Immagine
 disoccupazione... di Lunadicarta
 
"
La Morandi coltiva soltanto due miti, due persone che perseguono la Giustizia come obiettivo ultimo delle proprie azioni: Armando Spataro e Don Fortunato Di Noto.

Loredana Morandi
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Collegamenti “on line” con gli uffici giudiziari
per agevolare l’utenza del Comprensorio di Modica


12 nov 2010 ore 14:12:31
Saro Cannizzaro

Si chiama “Progetto Filodiritto”, ed è uno dei due progetti presentati dal Tribunale di Modica ed appena finanziati con 725 mila euro, la cui candidatura è stata presentata dal presidente Giuseppe Tamburini, dal magistrato Lucia De Bernardin e dal direttore Filippo Pasqualetto. Punta a sopperire alla carenza di personale.

Il progetto sarà guidato dal Presidente nella qualità di Capo dell’Ufficio e dal responsabile della Segreteria che coordinerà sia le attività interne, con l’ausilio dei responsabili dei settori Civile , Penale, Esecuzioni e Fallimentare, che quella con gli enti locali ed enti intermedi che partecipano al progetto. Saranno coinvolti quattro Funzionari C2, due cancellieri C1, due Cancellieri B3 e due operatori B2 . I servizi e gli uffici interessati alle attività previste di analisi e riorganizzazione saranno Presidenza e Segreteria, Volontaria, Civile, Esecuzioni Immobiliari e Fallimentare e Penale.

Gli specifici obiettivi che si vogliono raggiungere nella fase di realizzazione del progetto sono la possibilità di collegamento veloce e certificato con l’utenza e gli enti che interagiscono con il Tribunale. Nella sostanza si tratta di un progetto che tende, in particolare, ad alleviare i tempi logistici ed anche di percorrenza per l’utenza.

Ci dovrà essere la collaborazione degli enti locali dei quattro Comuni del Comprensorio che dovrebbero mettere a disposizione un ufficio ed un impiegato al quale l’utenza si può rivolgere per ottenere un certificato di natura giudiziaria. Il personale addetto, attraverso un sistema on line sarà collegato con gli uffici del Tribunale che rilasceranno il documento richiesto. Praticamente un cittadino di Pozzallo, ad esempio, anziché venire a Modica per un certificato giudiziario, potrà rivolgersi direttamente all’ufficio comunale della propria città per ottenerlo.

http://www.radiortm.it/2010/11/12/collegamenti-on-line-con-gli-uffici-giudiziari-per-agevolare-lutenza-del-comprensorio-di-modica/
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 14/11/2010 @ 16:52:57, in Magistratura, linkato 1512 volte)
Magistrati

Vietti a Napoli: Giustizia civile, grave stato

Il vicepresidente del Csm visita gli ex uffici giudiziari di Castelcapuano in occasione della giornata europea. Al centro dell'incontro la durata dei processi che costa all'Italia 4,2 miliardi: in media ci vogliono 533 giorni per arrivare a una sentenza definitiva

Erika Terminio

Al palazzo di giustizia di Napoli i protagonisti del processo civile si confrontano sul delicato tema della ragionevole durata del processo. Magistrati, avvocati e accademici si interrogano sulla predisposizione di una nuova "macchina di giustizia" con cui rispondere fattivamente alla crisi che lacera la giustizia italiana. L'occasione è stata la celebrazione della giornata europea della giustizia civile. L'incontro si è svolto pressso la sala Arengario del Tribunale di Napoli. Presenti il presidente della Corte, Antonio Buonajuto, l'avvocato generale Luigi Mastrominico, il presidente del Tribunale Carlo Alemi, il giudice Raffaele Sabato, l'avvocato Nunzio Rizzo, il consigliere della Suprema Corte di Cassazione Renato Rordorf, il docente di diritto processuale civile presso l'Università Federico II di Napoli, Giuseppe Olivieri, il giudice della Corte Costituzionale, Alessandro Criscuolo. Presente anche il vice presidente del Csm, Michele Vietti, che ieri mattina ha visitato gli ex uffici giudiziari di Castelcapuano accompagnato da Mastrominico e dal procuratore aggiunto Aldo De Chiara. Tema centrale dell'incontro la ragionevole durata del processo. I dati forniti dalla Commissione Europea della Giustizia relativi all'anno giudiziario 2008/2009, riportati nel corso del convegno dal giudice Raffaele Sabato, forniscono un quadro chiaro della situazione: la giustizia è costata all'Italia 4,2 miliardi. Ma a tale spesa non sono corrisposti proporzionali tempi di esaurimento del processo: in media ci vogliono 533 giorni per arrivare a sentenza definitiva - a differenza, ad esempio, della Francia dove ce ne vogliono solo 286. Altro dato significativo è quello riguardante la conclusione di un processo di divorzio contenzioso -ovvero quello richiesto su istanza di uno solo dei due coniugi: in Danimarca basterebbero 153 giorni, in Italia se ne devono attendere in media 682. Nonostante questo, in Italia è stato stimato vi siano in media 345 professionisti (da intendersi come l'insieme di sostituti procuratori, giudici ed avvocati) ogni 100mila abitanti: un rapporto che in Francia si abbassa a 101 e in Svezia addirittura a 71. Sabato riporta anche la nota positiva: "Nella giustizia penale il rapporto tra casi finiti e casi ricevuti è ad un livello altissimo, al pari di Svizzera e Francia".
Il problema è strutturale: "La coperta è corta: ci sono 1.200 scoperture ed entro la fine di questo mese andranno in pensione tra i 350 e i 500 magistrati" dice Alessandro Pepe, giudice napoletano e presidente della IX commissione del Consiglio Superiore della Magistratura.
Michele Vietti, vicepresidente del Csm, concludendo i lavori si è detto "particolarmente colpito dalla bellezza, seppur degradata" di Castel Capuano."" la metafora delle difficoltà dello stato della nostra giustizia. La nostra sfida è coniugare la tradizione alle efficienze. La risposta intempestiva di giustizia, non è giustizia". Per Vietti "La giustizia civile avrebbe bisogno di poche, piccole, ma incisive riforme e una di queste dovrebbe riguardare il sistema delle notificazioni''.

Il Denaro - num. 215 - pag. 38

La Rassegna

Giustizia: Vietti (Csm), grave situazione nel processo civile

Libero-News.it - ‎12/nov/2010‎
oma, 12 nov. (Adnkronos) - Il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura Michele Vietti ha visitato gli uffici giudiziari di Napoli, ...

Vietti a Napoli: Giustizia civile, grave stato

Il Denaro - ‎13/nov/2010‎
Al palazzo di giustizia di Napoli i protagonisti del processo civile si confrontano sul delicato tema della ragionevole durata del processo. ...

Giustizia/ Vietti: A fine novembre scoperti 1.500-1.600 posti

Virgilio - ‎12/nov/2010‎
Napoli, 12 nov. (Apcom) - I posti scoperti negli uffici giudiziari potranno essere tra i 1.500 e 1.600 entro la fine di novembre. Una situazione grave che ...

Ruby: Vietti, Csm ha gia' parlato

euronews - ‎12/nov/2010‎
(ANSA) – NAPOLI, 12 NOV – 'Quello che doveva dire il Csm, lo hadetto con i suoi atti scritti ieri'. Questa la dichiarazione delvice presidente del Consiglio ...

Giustizia, Vietti: "Una fondazione per salvare Castel Capuano"

www.lunaset.it - ‎12/nov/2010‎
Visita negli ex uffici giudiziari di Castel Capuano a Napoli del vice presidente del Consiglio superiore della magistratura Michele Vietti. ...

IMPRESE:VIETTI (CSM),ITALIA ALL'AVANGUARDIA IN DIRITTO SOCIETARIO

Diritto-oggi - ‎11/nov/2010‎
(AGI) - Napoli, 11 nov. - Il registro delle imprese si dimostra uno strumento efficace per accertare la trasparenza delle imprese. ...

Giustizia, il vice presidente del Csm Vietti in visita a Castel ...

www.lunaset.it - ‎11/nov/2010‎
(11 Novembre) - Visita agli uffici giudiziari di Napoli e incontro con i vertici delle toghe, domani, per il vicepresidente del Csm Michele Vietti. ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 14/11/2010 @ 09:06:05, in Indagini, linkato 1295 volte)
Domenica 14 novembre 2010:
44 Minacce di Morte per Lory



Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente. (Bertolt Brecht)

AVVERTENZA: NON ACCETTATE SCRITTI MIEI PRIVI DEI RELATIVI ALLEGATI


Questa mattina le minacce di morte a me rivolte sono già 44. il numero non dice molto perché hanno fatto sicuramente di peggio e con lo stesso metodo hanno minacciato mia figlia quindicenne,  occasione questa nella quale sono stati da me denunciati.



