Immagine
 .. avatar di lunadicarta ..... di Lunadicarta
 
"
Non è grave il clamore chiassoso dei violenti, quanto il silenzio spaventoso delle persone oneste.

Martin Luther King
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 



Delegittimare chi falsifica i gruppi del "No alla violenza sulle donne", questa in estrema sintesi è la campagna.

http://www.giustiziaquotidiana.it/public/2010-09-08_095137_stalking_in_associazione.jpg

Una campagna che, nasce qui, ed è stata "letteralmente" provata sulla pelle della Morandi in accordo tra alcune organizzazioni mosse da differenti interessi economici. Solo poi sono iniziate le clonazioni di gruppi e organizzazioni vere contro la violenza sulle donne.

La provenienza: Un opera nefasta organizzata da alcune associazioni e i loro inquietanti consulenti web e marketing, sociologi e psicologi, che con il falso e l'attuale divulgazione in false flag di teorie psicologiche, cioè facendosi pubblicità in forma ingannevole, rischiano tutti i giorni l'espulsione dall'Ordine dei Medici.

Gianni Furlanetto, l'autore tecnico di tutti i gruppi, è per sua stessa ammissione "televisiva" un pregiudicato per atti di violenza privata contro la ex moglie.

I suoi gruppi "per primi" ospitavano Sergio Murolo, il pedofiilo pregiudicato agli arresti domiciliari ed in violazione dei benefici concessi dal Giudice oggi e per i prossimi 9 anni recluso presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere, collocato a fare da administrator della pagina sarda contro Morandi.

Ma la "prima donna" a subire l'onta dell'attacco vetero maschilista violento è stata l'Agente Lisa, lo staff dei giornalisti poliziotti dell'ufficio stampa del Prefetto Manganelli, per accreditare dozzine di account fasulli e rispettabilità da detenzione ai domiciliari.

La Morandi ne dava notizia alle agenzie con un suo comunicato alla stampa.

Questa che potete leggere è la risposta del Ministero dell'Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza, Ufficio Relazioni Esterne e Cerimoniale - Redazione Sito Web della Polizia di Stato, clicca per allargare l'immagine.

http://www.giustiziaquotidiana.it/public/2009-09-01_094302_lisa.jpg

UPDATE


Elementare Watson! Anche la campagna ha il suo clone, e come vedi io non ho neppure bisogno di cercare il link. Infatti ...

Potete vedere e segnalare allo staff di Facebook il clone furlanettiano alla campagna, cliccando questo link.

http://www.giustiziaquotidiana.it/public/2010-12-04_223333_clonazioni_facebook.jpg

Lasciate che i nichilisti vengano a voi, se dovete castigarli adeguatamente per i crimini del loro cyberbullismo. Questi, poi, hanno il primato di aver svelato tutte le mosse dei loro mandanti, giorno dopo giorno.

Vi dirò, l'operazione per sgominare questa banda vetero maschilista associatasi per profitto ed in primo luogo per stalkizzare le proprie ex mogli, unita insieme dal peggior esempio di pensiero xenofilo visto in Italia, avrà ben il titolo di fregiarsi così: "The pain of an Accountant", ovvero "i dolori di un ragioniere"..


Leggi l'elenco dei gruppi falsi creati da Furlanetto:


Tratto da: http://www.facebook.com/note.php?note_id=129131713780519&id=125594884132163&ref=mf

GRUPPI A FAVORE DELLA VIOLENZA SULLE DONNE:

chi li conosce li evita!


Prima di affrontare l'argomento, per capire cos'è il femminismo, consiglio a tutt* di leggere: [QUI 1]; [QUI 2]; [QUI 3] e [QUI 4]. O almeno di dare un'occhiata.
Per capire il femminismo del passato (dalle suffragette al movimento femminista degli anni 60/70) [QUI 5].

FEMMINISMO: Dottrina e movimento che si propone di rivalutare il ruolo sociale e politico della donna e di ottenere la parità civile, politica, economica della donna rispetto all'uomo, nato e affermatosi con varia fortuna nel quadro della moderna società industriale.

MASCHILISMO: Atteggiamento mentale, pregiudizio culturale che si fonda sull'asserita superiorità dell'uomo rispetto alla donna.Comportamento sociale che ne deriva.

Per capire invece la situazione di Facebook, guardate [QUI 1]; QUI 2]; [QUI 3]; [QUI 4]; [QUI 5]; [QUI 6]; [QUI 7] e [QUI 8].

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Be ecco a voi una lista di pagine Facebook gestite da maschilisti. FORSE c'è lo zampino del Sig. Gianni Furlanetto (http://www.giannifurlanetto.it/), "fonte info".
Alcune pagine a primo impatto non sembrano collegate con l'argomento, ma sono gestite dalle stesse persone, inoltre condividono link dello stesso tipo per fare propaganda.

Trovate una serie di gruppi e pagine ancora più violenti verso le donne [QUI 1] e [QUI 2].

Potete togliervi dalla lista dei Fan cliccando su "Non mi piace più" (in fondo alle pagine a sinistra).
Potete segnalarle cliccando su "Segnala Pagina" (in fondo alle pagine a sinistra).

■ "Libere Donne"

■ Pagina clone "/Donne & Femminismo ( quello VERO!)/"
(pagina originale: "Donne & Femminismo ( quello VERO!)")

■ "Il Nazi-Femminismo SIA processato per CRIMINI contro l'umanità a Norimberga!"

■ "Se sei ANTI-FEMMINISTA, loro ti chiamano MISOGINO... AHAHAH ; - )))"

■ "BIGENITORIALITA' e AUTODETERMINAZIONE sono inconciliabili per il femminismo"

■ "No alla violenza delle donne sui BAMBINI - Foresta volutamente inesplorata"

■ "NO ALLA VIOLENZA DOMESTICA"

■ "LA MAGISTRATURA APRA INCHIESTA SU DATI ISTAT VIOLENZA DONNE"

■ "BASTA CON SPOT RAZZISTI E SESSISTI!"

■ "Associazione Donne - Unite nel Mondo"

■ "Riconosci la violenza"

■ "Le Clochard"

■ "Movimento per IL PADRE"

■ "STOP alle SEPARAZIONI PREDATORIE: le denunce strumentali sono atti criminali!"

