\\ Home Page : Articolo : Stampa
Giustizia: De Lise si insedia al Consiglio di Stato. "Col federalismo nuove prospettive"
Di Loredana Morandi (del 22/09/2010 @ 16:07:34, in Magistratura, linkato 1598 volte)

Giustizia, De Lise si insedia al Consiglio di Stato:
"Col federalismo nuove prospettive"


Roma - (Adnkronos/Ign) - Nel discorso dal presidente l'ipotesi della nomina di alcuni giudici del Tar da parte delle Regioni e la denuncia: "Siamo più esposti che in passato ai giudizi e alle critiche e talvolta anche ad attacchi del tutto privi di fondamento". La cerimonia dell'insediamento a Palazzo Spada alla presenza del capo dello Stato Giorgio Napolitano (FOTO)

Roma, 22 set. - (Adnkronos) - "Nel nuovo assetto federale i magistrati del Consiglio di Stato e dei Tar sapranno farsi interpreti e tutori delle regole, dei diritti e dei doveri del sistema delle autonomie avendo ben presente il loro ruolo di elemento unificante previsto dalla Costituzione". Lo sottolinea il presidente del Consiglio di Stato Pasquale de Lise nel suo discorso di insediamento a Palazzo Spada, alla presenza del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

"Oltre all'impatto sulle funzioni giurisdizionali - dice de Lise - il federalismo apre nuove prospettive anche per le funzioni consultive, rendendo attuale il dibattito sull'esigenza che le accresciute competenze regionali (amministrative ma anche normative) siano dotate di un sostegno tecnico e neutrale, in grado di assicurare la legittimita' dell'esercizio di tali poteri autonomi". Il che, annota ancora, potrebbe avvenire "estendendo le funzioni consultive al Tar". Al riguardo, evidenzia, "e' stata prospettata la possibilita' della nomina di alcuni giudici dei Tar da parte delle Regioni, come gia' avviene in Sicilia e nel Trentino Alto Adige". Si tratta, dice, solo di "un'ipotesi, ma non possono escludersi soluzioni diverse; l'importante e' avviare una profonda riflessione".

Durante il discorso di insediamento, De Lise ha poi denunciato come "la collocazione centrale di noi giudici amministrativi nell'attuale contesto istituzionale, economico e sociale ci renda piu' esposti che in passato ai giudizi e alle critiche e talvolta anche ad attacchi del tutto privi di fondamento". La miglior risposta a questi attacchi, secondo de Lise che recentemente e' stato sentito dai pm nell'ambito dell'inchiesta sul presunto giro di corruzione legato agli appalti per i grandi eventi, e' "il nostro lavoro. A cio' -sottolinea- possiamo rispondere con il nostro senso del servizio, tenendo sempre presente la necessita' di dover rendere conto in modo chiaro e trasparente del nostro operato: non solo alla nostra coscienza ma anche all'esterno, ai cittadini, al Paese".

De Lise, nel suo discorso di insediamento, fa proprie le parole del presidente della Repubblica e, invita la magistratura amministrativa a "non avere atteggiamenti impropriamente protagonistici o personalistici". De Lise insiste sulla "assoluta necessita' di non cedere alle lusinghe dei media o delle comunicazioni elettroniche".

Anche la giustizia amministrativa, ha evidenziato de Lise, soffre dei problemi relativi allo smaltimento dell'arretrato. "Il Codice -rileva il presidente del Consiglio di Stato- ha affidato all'iniziativa della giustizia amministrativa l'individuazione di apposite misure straordinarie. L'obiettivo appare realizzabile ma e' necessario sostenerlo con risorse 'dedicate' anche se in quantita' modeta, da corrispondere a coloro che dimostrano maggiore impegno nello smaltimento del lavoro oltre i carichi ordinari".

De Lise e' ben consapevole "che il contenimento e la progressiva riduzione del nostro debito pubblico costituiscono un imperativo cui nessuno puo' sfuggire. In questa prospettiva -rileva il presidente del Consiglio di Stato- oggi lo Stato spende somme ingenti per risarcire i danni derivanti dalla legge Pinto per l'eccessiva durata dei processi e per destinare risorse organizzative alla risoluzione delle relative controversie".

Insomma, secondo de Lise, "con modesti investimenti si puo' compiere un'operazione economicamente conveniente". La risposta alla crisi per de Lise e' quella di continuare "ad aumentare la produttivita' anche se i mezzi diminuiscono e dimostriamo oggettivamente l'esigenza di alcuni investimenti mirati, abbondantemente compensati, in prospettiva, da minori spese".

D'accordo con l'ipotesi che la nomina di alcuni giudici dei Tar possa avvenire da parte delle regioni è il sindaco di Roma Gianni Alemanno: "E' importante l'idea di giudici amministrativi nominati dalle regioni e anche la possibilita' di inserire nei Tar organi consultivi ai quali gli enti locali possano rivolgersi, per poter valutare la legittimita' dei propri atti". Per Alemanno, "in questo modo si pottrebbero evitare errori e contenziosi: sono proposte da appoggiare".

Intervenendo nel corso dell'insediamento, Gianni Letta ha sottolineato come la nomina di De Lise "rappresenti il giusto coronamento di una carriera spesa al servizio delle istituzioni". Così come conferma il rappresentante del governo "sulla nomina a presidente di De Lise si e' realizzato il convinto consenso del Consiglio dei ministri e del Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa. Le sue spiccate doti scientifiche e professionali, cosi' come il costante impegno nel lavoro e la sua dedizione, sono da tutti apprezzati. Il compito che lo attende e' di particolare importanza per il futuro del nostro Paese".

La Rassegna

Consiglio Stato: De Lise, piu' esposti


ANSA.it - 2 ore fa
A tali attacchi - afferma Pasquale De Lise nella cerimonia di insediamento a palazzo Spada - 'possiamo rispondere con il nostro lavoro, tenendo presente la ...
Giustizia/ Letta: De Lise sostenuto con convinzione da governo- Virgilio
GIUSTIZIA: DE LISE, NOI GIUDICI ESPOSTI AD ATTACCHI SENZA FONDAMENTO- Agenzia di Stampa Asca
Giustizia: Alemanno, giusto nomina giudici Tar dalle Regioni- Libero-News.it
ANSA Valle d'Aosta - Economia-oggi
tutte le 42 notizie


Inchiesta G8, De Lise in procura


La Repubblica - 14 set 2010
Non è iscritto nel registro degli indagati PERUGIA - Il presidente del Consiglio di Stato, Pasquale De Lise, ha lasciato la procura di Perugia dove è stato ...
Grandi Opere, presidente Consiglio Stato De Lise dai pm- Reuters Italia
Appalti: De Lise lascia palazzo procura Perugia- Libero-News.it
G8: presidente De Lise da pm Perugia- ANSA.it
Il Riformista - Stato-oggi
tutte le 36 notizie »

CONSIGLIO STATO: DE LISE SI INSEDIA IL 22, PRESENTE NAPOLITANO

Stato-oggi - 2 giorni fa
Il neopresidente del Consiglio di Stato, Pasquale De Lise, si insediera' nell'incarico mercoledi' prossimo 22 settembre. Alla cerimonia di Palazzo Spada, ...
Giustizia/ Mercoledì insediamento del presidente Consiglio Stato- Virgilio
tutte le 3 notizie »