\\ Home Page : Articolo : Stampa
P4 Bisignani: Sotto inchiesta anche l'appalto per l'informatizzazione di Palazzo Chigi
Di Loredana Morandi (del 22/06/2011 @ 11:31:16, in Magistratura, linkato 1220 volte)

Sotto inchiesta anche l'appalto
per l'informatizzazione di Palazzo Chigi


I sospetti sulla procedura di gara per 9 milioni nelle carte inoltrate da Napoli alla procura di Roma. La procura della capitale pronta ad indagare anche su altri tre filoni. Agli atti anche le telefonate tra Papa e Camillo Toro alla vigilia degli arresti della cricca del G8: "Situazione grave"

ROMA - Palazzo Chigi non sarebbe stato solo il terminale delle informazioni raccolte da Luigi Bisignani e Alfonso Papa, ma anche oggetto degli appetiti economici della cosiddetta P4. Se ieri il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta ha ammesso di essere stato informato dal faccendiere su una serie di indagini in corso, è notizia di oggi che uno dei nuovi filoni romani dell'inchiesta partita da Napoli prenderà in esame niente meno che l'appalto per l'informatizzazione di Palazzo Chigi. Lavoro poi finito nel giugno del 2010 alla società Italgo dell'imprenditore Anselmo Galbusera.
 
Negli atti fatti recapitare in queste ore dagli inquirenti napoletani sulla scrivania del procuratore aggiunto della capitale Alberto Caperna, coordinatore del pool sui reati contro la pubblica amministrazione, ci sono infatti anche spunti investigativi sulla gara di appalto assegnata nella primavera dello scorso anno. A far nascere dei sospetti sulla regolarità dell'affidamento degli interventi per circa 9 milioni di euro spalmati in tre anni relativi ai servizi informativi, telefonici e dati di tutti gli immobili della Presidenza del Consiglio, sono state in particolare alcune carte rinvenute nello scorso mese di marzo durante una perquisizione ordinata negli uffici della società di cui Galbusera è socio al 20%. Non è escluso però che nei faldoni arrivati a Roma ci siano anche brani della deposizione che lo stesso Galbusera ha svolto con i pm titolari dell'inchiesta napoletana, Francesco Curcio e John Woodcock.

Tra i documenti giunti a Roma anche le questioni legate ai contratti tra la Ilte, società cartiera piemontese legata a Bisignani, e le Poste per la stampa e la spedizione di bollette e fatture in  Italia e la pubblicità al sito Dagospia di Roberto D'Agostino.

Dall'analisi dell'enorme mole di allegati alla richiesta di arresto di Alfonso Papa continuano intanto ad emergere particolari inquietanti sulla rete di informatori di cui disponeva il parlamentare del Pdl. Un canale particolarmente attivo era quello con l'avvocato Camillo Toro, figlio dell'ex procuratore aggiunto di Roma Achille Toro. Entrambi proprio oggi avrebbero dovuto presentare al Tribunale di Perugia la richiesta di patteggiamento nell'ambito del procedimento per rivelazione di segreto d'ufficio in corso nel capoluogo umbro, ma l'udienza è stata rinviata al 12 luglio. Le accuse si riferiscono alla fuga di notizie sull'inchiesta relativa agli appalti del G8, oggetto, si apprende oggi, anche delle attenzioni di Papa. "La situazione è grave...può
accadere l'irreparabile", diceva Camillo al telefono con Papa.