La ragione del mio scritto deriva dalla necessità di disvelare la mistificazione di una apparente new entry, che invece è la re-entry di una persona legata al pedofilo definito in carcere Sergio Murolo, il cyberstalking che agiva ai miei danni anche con il raggiro di persone innocenti e inconsapevoli del suo stato di recluso agli arresti domiciliari.

La persona che appare nello screenshot invece appartiene alla classificazione delle persone che: sapevano tutto allora. E ancora oggi, stante siano visibili ad occhio nudo i reati contro la mia persona, proseguono nell'opera di ingannare le persone con la mistificazione cui hanno lavorato fin dall'estate 2009 ad oggi:

Quando l'uomo, pur definito in Cassazione e in carcere il pedofilo, ha intrapreso l'opera di mistificazione e apologia per celare agli occhi della popolazione di Facebook la reale entità dei danneggiamenti prodotti dal cyberpedofilo Sergio Murolo, di cui attraverso queste pagine finalmente conoscete la vera storia.

Da questo screen shot si può rilevare quello che l'uomo pubblica e "come legge" in tempo reale il mistificatore. Da notare: il consueto template verde del blog Biagioquotidiano, già documentato alla Autorità Giudiziaria:




clicca per allargare l'immagine


Lo screenshot che segue, invece, è l'originale. Cioè la fotografia della pagina intera, esattamente come si trova in rete a questo indirizzo url.

Ironia della sorte, in questi ambienti si "amano" tutti, per questo infatti gli scritti che potete leggere  al link sopra e di seguito  in immagine resteranno lì a dimostrare il passaggio di questa re-entry, "per sempre". Un po' come i pizzini "fotocopiati" del Ciancimino, solo che qui è il porno stalker assoldato da SessoChannel a copertura dello scandalo UniNapoli, che reiterando il reato tenta di legare a lui per sempre gli altri rei di peso sociale più rilevante.

L'ORIGINALE - clicca per allargare l'immagine (*)




(* legenda: ho evidenziato nel riquadro nero lo screen ritagliato contenente il numero delle minacce di morte che potete vedere sopra, nei riquadri rossi sono evidenziati gli scritti e i link appartenenti all'uomo).

Nota Bene: dallo scritto si evince che all'uomo non sfugga affatto la peculiarità dell'utilizzo ai miei danni del nomignolo "Lury", ovvero la deturpazione del mio diminutivo "Lory" associata all'insulto "lurida" diretto alla sottoscritta. Segno evidente questo dei "ritrovati rapporti" con la crew di post produzione illegale del peer to peer capitanata dal porno attore prezzolato.

Ai sensi dell'articolo 21 della Costituzione della Repubblica italiana e per i diritti e i doveri in esso ricompresi , nonché a mia (figli, famiglia, amici e artisti anche quanto magistrati) e vostra tutela, informo TUTTI i miei lettori che:

L'uomo è un agente di Polizia.

Per i pubblici uffici e per i poteri a LUI conferiti dallo Stato, nel cittadino sorge l'obbligatorietà alla denuncia come previsto e descritto ai sensi dell'articolo 364 del codice penale.

E' fatto certo che l'uomo, a me totalmente sconosciuto e avente già espresso il desiderio di usarmi violenza con le percosse nel novembre 2009 (clicca qui per vedere il documento in immagine), sia dotato di armi.

Tutto in Milano, addì 14 novembre 2010.

Loredana Morandi
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 12/11/2010 @ 18:35:27, in Osservatorio Famiglia, linkato 1404 volte)


Caso Orlandi, sarà riaperta

la tomba del boss De Pedis


Caccia ai segreti sulla ragazza scomparsa quasi trent'anni fa


ROMA - La tomba di Renato De Pedis, il boss della Banda della Magliana ucciso il 2 febbraio 1990 e sepolto nella basilica di Santa Apollinare, a Roma, sarà probabilmente aperta. In procura, dove si indaga sulla scomparsa di Emanuela Orlandi, avvenuta nel 1983, non trapelano indiscrezioni, ma l’eventuale apertura del sepolcro, secondo quanto si è appreso, appare sempre più vicina alla luce di quanto sta emergendo dalle indagini. L’eventuale riapertura della tomba servirebbe agli inquirenti per cercare possibili elementi utili per il prosieguo degli accertamenti e per rafforzare il collegamento tra la scomparsa della ragazza e De Pedis, indicato dall’ex amante Sabrina Minardi come l’esecutore del rapimento e il responsabile dell’occultamento del cadavere.

Alla probabile iniziativa della procura non potrebbero opporsi nè il Vaticano, poichè la basilica di Santa Apollinare non è da considerarsi extraterritoriale, nè i familiari di De Pedis.

Lo spunto per l’apertura della tomba è arrivato, tra l’altro, da una telefonata anonima fatta alla redazione di «Chi l’ha visto?» alcuni anni fa: «Se volete saperne di più su Emanuela Orlandi, guardate nella tomba di De Pedis» disse lo sconosciuto. Secondo i risultati di una perizia fonetica l’anonimo sarebbe il figlio di una persona legata alla banda della Magliana e in particolare a «Renatino». Ad ogni modo, quel riferimento è stato oggetto di quesiti posti dal procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e da sostituto Simona Maisto, titolari degli accertamenti, a vari testimoni ascoltati negli ultimi tempi. E nel corso di questi atti istruttori sarebbero emersi ulteriori spunti investigativi.

Per la scomparsa della Orlandi, all’epoca dei fatti quindicenne, sono indagate quattro persone; Sergio Virtù, 49 anni, Angelo Cassani, 49 anni, detto «Ciletto», Gianfranco Cerboni, 47 anni, detto «Giggetto», e Sabrina Minardi.

La Stampa

La Rassegna

Caso Orlandi, i pm pronti alla riapertura della tomba di De Pedis

Libero-News.it - ‎9 minuti fa‎
l mistero di Emanuela Orlandi, forse, potrà essere sciolto presto. Gli inquirenti che indagano da 27 anni sulla scomparsa della ragazzina, figlia di un funzionario del Vaticano, sono pronti a un passo molto importante: l'apertura della tomba di Renato ...

Caso Orlandi: verso la riapertura della tomba di De Pedis (2)

Libero-News.it - ‎11 minuti fa‎
(Adnkronos) - Attraverso l'apertura della tomba di De Pedis gli inquirenti sono alla ricerca di elementi utili per proseguire gli accertamenti sulla pista che e' stata seguita ormai da diverso tempo e cioe' dell'esistenza di un collegamento tra la ...

Caso Orlandi, probabile l'apertura della tomba di De Pedis

Reuters Italia - ‎14 minuti fa‎
ROMA (Reuters) - L'inchiesta sulla scomparsa di Emanuala Orlandi, avvenuta nel 1983, uno dei misteri più longevi in Italia, potrebbe arrivare preso all'atteso punto di svolta: l'apertura della tomba di Renato De Pedis, detto "Renatino", il capo della ...

Orlandi: verso riapertura tomba De Pedis

ANSA.it - ‎11 minuti fa‎
(ANSA) - ROMA 12 NOV - La tomba di Renato De Pedis, detto Renatino, il boss della Banda della Magliana sepolto nella basilica di Santa Apollinare, a Roma, sara' probabilmente aperta. In procura, dove si indaga sulla scomparsa di Emanuela Orlandi ...

Caso Orlandi: verso la riapertura della tomba di De Pedis

Il Tempo - ‎9 minuti fa‎
Roma, 12 nov. (Adnkronos) - I segreti che ancora circondano la scomparsa di Emanuela Orlandi, avvenuta il 22 giugno del 1983, potrebbero essere in parte dissipati dall'apertura della tomba di Renatino De Pedis, morto il 2 febbraio del 1990 e sepolto ...

Orlandi: verso riapertura tomba De Pedis

euronews - ‎3 minuti fa‎
(ANSA) – ROMA 12 NOV – La tomba di Renato De Pedis, dettoRenatino, il boss della Banda della Magliana sepolto nellabasilica di Santa Apollinare, a Roma, sara' probabilmenteaperta. In procura, dove si indaga sulla scomparsa di EmanuelaOrlandi avvenuta ...

