Immagine
 Loredana Morandi ai microfoni Ansa e Adnkronos. Avvertenza, quando trovate questa foto su siti diver... di Loredana Morandi
 
"
Un criminale è un orrore per i giusti, un uomo giusto è un orrore per i criminali.

Libro dei Proverbi 29:27
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Loredana Morandi (del 28/09/2010 @ 18:55:45, in Osservatorio Famiglia, linkato 1379 volte)
Questa notizia mi sembra veramente grave.. L.M.

TURISMO SESSUALE,
UN ENTE TURISTICO SU 5 EVADE LA LEGGE


UN OBBLIGO EVIDENZIARE REATI - CONDANNE NEI MATERIALI PUBBLICITARI


(DIRE - Notiziario Minori) Roma, 28 set. - In Italia, un quinto degli enti turistici infrange la legge (la numero 38/2006) che prevede per "gli operatori turistici l'obbligo di inserire sempre in maniera evidente nei materiali propagandistici, nei programmi, nei documenti di viaggio consegnati agli utenti, nonche' nei propri cataloghi generali o relativi a singole destinazioni, l'avvertenza che la legge italiana punisce con la reclusione i reati concernenti la prostituzione e la pornografia minorile, anche se commessi all'estero". Lo ha denunciato Stefano Landi, membro del direttivo di Aitr (Associazione italiana turismo responsabile) e consigliere dell'Ecpat, intervenuto a Roma alla presentazione del corso anti-turismo sessuale realizzato da Ecpat. Il dato e' ricavato dallo studio dell'Osservatorio nazionale per l'applicazione della legge nel settore turismo, che per il 2010 registra comunque un miglioramento: sono il 5% in piu' i tour operator che rispettano la legge rispetto al 2009.

Sul web, pero', la musica cambia: solo il 2,4% infatti mette l'avvertenza in home page come previsto dalla legge.

C'e' un concetto, pero', che dovrebbe far si' che le imprese, in futuro, siano piu' attente. Si tratta della "responsabilita' sociale d'impresa", oggetto sempre piu' frequente dei dibattiti in ambito internazionale. Alfredo Ferrante, direttore della divisione Responsabilita' sociale d'impresa presso il ministero del Lavoro, spiega che "il concetto si perde nel calderone del 'sociale', ma in realta' sta a significare che le imprese non devono limitarsi al profitto, ma tenere conto dell'impatto che hanno le loro attivita'". In altri termini, su di esse pesa una responsabilita'. Allo Stato poi sta il compito di monitorare sulla rete di interrelazioni fra le imprese, gli utenti e il non profit. "La chiave di volta- conclude Ferrante- sta nella responsabilita' e nella collaborazione".

Questa nuova cultura del turismo, consapevole e collaborativo, comincia a fare breccia soprattutto all'interno delle singole aziende turistiche. Sempre a quanto dice lo studio dell'Osservatorio nazionale per l'applicazione nel settore turismo, infatti, il personale coinvolto nella sensibilizzazione al tema del turismo sessuale nel giro di un anno passa dal 38% al 47%, in particolare attraverso briefing interni (71,4% dei casi).

Un notevole balzo in avanti contraddistingue anche l'attivita' di comunicazione nei confronti dei fornitori locali, passata dal 15% al 22,7% degli operatori; una attivita' svolta il piu' delle volte con l'inserimento di specifiche clausole nei contratti (48% dei casi).

(Wel/ Dire)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Chissà se un giorno vedremo l'arresto degli avvocati che favoriscono il file sharing illegale anche con il denunciare, in nome e per conto della criminalità organizzata, la magistratura? Nell'attesa Blockbuster italia è fallita e, con la catena commerciale, sono stati bruciati troppi posti di lavoro in nome di una falsa libertà. L.M.

Arrestato avvocato dei boss che minacciò

Capacchione, Saviano e giudice Cantone


NAPOLI (28 settembre) - L'avvocato Michele Santonastaso, che durante il processo di appello Spartacus lesse il proclama contro Roberto Saviano, Rosaria Capacchione e il giudice Raffaele Cantone, è stato arrestato questa mattina dagli agenti della Dia di Napoli assieme a Michele Bidognetti, fratello del boss Francesco e al capoclan del quartiere Vomero Luigi Cimmino.

Il legale all'epoca del processo avanzò istanza di ricusazione del Collegio giudicante leggendo una lettera, a nome dei suoi assistiti, capi del clan dei Casalesi e imputati nel processo, secondo la quale la Corte si lasciava influenzare dalle opinioni dello scrittore, della giornalista e del magistrato.

La lettera fu interpretata come minatoria e da allora sono state intensificate le misure a tutela dei tre. I tre arrestati di questa mattina sono accusati di corruzione, falsa testimonianza e falsa perizia nell'ambito di un'inchiesta coordinata dai pm Antonello Ardituro, Francesco Curcio e Alessandro Milita.

L'inchiesta verte sugli espedienti adoperati per agevolare affiliati alle organizzazioni criminali Bidognetti, Cimmino e La Torre; quest'ultimo clan è attivo nella zona di Mondragone in provincia di Caserta.

Il Messaggero

La Rassegna

 
 
 
 

Camorra: avvocato arrestato per aver favorito clan dei Casalesi (3)

Libero-News.it - ‎23 minuti fa‎
(Adnkronos) - Le indagini sono state avviate grazie alle dichiarazioni di diversi collaboratori di giustizia che avrebbero riferito che Aniello Bidognetti, ...
 

