Immagine
 Miuu significa "bellissima piuma"... di Lunadicarta
 
"
Un criminale è un orrore per i giusti, un uomo giusto è un orrore per i criminali.

Libro dei Proverbi 29:27
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Loredana Morandi (del 24/05/2009 @ 11:54:35, in Estero, linkato 1712 volte)


Riunione Ministeriale G8 Giustizia e Interno

Roma 29 - 30 maggio 2009



Ai lavori, che si svolgeranno a Roma il 29-30 maggio, si discuterà di criminalità organizzata, temi migratori, sicurezza urbana e lotta al terrorismo


Venerdì 29 e sabato 30 maggio, si svolgerà a Roma, presso il Centro Conferenze Internazionali “Alcide De Gasperi” (sito in via Pier della Francesca, n. 3) la riunione dei Ministri G8 della Giustizia e dell’Interno, che sarà presieduta dai Ministri Angelino Alfano e Roberto Maroni.

Alla riunione parteciperanno le 16 rappresentanze degli Stati membri e, come invitati, anche:

il Commissario Europeo, Jacques Barrot, il Segretario Generale di Interpol, Ronald Noble, il Direttore esecutivo UNODC (United Nations Office on Drugs and Crime) Antonio Maria Costa, il Direttore UNICRI (United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute) Sandro Calvani, e i Ministri dell’Interno e della Giustizia della Repubblica Ceca, (Paese Presidente di turno dell’Unione Europea).

I lavori saranno articolati in tre sessioni.

Venerdì 29 maggio, alle ore 10.00, dopo il saluto di benvenuto del Ministro dell’Interno, Roberto Maroni e del Ministro della Giustizia, Angelino Alfano, inizierà la prima sessione: ”Criminalità organizzata”, nel corso della quale si discuterà di lotta alle consorterie criminali transnazionali, con una particolare attenzione all’aggressione ai patrimoni criminali e alle prospettive della cooperazione internazionale.

Si parlerà anche dei diversi aspetti del cybercrime e di come combattere il fenomeno della pedopornografia on line.

Alle ore 15,00, nella seconda sessione: ”Temi migratori”, verranno affrontate le problematiche legate all’immigrazione illegale, alla tratta di esseri umani e all’integrazione degli immigrati nelle società di destinazione.

Alle ore 17.30, presso l’Aula Magna della Cassazione, in piazza Cavour, sarà dedicato uno specifico spazio di riflessione alla memoria di Giovanni Falcone, nel decennale dell’avvio dei negoziati che portarono all’adozione della Convenzione di Palermo, primo e unico strumento a carattere universale di cooperazione nella lotta alla criminalità organizzata transnazionale.

Sabato 30 maggio si terrà la terza sessione articolata in due momenti:

il primo, alle ore 9.30, dedicato al tema: ”Sicurezza urbana”, problema affrontato per la prima volta dal G8 in considerazione della crescente sensibilità internazionale verso le tematiche del rapporto tra dimensione urbana, sicurezza e qualità della vita dei cittadini;

il secondo, alle ore alle 10.45, dedicato al tema: ”Lotta al terrorismo”, con particolare riferimento alla sua evoluzione su scala internazionale e ai possibili sviluppi della cooperazione antiterrorismo.

Alle ore 13.00, a conclusione dei lavori, si terrà una conferenza stampa.

Fonte comunicato stampa
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 25/05/2009 @ 00:41:05, in Osservatorio Famiglia, linkato 1204 volte)
Questo è il solo vero caso di pedofilia attualmente alla ribalta. Il caso Noemi, sotto questo profilo, è un falso. Per completezza evidenzio le dichiarazioni del Gip Panasiti, che ha firmato l'arresto.

Sesso con una bimba, comico arrestato


"Billy Ballo", dalla tv al carcere: ha plagiato una tredicenne conosciuta su Facebook

PAOLO COLONNELLO
La Stampa - Milano


«Devi negare tutto, anche il bacio. Devi dire che mi avevi detto che avevi 18 anni e che alle amiche avevi raccontato quelle cose solo per vantarti...». Sono gli ultimi giorni di aprile e a parlare al telefono, senza sapere che la polizia lo sta ascoltando, è un comico che spopola più sul web che in tv: Billy Ballo, ovvero Alessio Saro, 33 anni, volto di trasmissioni come «Mai dire Grande Fratello» o «Intralci», personaggio surreale, dalla comicità demenziale, amato dai giovani. All’altro capo del telefono c’è una ragazza di 13 anni, poco più di una bambina che si è invaghita dell’attore donandogli la verginità. Solo che si tratta di un rapporto punito dalla legge.