SEQUESTRO ORLANDI: TOMBA DE PEDIS VERSO RIAPERTURA

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎30 minuti fa‎
(AGI) - Roma, 12 nov. - Dalla tomba gli inquirenti sperano di trovare elementi utili che diano ulteriore sostegno all'ipotesi di un collegamento tra la scomparsa della ragazza e De Pedis, indicato dall'ex amante Sabrina Minardi come l'esecutore del ...

SEQUESTRO ORLANDI: TOMBA DE PEDIS VERSO RIAPERTURA

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎30 minuti fa‎
(AGI) Roma - Caso Orlandi: sara' probabilmente aperta in tempi brevi la tomba di Renato De Pedis, boss della banda della Magliana. In procura, dove si indaga sulla scomparsa di Emanuela Orlandi, avvenuta nel 1983, non trapelano indiscrezioni, ...

Emanuela Orlandi/ Sarà probabilmente aperta tomba De Pedis ...

DailyBlog.it (Blog) - ‎39 minuti fa‎
Roma, 12 nov. (Apcom) – Potrebbe venire aperta la tomba di Enrico De Pedis nella basilica di Sant'Apollinare, a Roma. L'accertamento si svolgerebbe nell'ambito dell'inchiesta sulla scomparsa di Emanuela Orlandi. Il passaggio rafforzerebbe il legame tra .
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Dopo le quattro raccolte nei giorni scorsi

Abusi all'asilo di Pinerolo, piovono denunce per i maltrattamenti ai bambini


Torino - (Adnkronos) - Altre sei famiglie si sono presentate dai carabinieri. A supporto delle accuse ci sarebbero anche dei video. Le tre educatrici indagate con ogni probabilità verranno ascoltate dalla magistratura a metà della prossima settimana. I precedenti
Torino, 12 nov. (Adnkronos) - Nuove denunce per maltrattamenti sono state raccolte questa mattina dai carabinieri di Pinerolo che ieri avevano posto sotto sequestro l'asilo nido 'Il Paese delle Meraviglie' e denunciato tre educatrici con l'accusa di maltrattamenti nei confronti dei piccoli ospiti, di età compresa tra i pochi mesi e i 3 anni.

Dopo le quattro denunce raccolte nei giorni scorsi, questa mattina altre sei famiglie si sono presentate dai carabinieri. Si tratta di genitori di bambini tra i 18 mesi e i 3 anni che hanno confermato quanto già denunciato da altri genitori e cioè che i loro figli manifestavano crisi di pianto quando dovevano entrare all'asilo e anche paura del buio.

Secondo le accuse, le tre educatrici, che sono state indagate e che con ogni probabilità verranno sentite a metà della prossima settimana dalla magistratura pinerolese, avrebbero maltrattato i piccoli ospiti e a supporto delle accuse ci sarebbero anche dei video che secondo gli inquirenti avrebbero rilevanza probatoria.

La Rassegna

Asilo di Pinerolo. "Minacce di morte alle maestre"

Tg1 - www.tg1.rai.it - ‎5 minuti fa‎
Lo ha riferito il legale delle tre maestre accusate di avere maltrattato i piccoli e di averli costretti a mangiare il cibo vomitato. ...

ASILO PINEROLO, INDAGINE PARTITA DA UNA LITE FRA EDUCATRICE E MAMMA

CNR Media - ‎15 minuti fa‎
Tutto è partito da uno scambio di querele fra una madre che denunciava abusi e un'educatrice. Il legale delle maestre accusa: minacciate di morte. ...

Minacce di morte alle maestre di Pinerolo

RaiNews24 - ‎32 minuti fa‎
Le maestre indagate per l'asilo di Pinerolo (Torino) posto sotto sequestro dai Carabinieri hanno ricevuto minacce di morte. Lo ha detto il legale delle tre ...

TORINO, PINEROLO: ASILO NIDO DEGLI ORRORI / Pinerolo, bambini ...

UnoNotizie.it - ‎49 minuti fa‎
Bambini maltrattati nell' asilo di Pinerolo, ultime notizie Torino, Pinerolo - Si chiama il Paese delle Meraviglie, ma di meraviglioso aveva ben poco per i ...

Video dell'asilo nido di Pinerolo, bimbi picchiati e insultati

Ultime Notizie - ‎50 minuti fa‎
Si chiamava Il paese delle Meraviglie. Da fuori sembrava un castello incantato. Sicuro. Accogliente. Dentro invece succedeva di tutto. ...

Asilo degli orrori: sindaco di Pinerolo parte offesa

ZipNews - ‎1 ora fa‎
”Questa vicenda rischia di offuscare l'eccellenza e la quantità di servizi all'infanzia che la città di Pinerolo offre ai minori”. Lo ha detto Paolo Covato, ...

La violenz sui bambini di Pinerolo

Notizie news (Blog) - ‎1 ora fa‎
Sono bimbi da 6 mesi a tre anni e frequentavano l'asilo privato, “Nel Paese delle Meraviglie”, che è ora sotto sequestro da parte della magistratura: il ...

Asilo degli orrori, denunce da sei famiglie

Libero News - ‎2 ore fa‎
PINEROLO (TORINO) - Sei famiglie hanno presentato oggi denunce ai Carabinieri di Pinerolo (Torino) per i presunti episodi di maltrattamenti avvenuti ...

Nuove denunce per abusi

La Stampa - ‎2 ore fa‎
Sono «testimoni credibili» quelli ascoltati dai Carabinieri nell'inchiesta sull'asilo nido «Paese delle meraviglie» di Pinerolo (Torino): lo scrive il Gip ...

Sequestro asilo: sindaco, parte offesa

euronews - ‎3 ore fa‎
(ANSA) – PINEROLO (TORINO) 12 NOV – Il Comune di Pinerolo sicostituira' parte offesa nel procedimento penale che ha portatoal sequestro dell'asilo nido 'Nel ...

Pinerolo, sequestrato un asilo nido per presunti maltrattamenti ...

Blogosfere (Blog) - ‎3 ore fa‎
L'asilo nido il Paese delle Meraviglie di Pinerolo, è stato sequestrato ieri pomeriggio per ordine del gip Alberto Giannone e sono state denunciate a piede ...

Sequestro asilo: sindaco, parte offesa

ANSA.it - ‎3 ore fa‎
(ANSA) - PINEROLO (TORINO) 12 NOV - Il Comune di Pinerolo si costituira' parte offesa nel procedimento penale che ha portato al sequestro dell'asilo nido ...

Asilo nido di Pinerolo: sei famiglie presentano denuncia per ...

DirettaNews.it - ‎3 ore fa‎
DENUNCIE DI SEI FAMIGLIE CONTRO I MALTRATTAMENTI ASILO NIDO DI PINEROLO – Questa mattina, sei famiglie hanno presentato una denuncia ai Carabinieri di ...

Torino: nuove denunce per abusi asilo Pinerolo

Adnkronos/IGN - ‎3 ore fa‎
Torino, 12 nov. (Adnkronos) - Nuove denunce per maltrattamenti sono state raccolte questa mattina dai carabinieri di Pinerolo che ieri avevano posto sotto ...

Maltrattamenti all'asilo di Pinerolo, genitori divisi su accuse

Virgilio - ‎4 ore fa‎
Bambini offesi, picchiati e costretti a rimanere soli, per molto tempo, chiusi in stanza buie. Sono queste le ipotesi su cui stanno lavorando gli inquirenti ...

TORINO, ASILO CHOC:MAMME DIFENDONO MAESTRE -FOTO

Leggo Online - ‎4 ore fa‎
Solidarietà alle maestre dell'asilo nido "Il Paese delle Meraviglie" da alcuni genitori di Pinerolo. Oggi pomeriggio è previsto un presidio al quale ...

Maltrattamenti nell'asilo nido: il comune di Pinerolo si ...

Il Quotidiano Italiano - ‎4 ore fa‎
“Il paese delle meraviglie”, questo il nome dell'asilo nido privato di Pinerolo, nel piemontese, dove alcuni video ritraggono evidenti maltrattamenti nei ...

Asilo nido di Pinerolo, ritirati la metà dei bambini iscritti

Ultime Notizie - ‎4 ore fa‎
Bambini che non riescono a dormire la notte, che si spaventano a passare davanti a quel nido in cui hanno passato anche soltanto pochi mesi, ...

