\\ Home Page : Articolo : Stampa
Giustizia Quotidiana diviene Associazione e denuncia Due Reati ai danni dello Stato
Di Loredana Morandi (del 14/11/2009 @ 08:09:07, in Indagini, linkato 2675 volte)

Gentili Lettori,

sono mancata a questa pagina per qualche tempo, soprattutto a causa degli impegni, ma anche per la grande delusione di veder strumentalizzato tutto il mio lavoro di anni per la Giustizia.

Loredana Morandi però non si arrende e Vi comunica la splendida notizia che:

Giustizia Quotidiana sarà Associazione!

In questo momento alcuni giuristi sono già allo studio dello Statuto, che mi consenta da un lato di tutelare i miei scritti e il mio volontariato per il comparto Giustizia e dall'altro di assumere in carico le sole campagne meritorie di essere sostenute regolamentandone tutti i rapporti.

L'Associazione avrà inoltre facoltà di donare delle Tessere "Onorarie" e la prima è già promessa con il cuore ai

Lavoratori degli Uffici Giudiziari di Milano.

Tutti, impiegati e magistrati.




I CASI di Giustizia Quotidiana sono SEMPRE RISOLTI

Di seguito una rapida carrellata di immagini sul come siano addirittura pubblicati TUTTI gli attuali rapporti in Associazione tra gli attori di ben DUE REATI ai danni dei beni dello Stato Italiano, presso Università di Napoli e presso il Tribunale di Napoli.

Nel primo screen sono visibili per l'associazione diretta ed i rapporti fin interpersonali:

1) il gruppo nato per radunare tutti i nemici della "autrice di Giustizia Quotidiana";

2) la più famosa animatrice hard della società sarda, implicata nello sfruttamento del server Uni Napoli;

3) gli informatici ATU implicati nel falso ai danni di Morandi, CM Sistemi e Senato + danneggiamenti;

4) l'autore della azione di hacking ai danni dei server del Tribunale di Napoli;

5) alcuni membri di una crew di post produzione audio video introdotta nel file sharing illegale e legata al circuito porno;

6) il clonatore ufficiale del presidente della Associazione Prometeo Onlus;

7) alcune persone in stato di circonvenzione psicologica per l'opera della campagna di Neuro Marketing;

8) alcune persone già sotto processo, altre denunciate a Pescara ed alcune in corso di denuncia;

9) alcune persone i cui profile non sono stati ben studiati in precedenti processi concernenti fatti di pedofilia;

CLICCA PER ALLARGARE L'IMMAGINE



IL CASO E' CONCLAMATO

Che il caso sia conclamato non lo dice la Morandi, ma lo afferma esultante una persona stra denunciata.

Esatto, il clone di Frassi. Il migliore amico di tutti gli Amici, ma soprattutto AMICO di se stesso.

Maxi Fasso infatti è la "Coda di Paglia" fatta persona, ed il suo agire è sempre "un colpo al cerchio e uno alla botte", perché fidarsi è bene e non fidarsi è meglio. L'abito mentale di una persona che ben sa di commettere reati inenarrabili e non spreca se stesso, per le polemiche e i rapporti di comodo a copertura di truffe e affini.

E lo fa, alla faccia di Tutti con un Puntuale:

IRC - PEDO - "GO" - Azzurra.org

di un bel verde brillante (notare le foto mie e di Don Di Noto) !

CLICCA PER ALLARGARE L'IMMAGINE



COME AVVENGONO I DANNI ?

I danni alla sottoscritta si realizzano attraverso l'organizzazione gestita dai due blog, entrambi diffidati a mezzo telegrammi inviati alle Procura della Repubblica di Viterbo e Caltanissetta e presso le due residenze anagrafiche dei principali autori conosciuti, e si concretizzano a mezzo divulgazione via Facebook. Uno dei due blog è di fatto autore delle minacce di morte a me rivolte nell'ottobre 2008 e non ne è ancor noto il principale autore.