Ieri mattina il comico è stato arrestato per violenza sessuale. Una carriera stroncata. In questi tempi di Lolite che arrivano alla ribalta delle cronache, la storia di Billy Ballo e della piccola V. suona come un monito alla facilità dei rapporti delle teen ager e del mondo, a volte insidioso, che ruota intorno ai social network. Perché tutto nasce da un’amicizia su Facebook: lei che chiede di entrare nella cerchia degli amici del comico idolo dei ragazzini, lui che non si fa scrupoli di avere un rapporto con un’ammiratrice ingenua e che non ha nemmeno l’età, 14 anni, considerata dalla legge come necessaria per un rapporto consenziente. La frequentazione su internet si sposta nella realtà e la giovane la sera del 6 aprile racconta la prima bugia alla mamma: «Esco con un’amica e mi fermo a dormire da lei». Invece arriva Alessio Saro che la porta nella sua casa di Sesto San Giovanni per una notte di fuoco.

La prima della vita per la ragazzina. Una delle tante, probabilmente, per lui. Lei è invaghita, racconta alle amiche del cuore, poi sentite dagli inquirenti, di avere avuto tre rapporti completi con l’attore. Alla madre, invece, solo bugie. Al successivo appuntamento la mamma s’insospettisce: la figlia si prepara truccandosi e depilandosi. «Viene a prendermi un’amica», dice. Ma quando la signora s’affaccia alla finestra, riconosce che alla guida della cabriolet su cui è salita la figlia c’è l’attore che anche lei ha visto in tv. Chiama la ragazzina al cellulare, lei si giustifica: «E’ il fratello della mia amica». Ma la madre insiste, se lo fa passare al telefono e gli ordina di riportare indietro sua figlia. Il giorno dopo la donna va in questura a sporgere denuncia.

Scattano le intercettazioni e gli interrogatori protetti delle amiche di V. Ne emerge un quadro inquietante. «Saro - scrive il gip Panasiti nell’ordine di cattura - è persona in preda a irrefrenabili impulsi sessuali che indirizza nei confronti di persone molto giovani e perciò indifese...». L’attore tenta di plagiare la piccola vittima, dicendole, quando viene a sapere di essere stato denunciato, che cosa deve raccontare alla madre e alla polizia. «Una personalità tracotante», sottolinea il giudice.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 25/05/2009 @ 06:01:46, in Politica, linkato 1075 volte)

Sicilia/Sonia Alfano (idv): Debiti, clientelismi e indagini.

Questa l'eredità della giunta Lombardo: se ne vada.


"Azzerare la giunta senza dimettersi è un atto ridicolo oltre che politicamente privo di senso". Così Sonia Alfano, candidata indipendente al Parlamento Europeo nelle liste di IDV, commentando l'azzeramento della giunta regionale siciliana da parte del Presidente, Raffaele Lombardo.

"I componenti della giunta - afferma Alfano - non si nominano da soli ma vengono scelti direttamente dal Presidente della Regione il quale ha tutta la responsabilità dello sfacelo in cui ristagna la Sicilia da quando è stato eletto. Alla Sicilia - ha aggiunto la candidata - la giunta Lombardo ha lasciato in eredità una montagna di debiti, una distribuzione delle risorse vergognosamente clientelare e persino due assessori indagati, uno per associazione mafiosa ed uno per voto di scambio.

Con un bilancio così Lombardo avrebbe già dovuto lasciare la carica da tempo ma evidentemente gli interessi politici hanno prevalso su quelli del popolo siciliano. Se ne vada - ha chiosato Alfano - e lasci che gli elettori tornino alle urne anche se - conclude - a poco potrà servire dato che tutti i deputati dell'ARS, per loro stessa decisione, resteranno in carica". 

--
www.soniaalfano.it

Rassegna Stampa

Raffale Lombardo azzera la sua Giunta

Il Sole 24 Ore - ‎38 minuti fa‎
PALERMO - Una conferenza stampa convocata d'urgenza per annunciare una decisione dirompente: il presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, azzera la sua Giunta. Dopo aspre polemiche con la sua maggioranza, dopo scambi di accuse con pezzi ...
Il Velino - PUPIA - APCom - La Repubblica
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 25/05/2009 @ 11:17:28, in Sindacati Giustizia, linkato 1335 volte)
Il giorno 28 maggio 2009 , la CGIL-FP-Pa , la UIL-Uidag-Pa, l’Flp-Pa e l’RDB-CUB-Pa , hanno promosso un incontro-dibattito dal titolo:

“Tutti i numeri della Giustizia - Conoscere per riformare”

presso l’Aula Magna della Corte di Appello di Palermo, con inizio alle ore 9.00.



