\\ Home Page : Articolo : Stampa
Giustizia: I lavoratori si asterranno dalle operazioni di spoglio elettorale, attenendosi rigorosamente a regole e mansioni
Di Loredana Morandi (del 03/03/2010 @ 12:55:33, in Sindacati Giustizia, linkato 1443 volte)
A breve i video degli interventi in conferenza stampa... LM

Firmata la nuova ipotesi di contratto integrativo:
Lavoratori e sindacalisti si incatenano al ministero.





Oggi al ministero è stata firmato l'ipotesi di accordo del contratto integrativo che ha recepito le modifiche segnalate dall'ARAN. Sostanzialmente non cambia l'impianto del contratto per cui la RdB PI assieme a CGIL, UIL e FLP, non ha firmato, anzi alla conclusione dell'intervento di Pina Todisco [Scarica il file Audio] sono stati esposti cartelli ed è stato fatto un minuto di silenzio per la morte della giustizia, mentre all'esterno del Ministero un gruppo di lavoratori si è incatenato alle protezioni della fermata del TRAM.

Sul sito www.giustizia.rdbcub.it tutte le foto e i filmati della giornata.

In allegato il comunicato con le prossime iniziative di lotta: Astensione dallo spoglio delle elezioni regionali e applicazione rigorosa di regolamenti e mansioni.

Saluto Tutti
Daniela Rosone

***

GIUSTIZIA: NESSUNA APERTURA DA PARTE DELL’AMMINISTRAZIONE
CONFERMATE TUTTE LE INIZIATIVE DI LOTTA DEI LAVORATORI GIUDIZIARI

Astensione dallo spoglio delle elezioni regionali
e applicazione rigorosa di regolamenti e mansioni
 



Nessun passo indietro da parte del Ministero della Giustizia sul Contratto Integrativo firmato dalla minoranza delle organizzazioni sindacali. Vengono pertanto confermate le iniziative di lotta dei lavoratori giudiziari annunciate da RdB P.I., FPCGIL, UILPA e FLP: dal 15 al 20 marzo applicazione rigorosa dei regolamenti sull’accesso agli atti processuali ed osservanza rigida delle mansioni in tutti gli uffici; a fine mese astensione dallo spoglio delle elezioni regionali.
Al tavolo ministeriale i rappresentanti di RdB P.I., FPCGIL, UILPA e FLP si sono presentati mostrando cartelli con su scritto: “Lavoratori in lotta contro lo sfascio della Giustizia”. Un identico striscione è stato srotolato fuori alla sede di Via Arenula, dove a sostegno della vertenza si è svolto un presidio di lavoratori, alcuni dei quali si sono incatenati alla cancellata dell’edificio. Un altro gruppo di lavoratori, a fronte della presenza in sede del Ministro Alfano, ha chiesto di essere ricevuto senza ottenere alcuna risposta dal Ministro.
“Siamo consapevoli delle possibili ripercussioni della nostra lotta sulla prossima tornata elettorale – afferma Pina Todisco, della Direzione Nazionale RdB Pubblico Impiego – ma è l’Amministrazione a scegliere lo scontro con i lavoratori. Di fronte alla conferma dello scempio di questo contratto integrativo, noi non possiamo far altro che continuare a stare dalla parte dei lavoratori e della Giustizia”, conclude la dirigente RdB P.I..
 
Roma, 2 marzo 2010