\\ Home Page : Articolo : Stampa
Oscurati otto siti Internet.
Di Loredana Morandi (del 01/10/2004 @ 10:41:27, in Indagini, linkato 1287 volte)

Dopo mesi di indagini, scoperto il traffico di materiale, l'uomo è stato fermato a Monza
Pedofilia, bimbe dell'Est sfruttate, arrestato un regista italiano
E' stato incastrato dalle intercettazioni: contattava i familiari

CATANIA - Un regista cinematografico di 38 anni, G. C., è stato arrestato in provincia di Monza da agenti del Nucleo investigativo telematico interforze della Procura di Siracusa per produzione e divulgazione di pornografia minorile. Il provvedimento restrittivo è stato emesso dal Gip Giuseppina Storaci su richiesta del Procuratore aggiunto Giuseppe Toscano e del sostituto Antonio Nicastro. L' indagine è scaturita da una serie di dettagliate denunce presentate dell' associazione Telefono Arcobaleno e ha consentito di individuare, anche mediante accertamenti bancari estesi su scala internazionale, un circuito di produzione di materiale pedopornografico che, dall' Italia, sfruttava bambine dell' Est europeo. Gli investigatori del Nit hanno sequestrato, oltre a numeroso materiale pedopornografico, la voluminosa corrispondenza tra il regista italiano arrestato e alcune famiglie dell' Est le quali fornivano, dietro compenso economico, le prestazioni pornografiche delle proprie congiunte minori, alcune delle quali hanno meno di 10 anni. Nell' ambito della stessa indagine sono state compiute 11 perquisizioni tra Messina, Caserta e Como e sequestrati ed oscurati sette siti internet italiani e uno realizzato a New York. (Repubblica 1 ottobre 2004)