■ "La Pasqua"

■ "Questo piccolo grande amore"

■ "La Barzelletta"

■ "Gianni Furlanetto"
■ "Gianni Furlanetto2"

■ "AFFIDAMENTO CONDIVISO = EQUE FREQUENTAZIONI"

■ "Papa' Separato"

■ "Vi incitano a denunciare il compagno perché maschilista? VOI RIDETENE!"

■ "Noi educhiamo, non denunciamo."

■ "Dormire fino a tardi..."

■ "Il Mare"

■ "A qualsiasi ingiustizia nel mondo.... No!"

■ "Il Bagno di Notte"

■ " Inversione dell'onere della prova. Come è potuto accadere?"

■ "DONNE CHE ODIANO GLI UOMINI : ALLARME MISANDRIA"

■ "Il desiderio ..."

■ "Eravamo stanche di sostituire i papa'. Viva la BIGENITORIALITA' !"

■ "Innamorarsi ancora..."

■ Pagina clone "/NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE/"
■ "/NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE2/"
(pagina originale: "NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE")

■ "NO ALLA VIOLENZA SUGLI UOMINI"

■ "STEFANO CUCCHI: NO alla violenza di Stato!"

■ "Padri Separati"

■ "Mamme single"

■ "BASTA ALLA VIOLENZA DELLE DONNE SU UOMINI E BAMBINI!"

■ "Affidamento Condiviso = Mantenimento Diretto dei Figli"

■ "Un Ministero Pari Opportunità "SESSISTA" che non ci rappresenta."

■ "Se una sola donna è sfruttata, tutti (uomini e donne) sono schiavi !"

■ "La Seduzione"

■ "Femmine violente"

■ "Tremate, tremate le streghe son tornate"

■ "Dormire abbracciati
"

■ "Pari Opportunità"

■ "Il mio primo amore"

■ "NO a qualsiasi RAZZISMO"

■ "GE.SE.F Associazione GEnitori SEparati dai Figli"

■ "Uomini e Donne"

■ "FARE L'AMORE"

■ "Regione Puglia e Interventi per i Padri Separati"

■ "Sono una DONNA e non diventerò mai un parassita del mio compagno"

■ "Nuovo Cinema Paradiso"

■ "L'Orgasmo"

■ "S.O.S. EMERGENZA SEPARAZIONI - Serve una legge che FERMI GLI AVVOLTOI!"

■ "Babbo Natale"

■ "Affido Condiviso: un diritto dei figli e non dei genitori"

■ Pagina clone "/Femminismo/")

■ "BIGENITORIALITA' E APPLICAZIONE REALE LEGGE 54/2006 AFFIDO CONDIVISO"

■ "L'aberrazione umana negli AFORISMI del femminismo. INCREDIBILE ... : - ("

■ "Fermiamo la INFIBULAZIONE !"

■ "Bollettino delle violenze femminili contro uomini e bambini"

■ "Del vecchio FEMMINISMO è rimasto solo l'OPPORTUNISMO !"

■ "Il papa' è sempre il papa'!"

■ "La vera storia della Passera predatoria..."

Altri gruppi/pagine (Importante: [[[FONTE]]]):

Benvengano gli stupratori,le donne non sono altro ke carne da macello
http://www.facebook.com/pages/Benvengano-gli-stupratorile-donne-non-sono-altro-ke-carne-da-macello/129601893731277

COMBATTIAMO CONTRO QUESTE VAKKE MISANDRICHE NAZI-FEMMINISTE
http://www.facebook.com/pages/COMBATTIAMO-CONTRO-QUESTE-VAKKE-MISANDRICHE-NAZI-FEMMINISTE/134611243217423?ref=search

Le femmine? buone solo per i loro orifizzi !
http://www.facebook.com/pages/Le-femmine-buone-solo-per-i-loro-orifizzi-/134561363221683

LE FEMMINISTE DEVONO MORIRE
http://www.facebook.com/pages/LE-FEMMINISTE-DEVONO-MORIRE/124979447542587

LE FEMMINE? ESSERI IMMONDI
http://www.facebook.com/pages/LE-FEMMINE-ESSERI-IMMONDI/129863263708434

Sei femminista? speriamo che ti venga un tumore e CREPI!
http://www.facebook.com/pages/Sei-femminista-speriamo-che-ti-venga-un-tumore-e-CREPI/108069969240366

Le donne sono INFERIORI,dovete mettervelo in testa,slgualddrine!
http://www.facebook.com/pages/Le-donne-sono-INFERIORIdovete-mettervelo-in-testaslgualddrine/107996562581183

Facciamo chiudere tutti i gruppi MISANDRICHI delle NAZI- FEMMINISTE
http://www.facebook.com/pages/Facciamo-chiudere-tutti-i-gruppi-MISANDRICHI-delle-NAZI-FEMMINISTE/130724180280207

Donne? SOLO DA STUPRARE
http://www.facebook.com/pages/Donne-SOLO-DA-STUPRARE/107913685923607

La femminista buona è quella MORTA
http://www.facebook.com/pages/La-femminista-buona-e-quella-MORTA/134914953185222

La vera donna è colei che si SOTTOMETTE all' Uomo!
http://www.facebook.com/pages/La-vera-donna-e-colei-che-si-SOTTOMETTE-all-Uomo/100974346620396

Le donne non dovessero parlare,la bocca dovrebbero usarla per altro
http://www.facebook.com/pages/Le-donne-non-dovessero-parlarela-bocca-dovrebbero-usarla-per-altro/121360124572902

Le donne sono fatte per essere CHIAVATE non capite.
http://www.facebook.com/pages/Le-donne-sono-fatte-per-essere-CHIAVATE-non-capite/135161736497640

LE DONNE SONO FIGLIE DI SATANA
http://www.facebook.com/pages/LE-DONNE-SONO-FIGLIE-DI-SATANA/134548496558015

Evviva la violenza sulle donne
http://www.facebook.com/pages/Evviva-la-violenza-sulle-donne/126657674033832

Salvatore Marino : Maschio 100%
http://www.facebook.com/pages/Salvatore-Marino-Maschio-100/46577686351

MASCHILISMO (questo è un sito esterno a Facebook e pertanto può essere segnalato solo alla PolPost)
http://www.maschilismo.it/

Grazie per l'attenzione,
condividete questa pagina e segnalate i gruppi.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 04/12/2010 @ 07:26:18, in Magistratura, linkato 1315 volte)

Ravenna incontra il magistrato Armando Spataro


http://www.giustiziaquotidiana.it/public/nevalevalapena.jpg

per acquistare il libro online clicca su "La Feltrinelli
"

Il Circolo di Libertà e Giustizia di Ravenna continua il suo impegno di riflessione e azione civile che vede, accanto a una mobilitazione in rete con altre associazioni ravennati che ha dato vita all'esperimento di cittadinanza attiva,Cantoni Animati, anche la proposta di spazi pubblici di incontro e dialogo con testimoni significativi della cultura politica  e giuridica del nostro tempo. E' la volta del magistrato Spataro, che sarà lunedì 6 dicembre alla Galleria Ninapì.