Hanno aderito all’iniziativa, che verrà coordinata sotto forma di tavola rotonda da Rino Cascio di Rai 3, magistrati, dirigenti amministrativi, rappresentanti del personale, docenti e studenti della facoltà di giurisprudenza dell'Università di Palermo.

Il dibattito sarà preceduto dalla proiezione di documentari relativi allo stato di funzionamento del sistema giudiziario.

Tale manifestazione si inquadra in una più ampia di livello nazionale che prevede nel medesimo giorno analoghe iniziative in tutti i maggiori capoluoghi d’Italia, facendo seguito ad una precedente nazionale tenutasi a Roma il 5 maggio 2009.

Palermo 25 maggio 2009

Per la segreteria organizzativa dell’iniziativa:
Anna Maria Tirreno, Maria Brex, Rosario Zarcone, Sandro Cardinale



PROGRAMMA

ore 9:00

Presentazione
Anna Maria Tirreno CGIL-FP-PA

ore 9:10

Proiezione di documentari sullo stato della giustizia a cura dell'ANM Nazionale, della CGIL Nazionale FP e dell'Associazione Socialbenefit

Discutere insieme di Giustizia


ore 10:00

Tavola rotonda - coordina
Rino Cascio Rai 3

Partecipano (in ordine alfabetico)

Nicoletta Grieco - Coord Naz. CGIL Giustizia
Antonio Ingroia - Procuratore Aggiunto c/o Procura di Palermo
Fausto Melluso - studente di Giurisprudenza di Palermo
Antonino Nasole - Segr. Gen. UILPA-Uidag
Gioacchino Natoli - Vice Pres. Associazione Magistrati
Piero Piazza - Coord Naz FLP Giustizia
Mauro Raj - Dir. Amm. Corte Appello di Palermo
Enrico Sanseverino - Pres. Consiglio Ordine Avvocati Palermo
Pina Todisco - Dir. Naz. RdB CUB P.I.
Giuseppe Verde - Preside Facoltà Giurisprudenza Uni Palermo
Antonio Vitale - Dirigente Cisia Palermo

ore 12:00

Conclusioni
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 26/05/2009 @ 02:44:38, in Magistratura, linkato 1231 volte)
Mentana torna a Matrix
Tribunale ordina reintegro

ROMA - Enrico Mentana deve essere reintegrato alla conduzione di Matrix. Lo ha disposto il Tribunale di Roma ordinando il reintegro del giornalista alla guida del programma di Canale 5.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 26/05/2009 @ 02:46:58, in Magistratura, linkato 1126 volte)
TERREMOTO A L'AQUILA, IL PROCURATORE:
HANNO TENTATO DI APRIRE LA MIA CASSAFORTE


L'AQUILA - "Hanno cercato di aprire la mia cassaforte, l'abbiamo trovata con le chiavi nella serratura". Lo ha detto il procuratore della Repubblica dell'Aquila, Alfredo Rossini, denunciando il tentativo di effrazione della sua cassaforte nel vecchio palazzo del Tribunale, episodio scoperto nei giorni scorsi. "Forse volevano trovare ricordi di famiglia o forse qualche elenco di persone - ha commentato - ma non lo teniamo lì, non siamo così semplici". Il procuratore, spiegando che il fatto si riferisce a tempi successivi al terremoto, ha confermato che nella cassaforte non c'erano né cose né dati relativi all'inchiesta in corso sui crolli avvenuti con il sisma del 6 aprile. "E' un'inchiesta che incuriosisce molto e non so perché - ha concluso Rossini -. Questa vicenda si ricorderà per sempre, senza piacere".

(ANSA - 26 maggio 2009)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 26/05/2009 @ 02:54:40, in Magistratura, linkato 1271 volte)
Arrestato ex pm di Messina

Pino Siciliano e' accusato di concussione

(ANSA) - MESSINA, 25 MAG - L'ex procuratore aggiunto di Messina Pino Siciliano e' stato arrestato con l'accusa di concussione e tentata concussione.

