo Fucci, pm a Santa Maria Capua Vetere ed ex segretario dell'Anm, è a 260. (segue)


Csm/ Nappi e Fuzio eletti da Cassazione, per pm in testa... -2-
Alle urne circa l'86% delle toghe


Roma, 7 lug. (Apcom) - Buona la percentuale dei votanti alle elezioni per il Csm, circa l'86%: in tutto, si sono presentati alle urne 7.402 magistrati sugli 8.584 aventi diritto, 664 le schede bianche, 173 quelle nulle. Oggi sono state scrutinate tutte le schede del collegio di legittimità, ossia relativo ai magistrati di Cassazione. Nel pomeriggio, poi, è iniziato lo scrutinio per i 4 togati che siederanno a Palazzo dei Marescialli in rappresentanza dei pubblici ministeri. Una volta espletato questo spoglio, sarà la volta dello scrutinio delle schede dalle quali emergeranno i nomi dei 10 togati che siederanno in Consiglio in rappresentanza della magistratura giudicante.
Almeno dai primi risultati, quelli per la Cassazione, queste elezioni vedono già una prima vittoria delle correnti di sinistra e di Unità per la Costituzione (Unicost), il gruppo maggioritario di centro. Il dato politico è quindi chiaro: almeno in Cassazione, le tensioni con il governo degli ultimi mesi si sono concretizzate nell'elezione dei membri delle correnti storicamente 'contro' gli esecutivi di centrodestra.
Da registrare però il fatto che Magistratura Indipendente, la corrente storicamente più vicina al centrodestra, ha comunque visto raddoppiare i propri consensi. Vero che il leader della corrente, Schirò, non è stato eletto, ma vero anche che rispetto alle elezioni precedenti, M.I. ha visto raddoppiare i suoi voti, visto che nel 2006 Fausto Cardella ebbe appena 972 preferenze. Al contrario Unicost, rispetto alle elezioni del 2006, ha visto a questa tornata una diminuzione dei propri consensi. Resta invece senza grandi variazioni il risultato delle correnti di sinistra: quattro anni fa l'allora candidato Livio Pepino ebbe 2.679 voti, poco più di Nappi, che è del Movimento ma è sostenuto anche da Magistratura Democratica.


CSM: ELEZIONE TOGATI,
LA SORPRESA E' MAGISTRATURA INDIPENDENTE


Piu' che gli ''indipendenti'', la vera sorpresa delle elezioni per il Consiglio superiore della magistratura e' stata la corrente moderata Magistratura indipendente. Che non ha aumentato i propri seggi, ma in tutte le votazioni ha raccolto consensi piu' ampi del previsto. Particolarmente positivo e' stato il risultato del sostituto procuratore di Roma Antonello Racanelli, che quasi a fine scrutinio appare quello con piu' consensi: 889. Un po' distanziato il collega della stessa procura Paolo Auriemma, esponente della corrente Unicost, storicamente maggioritaria tra i magistrati. Solo terzo il procuratore di Venezia Vittorio Borracetti (Magistratura democratica) con 736 preferenze e quarto Roberto Rossi (Movimento per la Giustizia) con 690 voti. Gli ''indipendenti'', che pure hanno eroso un certo numero di consensi, non sono riusciti ad entrare nella rosa dei quattro pm. In Cassazione, il piu' votato e' stato Aniello Nappi (Movimento per la Giustizia). L'altro seggio e' andato a Riccardo Fuzio (Unicost) che si e' lasciato alle spalle per un soffio il candidato di Mi Stefano Schiro'.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
MANOVRA: MEF, NORMA MAGISTRATI
INCIDERA' SU INDENNITA' GIUDIZIARIA
 

(ASCA) - Roma, 7 lug - Tagli all'indennita' giudiziaria. Sara' questa, si legge in un comunicato del ministero dell'economia, la misura che riguardera' i magistrati e che entrera' in finanziaria attraverso un emendamento in Commissione.
''Si tratta di un'ipotesi che ha trovato il consenso del Comitato intermagistrature - spiega la nota del Mef - in quanto, fermi i saldi di finanza pubblica, ne attua la piu' equa possibile distribuzione all'interno della categoria.
L'ipotesi, esaminata dalla Ragioneria generale dello Stato, e' stata considerata economicamente congrua dal Ministero dell'economia''. red-lsa/sam/alf