L'Asilo delle meraviglie, dove i bambini venivano picchiati

italiah24.it - ‎5 ore fa‎
Pinerolo (TO), 12 novembre 2010 - Dovrebbe essere un iter rapido quello che a Pinerolo in provincia di Torino ha visto sequestrare un Asilo per i presunti ...

Il comune di Pinerolo si costituirà parte offesa nel procedimento ...

DirettaNews.it - ‎5 ore fa‎
PINEROLO PARTE OFFESA VICENDA ASILO NIDO – In seguito alla vicenda dei maltrattamenti nell'asilo nido di Pinerolo, il comune di Pinerolo (Taranto) si ...

Pinerolo: asilo degli orrori, la prossima settimana interrogate le ...

Iamm e-press - ‎5 ore fa‎
(IAMM) La prossima settimana saranno interrogate le tre maestre dell'asilo nido "Nel paese delle Meraviglie" di Pinerolo (Torino), denuciate per i ...

Nel Paese delle Meraviglie il lager delle torture

Voglio Sapere - ‎5 ore fa‎
By Arcadia (online), on novembre 12th, 2010 I bambini in castigo al buio sotto il lavandino, segregati dentro un camino, picchiati sul volto e sulla testa, ...

Il paese delle meraviglie: nuove testimonianze sui maltrattamenti

L'Eco del Chisone - ‎6 ore fa‎
Saranno interrogate la prossima settimana (ancora da fissare il giorno preciso), Francesca Panfili, 36 anni, Elisa Griotti (33) e Stefania Di Maria (28), ...

Sequestro asilo: Procura, tempi rapidi

euronews - ‎6 ore fa‎
(ANSA) – PINEROLO (TORINO), 12 NOV – Saranno interrogate laprossima settimana le tre maestre denunciate per maltrattamentiai bambini dell'asilo ''Il Paese ...

Asilo Paese delle Meraviglie di Pinerolo: il video

CronacaLive - ‎6 ore fa‎
PINEROLO / Tre avvisi di garanzia sono stati emessi nei confronti dei responsabili dell'asilo nido “Il paese delle meraviglie” di Pinerolo. ...

Sequestro asilo: Procura, tempi rapidi

ANSA.it - ‎6 ore fa‎
(ANSA) - PINEROLO (TORINO), 12 NOV - Saranno interrogate la prossima settimana le tre maestre denunciate per maltrattamenti ai bambini dell'asilo ''Il Paese ...

I video dell'asilo dell'orrore di Pinerolo: «Pugni e insulti ai bimbi»

Il Messaggero - ‎7 ore fa‎
I filmati (guarda il video) sono molto brevi, di 10-12 secondi ciascuno, e sono stati registrati da bidelli e inservienti dell'asilo nido e anche da alcune ...

Pinerolo: scoperto asilo degli orrori, bimbi picchiati e maltrattati

Universy.it - ‎7 ore fa‎
Sequestrato asilo degli orrori: i bambini venivano maltrattati, picchiati e umiliati. Numerose le testimonianze dei genitori Doveva essere il “Paese delle ...

«Bimbi maltrattati», chiuso l'asilo

Calcio new notizie - ‎7 ore fa‎
«Siamo Elisa, Francesca e Stefania, il nostro asilo è un ambiente emotivamente rassicurante, pensato e creato a misura di bambino». ...

Chiuso a Pinerolo l'asilo degli orrori

Metro - ‎7 ore fa‎
Una sera vado a prenderla e me la riconsegnano con 3 MORSICONI IN FACCIA dati secondo loro da un bimbo con problemi. Vi lascio immaginare cosa ho provato,ma ..

Pinerolo, maltrattavano i bambini, sequestrato asilo

SocialPost - ‎7 ore fa‎
A Pinerolo, “Il Paese delle Meraviglie” si chiamava l'asilo nido di Pinerolo , dove i bambini venivano picchiati, maltrattati, costretti a stare rinchiusi ...

Bambini al buio

Lettera43 - ‎7 ore fa‎
«Il Paese delle meraviglie» in realtà era un inferno. Questo sembrerebbe dire l'inchiesta che ha portato al sequestro di un asilo nido privato di Pinerolo, ...

Bambini maltrattati all'asilo nido degli orrori

Excite Italia - ‎7 ore fa‎
A Pinerolo, Torino, l'asilo nido privato 'Nel paese delle meraviglie' è stato sequestrato dopo la denuncia fatta dai genitori e dalle operatrici della ...

Maltrattamenti all'asilo "Nel Paese Delle Meraviglie" di Pinerolo ...

Crimeblog.it (Blog) - ‎7 ore fa‎
Un nuovo caso di maltrattamenti all'asilo, dopo quello di Pistoia, è emerso negli ultimi mesi a Pinerolo, alle porte di Torino. La struttura si chiama “Nel ...

Asilo nido degli orrori sequestrato per maltrattamento sui bambini

Excite Italia - ‎8 ore fa‎
La procura di Pinerolo, a Torino, ha chiesto e ottenuto la chiusura dell'asilo nido degli orrori. La struttura, che ospitava bambini dai 6 mesi ai tre anni, ...

Pinerolo, asilo nido sequestrato dai Carabinieri

Excite Italia - ‎8 ore fa‎
Blitz dei Carabinieri all'alba che hanno messo i sigilli ad un asilo nido di Pinerolo. Nel paese delle meraviglie, il nome della struttura gestita da tre ...

Asilo degli orrori a Pinerolo: scoperti gravi maltrattamenti

Esperto Seo (Comunicati Stampa) - ‎8 ore fa‎
A Pinerolo, in provincia di Torino, “Nel paese delle meraviglie”, questo il nome dell'asilo nido, bambini da 6 mesi a tre anni venivano sottoposti a gravi ...

Pinerolo, scoperto l'asilo degli orrori

L'Essenziale - ‎8 ore fa‎
Bimbi maltrattati, costretti a mangiare il loro vomito e chiusi in una stanza la buio per punizione: a un anno dalla scoperta dei maltrattamenti nell'asilo ...

Nel Paese delle Meraviglie maltrattavano i bambini

Mamme Domani - ‎8 ore fa‎
"Nel Paese delle Meraviglie" è questo il nome dell'asilo nido di Pinerolo in provincia di Torino, messo sotto sequestro dalla magistratura per ...

Pinerolo, pugni e maltrattamenti: sotto sequestro un asilo

L'Unità - ‎8 ore fa‎
Una bimba di meno di due anni che, a casa, picchiava una bambola: è partita da questo episodio l'inchiesta che ieri sera ha portato al sequestro dell'asilo ...

Pinerolo: sequestrato l'asilo nido dell'orrore

NanoPress - ‎8 ore fa‎
E' stato sequestrato a Pinerolo l'asilo dell'orrore. Così è stato ribattezzato il nido Il paese dell'infanzia, a seguito della denuncia di maltrattamento di ...

Pinerolo, bimbi maltrattati e insultati: sequestrato un asilo

DailyBlog.it (Blog) - ‎9 ore fa‎
Ieri il blitz dei carabinieri. Numerose le vessazioni cui sarebbero stati sottoposti i piccoli ospiti. Ad avvalorare la tesi degli inquirenti anche alcuni ...

Asilo nido Pinarolo: «Bimbi picchiati e tenuti al buio»

Juventuslive.it - ‎10 ore fa‎
TORINO – Li costringevano a mangiare il cibo rimesso, a dormire per punizione da soli in stanze buie, a restare in castigo dietro una grata. ...

Nell'asilo degli orrori bambini tenuti al buio

GD notizie - ‎10 ore fa‎
Bambini tenuti al buio per punizione o costretti a mangiare il loro vomito, picchiati sulla nuca con vari oggetti. Sono alcune delle accuse per ...

Nel Paese delle Meraviglie, altro asilo incubo per bambini

La Voce di Venezia - ‎10 ore fa‎
[11/11] Una vicenda che richiama alla mente quella orribile dell'asilo "Cip e Ciop" di Pistoia. Anche a Pinerolo (Torino), se le accuse verranno confermate, ...

Una maestra: "Vittime della vendetta di qualche concorrente"

La Stampa - ‎10 ore fa‎
Elisa Griotti, 33 anni, una delle tre socie del consiglio d'amministrazione e maestra dell'asilo il Paese delle meraviglie, si difende dalle accuse della ...