Dopo la presentazione, nella primavera scorsa, di Le parole della politica di Gianfranco Pasquino, in un incontro pubblico che fu molto partecipato, è previsto l'incontro con il magistrato Armando Spataro, che ha recentemente pubblicato Ne Valeva la pena. Storie di terrorismi e mafie, di segreti di Stato e di giustizia offesa ( Laterza 2010), alle ore 18 di lunedì 6 dicembre 2010, Galleria Ninapì, Via G. Pascoli 31, Ravenna.

Discuteranno con l'autore Anna Mori, Magistrato del Tribunale di Ravenna e Sandra Bonsanti, Presidente di Libertà e Giustizia. Il libro ha bisogno di più definizioni: è una autobiografia, un romanzo, un saggio, un intreccio di storia e memorie personali e di informazione sulla storia italiana di questi nostri anni. Lo stile è conciso, l'autore lascia parlare i fatti da lui vissuti come magistrato, dal sequestro di Abu Omar da parte degli uomini della Cia e dei Servizi Segreti italiani, agli anni di piombo a Milano e alle storie di terrorismo, all'impegno crescente, in collaborazione anche con Giovanni Falcone, contro la mafie e il loro profondo radicamento al Nord, mentre da parte dei governi via via succeduti diminuiscono l'attenzione, non più prioritaria, e l'impegno contro la mafia.

Nel 1985 ha fondato con Nando Dalla Chiesa l'Associazione Società Civile. Dal 1998 al 2002 ha fatto parte del Consiglio Superiore della Magistratura. Armando Spataro è attualmente Procuratore aggiunto presso il Tribunale di Milano, Coordinatore del gruppo specializzato nel settore dell'antiterrorismo e tra i dirigenti della Associazione Nazionale Magistrati.


http://www.romagnaoggi.it/ravenna/2010/12/3/179625/
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 04/12/2010 @ 07:19:49, in Magistratura, linkato 1632 volte)
Presentato a Capua il nuovo libro del
magistrato scrittore Raffaele Cantone “I gattopardi”

http://www.giustiziaquotidiana.it/public/igattopardi_cantone.jpg

per acquistare il libro online clicca su "La Feltrinelli"


di Filomena Camanzo
Venerdì 3 Dicembre 2010

LIBRI | Capua - "Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi." (Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Il gattopardo).

Un pubblico attento e affascinato ha partecipare la sera del 2 dicembre all'incontro tra Rosaria Capacchione, giornalista del quotidiano "Il Mattino", e Raffaele Cantone, magistrato della Corte di Cassazione, nella suggestiva cornice della Chiesa longobarda dei Santi Rufo e Carponio, a Capua. L'iniziativa è stata organizzata dalla Libreria Guida Capua, Palazzo Lanza e Architempo per presentare l'ultimo libro di Cantone "I Gattopardi - Economia e vita quotidiana nelle terre del crimine organizzato - Conversazione con Gianluca di Feo", edito da Mondadori.
Un gattopardo che ha cambiato pelle: questa è la fotografia del sistema mafioso italiano contemporaneo, radiografato nelle sue relazioni e collusioni con parti del sistema sociale, economico e politico del nostro Paese nell'opera di Cantone.
Rosaria Capacchione ha stimolato la conversazione con il magistrato con domande che hanno avuto anche la funzione di interventi e considerazioni di profonda intelligenza. Oggi, i mafiosi non portano più la coppola ed imbracciano il fucile, ma sono spesso colletti bianchi in grisaglia. Le mafie non sono, e non vogliono essere, l'antistato, ma sono un sottosistema che si inserisce nei tanti vuoti lasciati dallo Stato: si insinuano subdolamente quando, ad esempio, attività di interesse sociale, come la sanità, vengono appaltati all'esterno. Il vero argine alla criminalità organizzata è, quindi, uno Stato che funziona. Le organizzazioni criminali sono sottovalutate dagli studi, soprattutto economici. Esaminare realmente a fondo il problema consentirebbe di poter incidere efficacemente per contrastarlo: le mafie, infatti, rappresentano un fenomeno complesso che va affrontato con logiche complesse.
Le mafie sono da anni considerate "service", poiché vengono utilizzate da imprenditori senza scrupoli per garantirsi monopoli sul mercato, assenza di problemi sindacali, facilitazioni burocratiche. Non è un caso, ad esempio, che centri commerciali di enormi proporzioni nascano in zone ad alto tasso di penetrazione malavitosa. Pensiamo anche agli enormi profitti derivanti dallo smaltimento illegale di rifiuti tossici.
Finchè converrà economicamente essere disonesti, non si sconfiggerà il crimine organizzato. Occorre rendere l'attività mafiosa sconveniente con varie misure, non limitarsi soprattutto agli arresti. Perché gli ordini professionali non sono più rigorosi con i loro membri collusi con la criminalità?
Le mafie, che si insinuano dove la pubbliche amministrazioni sono più permeabili, sono state favorite dal nuovo sistema elettorale nei comuni, facendo eleggere loro rappresentanti. Sia Rosaria Capacchione che Raffaele Cantone hanno puntato il dito contro le responsabilità di quella parte della società civile che favorisce le organizzazioni criminali al momento del voto.
La criminalità organizzata è stata favorita anche dalla minore coesione sociale contemporanea, i partiti, i sindacati sono in crisi: più la società è frastagliata, più la mafia è forte.
"I Gattopardi" è un testo che ci invita e riflettere e ad agire. E' significativa la dedica del libro:
A quei magistrati, a quegli uomini delle forze dell'ordine, a quei giornalisti e a tutti quelli che, nei diversi settori, con l'impegno quotidiano e con i comportamenti coerenti cercano ogni giorno di arginare mafie e illegalità.