MANOVRA: ARRIVA NORMA PER
ESTINZIONE CONTENZIOSO LODO MONDADORI
 

(ASCA) - Roma, 7 lug - Arriva in manovra anche la norma che rende applicabile l'estinzione del contenzioso tributario per il lodo Mondadori pagando il 5% del dovuto. La disposizione, approvata con un decreto del marzo 2010 (decreto incentivi), era di fatto bloccata perche' non prevedeva la certificazione dell'amministrazione finanziaria, invece necessaria.
Il nuovo emendamento del relatore alla manovra stabilisce che ''l'avvenuto pagamento estingue il giudizio a seguito di attestazione degli uffici dell'amministrazione finanziaria comprovanti la regolarita' dell'istanza ed il pagamento integrale di quanto dovuto''.
Critiche dal Pd. ''Mentre a tutte le istituzioni e al Paesi si chiedono sacrifici - ha commentando Silvio Della Monica, capogruppo Pd in Commissione giustizia - giunge in Commissione bilancio, tramite il ministro della giustizia, un emendamento, sicuramente gradito al premier, che perfeziona ua norma ad personam del marzo 2010. Cosi' Berlusconi potra' estinguere il contenzioso tributario per il lodo Mondadori con il pagamento della modesta somma del 5% del dovuto''. lsa/sam/alf
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 07/07/2010 @ 16:48:30, in Magistratura, linkato 1447 volte)
Bruti Liberati giura e si insedia in Procura a Milano

In magistratura dal 1970 ha anche guidato l'Anm


(ANSA) - MILANO, 7 LUG - Con il giuramento davanti al Tribunale, Edmondo Bruti Liberati da oggi e' formalmente procuratore della Repubblica di Milano.

La cerimonia della si e' svolta questa davanti alla prima sezione penale, sezione dove Bruti nel 1970 ha cominciato il tirocinio come giudice. Originario di Ripatransore (Ascoli Piceno), il neo procuratore, che ha guidato anche l'Anm, ha 65 anni, e' in magistratura dal 1970, e ha sempre lavorato negli uffici giudiziari del capoluogo lombardo. (ANSA).
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 07/07/2010 @ 16:41:32, in Magistratura, linkato 1243 volte)
Processo civile: nasce l'ausiliario

Previsto in emendamento governo alla Manovra, sostituira' giudice

 
(ANSA) -ROMA, 7 LUG - Nasce la figura dell'Ausiliario' che potra' sostituire il magistrato nelle cause civili. Lo propone il governo con un emendamento alla Manovra. Per smaltire l'arretrato il giudice civile potra' nominare 'anche con decreto pronunciato fuori udienza e comunicato alle parti' un ausiliario 'per la sollecita definizione della controversia'. Gli ausiliari, che dovranno costituirsi in un apposito albo, potranno essere ex magistrati, ex avvocati, ex notai, professori di diritto o anche ricercatori.

***

MANOVRA: ARRIVA RIFORMA PROCESSO CIVILE.
AUSILIARI AL POSTO DI MAGISTRATI

 

(ASCA) - Roma, 7 lug - Riforma del processo civile con un emendamento alla manovra. Gli ausiliari sostituiranno i giudici per ''la sollecita definizione delle controversie''.

Inoltre, il cancelliere puo' assumere la prova testimoniale al posto del giudice. Sono le novita' contenute nell'emendamento del governo alla manovra, firmata dal guardasigilli Angelino Alfano. Obiettivo delle nuove disposizioni: ''ridurre il contenzioso civile pendente e dare attuazione nel settore civile al principio di ragionevole durata del processo''.

Il giudice, e' scritto nell'emendamento, nelle cause in cui fissa l'udienza per la precisazione delle conclusioni o per la discussione orale ad una data successiva ai sei mesi, puo' nominare un ausiliario per la sollecita definizione della controversia. Il capo dell'ufficio giudiziario forma un albo degli ausiliari a cui possono essere iscritti magistrati onorari in pensione da non piu' di 5 anni, avvocati scritti all'albo da almeno 5 anni, notai, anche in pensione, magistrati ordinari,amministrativi, contabili collocati a riposo, avvocati dello Stato e docenti di materie giuridiche in pensione.