Camorra: avvocato arrestato per aver favorito clan dei Casalesi

Libero-News.it - ‎1 ora fa‎
Caserta, 28 set. - (Adnkronos) - Gli agenti del Centro operativo Dia di Napoli hanno dato esecuzione stamattina a un'ordinanza di custodia cautelare emessa ...
 

Caserta, arrestato dalla Dia l'avvocato Michele Santonastaso ...

TGCOM (Blog) - ‎1 ora fa‎
Le accuse vanno dalla corruzione al concorso in falsa testimonianza ed hanno portato all'arresto da parte della Dia dell'avvocato Michele Santonastaso: la ...
 

CAMORRA: ARRESTATO AVVOCATO, LESSE PROCLAMA CONTRO SAVIANO

ANSA.it - ‎2 ore fa‎
(ANSA) - NAPOLI, 28 SET - L'avvocato Michele Santonastaso, che durante il processo di appello Spartacus lesse il proclama contro Roberto Saviano, ...
 

Camorra, arrestato l'accusatore di Saviano

Libero-News.it - ‎4 ore fa‎
In manette l'avvocato Michele Santonastaso. Era il legale del clan dei Casalesi nel processo "Spartacus" stato arrestato Michele Santonastaso, ...
 

Camorra, arrestato l'avvocato di Bidognetti lesse in aula proclama ...

La Repubblica - ‎7 ore fa‎
L'avvocato casertano Michele Santonastaso è stato arrestato dagli uomini della Dia, nell'ambito di una indagine del pool anticamorra sul clan dei Casalesi. ...
 

Camorra: avvocato arrestato per aver favorito clan dei Casalesi (2)

La Repubblica Napoli.it - ‎25 minuti fa‎
(Adnkronos) - L'ordinanza di custodia cautelare si incentra sul ruolo dell'avvocato Santanataso "al servizio del clan Bidognetti -spiegano alla Dda- e in ...
 

False perizie per salvare boss, arrestato avvocato dei ... -2-

Virgilio - ‎1 ora fa‎
In particolare, sul duplice omicidio due pregiudicati Enrico Ruffano e Giuseppe Consiglio, avvenuto il 28 aprile 1999, le indagini arrivarono ad ...
 

False perizie per salvare boss,arrestato avvocato dei Bidognetti

Virgilio - ‎3 ore fa‎
Pagava per conto della camorra periti per produrre altrettante false perizie e salvare così dai processi i boss: con queste accuse è stato arrestato ...
 

Camorra, arrestato legale dei Bidognetti

L'Essenziale - ‎5 ore fa‎
E' finito in manette Michele Santonastaso, il legale dei Casalesi che, il 13 marzo 2008, durante il processo di appello Spartacus, lesse un proclama contro ...
 

Camorra: arrestato legale dei Casalesi, minacciò Saviano

Corrispondenti.net - ‎6 ore fa‎
E' stato arrestato l'avvocato casertano, Michele Santonastaso, il legale dei Casalesi che durante il processo di appello Spartacus lesse un proclama contro ...
 

Camorra: arresti eccellenti

Giornale Radio Rai - ‎6 ore fa‎
E' finito in manette questa mattina a Napoli il legale deil clan dei casalesi, che durante il processo Spartacus, avanzando l'istanza di ricusazione del ...
 

Arresto legale casalesi,attacco' Saviano

euronews - ‎6 ore fa‎
(ANSA) – NAPOLI, 28 SET – Arrestato l'avvocato Santonastaso,che durante il processo di appello Spartacus lesse un proclamacontro Roberto Saviano. ...
 

Camorra, in manette l'avvocato di Bidognetti

RomagnaOggi.it - ‎7 ore fa‎
NAPOLI - Corruzione aggravata, falsa perizia e falsa testimonianza. Con queste accusem nell'ambito di un'inchiesta sul clan dei Casalesi condotta dal pool ...
 

Arrestato avvocato Michele Santonastaso Lesse un proclama in aula ...

CasertaWeb - ‎7 ore fa‎
28.09.10 Santa Maria Capua Vetere - La Dia di Napoli ha arrestato, su ordine dei pm Antonello Ardituro, Francesco Curcio e Alessandro Milita, ...
 

Casalesi, false perizie: arrestato avvocato che lesse proclama ...

PUPIA - ‎7 ore fa‎
CASAL DI PRINCIPE. Gli uomini della Dia di Napoli hanno arrestato l'avvocato casertano Michele Santonastaso, che durante il processo di appello “Spartacus” ...
 
 

Dia arresta avvocato Michele Santonastaso, lesse il proclama ...

 
Caserta News - ‎49 minuti fa‎
 
 
- Michele Santonastaso, l'avvocato che durante il processo di appello Spartacus lesse un proclama contro Roberto Saviano, Rosaria Capacchione ed l'ex ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
P3, concessi i domiciliari a Martino
Restano in carcere Carboni e Lombardi


ROMA (28 settembre) - Il gip del tribunale di Roma, Giovanni De Donato, ha concesso gli arresti domiciliari ad Arcangelo Martino, arrestato nel luglio scorso perché coinvolto nell'inchiesta della procura di Roma sulla cosiddetta P3. La decisione del giudice è giunta dopo che i legali dell'ex consigliere comunale di Napoli, gli avvocati Giuseppe De Angelis e Simone Ciotti, avevano presentato una nuova istanza dopo che nelle scorse settimane il Gip si era opposto alla scarcerazione nonostante il parere positivo espresso dai pm che conducono l'inchiesta.