http://www.casertanews.it/public/articoli/2010/12/03/art_20101203130038.htm
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 04/12/2010 @ 07:04:51, in Magistratura, linkato 1439 volte)
Secondo anno per l’Anm al Salone della Giustizia


Al centro del dibattito le riforme e il rinnovamento della magistratura

Roma - L’Anm partecipa al Salone della Giustizia di Rimini con un workshop informativo dal titolo "L'autoriforma della magistratura" che si terrà domani, 3 dicembre 2010, alle ore 15, presso il padiglione "La Legge", Sala Ravezzi. Interverranno, tra gli altri, il presidente Luca Palamara, il responsabile Giustizia del Pd Andrea Orlando, il segretario generale dell’Anm Giuseppe Cascini.
In uno spazio espositivo l'Anm incontrerà, inoltre, i visitatori per illustrare le principali attività dell’Associazione.
Il sistema giustizia attende da troppo tempo l’adozione di interventi legislativi che siano davvero ispirati alla finalità di consentire l’efficace funzionamento della giurisdizione nell’interesse dei cittadini e non, invece, volti unicamente a ridurre l’indipendenza e l’autonomia dei magistrati.
Le vere riforme di cui il Paese ha bisogno sono quelle che incidono sulla durata dei processi. Revisione delle circoscrizioni giudiziarie, innovazione tecnologica, snellimento delle procedure, investimenti per il personale, risorse materiali, sono i primi indifferibili prov-vedimenti che i magistrati chiedono alla politica.
Il Salone della Giustizia può essere anche l’occasione per offrire una riflessione sui temi della professionalità e dell’organizzazione degli uffici.
L’Anm avverte forte l’esigenza di coinvolgere tutti i magistrati in un percorso di rinnovamento fondato sull’elaborazione di una nuova idea di autogoverno e di associazione. L’ammodernamento della magistratura passa, infatti, attraverso la valorizzazione del merito e della professionalità; il superamento del sistema di progressione in carriera basato essenzialmente sull’anzianità e sull’assenza dei controlli è un punto di non ritorno.
È con queste motivazioni che l’Anm è presente a Rimini al fine, soprattutto, di sensibilizzare l’opinione pubblica e gli altri operatori del settore sulle reali problematiche che affliggono la giustizia, far comprendere loro l’impegno profuso dai magistrati, nonché per fornire un contributo tecnico alla risoluzione delle questioni più urgenti.

Arezzo Web:  http://www.arezzoweb.it/notizie/speciale.asp?idnotizia=41678

La Rassegna

UNIVERSITA': RIMINI, MANIFESTANTI DAVANTI A SALONE GIUSTIZIA

AGI - Agenzia Giornalistica Italia - ‎18 ore fa‎
(AGI) - Rimini, 3 dic. - Circa 200 persone, tra studenti e ricercatori, stanno manifestando stamani davanti al Salone della Giustizia contro le riforme ...

Giustizia: Vietti apre il Salone "Rispettiamo i magistrati"

Il Resto del Carlino - ‎02/dic/2010‎
Rimini, 2 dicembre 2010 - E' stata inaugurata questa mattina, taglio del nastro alle 10, il secondo Salone della Giustizia riminese. A ad aprire l'evento, ...

Giustizia/ Vietti: Critica a toghe non faccia venir meno rispetto

APCOM - ‎02/dic/2010‎
Rimini, 2 dic. (Apcom) - "Non è una predica, ma ricordo a tutti noi che ai magistrati è dovuto rispetto". E dunque i magistrati "si possono criticare", ...

Al salone della Giustizia, riminese chiede giustizia

AltaRimini - ‎02/dic/2010‎
Una 2° edizione del Salone della Giustizia partita in tono minore: Filippo Berselli, presidente della Commissione Giustizia al Senato, aveva promesso la ...

Giustizia/ Vietti: No a Pm e giudici eletti dal popolo

APCOM - ‎02/dic/2010‎
Rimini, 2 dic. (Apcom) - Il vice presidente del Csm, Michele Vietti, dal Salone della Giustizia di Rimini torna a parlare della possibilità di avere giudici ...

Giustizia: Napolitano, sistema lacerato da gravi contrapposizioni ...

Libero-News.it - ‎01/dic/2010‎
oma, 1 dic. (Adnkronos) - La giustizia e' "un sistema complesso, spesso lacerato da gravi contrapposizioni e caratterizzato da disfunzioni e ritardi, ...

Giustizia: Napolitano, pesano contrapposizioni e ritardi

ANSA.it - ‎01/dic/2010‎
ROMA - Quello della Giustizia è "un sistema complesso, spesso lacerato da gravi contrapposizioni e caratterizzato da disfunzioni e ritardi, ma chiamato a ...

Rimini, sit-in anti-Gelmini al Salone della Giustizia

RomagnaOggi.it - ‎18 ore fa‎
RIMINI - Il ministro dell'Istruzione Maria Stella Gelmini al Salone della Giustizia non era presebte, come annunciato, ma venerdì mattina i presidii contro ...

Protesta anti Gelmini a Palafiera di Rimini

AltaRimini - ‎18 ore fa‎
Duecento manifestanti, tra ricercatori, studenti medi e universitari stanno manifestando, con un presidio, davanti al Palafiera di Rimini dove è in corso il ...

Università/ Studenti anti-Gelmini a Salone Giustizia Rimini

Virgilio - ‎18 ore fa‎
Studenti anti-Gelmini al Salone della Giustizia di Rimini. Un gruppo di universitari e giovani dei licei riminesi si sono dati appuntamento questa mattina ...

Universita': Rimini, protesta contro riforma Gelmini davanti a ...

La Repubblica Parma.it - ‎18 ore fa‎
Rimini, 3 dic. - (Adnkronos) - Una nuova protesta contro la riforma del ministro Gelmini e' andata in scena questa mattina a Rimini, davanti alla fiera dove ...

Salone della giustizia, Vietti: No a spirale di polemiche con le ...

Il Denaro - ‎02/dic/2010‎
Le pratiche a tutela della magistratura non devono essere "una sorta di spirale di polemiche" ma servono a "riaffermare la dignità di un ordine fondamentale ...

