\\ Home Page : Articolo : Stampa
CSM: Richiesta Pratica Situazione Carceri e Interventi Giurisdizionali per Tutela Detenuti
Di Loredana Morandi (del 11/01/2010 @ 18:00:39, in Magistratura, linkato 1189 volte)
La richiesta di apertura di una pratica presso la Sesta e la Settima Commissione referente del Consiglio Superiore della Magistratura - avanzata dai consiglieri Roia, Berruti, Carrelli Palombi, Mannino, Napolitano e Viola -  in merito alla situazione della carceri italiane ed ai compiti riguardanti l'intervento giurisdizionale per la tutela dei diritti dei detenuti.
 
 
" I recenti suicidi di due detenuti a Sulmona e a Verona ripropongono il problema - che tende invero ad aggravarsi per il costante aumento della popolazione carceraria - delle condizioni di vita e della tutela dei diritti dei soggetti sottoposti al regime detentivo.

Numerose sono le denunce, anche di natura politica, presentate da diversi soggetti istituzionali che professionalmente interagiscano con gli istituti penitenziari.

Nel nostro sistema ordinamentale la magistratura di sorveglianza è preposta al controllo dell’esecuzione della pena ed ha compiti di vigilanza sull’organizzazione del servizio carcerario dovendosi in ciò ricomprendere anche l’aspetto relazionale fra detenuti e fra questi e il loro quotidiano di vita rappresentato soprattutto dalle condizioni ambientali.

Il Consiglio Superiore della Magistratura deve farsi carico, al di là dei compiti di formazione e di sensibilizzazione dei magistrati di sorveglianza che già sono positivamente realizzati nell’ambito della nona commissione referente, della effettività della realizzazione della osservazione giurisdizionale nei luoghi di detenzione.

A tal fine si chiede l’apertura di una apposita pratica - da assegnarsi alle commissioni Sesta e Settima - che abbia come necessario passaggio istruttorio l’audizione di tutti i Presidenti dei Tribunali di Sorveglianza per effettuare una seria indagine sulla situazione attuale dei diritti dei detenuti  rapportati alla situazione delle carceri italiane."

11 gennaio 2010