Per accelerare i tempi si dispone anche che l'assunzione della prova possa avvenire attraverso il cancelliere. Il presidente di ciascun tribunale e di ciascuna corte d'appello, entro il 31 gennaio di ogni anno, redige un programma in cui indica la durata media dei procedimenti civili contenziosi e determina le prioriita' di trattazione.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
La verità: gli aquilani sono guidati da gente criminale. Gli umbri ed in Irpinia non hanno mai visto un albergo venirgli in soccorso. E non li han visti quelli del Terremoto del Friuli o di altri terremoti nella storia italiana. La stessa Messina ebbe aiuti via nave solo dopo 3 giorni dal sisma. Ma niente alberghi pagati da tutti gli italiani. L.M.

Scontri tra i manifestanti aquilani
e le forze dell'ordine
a Roma: feriti due giovani

Roma - (Adnkronos/Ign) - La tensione è salita quando il corteo, dopo aver superato il primo blocco, è stato nuovamente fermato. I cittadini protestano contro l'abbandono della città dopo il terremoto e per chiedere una legge organica per la ricostruzione. La manifestazione è anche contro il pagamento delle tasse che da dicembre dovrebbero ricominciare a pagare. Il Papa a Sulmona: "Sono vicino ai disoccupati, ai precari e ai terremotati"

Roma, 7 lug. (Adnkronos/Ign) - Tensione alla manifestazione dei cittadini aquilani questa mattina a Roma. Due giovani sono rimasti feriti negli scontri scoppiati in pieno centro nella Capitale tra i manifestanti le forze dell'ordine. La tensione è salita quando la polizia ha bloccato il corteo che da Piazza Venezia si stava dirigendo verso la Camera per continuare lì la sua protesta.

Grazie a una trattativa con gli organizzatori e alcuni funzionari, il blocco è stato superato, ma poco dopo i manifestanti sono stati nuovamente bloccati su via del Corso all'incrocio con via di Pietra. Le condizioni dei feriti non destano preoccupazione. Uno dei due è stato colpito al volto ed è uscito dal corteo con il viso completamente sanguinante.
Si cerca ora di far ritornare la calma tra gli aquilani, che avanzano al grido "l'Aquila, l'Aquila". Il corteo è arrivato nei pressi di piazza Montecitorio, dove è in corso anche la manifestazione delle associazioni di disabili contro la manovra, e successivamente dovrebbe dirigersi verso il Senato.
Mentre in piazza continua la protesta, il sindaco de L'Aquila, Massimo Cialente, è stato ricevuto a Palazzo Madama dal presidente del Senato, Renato Schifani.
I cittadini protestano contro l'abbandono dell'Aquila dopo il terremoto e per chiedere una legge organica per la ricostruzione. La protesta è anche per il pagamento delle tasse che da dicembre i cittadini dovrebbero ricominciare a pagare al cento per cento.
Dall'Aquila, riferiscono gli organizzatori della manifestazione, sono partiti oltre 40 autobus, ma tanti sono venuti a manifestare anche con le proprie auto. Sono presenti moltissimi sindaci dei Comuni del cratere, e insieme al primo cittadino dell'Aquila Cialente, sono venuti per chiedere innanzitutto una legge organica per la ricostruzione del dopo terremoto e per dire basta a proroghe, ordinanze e provvedimenti dell'ultimo minuto.
''Finora - dicono alcuni organizzatori del Comitato 3.32 - ci hanno preso in giro e non hanno mantenuto le promesse. Vogliamo che venga detta la verità perché l'Aquila non è mai stata ricostruita. Inoltre vogliono tornare a farci pagare, a partire da dicembre, il 100% delle tasse. Una cosa inaudita se si pensa che in altri terremoti, come quello dell'Umbria, dopo 12 anni hanno ricominciato a pagare le tasse ma solo al 40%''.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503
Ci sono  persone collegate

< giugno 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










16/06/2019 @ 1.56.23
script eseguito in 469 ms