La chiamata è del 9 febbraio 2010: è il giorno prima dell'operazione che portò in carcere quella che per gli inquirenti è la 'cricca' degli appalti: i funzionari pubblici Angelo Balducci, Fabio De Santis e Mauro della Giovampaola e l'imprenditore Diego Anemone. Ecco cosa si dicono i due al telefono.
T: ...eh infatti...che mi dici?
P: ti volevo chiedere...ma diciamo che tu sappia rispetto a quel discorso che noi tenevamo un pochettino in sospeso così...ci sono state delle evoluzioni?...di tipo negativo...
T:...quel discorso un pò complesso...sì...ci sono state evoluzioni...significative e negative...e negative...molto negative...cioè molto preoccupanti diciamo così...eh....insomma, la situazione è grave...non so come...come dirti se ci riferiamo insomma a quel...quel problema
P: di quella persona sì...sì
T: eh sì...anche perche...perchè poi di conseguenza insomma ovviamente chi...cioè i soggetti interessati...in particolare il soggetto interessato...eh...si è dovuto regolare...cioè ha dovuto provvedere perchè...prima insomma che...voglio dire...che possa...che potesse...che possa accadere o che potesse accadere insomma l'irreparabile quindi...cioè attualmente si è...si è tolto di mezzo insomma di dove stava quindi (probabile riferimento all'ingegner Balducci, ndr)...quindi insomma la situazione è un pò...un pò complessa...complessa a come è arrivata già P: ma quindi ci sono dei...ma ci sono degli sviluppi immediati?...A breve?...
T: eh sì...ci potrebbero essere perchè il problema non è...non è qua ma è da un'altra parte capito?...
P: ma ci possiamo vedere un attimo?...ci vediamo al nostro solito autogrill intorno a mezzogiorno...
T: eh va bene sì...possiamo fare a mezzogiorno e un quarto sì...

Dei legami tra i due parla anche Luigi Bisignani, il consulente finito agli arresti domiciliari nell'inchiesta sulla P4, quando viene sentito dai pm napoletani. "Mi consta che il Papa - mette a verbale il 9 marzo- era molto amico dell'allora procuratore aggiunto di Roma Achille Toro e del figlio Camillo; al riguardo più volte il Papa mi chiese di poter trovare qualche incarico al suddetto Camillo Toro". Nell'interrogatorio del 14, Bisignani circostanzia ancora di più la situazione: "Ricordo che il Papa mi parlò dell'indagine sulla 'cricca' e, in particolare, del filone di indagini che pendeva a Roma su Bertolaso; me ne parlò sicuramente prima del deposito degli atti e più precisamente prima degli arresti. Sosteneva, il Papa, evidentemente con riferimento all'inchiesta romana, che si sarebbe messo tutto a posto e che la cosa si sarebbe sgonfiata".

http://www.repubblica.it/cronaca/2011/06/21/news/bisignani_appalti-18029978/?ref=HRER3-1

Articoli e video correlati

Letta: "Bisignani mi parlò dell'inchiesta" P4, indagato l'ad di Fs Moretti: "Trasecolo"

I legami del "burattinaio" con le Poste per gestire il business delle bollette

Anche Roma indaga sulla P4 trasferito il filone sugli appalti

E dai verbali spunta Lavitola Notizie riservate sui processi

P4, l'Anm contro Berlusconi "Delegittima i pm, lasciamoli lavorare"

P4, Berlusconi: "Inchiesta sul nulla" Ma il Pd chiede risposte al governo

Finmeccanica e le talpe in procura una rete per proteggere Guaraglini

Servizi segreti e Finanza una rete in dote a Bisignani

Da Toro ad Arcibaldo Miller "Così Papa controllava le procure"

Il metodo Bisignani per gli affari e il potere

Aziende pubbliche ed escort le mani dell'ex P2 sul Palazzo

"Papa era la mia talpa, aiutò Verdini Dopo la P3 fece il salto di qualità"

Caso Bisignani, vertice a palazzo Grazioli Letta, Alfano e Ghedini da Berlusconi

De Magistris: "Fui trasferito dopo perquisizione Bisignani"

Fonti riservate, ville di lusso e Rolex così si muoveva la "talpa" di Bisignani

Il ritratto: Bisignani, l'uomo-simbolo degli ultimi 15 anni in Italia

Bisignani ai pm: "Fu Bocchino a dirmi delle indagini sul conto di Papa"

Napoli, Luigi Bisignani ai domiciliari Coinvolto anche Alfonso Papa del Pdl