\\ Home Page : Articolo : Stampa
Grandi Eventi: Tribunale dei Ministri chiede autorizzazione a procedere per Lunardi
Di Loredana Morandi (del 21/08/2010 @ 19:59:18, in Politica, linkato 1375 volte)
G8: chiesta autorizzazione per Lunardi

Tribunale ministri accoglie istanza Procura, decidera' la Camera

G8: chiesta autorizzazione per Lunardi (ANSA) - PERUGIA, 21 AGO-Il tribunale dei ministri di Perugia invia alla Camera la richiesta di autorizzazione a procedere per Lunardi,indagato nell'inchiesta G8.Accolta cosi' l'istanza della Procura perugina. L'ex ministro e' indagato per corruzione assieme al card. Sepe nell'inchiesta sugli appalti per i cosiddetti Grandi eventi. Per la precisione nell'inchiesta sulla vendita (2004) di un palazzo di Propaganda Fide. Sia Lunardi che il cardinale Sepe hanno respinto le accuse.
 
***

A Camera richiesta autorizzazione procedere per Lunardi
Lo ha deciso il tribunale dei ministri di Perugia


(ANSA) - PERUGIA, 21 AGO - Approda alla Camera la richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti dell'ex ministro Pietro Lunardi accusato di corruzione dai pm di Perugia.
Lo ha deciso il tribunale dei ministri del capoluogo umbro nell'ambito dell'inchiesta sugli appalti per i cosiddetti Grandi eventi. I giudici hanno cosi' accolto l'istanza avanzata dalla dalla procura perugina.
Lunardi e' indagato insieme al cardinale Crescenzio Sepe ed entrambi si sono comunque sempre proclamati estranei a ogni addebito. (ANSA).

***

Appalti: Tribunale Ministri chiede
autorizzazione a procedere su Lunardi


Perugia, 21 ago. - (Adnkronos) - E' arrivato il via libera da parte del tribunale dei ministri di Perugia alla trasmissione alla Camera della richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti dell'ex ministro Pietro Lunardi, indagato per corruzione dalla Procura della repubblica perugina nell'inchiesta sugli appalti per i ''grandi eventi''. Erano stati i pubblici ministeri titolari dell'indagine, Sergio Sottani e Alessia Tavarnesi, a chiederne l'autorizzazione lo scorso 19 giugno, contestualmente all'emissione degli avvisi di garanzia. I giudici hanno quindi accolto l'istanza presentata dai magistrati.