Incubo nel "Paese delle meraviglie"

La Stampa - ‎10 ore fa‎
Nel Paese delle Meraviglie, elegante asilo nido privato circondato da un parco secolare, c'erano bimbi in castigo al buio sotto il lavandino, ...

Pinerolo: ancora un caso di bambini maltrattati in un nido

In dies - ‎11 ore fa‎
Ancora un caso di maltrattamenti in un asilo, dopo quello che in Toscana, a Pistoia, qualche mese fa, aveva suscitato tanto sdegno. ...

Botte e umiliazioni sui bambini Sigilli all'asilo-lager di Pinerolo

Juventuslive.it - ‎12 ore fa‎
Bambini costretti a rimangiare il cibo che avevano vomitato, chiusi da soli al buio, presi a schiaffi o colpiti in testa con i giocattoli. ...

Pinerolo, l'asilo degli orrori bambini insultati e picchiati

Juventuslive.it - ‎12 ore fa‎
PINEROLO — Il piccolo Vittorio, quattro anni, puntava i piedi quando arrivava davanti al cancello de «Il paese delle meraviglie» e urlava: «Papà non ...

05:40 Sigilli all'asilo degli orrori, bimbi picchiati e chiusi al buio

Juventuslive.it - ‎12 ore fa‎
«UN AMBIENTE emotivamente rassicurante pensato e creato a misura di bambino». Questo prometteva il sito dell'asilo nido Nel Paese delle Meraviglie, ...

Asilo Pinerolo: bambini maltrattati, 3 maestre indagate

Mainfatti.it - ‎16 ore fa‎
Ancora una volta le cronache denunciano dei casi di maltrattamento su bambini perpetrati in asili nido. Questa volta ad essere nell'occhio del ciclone è ...

Pinerolo: botte e insulti ai bambini in asilo, tre maestre indagate

Newnotizie - ‎18 ore fa‎
Ancora una volta è un asilo degli orrori a finire all'attenzione della cronaca. Ancora una volta quello che dovrebbe essere per definizione il luogo del ...

Bambini picchiati dalle maestre: all'asilo nido arrivano i Carabinieri

Giornalettismo - ‎18 ore fa‎
Succede a Pinerolo (To). Tre maestre sono indagate per maltrattamenti ai danni dei piccoli di cui si sarebbero dovuti prendere cura. ...

Pinerolo (Torino), bambini al buio e costretti a mangiare il cibo ...

Blitz quotidiano - ‎19 ore fa‎
Bambini maltrattati, asilo sequestrato: l'istituto ”Nel Paese delle Meraviglie” (per bimbi da 6 mesi a 3 anni), è stato messo sotto sequestro dalla ...

Maestre maltrattano bimbi: asilo nido sotto sequestro

Notizie Fresche - ‎19 ore fa‎
Tutto parte quando quattro inservienti di un asilo nido documentano con dei video quel che accade nella struttura dove lavorano. Per queste ragioni l'asilo ...

MALTRATTAMENTI ASILO TRE DENUNCE A TORINO

Expoitalyonline - ‎20 ore fa‎
By Redazione – 11 novembre 2010 Posted in: Cronaca, Ultim'ora Sequestrato a Pinerolo (Torino) un asilo nido privato per bimbi da sei mesi a tre anni, ...

Pinerolo: bambini picchiati dalle maestre

ZipNews - ‎20 ore fa‎
Il nome dell'asilo di Pinerolo suona come un paradosso . “Il paese delle meraviglie”, ma secondo le testimonianze di alcuni dipendenti e di mamme dei ...

Pinerolo: sequestrato asilo nido, bimbi maltrattati e picchiati

Iamm e-press - ‎21 ore fa‎
(IAMM) E' stato messo sotto sequestro dai magistrati di Pinerolo, in provincia di Torino, un asilo nido privato che ospita bambini da sei mesi a tre anni. ...

Maltrattavano i piccoli, i carabinieri sequestrano un asilo/FOTO

ANSA.it - ‎21 ore fa‎
TORINO - Bimbi di pochi mesi costretti a dormire al buio, da soli, tra gli altri compagni piangenti, ea mangiare il loro vomito, picchiati sulla nuca se non ..

Asilo degli orrori a Pinerolo: bambini picchiati e offesi ...

Donna Fanpage - ‎22 ore fa‎
Si parla ancora di asilo degli orrori, di maltrattamenti a bambini in età prescolastica, di maestre crudeli che senza scrupoli picchiano e offendono i loro ...

- Bimbi maltrattati e rinchiusi al buio.

Tuscia Web - ‎22 ore fa‎
E' la terribile realtà venuta alla luce dopo le segnalazioni di quattro inservienti che lavorano all'interno dell'asilo di Pinerolo, in provincia di Torino. ...

"Il Paese delle meraviglie" e la storia di Anna

L'Eco del Chisone - ‎22 ore fa‎
Già da settembre il nostro giornale si era occupato di un episodio, quantomeno anomalo, avvenuto al Nido "Il paese delle meraviglie" di Via Alliaudi a ...

Torino: maltrattamenti a bambini, quando le maestre finiscono ...

Adnkronos/IGN - ‎22 ore fa‎
Torino, 11 nov. - (Adnkronos) - Il caso dell'asilo nido 'Il paese delle meraviglie' di Pinerolo, in provincia di Torino, finito sotto sequestro per presunti ...

Bambini malmenati: Il Paese delle Meraviglie, l'inferno di Pinerolo

Bolognanotizie.com - ‎22 ore fa‎
Pinerolo (TO), 11 NOV. - La decenza umana non ha limiti, la meschinità non si ferma nemmeno davanti agli occhi innocenti e puri di un bambino. ...

Pinerolo: bambini picchiati e lasciati soli al buio in asilo nido

Italia News - ‎11/nov/2010‎
(IAMM) Sono tre le persone denunciate per concorso in maltrattamenti in seguito al sequestro di un asilo nido privato a Pinerolo, in provincia di Torino. ...

Le Maltratta Bambini. Francesca Panfili 36 Anni, Elisa Griotti 33 ...

Paid To Write - ‎11/nov/2010‎
3 giovani donne sono state denunciate a piede libero per maltrattamenti perpetrati nei confronti di bambini. 3 “persone” che per mesi hanno maltrattato, ...

Vergogna A Pinerolo Sequestrato Asilo Per Maltrattamento Bimbi

Paid To Write - ‎11/nov/2010‎
Un'altra notizia che non avremmo mai dovuto dare. A Pinerolo è stato sequestrato dopo mesi di indagini partite a Febbraio l'asilo nido degli orrori. ...

PINEROLO/ Sequestrato l'asilo degli orrori. Denunciate a piede ...

Il Sussidiario.net - ‎11/nov/2010‎
SEQUESTRATO L'ASILO DEGLI ORRORI - Il gip Alberto Giannone ha posto sotto sequestro l'asilo degli orrori di Pinerolo. E' stato posto sotto sequestro il ...

Asilo sotto sequestro a Pinerolo, maestre violente sui bambini

ReveNews - ‎11/nov/2010‎
Un altra notizia scioccante, su violenza e maltrattamenti su bambini. Dopo l'asilo Cip e Ciop ora un altro asilo è stato messo sotto sequestro, ...

TORINO: SEQUESTRATO ASILO NIDO PER MALTRATTAMENTI, 3 INDAGATI

Scarpe-oggi - ‎11/nov/2010‎
(AGI) – Torino, 11 nov – I bambini, secondo le accuse, sarebbero stati picchiati con schiaffi e pugni in faccia, anche con scarpe o giocattoli. ...

Asilo di Pinerolo: le reazioni dei genitori

L'Eco del Chisone - ‎11/nov/2010‎
Pinerolo – Erano circa le 16 quando i genitori dei bambini dell'Asilo al centro dell'indagine sui maltrattamenti ai bambini, giungevano davanti ai cancelli ...

"Bambini tenuti al buio e picchiati"

La Stampa - ‎11/nov/2010‎
Bambini tenuti al buio, chiusi in una stanza per punizione, obbligati a mangiare il cibo vomitato. A guardarlo da fuori sembra un castello, il “Paese delle ...

Pinerolo: sequestrato asilo degli orrori

Nuova Società - ‎11/nov/2010‎
Bambini picchiati, tenuti al buio per punizione e costretti a mangiare il cibo che avevano vomitato. È quanto scoperto dalla procura di Pinerolo, ...