Giustizia/ Berselli: Toghe critichino leggi, ma poi le applichino

Virgilio - ‎02/dic/2010‎
"In occasione del suo congresso, il presidente dell'Anm Luca Palamara si è dimostrato aperto a eventuali ipotesi di riforme del governo" e "non c'è stato un ...

GIUSTIZIA: MOLTENI (LNP), INOPPORTUNO VIETTI QUANDO RITIENE ...

AgenParl - Agenzia Parlamentare - ‎02/dic/2010‎
(AGENPARL) - Roma, 02 dic - “Reputo inopportuno e fuori luogo l'intervento del vicepresidente del Csm, Michele Vietti, quando ritiene “inesportabile” nel ...

Ibm, “nuova intelligenza” per la giustizia

Top Trade - ‎02/dic/2010‎
Ridurre la spesa pubblica, migliorare i servizi, razionalizzare le infrastrutture, accrescere la trasparenza, migliorare le condizioni dei detenuti, ...

Giustizia: Vietti, prima affrontare emergenza poi riforme ...

La Repubblica Parma.it - ‎02/dic/2010‎
Rimini, 2 dic. - (Adnkronos) - ''La condizione per parlare di riforme costituzionali e' quella di non eludere i problemi drammatici della quotidianita'''. ...

Giustizia: Vietti, bene Alfano su magistrati di prima nomina ma ...

La Repubblica Bologna.it - ‎02/dic/2010‎
Rimini, 2 dic. - (Adnkronos) - "Prendo atto della recente disponibilita' del ministro della Giustizia a eliminare l'ostacolo" rappresentato dalla scelta di ...

A Rimini al via il secondo Salone della Giustizia

Radio Televisione della Repubblica di San Marino - ‎02/dic/2010‎
Il grande assente al secondo salone della giustizia è il presidente del Senato Renato Schifani che non c'era al taglio del nastro per motivi istituzionali ...

Difesa: il ministero presente al 'Salone della Giustizia' a Rimini

La Repubblica Parma.it - ‎02/dic/2010‎
Roma, 2 dic. - (Adnkronos) - Il ministero della Difesa partecipa alla seconda edizione del 'Salone della Giustizia', aperto da oggi a domenica a Rimini. ...

Rimini - Protesta al Salone della giustizia

Romagna Noi - ‎02/dic/2010‎
RIMINI - Fuoriprogramma all'inaugurazione del Salone della giustizia: prima del taglio del nastro, quando si attendeva l'arrivo del vice presidente del ...

Salone Giustizia: Vietti, scarse risorse non siano alibi

AltaRimini - ‎02/dic/2010‎
"Il Consiglio è ben consapevole delle difficoltà di ogni tipo che affliggono gli uffici giudiziari, impegnati, come sono, nel difficile compito di rendere ...

Secondo anno per l'Anm al Salone della Giustizia

ArezzoWeb.it - ‎02/dic/2010‎
Roma - L'Anm partecipa al Salone della Giustizia di Rimini con un workshop informativo dal titolo "L'autoriforma della magistratura" che si terrà domani, ...

Giustizia/ Vietti: Dialogo e confronto via obbligata per riforma

Virgilio - ‎02/dic/2010‎
"Il dialogo e il confronto sono la via obbligata per trovare qualunque soluzione utile al Paese e Dio solo sa quanto questo Paese abbia bisogno di dialogo". ...

Il ministero della difesa al salone della giustizia

AltaRimini - ‎02/dic/2010‎
Il ministero della difesa partecipa alla seconda edizione del Salone della Giustizia, che si tiene a Rimini da oggi al 5 dicembre. ...

Giustizia/ Vietti: Prima di riforma, risolvere le vere emergenze

Virgilio - ‎02/dic/2010‎
Dare efficienza alla macchina giudiziaria prima di fare qualunque riforma della giustizia. Lo dice il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, ...

Vietti: "Mai pm eletti dal popolo"

Sicilialand (Comunicati Stampa) - ‎02/dic/2010‎
Definisce “un modello inesportabile” nel nostro Paese il sistema di elezione diretta dei magistrati vigente negli Stati Uniti. Ad affrontare il tema è il ...

Giustizia/ Vietti: Pratica a tutela non portino a polemiche

Virgilio - ‎02/dic/2010‎
Il vice presidente del Csm, Michele Vietti, sulla scorta di quanto già detto dal presidente della Repubblica, torna a parlare di pratiche a tutela della ...

Giustizia/ Al via a Rimini il Salone 2010, inaugura Vietti

Virgilio - ‎02/dic/2010‎
E' iniziato a Rimini il secondo Salone della Giustizia, kermesse dedicata al settore dell'amministrazione giudiziaria, della sicurezza e del sistema ...

Taglio del nastro del Salone della Giustizia

AltaRimini - ‎02/dic/2010‎
Il presidente della Commissione Giustizia, Filippo Berselli, insieme al vicepresidente del Csm, Michele Vietti, hanno appena inaugurato la seconda edizione ...

Giustizia/ Vietti riceve al Csm delegazione Cina

Virgilio - ‎01/dic/2010‎
Roma, 1 dic. (Apcom) - Il vice presidente del Csm Michele Vietti ha ricevuto a Palazzo dei Marescialli una delegazione della Commissione Affari sociali e ...


Giustizia:Napolitano, pesano disfunzioni

euronews - ‎01/dic/2010‎
(ANSA) – ROMA, 1 DIC – Quello della Giustizia e' 'un sistemacomplesso, spesso lacerato da gravi contrapposizioni ecaratterizzato da disfunzioni e ritardi, ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 04/12/2010 @ 07:00:41, in Magistratura, linkato 1161 volte)

Processo Hiram, assolti gli imputati


Scagionati Calogero Licata, il cancelliere della Suprema Corte Guido Peparaio, Michele Accomando, Nicolò Sorrentino e Renato Gregorio. Erano accusati, a vario titolo, di corruzione in atti giudiziari, concorso in associazione mafiosa peculato, accesso abusivo ai sistemi informatici giudiziari e rivelazione di segreti d'ufficio

PALERMO. Sono stati tutti assolti gli imputati del processo Hiram, il dibattimento nato da un'indagine su presunti "aggiustamenti" di processi in Cassazione. I giudici della terza sezione del tribunale di Palermo, presieduto da Raimondo Lo Forti, hanno pronunciato la sentenza dopo oltre sette ore di camera di consiglio.    Scagionati, dunque, Calogero Licata, il cancelliere della Suprema Corte Guido Peparaio, Michele Accomando, Nicolò Sorrentino e Renato Gregorio.