L'inchiesta si riferisce alla ristrutturazione dell'albergo Castellammare di Taormina: all'ex sostituto procuratore, titolare dell'inchiesta, viene contestato di avere condizionato alcune vicende di carattere amministrativo relative a controversie tra il Comune di Taormina e due imprese, la Impregilo e la Decisa Srl.
Concessi a Siciliano i domiciliari.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 26/05/2009 @ 02:58:40, in Estero, linkato 1217 volte)
2009-05-19 08:31

Studio, deputati Italia i più pagati e assenteisti

ROMA - Tra i membri del parlamento europeo, i rappresentanti italiani sono i più pagati ma anche i più assenteisti. E' quanto sostiene una ricerca condotta dalla London School of Economics (Lse) e pubblicata oggi dal Times nella sua versione online.

Secondo lo studio, ognuno degli attuali 78 eurodeputati italiani (saranno 72 dopo le elezioni europee del prossimo giugno) guadagna 134.291 euro all'anno e sono così i meglio pagati tra tutti i rappresentati espressi dai 27 paesi membri dell'Ue.

Gli italiani risultano tuttavia ultimi in classifica per presenze: alle sessioni dell'assemblea a Bruxelles e Strasburgo hanno partecipato in media al 72% delle sedute negli ultimi cinque anni, marcando un distacco di oltre 20 punti dai primi della lista, gli austriaci, che nel quinquennio che sta per concludersi hanno avuto una partecipazione del 93%, seguiti da estoni, finlandesi, slovacchi e polacchi presenti al 92% delle sessioni. Gli austriaci sono anche gli eurodeputati al secondo posto per compenso, con 110.670 euro all'anno.


L'Articolo citato

From The Times - May 16, 2009

Italian MEPs top Eurolist of representatives best paid for least work

David Charter in Brussels

Throwing cash at elected representatives will not make them behave any better, the European experience suggests. The worst attendance record at the European Parliament has gone to the highest-paid MEPs - the Italians - research showed yesterday.

The 78 Italians each earn €134,291 (£120,000) a year but came bottom of the 27 EU nations for turning up in Brussels and Strasbourg, appearing at 72 per cent of sittings over the past five years.

This was more than 20 percentage points worse than the best attenders - the Austrian MEPs - who attended an average of 93 per cent of parliamentary sessions each, followed by 92 per cent for the Estonians, Finns, Slovaks and Poles. Austrian MEPs are the second-best paid in the EU, on €110,670 a year.

British MEPs had an 86 per cent appearance record, 17th out of 27 over the course of the 2004-09 European Parliament, according to an analysis by VoteWatch.eu, run by the London School of Economics and other European academics.

MEPs earned the same as their national MPs in the last parliament, a practice that will change after the European elections, when new members will earn €88,952, although existing members can continue on their old pay deal.

Attendance in the European Parliament is encouraged by a per diem allowance for MEPs who sign in for €287 a day. This is intended to cover meals and hotels, but over the 298 days in the last annual session could boost an MEP's income by €85,526.

The worst attendance record of any British MEP was held by Robert Kilroy-Silk, the former television presenter who was elected for the UK Independence Party in 2004 but left to form his own party, Veritas, and then left that to become an Independent. He went to 54 per cent of sittings, placing him 774th out of the 777 MEPs.

He came top for the number of written questions with 1,921, including his memorable allegation that Marks & Spencer used mirrors to distort women's body shapes to make them look slimmer. M&S rejected the allegation. Mr Kilroy-Silk will not be standing again.

The statistics also record voting trends, showing that Conservative MEPs voted against the line of the main centre-right grouping 25 per cent of the time, while Labour MEPs defied the Party of European Socialists in just 8 per cent of votes.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Card. Martino ai Ministri di Giustizia
Mondo abolisca pena di Morte


EUROPA/ITALIA - “Bisogna arrivare al punto che tutto il mondo abolisca la pena di morte, perché è un segno di inciviltà, perché non si può punire un crimine con un altro crimine”: il Card. Martino in occasione del Congresso internazionale dei Ministri della Giustizia