PINEROLO, ASILO NIDO INCUBO DEI BAMBINI: SEQUESTRATO

IRIS Press - Agenzia stampa nazionale - ‎11/nov/2010‎
(IRIS) - ROMA, 11 NOV - Ancora un caso di maltrattamento minorile a scuola. A Pinerolo è stato sequestrato l'asilo nido a seguito di un'indagine coordinata ...

Ancora violenze sui bambini: sequestrato asilo a Pinerolo

Il Quotidiano Italiano - ‎11/nov/2010‎
Bambini picchiati, insultati, addirittura rinchiusi per punizione nel camino e costretti a mangiare il cibo da loro stessi vomitato. ...

Altro asilo degli orrori E' scandalo a Pinerolo: maltrattavano i bimbi

il Giornale - ‎11/nov/2010‎
Sequestrato dai carabinieri l'asilo "Il paese delle meraviglie". Nell'ultimo anno sono stati ritirati 12 bambini, la denuncia dei genitori: i piccoli ...

Altri articoli di possibile interesse:

informazione.it (Comunicati Stampa) - ‎11/nov/2010‎
Pinerolo (TO) - Denunciate tre donne che lo gestivano: sequestrato a Pinerolo l'asilo nido degli... - Picchiano, insultano, maltrattano i bambini. ...

Denunciate le tre titolari dell'asilo

L'Eco del Chisone - ‎11/nov/2010‎
Pinerolo - Paura, rabbia, sorpresa. Sono questi i sentimenti che stanno provando i genitori dei bambini ospiti dell'asilo nido “Il Paese delle meraviglie”, ...

Bambini maltrattati in un asilo piemontese

Giornale Radio Rai - ‎11/nov/2010‎
Maltrattavano i piccoli dell'asilo. La magistratura di Pinerolo, in provincia di Torino ha messo sotto sequestro la struttura, "Nel Paese delle Meraviglie", ...

Sequestrato asilo nido di Pinerolo. Bimbi picchiati e chiusi nel ...

LiberoReporter - ‎11/nov/2010‎
Si chiama “Il Paese delle Meraviglie” l'asilo nido di Pinerolo messo sotto sequestro dai Carabinieri, in realtà era un asilo degli orrori. ...

Pinerolo: asilo sotto sequestro per maltrattamenti

InfoOggi - ‎11/nov/2010‎
PINEROLO (TO) - “Nel paese delle meraviglie”, questo il nome dell'asilo privato di Pinerolo, in provincia di Torino, sequestrato dai carabinieri perché le ...

Pinerolo, chiuso l'asilo del terrore

RomagnaOggi.it - ‎11/nov/2010‎
TORINO - Picchiavano, insultavano e maltrattano i bambini in un asilo di Pinerolo, in provincia di Torino. Tre donne, che gestiscono la struttura, ...

Maltrattavano bambini, asilo nido sotto sequestro

SKY.it - ‎11/nov/2010‎
Piccoli dai 6 mesi ai 3 anni costretti a stare al buio e vessati durante il pranzo. Sarebbero queste alcune delle motivazioni che hanno portato la ...

Asilo degli orrori nel Torinese: tre maestre denunciate

ZipNews - ‎11/nov/2010‎
Bambini maltrattati, offesi con frasi ingiuriose e fatti dormire in stanze chiuse al buio. E' quanto accadeva al “Paese delle meraviglie”, asilo nido di ...

TORINO: SEQUESTRATO ASILO NIDO PER MALTRATTAMENTI, 3 INDAGATI

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎11/nov/2010‎
(AGI) - Torino, 11 nov - Bambini maltrattati, offesi e insultati, fatti dormire per punizione in stanze buie e senza custodia. I carabineri hanno posto ...

Torino: sequestrato asilo nido a Pinerolo per maltrattamenti bimbi ...

La Repubblica Torino.it - ‎11/nov/2010‎
(Adnkronos) - Ad avvalorare le tesi della magistratura di Pinerolo che ha disposto il sequestro dell'asilo nido ci sarebbero anche alcuni video il cui ...

«Maltrattavano i bambini»

Corriere della Sera - ‎11/nov/2010‎
PINEROLO (Torino) - Negli ultimi mesi 12 bambini erano stati ritirati dalla struttura perché sulla stampa locale si era diffusa qualche prima indiscrezione. ...

Piccoli maltrattati, sequestrato asilo infantile a Pinerolo

L'Eco del Chisone - ‎11/nov/2010‎
Asilo nido privato sotto sequestro a Pinerolo a seguito di un'azione della Magistratura che indaga per maltrattamenti sui piccoli (bimbi da 6 mesi a tre ...

ASILO NIDO TORINO/ Bimbi di 6 mesi sequestrati

Notizie Lampo - ‎11/nov/2010‎
TORINO - Notizie preoccupanti da un asilo nido. News veramente agghiaccianti da Torino. Un asilo con bimbi da 6 mesi a tre anni è stato sequestrato dai ...

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 12/11/2010 @ 17:31:06, in Osservatorio Famiglia, linkato 1169 volte)
Donne fatevi coraggio e denunciate. Lo stalking è la più brutta bestia dell'era moderna. Per abbattere la testimonianza della Morandi sullo scandalo di Università di Napoli i cagliaritani di SessoChannel sono arrivati ad utilizzare un pedofilo napoletano condannato in primo grado e in appello, recluso con beneficio dei domiciliari e oggi definito in carcere con ordinanza della Cassazione (VII sez. - rg cass. ord. 4 novembre 2010),  il quale  minacciava la Morandi, i suoi figli, la sua famiglia e gli Artisti di Artists Against War Italia, anche quando magistrati, diffamandola inoltre con il mezzo della stampa via blog e tramite socialnetwork Facebook, contestualmente adescando altre persone ignare. L.M.


STALKING: VIOLA DIVIETO GIUDICE
E PERSEGUITA DONNA, ARRESTATO


(AGI) - Alba Adriatica (Teramo), 11 nov. - Si ostinava a perseguitarla nonostante lei, una donna di 25 anni di Alba Adriatica (Teramo) non nutrisse alcun sentimento per lui. Con l'accusa di stalking, i carabinieri della compagnia di Alba Adriatica stamane hanno eseguito l'ordine di custodia cautelare ai domiciliari - firmata dal gip di Teramo Guendalina Buccella su richiesta del pm Laura Colica - di Enrico Andrenacci, un professionista di 33 anni residente ad Alba Adriatica.

I presunti atti persecutori sono iniziati, secondo la denuncia della donna ed i riscontri dei carabinieri, nel 2009. Lo stalker avrebbe inviato sms, raggiungendo la donna desiderata su facebook, sotto casa e sul posto di lavoro. Lei ha sempre continuato a non mostrare alcun interesse verso l'uomo, tanto che si era fidanzata con un altro. La situazione degenero' nel giugno scorso quando la donna, in compagnia del suo ragazzo, venne strattonata e ferita: i medici stabilirono una prognosi di 7 giorni.

Nel frattempo i carabinieri erano stati avvisati delle continue molestie. Ad agosto, il pm Colica ordino' ad Andrenacci di tenersi lontano dalla venticinquenne. Anche l'obbligo imposto dal magistrato fu disatteso fino a che, all'ennesimo atto persecutorio, i carabinieri hanno richiesto ed ottenuto dal gip il provvedimento restrittivo. Andrenacci da oggi si trova agli arresti domiciliari. (AGI) TE/Ett
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 

A mio avviso la pratica a tutela del CSM deve avere iniziativa autonoma della commissione, visto che la pm dei minori ha già scritto loro, ma la presidenza ha inoltrato alla Procura Generale di Cassazione. L.M.

L'INTERVISTA

Pm Fiorillo: "Con la Questura ebbi un alterco
Nipote di Mubarak? E io sono Nefertiti, risposi"

Il magistrato dei minori parla del caso Ruby. Balle l'assenza di posti in comunità. Il ministro ha detto che gli atti di quella notte ci sono stati trasmessi, in realtà sono arrivati con moltissimo ritardo. La funzionaria della Questura sembrava sotto pressione.

di DAVIDE CARLUCCI e PIERO COLAPRICO

MILANO - "Ma tutte queste telecamere sono qui per cosa?". Esce Annamaria Fiorillo e sorprende i cronisti, compresi quelli delle testate tedesche. Sono in attesa davanti al tribunale dei minorenni di Milano, c'è un'udienza che riguarda una madre, Marinella Colombo, accusata da Berlino di sottrazione di minori. "Se volete, avrei da dirvi io qualcosa. Mi chiamo Annamaria Fiorillo, sono sostituto procuratore dei Minori e quello che ha dichiarato in aula Maroni non mi va giù".