Erano accusati, a vario titolo, di corruzione in atti giudiziari, concorso in associazione mafiosa peculato, accesso abusivo ai sistemi informatici giudiziari e rivelazione di segreti d'ufficio. I pm Paolo Guido e Fernando Asaro avevano chiesto l'assoluzione di tutti per il reato di concorso in associazione mafiosa e la condanna per gli altri reati.   

Il tribunale ha assolto gli imputati con il secondo comma dell'art.530 che disciplina i casi in cui "manca, è insufficiente o è contraddittoria la prova che il fatto sussiste, che l'imputato lo ha commesso, che il fatto costituisce reato".
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 04/12/2010 @ 06:54:49, in Economia, linkato 1506 volte)

Finmeccanica: nessuna azione per bloccare le indagini


Nessun boicottaggio, nessuna interferenza o depistaggio per depotenziare le indagini della Procura di Roma sugli appalti dell'Enav. Finmeccanica respinge le accuse, apparse ieri sui principali quotidiani nazionali, circa un suo ruolo attivo nella vicenda dei presunti depistaggi su cui ora indaga la Procura di Perugia. Il gruppo, recita una nota di Piazza Montegrappa, «non ha mai promosso o auspicato alcuna azione in tal senso». I magistrati sospettano che alcuni indagati abbiano tentato di fermare l'inchiesta. L'attenzione si sta concentrando sul presidente dell'Enav, Luigi Martini, e sul direttore centrale delle relazioni esterne di Finmeccanica, Lorenzo Borgogni.

«Stai tranquillo – dice Martini a Borgogni in una telefonata, risalente alla scorsa estate, in cui si commentano gli sviluppi dell'indagine – perché ora arriva una "botta" della finanza che gli farà perdere l'inchiesta». Il riferimento sarebbe a Giancarlo Capaldo, il procuratore aggiunto che coordina le indagini. Quanto alla Guardia di Finanza, il Nucleo di polizia tributaria consegnerà solo ai primi di ottobre una informativa sugli affari dell'Enav. Chi informò, si domandano i pm, gli indagati che le Fiamme Gialle stavano conducendo accertamenti sulle vicende che li coinvolgono? E perché nella telefonata si parla di «botta della finanza»? A queste domande dovranno rispondere nelle prossime settimane i magistrati di Perugia. Per ora, in una lettera diffusa ieri, Renato Borzone, legale di Borgogni, evidenzia «il ruolo passivo, come semplice ascoltatore» tenuto dal suo assistito nel corso della telefonate intercettate. Borgogni, scrive l'avvocato, «si è limitato ad ascoltare quanto diceva Martini senza nessun interesse per quanto gli veniva riferito e con la consueta diffidenza nei confronti delle miriadi di notizie in circolazione sull'argomento». Il dirigente di Finmeccanica, prosegue il legale, «non era per nulla interessato alla "botta" che sarebbe dovuta arrivare al dottor Capaldo, costringendolo a lasciare l'indagine, in quanto all'epoca dell'intercettazione Borgogni non era stato neppure convocato come testimone».
Sulla vicenda ha preso posizione anche la Procura di Roma. In una nota il procuratore capo, Giovanni Ferrara, ha ribadito la massima fiducia nell'operato della Guardia di Finanza, spiegando che la decisione di coassegnare le indagini sull'Enav a magistrati del pool «reati contro la pubblica amministrazione» risponde alle regole di assegnazione delle inchieste della Procura.

Intanto ieri l'ex consulente esterno di Finmeccanica, Lorenzo Cola, in carcere dalla scorsa estate, è tornato a rispondere alle domande dei pm. Il verbale di interrogatorio è stato secretato. Secondo quanto si apprende, Cola è tornato a parlare del meccanismo delle sovrafatturazioni per gli appalti dell'Enav che sarebbe stato utilizzato per creare fondi da destinare al pagamento di tangenti a manager e politici. Non è escluso che abbia fatto nomi. Quanto all'Arc Trade, società che ha ricevuto in subappalto lavori oggetto dell'indagine, Selex sistemi integrati (gruppo Finmeccanica), precisa che «Arc Trade è stata impiegata in qualità di distributore esclusivo in Italia per i prodotti Vaisala, società finlandese leader mondiale nei sistemi meteo, che ha confermato a Selex Si tale rapporto».

Il Sole 24 ore


La Rassegna

Finmeccanica: continua il lavoro degli inquirenti sul caso degli ...

La Stampa - ‎02/dic/2010‎
Bene intonata Finmeccanica, ma con performance inferiori a quelle del mercato: l'azione passa di mano a quota 8,71 euro con un rialzo dello 0,4 per cento. ...

Finmeccanica: nessuna azione per bloccare le indagini

Il Sole 24 Ore - ‎02/dic/2010‎
Nessun boicottaggio, nessuna interferenza o depistaggio per depotenziare le indagini della Procura di Roma sugli appalti dell'Enav. ...

Enav, a Perugia inchiesta-stralcio su tentato inganno pm

Reuters Italia - ‎01/dic/2010‎
PERUGIA (Reuters) - La procura di Perugia ha aperto un'inchiesta sul tentato depistaggio del procuratore aggiunto di Roma Giancarlo Capaldo, che coordina ...

Finmeccanica, mai auspicata alcuna azione di depistaggio

La Repubblica - ‎01/dic/2010‎
(Teleborsa) - Roma, 1 dic - Secca smentita di Finmeccanica ai rumors secondo cui alcuni indagati avrebbero cercato di fermare l'inchiesta che la riguarda. ...

FINMECCANICA: NESSUNA AZIONE DEPISTAGGIO SU INDAGINI APPALTI ENAV

Agenzia di Stampa Asca - ‎01/dic/2010‎
(ASCA) - Roma, 1 dic - Nessuna azione di depistaggio da parte di Finmeccancia sulle indagini della magistratura che riguardano gli appalti Enev. ...