Martino, una delle figure chiave dell'inchiesta sulla presunta loggia segreta, era stato ascoltato venerdì scorso dal procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e dal sostituto Rodolfo Sabelli. Nel corso dell'interrogatorio l'imprenditore napoletano avrebbe confermato quanto detto nell'interrogatorio del 18 agosto scorso, durante il quale fece alcune ammissioni sull'organizzazione, e in particolare sulle manovre in Cassazione per favorire la Mondadori e su pressioni verso membri della Consulta per il Lodo Alfano. Martino avrebbe fornito chiarimenti su alcune intercettazioni e sulla rete di contatti su cui la presunta loggia segreta poteva contare. Ai magistrati, inoltre, avrebbe ribadito che "Cesare" era il nome in codice utilizzato nelle telefonato per indicare il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Degli arrestati dell'8 luglio scorso, restano dietro le sbarre l'imprenditore Flavio Carboni e Pasquale Lombardi.

Arcangelo Martino avrebbe anche detto che era Flavio Carboni a mantenere i rapporti con il sentore Marcello Dell'Utri e il coordinatore del Pdl, Denis Verdini. Il dato emerge nel provvedimento di tre pagine con il quale il Gip, Giovanni De Donato, motiva la decisione di concedere a l'imprenditore napoletano gli arresti domiciliari.

Scrive il giudice: «Era Flavio Carboni a mantenere i rapporti con il sentore Marcello Dell'Utri e il coordinatore del Pdl, Denis Verdini. Questo l'elemento che Arcangelo Martino, l'ex assessore del comune di Napoli arrestato nell'ambito dell'inchiesta sulla P3, avrebbe fornito ai magistrati romani nel corso degli interrogatori del 19 agosto e del 24 settembre. Il dato emerge nel provvedimento di tre pagine con il quale il Gip, Giovanni De Donato, motiva la decisione di concedere a l'imprenditore napoletano gli arresti domiciliari.

«Martino ha reso al pm dichiarazioni che lumeggiano alcuni aspetti dei fatti delittuosi in contestazione, ma ha chiaramente eluso il proprio effettivo ruolo in tali fatti; da una parte affermando quasi un suo ruolo inconsapevole, quasi strumentalizzato cinicamente dal Lombardi in particolare». Ma Lombardi, sottolinea, non è «viceversa uno strumentalizzatore dell'ingenuo Martino; dall'altro non smentisce i suoi stretti rapporti con Flavio Carboni e Marcello Dell'Utri, ma tende a configurare per Carboni il ruolo essenziale di tramite con Marcello Dell'Utri e Denis Verdini per scopi che chiarisce solo in parte».

In base a questo ragionamento il giudice ha respinto l'istanza di remissione in libertà per Martino ritenendola «infondata, in quanto in contrasto con le permanenti intense esigenze cautelari». A Martino il gip riconosce un «parziale riconoscimento» di «alcuni fatti di natura delittuosa e quindi quanto meno di messa in discussione dei suoi rapporti con l'ambiente in cui i fatti delittuosi sono maturati e si sono realizzati».

Il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e il pm Rodolfo Sabelli avevano dato il parere favorevole al ritorno in libertà di Martino. In forza di questo i difensori dell'ex consigliere comunale di Napoli, gli avvocati Simone Ciotti e Giuseppe De Angelis, sosterranno comunque istanza al riesame per l'annullamento dell'ordinanza di custodia emessa nel luglio scorso.

Il Messaggero

La Rassegna

P3, gip Roma concede domiciliari a Martino

Reuters Italia - ‎2 ore fa‎
ROMA (Reuters) - Il giudice per le indagini preliminari di Roma ha deciso la scarcerazione e la concessione degli arresti domiciliari per Arcangelo Martino, ...

P3:Martino,rapporti Carboni-Dell'Utri

ANSA.it - ‎3 ore fa‎
(ANSA) - ROMA,28 SET - Era Flavio Carboni a mantenere i rapporti con il senatore Dell'Utri e il coordinatore del Pdl, Verdini. Lo ha detto Arcangelo Martino ...

12:36 P3/ Martino: Carboni teneva i rapporti con Dell'Utri e Verdini

APCOM - ‎4 ore fa‎
Roma, 28 set. (Apcom) - Era Flavio Carboni ad avere rapporti stretti con Marcello Dell'Utri e Denis Verdini. E' questo il quadro che il gip del tribunale di ...

P3: gip concede domiciliari a Martino

ANSA.it - ‎5 ore fa‎
(ANSA) - ROMA, 28 SET - Il gip del tribunale di Roma ha concesso gli arresti domiciliari a Arcangelo Martino, arrestato perche' coinvolto nell'inchiesta ...

P3: GIP ROMA, AI DOMICILIARI ARCANGELO MARTINO

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎5 ore fa‎
(AGI) Roma - Inchiesta P3: il gip di Roma ha concesso gli arresti domiciliari all'imprenditore napoletano Arcangelo Martino. Era finito in carcere l'8 ...

Scandalo P3, per Martino arresti domiciliari

La Repubblica - ‎6 ore fa‎
L'ex consigliere comunale di Napoli, arrestato a luglio, alla fine di agosto aveva tentato il suicidio mentre era rinchiuso a Poggioreale. ...

P3/ Gip concede arresti domiciliari ad Arcangelo Martino -2-

Virgilio - ‎4 ore fa‎
Roma, 28 set. (Apcom) - Nell'ambito dell'inchiesta sulla cosiddetta P3 restano in carcere Flavio Carboni e Pasquale Lombardi. La concessione degli arresti ...

Inchiesta P3: Arcangelo Martino ha ottenuto gli arresti ...

Italia News (Blog) - ‎5 ore fa‎
Il Gip di Roma Giovanni De Donato ha accolto l'istanza della difesa e ha concesso all'imprenditore napoletano Arcangelo Martino gli arresti domiciliari. ...