La notte di Ruby, quando il premier telefonò in Questura per perorare la causa della diciassettenne, si riaccende all'improvviso: "Ho investito del caso il Consiglio superiore della magistratura...", rilancia Fiorillo. "È una mia iniziativa, non l'ho concordata con il mio capo né con nessun altro - aggiunge dopo qualche ora - ma so che dovevo farlo. Ho chiesto al Csm di chiarire le discrepanze tra la spiegazione del ministro in aula e la mia esperienza personale".

È mai è stata sentita dalla Procura sul punto?
"Mai. E siccome ho leale rispetto per la magistratura, ho detto ciò che dovevo dire, e mi affido con fiducia. Mi sentivo circondata da un imbarazzato isolamento, so dai giornali che c'è un procedimento penale in corso. Capisco, ma a non mi è sembrato possibile che un ministro vada in Parlamento a dire queste cose. Io che ero là non posso permetterlo".

Lei ce l'ha con qualcuno?
"Non ho rapporti negativi con il sistema, o i colleghi, non mi sento in conflitto. E non sto a badare alla politica, o al governo che cade o resta".

Cos'è che non l'ha convinta della ricostruzione di Maroni?
"Il passaggio in cui il ministro sostiene che io avrei dato il consenso all'affidamento alla Minetti. È stato quello che mi ha fatto sobbalzare. Ho un ricordo ancora vivo di quella notte così agitata, ci sono state sei o sette telefonate... Ma non ricordo di aver mai dato quell'autorizzazione".

E quando le hanno detto che Ruby era la nipote di Mubarak, lei cos'ha risposto?
"Non me la sono bevuta, non sono mica scema. "E io sono Nefertiti, la regina del Nilo", gli ho detto. Poi dopo le loro insistenze ho aggiunto: "Se è proprio così, che facciano mandare una conferma scritta dall'ambasciata egiziana"".

Secondo lei gli agenti che si occupavano del caso erano sotto pressione?
"Assolutamente sì. Quella sera ho commesso un solo errore che forse ha cambiato il corso degli eventi. Non ho rassicurato la funzionaria che se ne occupava, la dottoressa Iafrate. Era tutta irrigidita, parlava come se recitasse seguendo un copione. Sembrava combattuta".

Che poteva fare?
"Avrei dovuto dirle: "Non ti preoccupare, parlo io con il tuo superiore", per comprendere meglio che cosa stesse succedendo. E invece con lei ho usato toni forti. Ho pensato: "Come si permette di essere così testarda? Si assumerà tutte le responsabilità". Non ho fatto un'analisi psicologica e ora me ne pento, perché quella notte lei dev'essere stata molto male. Si capisce che hanno mandato avanti lei".

L'articolo prosegue su La Repubblica

Cos'altro l'ha insospettita il 27 maggio?
"Anche l'espressione che hanno usato per riferirsi alla Minetti. Credo che l'abbiano definita "consigliera presidenziale" o qualcosa del genere. Al che io risposto: "Scusi, io per un po' di tempo ho insegnato anche diritto costituzionale alle superiori, questa carica non l'ho mai sentita prima"".

E la ricerca di una comunità che accogliesse Ruby? Maroni ha sostenuto che è stata fatta, ma non c'era posto.

"Quella notte i posti disponibili in comunità c'erano, eccome. Una vera balla. Non è mai stata avviata una richiesta del genere".

Insomma, le incongruenze sarebbero secondo lei numerose. Ma è anche sulla base della sua relazione che il procuratore Bruti Liberati ha ritenuto corretto l'operato degli agenti.
"Si è basato sulla relazione del mio capo, la dottoressa Frediani, che è stata di gran trasparenza, e a quella relazione è allegata la mia. Non so, non conosco le motivazioni sulla base delle quali il dottor Bruti Liberati ha tratto quelle conclusioni. Forse avrà avuto altri documenti. Tutto può essere equivocato".

In una relazione si usano frasi formali...
"E così ho fatto io, l'ho scritto in un italiano moderato. Ho detto di aver avuto un tono assertivo. In realtà ho avuto un vero e proprio alterco con la Questura. E quanto alla ricostruzione di Maroni, c'è un'altra cosa che non è vera".

Quale?
"Ha detto che gli atti di quella notte ci sono stati trasmessi. In realtà, sono arrivati con moltissimo ritardo, dopo giorni, e dopo che Ruby s'era picchiata con la brasiliana. Altrimenti, non sarebbero arrivati mai, temo".

E Berlusconi? Gliel'hanno nominato?
"No, non se la saranno sentita".

Lei perché "punta i piedi"?
"Perché se non lo faccio, entro in conflitto con me stessa. Sul rispetto delle leggi ho fatto un giuramento. E non posso considerare tutti gli equilibri del sistema, devo badare alla minima parte, la mia. Io, nella mia vita, che cosa sto facendo?".

È una domanda generale?
"Ammiro molto Martin Luther King e Mandela. Diceva Luther King, "se non io, chi"? E "se non adesso, quando?". E poi, come saprete, "non basta non commettere ingiustizia, ma bisogna opporsi all'ingiustizia". È una frase che viene citata come se fosse un bigliettino nei cioccolatini, ma se uno ci crede davvero?". (11 novembre 2010)

***

Fiorillo: "Maroni calpesta la verità"
Il ministro annuncia querela

Il pm che la notte dell'arresto si è occupata del caso della ragazza marocchina, spiega: si è rivolta al Consiglio superiore della magistratura perché vengano chiarite le contraddizioni con la ricostruzione del ministro. Il quale avvia un'azione legale per le accuse "diffamatorie". Corona: "Esistono le foto sulle feste del premier, ma nessun giornale le pubblicherebbe"

MILANO - "Maroni è andato in Parlamento a calpestare la verità e questo non lo posso permettere". Il pm del tribunale dei minori di Milano Annamaria Fiorillo, alla quale fu affidato il caso di Ruby la notte in cui la giovane venne accompagnata in questura, ribadisce le accuse  nei confronti del ministro dell'Interno e conferma di essersi rivolta al Csm. Arriva dopo poche ore la reazione del titoilare del Viminale, che avrebbe dato mandato ai suoi legali di procedere nei confronti del pm per le dichiarazioni considerate "diffamatorie". E subito la preplica della diretta interessata: "La querela? La trovo divertente". Fonti del ministero dell'Interno fanno notare che quanto dichiarato da Maroni alle Camere ricostruendo la vicenda è contenuto anche in un'ordinanza dello stesso Tribunale per i minorenni del capoluogo lombardo.

Il comunicato del Csm. Il Consiglio superiore della magistratura ha intanto già trasmesso al procuratore generale della Cassazione la lettera del pm Fiorillo, visto che questi ha "avviato accertamenti conoscitivi sulla vicenda". Lo rende noto un comunicato dello stesso Consiglio. "Il Comitato di presidenza - si legge in un comunicato - letta la nota inviata dalla Dott.ssa Annamaria Fiorillo in data 10 novembre 2010, considerato che il Procuratore Generale presso la Corte di Cassazione comunica di aver avviato, fin dal 2 novembre 2010, accertamenti conoscitivi sulla vicenda con richiesta al Procuratore Generale presso la Corte d'Appello di Milano, delibera di trasmettere copia della citata nota al P.G. presso la Cassazione, riservandosi all'esito successive determinazioni".

La smentita del magistrato. Come già aveva detto ieri a Repubblica, il magistrato nella lettera smentisce punto per punto la ricostruzione di Maroni: "Non ricordo di aver autorizzato l'affidamento della minore El Mahrouk Karima a Minetti Nicole", scrive nella relazione inviata al Csm. Fiorillo sostiene di aver disposto di accompagnare la ragazza "presso una comunità protetta, eventualmente trattenendola durante la notte presso gli uffici finché una tale struttura non fosse stata reperita".

E Corona parla di foto. Intanto Fabrizio Corona, parlando con i cronisti in una pausa del processo milanese d'appello sui fotoricatti, assicura che le feste ad Arcore sono state regolarmente documentate da servizi fotografici: "Certo che ci sono le fotografie, e se io avessi continuato a lavorare...". L'agente fotografico ha aggiunto che però "non c'è nessun giornale che le avrebbe mai pubblicate, né ci sono agenzie che le avrebbero proposte perché nessun direttore ha il coraggio di pubblicarle, perché in Italia non c'è una vera libertà di stampa". E precisa tuttavia che "quelle foto sono scattate in un ambiente privato e quindi per legge non sono pubblicabili".

