\\ Home Page : Articolo : Stampa
Informatica Giudiziaria: Minacciata ancora Loredana Morandi
Di Loredana Morandi (del 05/01/2011 @ 18:50:56, in Indagini, linkato 1448 volte)
Informatica Giudiziaria:
Minacciata ancora Loredana Morandi



Quando anche la magistratura si muove per organizzarsi in una protesta, allora anche la criminalità esegue il suo mandato. Il mandato in esecuzione è quello del mio bavaglio e dell'operazione di dossieraggio ai miei danni, naturalmente. Entrando nello specifico qui si tratta dei desiderata del quarto ed ultimo cliente della associazione ai miei danni e le minacce volute per impedirmi di zittire le grida sconclusionate di Di Pietro, perché fu la segreteria di Sonia Alfano a mettere in mano la vertenza ATU e il mio lavoro di mesi (comprensivo di una interrogazione parlamentare al Senato) agli esponenti delle Logge siciliane ex Cossiga e ad associazioni, che si rifanno alla memoria del Gran Maestro e Sindaco di Roma Ernesto Nathan. Nell'era della P3, che io sfidai anni fa in Perugia a tutela della libera giurisdizione della magistratura, in Italia dei Valori Sicilia troviamo le obsolescenze putride di ciò che rimane della P2.

Nelle ultime ore, infatti, è stato nuovamente divulgato il mio indirizzo e il telefono abitativo tramite il blog Biagioquotidiano. La modalità è la solita, perché anche questa volta come per mia figlia in ottobre e per mia suocera in estate la pubblicazione/reato aggiuntiva è passata attraverso i commenti. Tutto è stampato da web e salvato in formato immagine.

http://www.giustiziaquotidiana.it/public/2011-01-05_124749_biagio_indirizzo.jpg

clicca per allargare l'immagine: Nota Bene le minacce di morte sono 20



Il più numeroso dei falsi gruppi facebook gestiti dal signor
Gianni Furlanetto,  la mistificazione denominata "No alla violenza sulle donne" con oltre 230.000 iscritti, cioè la clonazione del gruppo di una piccola associazione/centro antiviolenza, uno degli ormai circa 300 gruppi falsi promossi dalle associazioni Adiantum e Gesef:

nel corso della giornata di oggi ha distribuito uno scritto falso  e diffamatorio del Di Spirito.

Lo stesso scritto del Di Spirito, i cui colleghi siciliani contattavano la donna barese responsabile delle oltre 35 clonazioni ai miei danni, per oltre un anno ha ospitato il tag al pedofilo su facebook in violazione agli arresti domiciliari, ed attualmente in carcere con Ordinanza della Cassazione numero 39133 del 4 novembre 2010. Tutto è stampato da web e salvato in formato immagine.

http://www.giustiziaquotidiana.it/public/2011-01-05_113816_cum_ATU.jpg

clicca qui per allargare l'immagine


Qui di seguito un ritaglio dalla copia cache da Google della pagina dello scritto del Di Spirito, dal quale è visibile il tag al pedofilo casertano.

http://1.bp.blogspot.com/_6m98GHCM8dk/TOy_FL96VxI/AAAAAAAABII/6kB3q16BTqA/s1600/2010-11-24_082134_sergiomurolo_mariagraziagentileschi_EVIDENZIATA.jpg
L'immagine che segue è tratta dal gruppo facebook nato in apologia dei reati di pedofilia commessi dall'uomo di Trentola Ducenta. Come visibile la foto è la stessa presente sullo scritto del Di Spirito.


http://1.bp.blogspot.com/_6m98GHCM8dk/TOzKgD6mgMI/AAAAAAAABIQ/NwFhvZ-YaaY/s1600/2010-11-24_091627_estrattodapdf.jpg


Qui una versione precedente alle modifiche delle pagine apportate al portale Facebook, decisamente più fruibile della nuova versione del portale. Sono infatti visibili tutti gli iscritti alla pagina web a cura del Di Spirito.


http://www.giustiziaquotidiana.it/public/LAVERASTORIAINFORMATICIATU.jpg