P3/ Gip concede arresti domiciliari ad Arcangelo Martino

L'Unità - ‎6 ore fa‎
Roma, 28 set. (Apcom) - Il gip del tribunale di Roma, Giovanni De Donato, ha concesso gli arresti domiciliari all'imprenditore campano Arcangelo Martino. ...


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 28/09/2010 @ 17:35:20, in Politica, linkato 1420 volte)
Arrestati il sindaco di Riomaggiore
e il presidente delle 5 Terre

I provvedimenti riguardano Franco Bonanini e il primo cittadino di Riomaggiore, Gianluca Pasini


ANSA (28 settembre, 12:46) ROMA - Il sindaco di Riomaggiore Gianluca Pasini (a capo di una giunta di centrosinistra) e il presidente del Parco delle Cinque Terre Franco Bonanini (ex europarlamentare del Pd) , sono stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta condotta dalla squadra mobile di La Spezia e coordinata dalla procura spezzina per una serie di reati contro la pubblica amministrazione.

Secondo quanto si apprende, le accuse vanno dall' associazione a delinquere alla truffa ai danni dello Stato, dal falso all'abuso d'ufficio e alcuni episodi di concussione. Oltre al primo cittadino di Riomaggiore Gianluca Pasini e Franco Bonanini, presidente del Parco - dichiarato patrimonio dell'umanita' dall'Unesco - sono stati arrestati anche il comandante della polizia locale di Riomaggiore, il capo dell'ufficio tecnico. Complessivamente sono state emesse 8 ordinanze di custodia cautelare in carcere e 4 agli arresti domiciliari.

L'indagine della squadra mobile della Spezia, coordinata dal procuratore capo Monteverde e dal pm Lottini, ha preso il via nei primi mesi del 2010. Secondo quanto appreso, gia' a primavera, sulla scorta di alcune denunce e lettere anonime, erano state effettuate le prime perquisizioni di uffici comunali, del Parco e di alcuni professionisti privati collegati a pratiche edilizie.

Le indagini poi sono proseguite senza altri apparenti atti fino agli arresti che sono stati effettuati stamani poco dopo l'alba.

Tra i reati contestati a vario titolo al sindaco di Riomaggiore Gianluca Pasini e al presidente del Parco delle 5 Terre Franco Bonanini anche l'associazione a delinquere finalizzata alla truffa ai danni dello Stato .

ASSESSORE, BONANINI LAVORO' GRATIS - Ha lavorato gratuitamente per tre anni ''per amore e passione della sua terra'' in qualita' di presidente della agenzia regionale di promozione turistica ''In Liguria'' Franco Bonanini, arrestato oggi all'alba dalla squadra mobile della Spezia. Lo evidenzia l'assessore regionale ligure al turismo, Angelo Berlangieri, che ha lavorato come direttore dell'agenzia turistica per tre anni quando Bonanini ne era il presidente. L'assessore commenta stupito la notizia dell'arresto nei corridoi del consiglio regionale della Liguria dove sono in corso i lavori dell'assemblea: ''Sono sconcertato - afferma - l'arresto e' un fulmine a ciel sereno. Premetto che la magistratura deve fare le sue indagini e non spetta a me commentarle. Riguardo a Bonanini, devo pero' dire che abbiamo lavorato splendidamente per tre anni. L'ho conosciuto come una persona straordinaria, mi ha anche insegnato molte cose e i risultati ottenuti dall'agenzia sono anche merito suo, come merito suo sono i risultati turistici eccezionali raggiunti dalle Cinque Terre''. Angelo Berlangieri ricorda quindi che ''quando Bonanini era presidente di ''In Liguria'' non si e' mai preso gli emolumenti che gli spettavano. Per tre anni ci ha sempre detto che rinunciava perche' lavorava solo per aiutare la sua terra. Si vedeva - ha aggiunto l'assessore regionale Berlangieri - che era appassionato al suo lavoro. Anche il ministero dell'ambiente ha riconosciuto le sue qualita' e gli ha rinnovato la fiducia''.

PRESTIGIACOMO, STUPORE E SCONCERTO - ''Stupore e sconcerto'' sono stati espressi dal ministro dell'Ambiente, Stefania Prestigiacomo, per l'arresto di Franco Bonanini, presidente del parco nazionale delle Cinque terre. ''Bonanini, considerato da tutti persona di grande correttezza - afferma Prestigiacomo - e' stato l'artefice di un eccezionale sviluppo delle Cinque Terre, un territorio che ha saputo valorizzare al meglio la risorsa ambientale e costruire attorno ad essa crescita e benessere. Spero - conclude il ministro - che Franco Bonanini possa dimostrarsi in tempi brevi estraneo alle gravi accuse che gli vengono rivolte''.
 
MELANDRI (PD), NON SI PUO' CHE TRASALIRE - ''Non si puo' che trasalire nell'apprendere le notizie di stamani sul Parco delle Cinque Terre''. E' il commento dell'on. Giovanna Melandri (Pd) a proposito dell'arresto del presidente del Parco delle Cinque Terre Franco Bonanini. ''Bonanini - prosegue Melandri - ha, in questi anni, realizzato un lavoro straordinario per la costruzione di un modello di economia sostenibile nel Parco, tanto da divenire un'esperienza largamente apprezzata e riconosciuta a livello internazionale. Nel pieno rispetto del lavoro della magistratura, sono certa che Bonanini sapra' fugare ogni dubbio sul suo operato''.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 28/09/2010 @ 17:29:34, in Ambiente, linkato 2135 volte)
Solidarietà al dott. Celletti. L.M.