La Repubblica 11 novembre 2010

 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
RDB/USB PUBBLICO IMPIEGO LANCIA UN PACCHETTO DI LOTTE PER FERMARE LO SMANTELLAMENTO E RILANCIARE IL SERVIZIO


15 novembre/14 dicembre
mese di sciopero nazionale degli straordinari

25 novembre
Sciopero Nazionale e
Giornata Nazionale della Giustizia


Sciopero nazionale dalle prestazioni di lavoro straordinario per la durata di un mese, dal 15 novembre al  14 dicembre 2010, nonché sciopero nazionale dalle prestazioni di lavoro ordinarie per la giornata del 25 novembre, entrambi riferiti a tutto il personale degli uffici giudiziari del Paese.

Il 25 novembre sarà inoltre “Giornata Nazionale della Giustizia”: in tutti gli uffici giudiziari verrà svolta una capillare informazione al cittadino sullo stato della Giustizia e delle condizioni di lavoro cui è costretto ad operare il personale. Queste in sintesi le forti iniziative di lotta, intraprese dalla RdB/USB Pubblico Impiego settore Giustizia, per contrastare lo smantellamento e rilanciare il servizio pubblico.


A quattro mesi dall’introduzione del nuovo ordinamento professionale, il Dipartimento dell’Organizzazione Giudiziaria non ha ancora provveduto a dare istruzioni ai dirigenti degli uffici periferici sulle nuove competenze introdotte dal CCNI del 29-7-2010.
Ne conseguono forti disagi per l’utenza e forti tensioni tra il personale, visto che ciascun capo d’ufficio e dirigente amministrativo ha ritenuto di dare una sua interpretazione del nuovo contratto, con il risultato di ottenere comportamenti disomogenei se non addirittura contrastanti. Inoltre non è stata ancora avviata alcuna formazione professionale per istruire il personale sulle nuove attribuzioni previste dal contratto.


Deplorevole è l’inerzia dei vertici dell’Amministrazione Giudiziaria e dello stesso Ministro della Giustizia, responsabili del progressivo peggioramento del servizio che lo Stato dovrebbe garantire alla cittadinanza e delle condizioni di lavoro del personale giudiziario, sempre più inadeguato per numero, mezzi e risorse a fronteggiare i sempre crescenti carichi di lavoro.

La RdB/USB P.I. settore Giustizia, dopo aver inutilmente sollecitato il Dipartimento dell’Organizzazione Giudiziaria e lo stesso Ministro, si dichiara pronta ad inasprire le lotte se non ci sarà una risposta che vada nella direzione del miglioramento delle condizioni di lavoro e del servizio.
 
Rappresentanze di Base - Pubblico Impiego
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 11/11/2010 @ 18:32:15, in Magistratura, linkato 1299 volte)
La pratica del CSM a tutela della dottoressa Fiorillo è assolutamente necessaria. L.M.

LO SCONTRO

Maroni querela la Fiorillo: «Diffama»

http://www.giustiziaquotidiana.it/public/anna.maria.fiorillo.jpg

Il ministro avrebbe dato mandato ai suoi legali. Il pm dei minori aveva smentito la sua ricostruzione sul caso Ruby


MILANO - È scontro aperto. Dopo le dichiarazioni del pm dei minori di Milano Annamaria Fiorillo, che ha contestato la ricostruzione di Roberto Maroni a proposito del "caso Ruby", il ministro dell'Interno avrebbe dato mandato ai suoi legali di procedere nei confronti del magistrato. Secondo il titolare del Viminale, le affermazioni della Fiorillo sarebbero «diffamatorie». Lo stesso Viminale fa notare che quanto dichiarato da Maroni alle Camere ricostruendo la vicenda è contenuto anche in un'ordinanza dello stesso Tribunale per i minorenni del capoluogo lombardo.

IL PM - Non si fa attendere la reazione del pm. «Quando uno è ferito si difende - commenta all'Ansa - Me lo aspettavo. Va bene, ne prendo atto». La querela di Maroni riguarda le dichiarazioni della Fiorillo a proposito di quello che accadde nella Questura di Milano nella notte tra il 27 e il 28 maggio. La Fiorello ribadisce di non avere mai autorizzato l'affidamento di Ruby (la giovane marocchina, allora minorenne, che avrebbe partecipato ad alcune feste a Villa Arcore con Silvio Berlusconi) alla consigliera regionale del Pdl, Nicole Minetti. «Quella sera ricevetti almeno sette telefonate, ma non hanno mai avuto il coraggio di dirmi che aveva chiamato Berlusconi», racconta il magistrato, che definisce «una balla» la notizia sulla presunta mancanza dei posti in comunità: «Ho parlato con il responsabile del pronto intervento e ho appurato che non era mai stata fatta richiesta».


Corriere Sera - 11 novembre 2010

Articoli correlati

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 11/11/2010 @ 18:06:04, in Estero, linkato 1210 volte)
Questi eventi che impegnano l'eccellenza della cultura giuridica italiana sono principalmente frutto degli accordi bilaterali Italia - Usa. Altrimenti sarebbe inspiegabile il come possa accadere che noi si faccia la "formazione" del personale dello Stato e l'Afghanistan ci ringrazi poi con il sequestro degli ospedali di Emergency. LM

FORMAZIONE: IN DUE UNIVERSITA'

CORSO OPERATORI GIURIDICI AFGHANISTAN


(ASCA) - Perugia, 11 nov - ''Questo progetto nel quale abbiamo creduto fortemente sia con il Rettore dell'Universita' di Perugia Stefania Giannini che con quello di Roma Tor Vergata, il Ministero degli affari esteri italiano, vede l'Italia impegnata nella ricostruzione dell'Afghanistan; siamo tutti consapevoli, come operatori giuridici, che non puo' esserci pace senza giustizia''. Lo ha affermato, tra l'altro, Massimo Papa, rappresentante del rettore dell'Universita' di Roma Tor Vergata e direttore del corso, che ha presentato con il rettore dell'Universita' per Stranieri Stefania Giannini, il corso formativo ''Helda'' (Highter education programme in Legal discipines for Afghanistan) che vede appunto, enti esecutori, le due universita' italiane.

Diciassette giuristi afgani e professori, tutti giovani, per 10 mesi totali, sia a Perugia alla ''Stranieri'' che per 5 mesi a Roma Tor Vergata, frequenteranno il corso che prevede anche un tirocinio presso le strutture giudiziarie italiane, grazie alla collaborazione con il consiglio superiore della Magistratura.

Alla presentazione del Corso, hanno preso parte oltre al rettore Giannini e al direttore del corso Papa, il giudice Rosario Aitala in rappresentanza del ministero degli esteri, (esperto di legislazione afghana) la principessa Soraya Melek di Afghanistan, il secondo segretario dell'ambasciata di Afghanistan Frazan Nawabi e il docente Maurizio Oliviero.

La parte teorica del corso e' composta da 480 ore di moduli frontali, lezioni e workshops in lingua inglese, riguardanti vari tematiche giuridiche. Il corso gode del cofinanziamento della cooperazione italiana allo Sviluppo del Ministero degli esteri e si colloca nel quadro delle attivita' che l'Italia sta svolgendo per la ricostruzione istituzionale dell'Afghanistan, nell'ambito del diritto e della tutela dei diritti umani.

''Un ringraziamento va alla Farnesina - ha detto tra l'altro il rettore Giannini - al direttore per la cooperazione Elisabetta Belloni che ha capito l'importanza del corso e ci ha fortemente supportato; il corso costituisce una prima edizione, riproducibile anche negli anni successivi''.

L'Universita' per stranieri di Perugia e' ateneo capofila. Il programma costituisce un ''segmento della piu' ampia attivita' di ricostruzione del settore giudiziario nella quale l'Italia e' impegnata''. In particolare il programma e' attento a non ignorare il grande ruolo svolto dall'Islam nel diritto Afghano. Questo paese infatti - evidenzia una nota - e' costituzionalmente definito come uno stato Islamico e ''nessuna legge puo' essere in contrasto con le credenze e le disposizioni della sacra religione dell'Islam''.

pg/rg/ss
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503
Ci sono  persone collegate

< giugno 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










17/06/2019 @ 21.22.06
script eseguito in 437 ms