Roma (Agenzia Fides) – “Dobbiamo convertire gli Stati Uniti e la Cina, perché aboliscano la pena di morte. Questi due giganti hanno un grande ruolo internazionale”. Sono le parole del Cardinale Renato Raffaele Martino, Presidente del Pontificio Consiglio Giustizia e Pace, pronunciate a margine del IV Congresso internazionale dei Ministri della Giustizia organizzato dalla Comunità di sant’Egidio il 25 maggio a Roma. Trentacinque personalità politiche e della società civile – di cui 15 ministri della Giustizia, insieme a parlamentari, giudici di Corti Supreme, procuratori di 25 paesi – si sono incontrati in Campidoglio per continuare un percorso unitario verso un traguardo possibile: dalla moratoria all’abolizione della pena di morte.
Dall’ultima edizione del Congresso, nel 2008, Uzbekistan, Burundi, Togo Rwanda e Gabon si sono aggiunti alla lista dei Paesi che hanno bandito la condanna capitale. “Dove si parla contro la pena di morte – ha spiegato il Cardinale - io ci sono. Sono stato 16 anni alle Nazioni Unite come rappresentante della Santa Sede e in tutte le iniziative per far dichiarare la moratoria contro la pena di morte, che solo recentemente è stata adottata, io ho lavorato notte e giorno. Naturalmente questa iniziativa di Sant’Egidio è bellissima perché continua a proporre la cultura della vita alla quale la pena di morte si oppone. Nel cammino di progresso ci sono stati passi importanti, come la recente abolizione della pena di morte da parte dello stato americano del New Mexico, ma sappiamo bene che ci sono ancora molti paesi dove questo crimine è applicato. Bisogna arrivare al punto che tutto il mondo abolisca la pena di morte, perché è un segno di inciviltà, perché non si può punire un crimine con un altro crimine.”
Mario Marazziti, della Comunità di Sant’Egidio, ha sottolineato che “questo appuntamento annuale ci permette di fare anche il punto di quali paesi hanno ancora la pena di morte e quali no. Da quel momento storico del dicembre 2007, quando la 62° Assemblea delle Nazioni Unite adottò un testo che invitava gli Stati che ancora mantenevano la pena di morte ad attuare una moratoria delle esecuzioni, sono stati fatti ulteriori passi in avanti. Ora sono 120 gli Stati che non hanno la pena di morte, de iure o de facto, ma ancora troppi sono quelli che la applicano.”
In questo cammino Nicola Mancino, Vice presidente della Consiglio Superiore della Magistratura, ha sottolineato il ruolo dell’Europa e, in particolare dell’Italia, in questo cammino verso la piena civiltà. “La battaglia contro la pena di morte – ha sottolineato Mancino – è un battaglia per la civiltà, la cultura della vita e la giustizia. L’Europa è la culla della civiltà e della vita. Il Trattato di Nizza, che ha sancito i diritti dei cittadini europei, pone la condizione che per appartenere all’Unione Europea occorre difendere la vita ed escludere de iure, non solo de facto, la pena di morte. Siamo convinti che la pena di morte, lungi dal prevenire il crimine, toglie umanità alla civiltà”. Al Congresso ha parlato anche il ministro della Giustizia del Sudafrica, Jeffery Thamsanqua Radede, che ha sottolineato come la Costituzione del nuovo Sudafrica, quello dopo l’apartheid, ha adottato nei diritti fondamentali l’esclusione della pena di morte, a dimostrazione che, in un contesto così profondamente ferito dalla storia, solo lo spirito di riconciliazione può garantire una nuova società e una nuova convivenza.

(M.T.) (Agenzia Fides 26/5/2009; righe 39, parole 571)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 26/05/2009 @ 07:29:38, in Sindacati Giustizia, linkato 1165 volte)
Agrigento: Tavola rotonda su "L'aurora della giustizia"

di Erika Grado

La funzione pubblica Cgil nazionale ha organizzato un'iniziativa dal titolo "L'aurora della giustizia", un confronto per mettere insieme i punti di vista e le proposte per un  miglioramento reale rispetto all'attuale inefficienza della giustizia italiana. Nel corso della tavola rotonda, che si terrà giovedì, 28 maggio, alle 18, presso Casa Sanfilippo, saranno proiettati dei brevi filmati prodotti dall'Anm e dalla funzione pubblica Cgil.

All'iniziativa parteciperanno Adriano Scudieri, segretario dell’Anm, sottosezione di Agrigento, Antonino Gaziano, presidente dell’ordine degli avvocati, Mariella Lo Bello, segretario generale della Cgil di Agrigento, Nicoletta Greco, coordinatore nazionale giustizia Fp Cgil. Sarà inoltre presente Giuseppe Costanza, l'ex conducente dell'auto di Giovanni Falcone, che porterà la sua testimonianza.

Modererà la seduta Michele Palazzotto, segretario generale Fp Cgil Sicilia, presenteranno Alfonso Buscemi e Susi Gramaglia, Rsu Cgil tribunale di Agrigento.

Agrigento Notizie
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503
Ci sono  persone collegate

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










23/08/2019 @ 21.51.29
script eseguito in 469 ms