Investì un gatto e non lo soccorse,
il caso arriva in Cassazione

         

MILANO (10 settembre) - Investire un gatto e non prestargli i necessari soccorsi è reato. Lo sostiene il sostituto procuratore generale di Milano Sandro Celletti nel ricorso presentato alla Corte di cassazione contro il proscioglimento, disposto dal gup di Busto Arsizio (Varese) nei confronti di una donna che investì un gatto e poi impedì che venisse soccorso.

La parola ora passerà alla Corte di cassazione. La vicenda risale al 17 agosto del 2008. La donna, Maria Rosa C., 42 anni stava uscendo dal cortile di un'abitazione a Carate, quando investì accidentalmente un gatto. Due amiche che si trovavano in auto con lei volevano soccorrere l'animale agonizzante e portarlo da un veterinario. Ma Maria Rosa non ne volle sapere e il gatto morì due giorni dopo. Nei suoi confronti venne presentata una denuncia per maltrattamento di animali, finita al Gup di Busto Arsizio che dispose il proscioglimento. Contro questa decisione si è espresso il sostituto procuratore Celletti che ha deciso di ricorrere in Cassazione. Secondo il magistrato ricorrente infatti non ci sarebbe solo un maltrattamento di animali come contestato in primo grado ma un reato maggiore, avendo la mancanza di soccorsi portato alla morte del gatto.

Il Messaggero


... e dai commenti una nota d'interesse:

Dal 13 agosto è entrata in vigore con il nuovo codice della strada la norma per cui chi investe un animale da affezione o selvatico ha l'obbligo di soccorrerlo o chiederne il soccorso. In caso contrario l'ammenda va dai 389 ai 1.559 euro. Se non si è direttamente responsabili ma coinvolti nell'incidente, sempre in caso di negligenza, l'ammenda scende da 78 a 311 euro.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 28/09/2010 @ 17:03:51, in Economia, linkato 1385 volte)
Lodo Mondadori: entro 5 ottobre
richiesta integrazione Fininvest


MILANO (MF-DJ)--I giudici del processo d'appello sul Lodo Mondadori hanno deciso di fissare dei termini per il deposito di ulteriore documentazione da parte di Fininvest e di Cir, in seguito alla richiesta da parte della holding della famiglia Berlusconi di una integrazione della perizia tecnica depositata lo scorso 24 settembre.

Gli avvocati Fininvest hanno consegnato ai magistrati un'istanza che contiene 7 quesiti da sottoporre all'attenzione dei periti tecnici e si sono detti soddisfatti della consulenza che ha abbassato l'indennizzo definito dal giudice di primo grado.

Fininvest, che dovrebbe corrispondere alla Cir 440-490 milioni di euro, ha dichiarato che la perizia ha stabilito che la sentenza di primo grado "e' censurabile oltre nel quantum anche nel merito dei criteri per determinare il quantum".

Gli avvocati della Cir hanno spiegato di avere "ragioni di soddisfazione e di insoddisfazione", aggiungendo che faranno valere i "rilievi critici" rispetto alle valutazioni dei periti durante le "comparse finali". I giudici hanno concesso fino al 5 ottobre alla Fininvest per depositare l'istanza con le richieste di integrazione e poi fino all'11 ottobre alla Cir per depositare la replica. In un secondo momento decideranno se disporre un'integrazione tecnica o andare avanti nel procedimento red
 
(END) Dow Jones Newswires
September 28, 2010 08:25 ET (12:25 GMT)

La Rassegna

Lodo Mondadori: entro 5/10 richiesta integrazione Fininvest

Borsa Italiana - ‎2 ore fa‎
MILANO (MF-DJ)--I giudici del processo d'appello sul Lodo Mondadori hanno deciso di fissare dei termini per il deposito di ulteriore documentazione da parte di Fininvest e di Cir, in seguito alla richiesta da parte della holding della famiglia ...

Lodo Mondadori, Fininvest chiede integrazioni su consulenza d'ufficio

La Repubblica - ‎2 ore fa‎
(Teleborsa) - Roma, 28 set - Slittano i termini per il deposito di ulteriore documentazione da parte della Fininvest e della Cir. Lo hanno deciso, stamane, i giudici del processo civile d'appello sul Lodo Mondadori dopo la richiesta avanzata da parte ...

PUNTO1-Lodo Mondadori,5 ottobre richiesta integrazione Fininvest

Reuters Italia - ‎3 ore fa‎
MILANO, 28 settembre (Reuters) - I giudici del processo civile d'appello sul lodo Mondadori (MOED.MI: Quotazione) hanno deciso di fissare dei termini per il deposito di ulteriore documentazione della Fininvest e della Cir (CIRX. ...

Lodo Mondadori: continua lo scambio di carte

Trend-online.com - ‎2 ore fa‎
Proviamo a fare un po' il punto della situazione sul Lodo Mondadori. Stando a quanto ricostruisce Reuters i giudici del processo civile d'appello avrebbe deciso "di fissare dei termini per il deposito di ulteriore documentazione della Fininvest e della ...

LODO MONDADORI: CANNATELLI, ACCORDO DA 350 MLN? COLPO DI SOLE (RPT)

Agenzia di Stampa Asca - ‎2 ore fa‎
(ASCA) - Milano, 28 set - L'amministratore delegato di Fininvest, Pasquale Cannatelli, smentisce le indiscrezioni di stampa che hanno parlato di un accordo tra Fininvest e Cir per un risarcimento di 350 milioni a favore del gruppo di Carlo de Benedetti ...

