\\ Home Page : Articolo : Stampa
Volontariato in Procura, convenzione a Foggia tra Polizia, Finanza e carabinieri
Di Loredana Morandi (del 19/10/2010 @ 09:08:11, in Magistratura, linkato 1491 volte)
Volontariato in Procura,
convenzione a Foggia tra Polizia,
Finanza e carabinieri



Pubblicato il 18 ottobre, 2010

Foggia – SOTTOSCRITTA stamani dal presidente della Provincia di Foggia, Antonio Pepe, e dal Procuratore Capo della Repubblica di Foggia, Vincenzo Russo, la convenzione finalizzata a sviluppare un’azione di sinergia utile ad affrontare i problemi del ‘comparto giustizia’ e che permette agli iscritti delle Associazioni Nazionali dei Carabinieri, Polizia di Stato e Finanzieri d’Italia di effettuare attività di volontariato presso le segreterie della Procura della Repubblica. Presenti alla stipula dell’atto, a dimostrazione della rilevanza dell’intervento, il Comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri, Antonio Diomeda, il Questore di Foggia, Maria Rosaria Maiorino, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, Riccardo Brandizzi, ed i presidenti delle associazioni coinvolte nell’iniziativa. Presenti alla firma, inoltre, i referenti che dovranno dare seguito al contenuto della convenzione: il cancelliere Carmine De Leo per la Procura della Repubblica di Foggia ed il dirigente del Settore Affari Generali Micky de Finis per la Provincia di Foggia.

Nello specifico la convenzione – che avrà attuazione dopo l’eventuale presa d’atto da parte del Ministero della Giustizia e del Consiglio Superiore della Magistratura – disciplina la possibilità per il personale in quiescenza delle sezioni provinciali delle associazioni Nazionali dei Carabinieri, Polizia di Stato e Finanzieri d’Italia di effettuare un servizio di volontariato – di durata annuale e tacitamente rinnovabile – tramite una collaborazione lavorativa completamente gratuita con gli addetti alle segreterie della Procura della Repubblica di Foggia, secondo le indicazioni del capo dell’Ufficio Giudiziario. Nell’ambito della convenzione l’Amministrazione provinciale, per parte sua, si impegna ad assicurare presso l’INAIL i volontari contro gli infortuni sul lavoro.

“Quello che sigliamo oggi – ha commentato il presidente della Provincia – è un atto importante, un’azione che si colloca all’interno della comune e unanime consapevolezza dell’opera fondamentale svolta dalla magistratura e dalle Forze dell’Ordine a favore della difesa della sicurezza dei nostri cittadini. Voglio ringraziare in modo sincero la Procura della Repubblica di Foggia e più in generale tutti i magistrati quotidianamente impegnati nella trincea della legalità, il Prefetto di Foggia Antonio Nunziante e tutti gli agenti della Polizia, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza ed i loro vertici, punti di riferimento per la comunità e le istituzioni”. L’accordo interistituzionale segna dunque il rafforzamento di una collaborazione sinergica tra Provincia di Foggia e Procura della Repubblica che si muove nell’ambito di molteplici iniziative, come ad esempio l’organizzazione di stage formativi presso gli uffici del tribunale e rivolti ai giovani. “Siamo orgogliosi di questa intesa – ha proseguito il presidente Pepe – perché ci consente di far fronte alle carenze di organico di una delle Procure italiane più efficienti in termini di produttività, come attestato proprio oggi dal quotidiano ‘Il Sole 24 Ore’. Un’opera che sarà svolta da servitori dello Stato, personalità esperte che continueranno attraverso questa iniziativa a dare il loro determinante contribuito alla società”. “Voglio esprimere un ringraziamento al presidente Pepe e all’Amministrazione provinciale per la sensibilità dimostrata nei confronti della grande battaglia per la legalità – ha aggiunto il Procuratore Russo –. È di tutta evidenza che in presenza di una carenza di organico significativa presso la Procura della Repubblica di Foggia il territorio e i suoi livelli istituzionali debbano attrezzarsi per garantire ai cittadini il pieno funzionamento della macchina giudiziaria. Grazie a questa convenzione noi saremo in grado di far fronte a questa situazione di difficoltà, peraltro avvalendoci di professionalità di valore indubbio e riconosciuto. Lo faremo con un salto di qualità evidente sul piano sociale, morale e culturale. Oggi sigliamo un esempio di buone prassi amministrative e facciamo un passo in avanti della direzione della collaborazione e della sinergia istituzionale”.


Redazione Stato Quotidiano