Di seguito lo screenshot.

CLICCA PER ALLARGARE L'IMMAGINE



AVVERTENZA PER GLI AVVOCATI

Questa è gente talmente fuori di testa da avermi consentito di abbattere l'avvocato di Pirate Bay, tirato dentro con tutte le forze dai propri clienti e responsabile di "falso" sui canoni minimi del "Diritto Commerciale e delle Società", la cui fondazione prevede la "pubblicazione di nomi e loghi" presso le Camere di Commercio, e da me consegnato nelle mani immacolate dell'illustrissimo Pubblico Ministero di cui tal schiatta di clienti stava infangando la reputazione. Tutto si fa per soldi, ma devono essersene ben accorti anche alla suprema Corte di Cassazione.

Così vi avviso, perché questa sarà soltanto una bella operazione di Polizia Giudiziaria, che si concluderà felicemente per la Morandi, accompagnata da una Associazione a Tutela dei Consumatori, e per tutti coloro che credono in una "Magistratura" saggia e terza rispetto ai poteri forti.

Ciò che infatti devono temere le Procure, dai tratti principali del mio intero carteggio, è l'installazione sui server dei Tribunali di reti Irc e/o l'installazione di database in FTP per la gestione di materiale vietato dalla Legge. Perché, date le nuove tecnologie che consentono l'installazione di analoghe strutture web volanti su database innocenti e all'oscuro dei proprietari, qual'è il luogo più sicuro del "pianeta" se non un computer di Tribunale?

Questo screen, a firma Dunadicacca e Sissimo Neuro (email sissimo_neuro@hotmail.it) contiene le prove del come avviene il danneggiamento e di come vengono usate le scartoffie senza alcuna dignità fornite con intento doloso da malandati studi legali raggranellati in giro per l'Italia.




All'immagine in hosting free su Tinypic appare infatti questo, che altro non è se non un volontario danneggiamento operato ai miei danni in regime di "NORMALIZZAZIONE EXTRAGIUDIZIARIA".

Perché AccuWebHosting, in corso di ritrovamento della propria sanità, risponde eccome...

Tra i due, l'uomo è un vero delinquente e la sua identità è sconosciuta, ma dato che frequenta solo blog inneggianti alla Pedofilia contro tutto e contro tutti, soprattutto la Giustizia e i Magistrati, dubbi non ve ne sono. L'altra, la mia "clonatrice" cioè l'autrice di oltre trenta clonazioni dei miei nomi, ha gravi problemi di connessione psicologica con la realtà. Lo si evince chiaramente dai suoi scritti di pugno. Inutile ogni tipo di accordo con lei.

Sono convinta che dopo tutto questo, la mia amica Nicoletta Grieco della FP Cgil non mi domanderà mai più perché ho lasciato i Giuristi Democratici nel lontano 2004, pur avendo tutti i requisiti per esserne di fatto uno dei Fondatori storici.

Ma io le fornisco comunque la risposta, perché purtroppo e per la diversità congenita e irrinunciabile di essere una cattolica osservante, non potevo allora neppur tollerare che una irriducibile assassina mai pentitasi fosse presentata come "pacifista".

Infatti, pur stimando molti tra i primi giuristi romani a dare vita all'iniziativa politica e di volontariato, me ne andai per non essere costretta ad alcun tipo di rapporto con la irriducibile del braccio armato napoletano delle Brigate Rosse che, su probabile mandato della camorra di Raffaele Cutolo, uccise il poliziotto Antonio Ammaturo e l'agente Pasquale Paola.

Una morale c'è: perché i Partiti possono pagare in nome di non si sa quale politica i propri annosi debiti con gli "Anni di Piombo" ed inviare un esponente delle Brigate Rosse al parlamento europeo, ma la gente che lo sa non li vota. Proprio come faccio io.

Loredana Morandi