Lodo Mondadori/ Fininvest a periti: Chiarire su 3 punti

Virgilio - ‎3 ore fa‎
Milano, 28 set. (Apcom) - Sono tre i punti sui quali Fininvest chiede ai periti di integrare il loro lavoro depositato il 24 settembre scorso nella causa sul lodo Mondadori. Gli avvocati del gruppo fondato da Silvio Berlusconi vogliono sapere le ...

Lodo Mondadori/ Legali Fininvest chiedono chiarimenti ai periti

Virgilio - ‎3 ore fa‎
Milano, 28 set. (Apcom) - I legali della Fininvest hanno chiesto alla Corte d'Appello di Milano la possibilità di sollecitare chiarimenti e integrazioni ai periti che nei giorni scorsi avevano depositato la consulenza sul lodo Mondadori, ...

Lodo Mondadori: ipotesi trattativa tra Cir e Finivest (MF)

Borsa Italiana - ‎8 ore fa‎
MILANO (MF-DJ)--All'indomani del deposito della perizia tecnica sul Lodo Mondadori, elaborata dalla commissione di professionisti (Luigi Guatri, Maria Martellini e Giorgio Pellicelli) e consegnata venerdi' 24 settembre alla 2* sezione civile della ...

LODO MONDADORI: FININVEST CHIEDE CHIARIMENTI SU CONSULENZA D'UFFICIO

Agenzia di Stampa Asca - ‎4 ore fa‎
(ASCA) - Milano, 28 set - Chiarimenti e integrazioni della consulenza d'ufficio disposta dai giudici della seconda corte civile d'appello di Milano nell'ambito del procedimento civile tra Cir e Fininvest sul cosiddetto Lodo Mondadori. ...

La nuova perizia su Cir aumenta la visibilità sui dividendi di ...

Milano Finanza - ‎27/set/2010‎
Cir (+0,27% a 1486 euro) resta vigile a piazza Affari dopo il rally di venerdì scorso in scia al deposito della perizia sul Lodo Mondadori. La nuova perizia ha accertato un danno per Cir, ma lo ha ridimensionato a 440-490 milioni di euro dai 750 ...

Mondadori, Fininvest contesta la perizia

il Giornale - ‎3 ore fa‎
Milano - Non è mai esistita una "proposta Fininvest" per la spartizione della Mondadori con Carlo De Benedetti: per questo la perizia ordinata dalla Corte d'appello di Milano nella causa tra il gruppo di Silvio Berlusconi e la Cir dell'Ingenere viene ...

Galassia De Benedetti attende importo indennizzo "Guerra di Segrate"

La Repubblica - ‎27/set/2010‎
(Teleborsa) - Roma, 27 set - Lievi prese di profitto sul titolo CIR, che lima a Piazza Affari lo 0,20% 1479 euro dopo la fiammata di venerdì in scia al deposito della perizia sul Lodo Mondadori. La notizia aveva mandato su di giri anche gli altri ...

Prove di intesa sul Lodo Mondadori (MF)

SoldiOnline.it - ‎7 ore fa‎
Il quotidiano finanziario indica che ci potrebbe essere una transazione, tra la Cir di De Benedetti e la Fininvest di Berlusconi, per chiudere il Lodo Mondadori, una vicenda che dura ormai da 20 anni. Secondo fonti ben infornmate una transazione ...

CIR: gli acquisti non si fermano. Equita SIM caldeggia lo shopping

Trend-online.com - ‎27/set/2010‎
Prosegue il buon momento in Borsa per CIR che anche quest'oggi continua a muoversi lungo il sentiero dei guadagni malgrado il poderoso rally di venerdì scorso. Il titolo, dopo aver concluso l'ultima sessione prima del week-end con un rialzo di oltre il ...

CIR in rosso in attesa sviluppi Lodo Mondadori

Teleborsa News - ‎5 ore fa‎
(Teleborsa) - Roma, 28 set - Andamento negativo per CIR, che cede a Piazza Affari oltre un punto percentuale a 1,48 euro dopo la buona performance messa a segno la vigilia. E mentre si attendono sviluppi sulla perizia del Lodo Mondadori, ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 

Sulla natura dei fatti, del periodo e delle attribuzioni all'ex capo del Sisde io non mi posso pronunciare. Salvo "accapponare" di fronte allo spettro del "segreto di Stato", sempre presente e fin troppe volte usato contro la giustizia. Sulle dichiarazioni di Ciancimino, personalmente e perché date per interposta persona, attribuisco maggior credito a quanto viene dall'intellighentia del "popolo della rete". L.M.

Al processo per favoreggiamento alla mafia dell'ex capo del Sisde

Gen. Mori: «Le presunte lettere di Ciancimino sono falsi creati da suo figlio»

«Incoerenze ortografiche ed evidenti manipolazioni» nella missiva indirizzata a Berlusconi

PALERMO - Le presunte lettere di Vito Ciancimino sono falsi creati ad arte da suo figlio Massimo per avvalorare le sue tesi. Lo sostiene il generale Mario Mori, processato per favoreggiamento alla mafia, indicato dal figlio dell'ex sindaco di Palermo come protagonista della trattativa tra Stato e mafia insieme al colonnello Mauro Obinu. In particolare l'ex direttore del Sisde ha evidenziato a suo dire «incoerenze ortografiche ed evidenti manipolazioni» nella lettera attribuita a Vito Ciancimino e indirizzata a Silvio Berlusconi. Secondo il generale, Massimo Ciancimino grazie a programmi informatici avrebbe aggiunto a manoscritti del padre pezzi ulteriori, in questo modo creando un documento diverso, così come avrebbe fatto con alcuni «pizzini» che il padre avrebbe scritto al boss Provenzano.