Finmeccanica, alcuni indagati tentano lo stop su inchiesta

La Repubblica - ‎01/dic/2010‎
(Teleborsa) - Roma, 1 dic - Alcuni indagati avrebbero cercato di fermare l'inchiesta su Finmeccanica. Lo scrive nell'edizione odierna il il Corriere della ...

FINMECCANICA: DI STANISLAO (IDV), CON ENAV TENTATIVO DI ...

AgenParl - Agenzia Parlamentare - ‎15 ore fa‎
(AGENPARL) - Roma, 03 dic - Finmeccanica e l'Ente nazionale di assistenza al volo (Enav) tentano di depistare le indagini che ne coinvolgono i rispettivi ...

Finmeccanica: "nessun boicottaggio delle indagini"

Dedalo News - ‎01/dic/2010‎
Finmeccanica «non ha mai promosso od auspicato alcuna azione» di "boicottaggio", "depistaggio" o di "interferenze per depotenziare le indagini" relative ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 04/12/2010 @ 06:50:15, in Magistratura, linkato 1370 volte)
Qui c'è del lavoro per Medel e per la UIM ...

Magistratura Aperta: con Žitňanská, contro Harabin


Il gruppo di iniziativa “Per una Magistratura Aperta” si è schierato a difesa dell’iniziativa del ministro della Giustizia Lucia Žitňanská che ha lanciato un procedimento disciplinare contro il Presidente della Corte Suprema Štefan Harabin.

“Le sue attività come ministro della Giustizia prima e come Presidente della Corte Suprema poi hanno danneggiato la percezione della Magistratura Slovacca ad un livello tale che ci vorranno anni per riparare al danno. Mentire in parlamento, essere in rapporti amichevoli con un trafficante di droga, il suo stesso profili politico, impedire alle istituzioni preposte l’ispezione relativa alla gestione dei fondi affidati, azioni disciplinari mirate a colpire gli avversari, sospetti sui bonus assegnati ai giudici ed ai colleghi, deliberate interferenze ai programmi di lavoro della Corte Suprema: tutti questi sono fatti che sono già stati di interesse per le autorità in passato” hanno elencato Katarína Javorčíková e Miroslav Gavalec nella loro dichiarazione pubblica in difesa della posizione della Žitňanská e contro Harabin.

Il ministro Lucia Žitňanská ha presentato una prima richiesta di azione disciplinare contro Harabin alla Corte Costituzionale, per aver impedito l’ispezione del ministero delle Finanze. Più recentemente la Žitňanská ha presentato una seconda mozione contro Harabin, per aver fatto in modo di evitare l’assegnazione casuale degli incarichi ai magistrati della Corte Suprema.


Leggi l'articolo originale: Magistratura Aperta: con Žitňanská, contro Harabin | La Voce della Slovacchia http://www.lavoce.sk/15831/2010/12/02/legislazione/magistratura-aperta-con-zitnanska-contro-harabin/#ixzz177SqMWcI
 
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Tribunale di Modica. Va in pensione
lo storico “Ciccio” Terranova


Il Tribunale di Modica perde un funzionario che ha rappresentato la classica “pietra miliare” dell’istituzione. Ieri è andato in pensione dopo 33 anni di servizio al Palagiustzia, il cancelliere capo Francesco Terranova, sciclitano, considerato da tutti “una colonna portante degli uffici giudiziari”. Ieri mattina, nel corso di una breve cerimonia tenutasi al terzo piano dell’immobile di Piazzale Beniamino Scucces, presenti magistrati e i colleghi, Terranova ha salutato tutti, con non poca emozione e occhi lucidi.

I colleghi l hanno ricordato la sua dedizione al lavoro e la sua costante disponibilità verso tutti. Terranova era arrivato a Modica 25 anni fa, nel vecchio Palazzo di Giustizia di Corso Umberto dopo avere svolto servizio, prima presso la Pretura di Desio e poi presso il Tribunale di Lecco. Con lui, in Procura, dove aveva l’ufficio, sono passati quattro diversi Procuratori della Repubblica, Francesco Bua, Domenico Brancatelli, Domenico Platania e l’attuale, Francesco Puleio ed una decina di sostituti Procuratori. Ordinato e puntuale era anche la mente storica per trovare fascicoli vari. Adesso si pone il problema della sua sostituzione sia professionale ma anche affettiva.

R.T.M.  http://www.radiortm.it/2010/12/01/80898/
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 04/12/2010 @ 06:36:35, in Magistratura, linkato 1524 volte)
Giustizia: a Milano il primo ricorso
con pagamento on-line


Milano, 1 dic. (Adnkronos) - Ha avuto successo il primo ricorso per decreto ingiuntivo con pagamento on-line al Tribunale di Milano. Gli avvocati del Foro milanese potranno d'ora in poi evitare di utilizzare i metodi di pagamento tradizionali (marca da bollo, F23) finora necessari per depositare un ricorso per decreto ingiuntivo on-line. Il pagamento delle spese di giustizia potra' infatti essere effettuato direttamente dallo studio legale tramite la piattaforma del processo civile telematico, attraverso l'addebito diretto su conto corrente.

La sperimentazione del servizio, atteso da tempo da avvocati e uffici giudiziari, e' stata possibile anche grazie all'impegno di Unicredit Group e Unicredit Credit Management Bank, beta tester per la gestione del pagamento nel circuito interbancario; oltre a quello, dei tecnici informatici del Cisia di Milano.

Questo passo in avanti nella telematizzazione del processo civile consentira' ancora una volta un cospicuo risparmio di tempo da parte dei professionisti e, conseguentemente, un risparmio economico da parte dell'utente finale. ''Sono molto orgoglioso di essere stato testimone del primo esempio di pagamento on line nel mondo Giustizia'' ha affermato Paolo Giuggioli, presidente dell'Ordine degli Avvocati di Milano.

01/12/2010
http://www.libero-news.it/articolo.jsp?id=542911


Unicredit: gestisce pagamento
spese online per Foro Milano

Dowjones

MILANO (MF-DJ)--Unicredit e Unicredit Credit Management Bank sono i beta tester per la gestione del pagamento nel circuito interbancario delle spese relative al deposito di un decreto ingiuntivo che gli avvocati del Foro di Milano potranno fare direttamente online.

