\\ Home Page : Articolo : Stampa
MI sullo stato di agitazione della Magistratura
Di Loredana Morandi (del 18/06/2007 @ 23:58:15, in Magistratura, linkato 2487 volte)

Magistratura Indipendente

Solo per chiarezza e senza intenti polemici, ritengo doverose alcune precisazioni in merito alla nota della collega Sanlorenzo. Riporto l'ultima parte dell'intervento di Antonietta Fiorillo in modo che i colleghi possano, personalmente, rendersi conto di quello che ha detto:

"Su nessuno dei punti richiamati, ripeto, non solo sull'OG, abbiamo avuto non dico risultati, ma neppure risposte plausibili; l'ANM non può piu' attendere perché, ad oltre di un anno dall'insediamento di questo governo, ci stanno togliendo anche la speranza che la questione giustizia diventi per questa maggioranza una questione prioritaria, e non perché interessa i magistrati, ma perché riguarda direttamente la vita dei cittadini di questo Paese.
Ed è per questo che a nome del gruppo di MI chiedo che oggi il CDC deliberi tre giorni di sciopero di cui il primo calendarizzato a data prossima nonché tutte le altre iniziative che saranno ritenute utili nell'interesse, ripeto, non della categoria ma della collettività; lo richiede la coerenza con quanto l'ANM ha sempre affermato in questi anni, lo richiede il rispetto e la dignità di tutti i colleghi associati che ci hanno dato il loro mandato.
Ma se non bastasse tutto questo per una protesta senza se e senza ma basterebbe ricordare i violentissimi ed ingiustificati attacchi alla magistratuta portati negli ultimi giorni da uno dei vicepremier che si commentano da soli ma che, purtroppo, ci danno la sensazione di un "dejà vu" che avremmo preferito non rivivere; e non aggiungo altro.
"

Come si può rilevare, anche dall'ultima parte dell'intervento della collega Fiorillo, la richiesta di una ferma e decisa risposta da parte dell'ANM  attraverso la proclamazione di una giornata di sciopero, in tempi compatibili con l'andamento dei lavori del tavolo tecnico, è stata  collegata, all'evoluzione, prevedibilmente negativa, della vicenda  dell'O.G., alle mancate risposte della politica su tutti i temi che riguardano la magistratura, dall'efficienza dell'amministrazione della  giustizia alle condizioni di lavoro, dei magistrati.
E' pur vero che la collega ha segnalato, ed è stata l'unica voce critica in CDC in tal senso, la carica delegittimante nei confronti della magistratura  delle parole pronunciate dal vice premier in questi giorni, e ciò
assolutamente in linea con tutti gli interventi finora operati dall'ANM in casi similari. Prova ne è che la GEC nella stessa data ha espresso solidarietà ai magistrati catanesi "per il gravissimo vulnus alla credibilità dell'ordinamento giudiziario e all'esercizio indipendente della giursidizione" in relazione all'interrogazione parlamentare presentata dal deputato Fasolino il 01 marzo 2007 al Ministro della Giustizia. Appare, pertanto, fuorviante l'interpretazione delle dichiarazioni della collega Fiorillo per come emergono dalla nota della collega Sanlorenzo. E, anche laddove il segretario di MD segnala che "i magistrati sono disposti a scioperare nuovamente, se non sarà approvata entro la scadenza del 31 luglio la riforma dell'ordinamento giudiziario", riferisce quello che è  stato il deliberato del CDC approvato anche e soprattutto sulla  proposta di MI di dare una risposta forte e chiara all'attuale politica sulla giustizia.

18.6.2007

Carlo Coco
Segretario generale di Magistratura Indipendente