NUOVA AUDIZIONE - Intanto il pm Antonino Di Matteo ha chiesto una nuova audizione di Massimo Ciancimino su una lettera consegnata dallo stesso alla procura che sarebbe stata scritta dal padre e indirizzata all'ex governatore della Banca d'Italia, Antonio Fazio. Le difese di Mori e di Obinu si sono opposte alla nuova audizione.

DEPOSIZIONE FERRARO - Dopo il generale Mori, ha deposto l'ex direttore degli affari penali Liliana Ferraro. «Il capitano De Donno mi disse che bisognava fare di tutto per prendere gli assassini di Falcone. Si ricordava di avere conosciuto il figlio di Ciancimino e che forse valeva la pena contattare il padre per vedere se era disponibile a una collaborazione», ha detto Ferraro. L'ex magistrato ha affermato di non ricordare se «De Donno aveva già preso contatto o meno con Massimo Ciancimino». De Donno avrebbe chiesto alla Ferraro se fosse il caso di parlarne con l'allora ministro della Giustizia, Claudio Martelli, ma «io gli dissi che forse era il caso di parlarne con Paolo Borsellino». La deposizione di Liliana Ferraro è decisiva per datare l'inizio della trattativa tra Stato e mafia. «Non ricordo la data precisa, ma credo che il dialogo avvenne una settimana prima del 28 giugno 1992», ha detto Ferraro. Se il funzionario confermasse la data indicata da Martelli - giugno 1992 - smentirebbe Mori che colloca l'inizio dei suoi rapporti con Vito Ciancimino dopo la strage di via D'Amelio. Inoltre se Ferraro confermasse di aver riferito a Borsellino degli incontri tra il Ros e l'ex sindaco, significherebbe che Borsellino avrebbe appreso della trattativa prima della sua morte. Ciò darebbe corpo alla pista secondo la quale il giudice venne ucciso proprio per evitare che potesse opporsi alla decisione dello Stato di scendere a patti con la mafia.

Redazione online
28 settembre 2010
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 28/09/2010 @ 06:42:54, in Sindacato, linkato 1306 volte)


La Repubblica pubblica in anteprima il video dello spot censurato della trasmissione "Parla con me" condotta da Serena Dandini.

Nello spot una parodia del direttore del Tg1, interpretato da Max Paiella, che si conclude con un magistrale "infarto" del finto Minzolini alle parole della Dandini "... intanto mi faccio Mentana".

"... intanto mi faccio Mentana".

Voi non sentite rizzare i capelli in testa? Io si, ed è un fenomeno che mi attanaglia sempre quando incontro sul mio cammino una "normalizzazione" dei concetti di "prostituzione" e di "mercificazione della Donna".

Siamo l'Italia delle professioni e dell'indotto economico dalle tematiche dell'antiberlusconismo, ed il baratro è che qualcuno c'è addirittura diventato ricco con questo anche se sappiamo che negli entourage in qui girano molti "quattrini" ogni bene è commercializzabile, ivi compresi i "corpi".

Quello che non è commercializzabile è il rigore della "morale", la vostra personale consapevolezza morale, se ne avete una.

Il femminismo è morto e sepolto nelle parole della Dandini, non solo a causa del Gabibbo, perché dalle gemelle Kessler in poi alla tv di gambe e vallette in tutte le salse ne abbiam viste. Ma proprio per questo, per celebrare il ricordo del compianto estinto, sarebbe interessante leggere il CUD e quanto guadagna la "Serena nazionale".

Sono convinta che viste le cifre, la domanda "Chi ti sei fatta?" sorgerebbe spontanea in più e più "teste" ancora funzionanti. Purtroppo, grazie al martellamento della normalizzazione dei concetti di prostituzione, le teste utili sono rimaste proprio poche poche.

Per carità, Minzolini merita. Merita perché guadagna come Santoro e la Dandini e come loro gestisce la "cosa pubblica". Due facce della stessa medaglia.

Ed un "calcistico" due a uno.

L.M.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 27/09/2010 @ 19:31:20, in Magistratura, linkato 1394 volte)
GIUSTIZIA: ASSEMBLEA LEGALI E PM A MESSINA,
ALFANO RISPETTI IMPEGNI


18:55 27 SET 2010

(AGI) - Messina, 27 set. - "Il sistema giustizia a Messina e' un caso unico negativo nel panorama giudiziario italiano". Ad affermarlo e' Francesco Marullo di Condojanni, presidente dell'Ordine degli avvocati di Messina, durante l'affollato incontro con colleghi, magistrati e stampa. Da tempo il consiglio dell'ordine sollecita interventi per adeguare la pianta organica dei magistrati a quello che e' il reale carico della Giustizia nella nostra citta'.

Molti sono stati gli incontri che l'Ordine ha promosso con la deputazione messinese e il ministro della Giustizia, "proprio perche' Messina non sia dimenticata nell'assegnazione di nuovi magistrati, non solo a copertura dei posti vacanti, ma anche ad integrazione dell'organico esistente". Una situazione diventata ancora piu' allarmante, come ha detto Marullo, "in relazione alle recenti notizie, ancora non ufficiali, secondo le quali Messina non figura tra le sedi per le quali il ministero ha previsto un aumento della pianta organica dei magistrati destinati al Tribunale".