Il pagamento, si legge in una nota, potra' essere effettuato direttamente dallo studio legale tramite la piattaforma del processo civile telematico, attraverso l'addebito diretto su conto corrente. Unicredit sara' affiancata dai tecnici informatici del Cisia di Milano. Questo ulteriore passo in avanti nella telematizzazione del processo civile consentira' ancora una volta un cospicuo risparmio di tempo da parte dei professionisti e, conseguentemente, un risparmio economico da parte dell'utente finale.

"Sono molto orgoglioso di essere stato testimone del primo esempio di pagamento on line nel mondo Giustizia" ha affermato Paolo Giuggioli, presidente dell'Ordine degli Avvocati di Milano. "Non molto tempo fa tutto cio' sembrava irrealizzabile, ma l'impegno profuso in termini di risorse, non solo economiche, da parte dell'Ordine degli Avvocati di Milano, in collaborazione con il Tribunale e la Direzione Generale dei Sistemi Informativi Automatizzati, ha reso possibile questo balzo in avanti che rappresenta per noi un successo, un risparmio sui tempi e sui costi e un ulteriore avvicinamento ad un Sistema Giustizia finalmente efficace, efficiente e rapido, cosi' come auspichiamo da tempo." com/lab

(END) Dow Jones Newswires
December 01, 2010 05:39 ET (10:39 GMT)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Loredana Morandi (del 04/12/2010 @ 06:31:53, in Economia, linkato 1306 volte)
Corte dei Conti, troppe anomalie
negli appalti secretati. Spesa oltre i 550 milioni



Roma, 1 dic - (di Anna Laura Bussa) Di tutti gli appalti secretati (la cui documentazione è stata trasmessa alla Corte dei Conti tra il 2005 e il 2007) neanche uno risulta in regola. Lo si afferma in una Relazione della magistratura contabile trasmessa alle Camere. Secondo la legge, si spiega nel documento, gli appalti possono essere secretati (e quindi derogare alle norme sugli appalti pubblici) solo nei casi in cui siano richieste ''misure speciali di sicurezza e segretezza'' o quando lo esiga ''la protezione degli interessi essenziali della sicurezza dello Stato''. Poi dovrebbero essere opere ''dichiarate indifferibili ed urgenti'' con adeguata motivazione. E la richiesta dovrebbe essere fatta da autorità apicali, come ad esempio i ministri, e non da semplice ''personale dirigente''.

Ora, denunciano le toghe contabili, tutte le opere esaminate, per un costo complessivo di oltre 550 milioni di euro, non sembrano rispondere a nessuno dei requisiti richiesti. ''Nella quasi totalità dei casi - si legge - la dichiarazione di secretazione è espressa in termini generici e, spesso, manca ogni riferimento ai requisiti di indifferibilità ed urgenza senza contare che non sono rari i casi di opere considerate (anche se in modo generico) urgenti e indifferibili affidate con notevole ritardo o la cui realizzazione si è protratta nel tempo''. ''Fatti questi - aggiungono i magistrati - che si pongono in palese contrasto con l'asserita presenza dei requisiti medesimi''.

La Scuola per marescialli dei Carabinieri di Firenze, ad esempio (al centro della vicenda giudiziaria che vede coinvolto anche il coordinatore Pdl Denis Verdini), non è ancora ultimata ''a 13 anni dall'iniziale protocollo d'intesa'' e per lei la spesa è lievitata, sinora, a circa 450 milioni di euro: la fetta più grande di tutti gli appalti secretati presi in esame. Ma i giudici contabili puntano il dito anche contro i ritardi con cui sono stati realizzati gli appalti e contro le penali "risibili" che sono state fatte pagare ai "ritardatari": tra l'1 e lo 0,7 per mille. Quindi nella relazione si sottolineano i ritardi nella consegna dei documenti alla Corte dei Conti e le indicazioni errate degli importi di spesa.

I magistrati rivolgono allora un triplice appello alle amministrazioni a tutela della "trasparenza":

1) I provvedimenti di secretazione dovranno essere ''adeguatamente motivati'' e nel rispetto delle legge;

2) In fase di programmazione dovranno essere ''dettagliatamente indicate e descritte le opere da eseguire'';

3) per ''le varianti in corso d'opera si dovrà adottare un nuovo provvedimento di secretazione'' quando queste non rientrino nelle ipotesi previste dalla legge''.

Critico il Pd, mentre l'Idv chiede ai ministri dell'Interno Roberto Maroni e della Difesa Ignazio La Russa di rendere pubblici tutti gli atti degli appalti secretati. ''Come emerge chiaramente dalla relazione - commenta Gianclaudio Bressa (Pd) - lo strumento della secretazione è utilizzato in modo improprio e determina una gestione poco trasparente ed inefficiente degli appalti pubblici''. L'appello della Corte dei Conti, aggiunge, non cada nel vuoto. Analogo il commento di Sesa Amici (Pd), secondo la quale ''la mancanza di trasparenza favorisce non solo le infiltrazioni della criminalità organizzata, ma anche un incremento dei costi per la finanza pubblica''. ''Stupisce - conclude - che la secretazione avvenga ormai per prassi senza che vi sia un' esigenza oggettiva, quasi a voler creare un canale privilegiato per alcune opere o per alcuni imprenditori...''. (ANSA)

La Rassegna

Troppe anomalie in appalti secretati

ANSA.it - ‎01/dic/2010‎
ROMA - La Corte dei Conti 'boccia', nella sua relazione appena trasmessa alle Camere, gli appalti secretati i cui atti sono stati consegnati alla ...

Corte Conti:anomalie appalti secretati

ANSA.it - ‎01/dic/2010‎
(ANSA) - ROMA, 1 DIC - La Corte dei Conti 'boccia' gli appalti secretati, i cui atti sono stati consegnati alla magistratura tra il 2005-2007. ...

Appalti secretati,"troppe anomalie"

TGCOM - ‎01/dic/2010‎
La Corte dei Conti bacchetta i ministeri - in particolare quelli dell'Interno e della Difesa - per le anomalie ei ritardi riscontrati negli appalti ...

Corte dei Conti, troppe anomalie negli appalti secretati. Spesa ...

GrNet.it - ‎01/dic/2010‎
Roma, 1 dic - (di Anna Laura Bussa) Di tutti gli appalti secretati (la cui documentazione è stata trasmessa alla Corte dei Conti tra il 2005 e il 2007) ...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503
Ci sono  persone collegate

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










19/08/2019 @ 19.00.19
script eseguito in 516 ms