\\ Home Page : Articolo : Stampa
Radio24: il Caso Google
Di Loredana Morandi (del 28/02/2010 @ 06:48:56, in Magistratura, linkato 1890 volte)
Grande pm Alfredo Robledo e complimenti anche a Francesco Cajanni: "Non si applica la Legge sul commercio elettronico", ha dichiarato il magistrato ai microfoni di Radio 24, bensì la Legge sulla Privacy. La gente non lo sa, non capisce e fa gran chiacchiericcio in Rete sulle libertà vere o presunte di questo web e noi, che eravamo già alle frontiere del far west, oggi ci ritroviamo nel Bronx. La verità e che è la "sentenza" milanese è un vero e proprio passo in avanti per la civiltà del web, che mina sensibilmente gli effetti del "liberticidio", il DL 70/2003, rivelatosi negli anni ed in Italia strumento dedicato alla criminalità e non agli interessi sociali del cittadino.


Caso Google


a cura di Raffaella Calandra
  
"Mai messa in discussione la libertà di Internet, nè tanto meno dell'informazione, ma va tutelata la dignità della persona". Parla a Radio24, Alfredo Robledo, procuratore aggiunto di Milano, che insieme al pm Francesco Cajani, ha seguito le indagini sul caso del video del ragazzino down pestato, messo su Google. Inchiesta finita con la condanna in primo grado a 6mesi di reclusione - sospesi - per tre manager di Google, per illecito trattamento dei dati sanitari.

E dopo questa sentenza, gli utenti del web si dividono. Robledo - intervistato da Raffaella Calandra - parla della necessità di un "accordo internazionale legislativo", risponde sulla discussione in corso, sulle critiche arrivate anche dagli Stati Uniti e sui punti principali del dibattito. A cominciare dal nodo "intermediari".

Ascolta un estratto del programma - Caso Google. Il Pm Robledo: "Bisogna trovare un equilibrio tra il diritto d'impresa e la tutela della dignità umana. Mai messa in discussione la libertà di Internet"...

L'intervista integrale è andata in onda sabato alle 13.30

27 10 2010