Un incontro, quindi, voluto, per informare l'opinione pubblica sulla condizione critica in cui versa il Tribunale di Messina e per sollecitare un intervento immediato da parte del ministro Angelino Alfano, e della deputazione locale, ai quali il presidente Marullo ha inviato una lettera di protesta, nella quale si lamenta il "mancato rispetto degli impegni assunti" da parte del guardasigilli che, in passato, ha piu' volte affermato di voler concretamente considerare la situazione del Tribunale di Messina.

Presente anche il presidente del Tribunale Giovanni Battista Macri': "I dati numerici, scaturiti dalle analisi condotte nel confronto con le altri sedi italiane, - ha ribadito - sia in riferimento al carico di lavoro dei singoli magistrati, sia in rapporto allo squilibrio numerico tra magistratura inquirente e giudicante, fanno del Tribunale di Messina un caso unico. Ci dovrebbero essere almeno sessantadue giudici. Inoltre la procura distrettuale ha un numero di sostituti a cui non corrisponde un adeguato numero di giudici: 24 pm rispetto a quarantotto magistrati in totale".

Marina Moleti, presidente della giunta sezionale dell'Anm, ha evidenziato che l'insufficienza della pianta organica dei magistrati non permette di garantire risposte di giustizia in tempi ragionevoli: "I carichi di lavoro per i giudici sono eccessivi. E' gia' difficile far fronte alle sopravvenienze. E' necessario non solo l'aumento di organico dei magistrati, ma anche quello del personale amministrativo". (AGI) Mrg
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 27/09/2010 @ 18:41:37, in Varie, linkato 1409 volte)

BOSSI, ALEMANNO: SUPERATO IL SEGNO.

SCRIVERÒ A BERLUSCONI PERCHÉ INTERVENGA  

 
«Questa volta Bossi ha veramente superato il segno. Non solo ha insultato la Roma di oggi, ma anche quella del passato rispolverando una vecchia battuta da fumetto.
Oggi stesso scriverò al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, per chiedere che intervenga presso i Ministri del suo Governo affinché tengano un atteggiamento istituzionale e politico più consono alla loro carica e più rispettoso del ruolo di Roma Capitale e della dignità dei romani».

Lo dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Leggi la Lettera di Alemanno a Silvio Berlusconi


e dal PD ...

Bossi. Franceschini,
Pd presenterà mozione di sfiducia individuale



Dichiarazione on. le Dario Franceschini, presidente dei deputati Pd

“Le parole del ministro Bossi su Roma e i romani definiti “porci” hanno superato ogni soglia di tollerabilità e anche nelle reazioni non si può  continuare a catalogarle nella categoria delle parole sfuggite o di cattivo gusto ma bisogna recuperare la capacità di reagire nelle sedi istituzionali proprie quando un ministro della Repubblica offende lo Stato, le istituzioni e il ruolo stesso che ricopre pro-tempore. Ne abbiamo parlato con Bersani e Anna Finocchiaro questo pomeriggio e domani mattina proporrò alla presidenza del gruppo di presentare una mozione di sfiducia individuale al ministro Bossi. In questo modo l’aula e ogni singolo parlamentare di maggioranza e di opposizione dovranno pronunciarsi individualmente con l’appello nominale sulla conciliabilità delle parole di Bossi e  il suo ruolo di ministro.”

Roma, 27 settembre 2010

***

BOSSI; DICE AI GIOVANI DI
SOSTITUIRE LA STORIA CON ASTERIX


dichiarazione della senatrice Mariapia Garavaglia (PD)

"È estremamente sgradevole che Bossi, da una sede come le selezioni per Miss Padania, s'abbandoni a volgarità senza limiti. Piaccia o meno, la Val Padana nasce grazie alla colonizzazione dei romani che hanno fondato le principali città del Nord. Attaccare Roma, oltre che un atto becero, significa non conoscere proprio nulla di quelle radici che ogni giorno la Lega dichiara di voler salvaguardare". Lo dichiara la senatrice del PD Mariapia Garavaglia a proposito delle dichiarazioni del ministro Umberto Bossi.
"Ancora più preoccupante però, a giudicare dalle immagini televisive, - prosegue Garavaglia - è stato l'applauso e le risate dei giovani presenti. Mi chiedo quale sia il loro curriculum scolastico e soprattutto a che tipo di cultura possano aspirare se l'esempio che gli viene proposto da un ministro è quello di fare riferimento per la storia a un fumetto, seppure intelligente e ironico, come Asterix".

Roma 27 settembre 2010

***

Bossi: Fogliardi (Pd),
alza i toni per nascondere il fallimento politico



“Bossi adopera una tattica vecchia: alzare i toni con sparate demenziali per nascondere i fallimenti della politica leghista. Dalle ronde al federalismo fiscale hanno consegnato al nord una serie di scatole vuote condite da dichiarazioni e chiacchiere. Ma il gioco ormai ha stufato. Gli italiani, anche quelli del nord, se ne stanno accorgendo”.
Lo ha dichiararlo il deputato del Pd Giampaolo Fogliardi.
“La vera porcata, per rimanere affini alla poetica del Ministro Bossi, è – prosegue Fogliardi - la legge elettorale preparata dal leghista Calderoli che ha tolto ai cittadini il diritto di esprimersi  ed ha consegnato il Paese all'instabilità. Peccato che i leghisti fossero tutti presenti a Roma al momento di respingere la richiesta della magistratura di utilizzare le intercettazioni per indagare su Nicola Cosentino, il deputato del Pdl  accusato di collusione con la camorra. Perché Bossi – conclude Fogliardi - non racconta questo nelle feste padane invece di offendere i cittadini romani?”.

Roma, 27 settembre 2010
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503
Ci sono  persone collegate

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










25/08/2019 @ 14.25.57
script eseguito in 485 ms