\\ Home Page : Articolo : Stampa
ANM Calabria: dalle sedi disagiate
Di Loredana Morandi (del 15/04/2009 @ 13:01:55, in Magistratura, linkato 1959 volte)
Associazione Nazionale Magistrati



dalla Magistratura della Calabria


- COMUNICATO STAMPA -


I Procuratori della Repubblica presso i Tribunali di Catanzaro, Cosenza, Crotone, Lamezia Terme, Locri, Palmi, Paola, Reggio Calabria, Rossano e Vibo Valentia, e i Procuratori della Repubblica presso i Tribunali per i minorenni di Catanzaro e Reggio Calabria si sono oggi riuniti in Catanzaro per dibattere sulla grave situazione concernente l’organico dei magistrati delle Procure della Calabria.

Per via dei trasferimenti dei magistrati attualmente in servizio, l’indice medio di scopertura delle Procure della Calabria sta per toccare il 40%, con punte dell’80 % o più (Palmi, Vibo Valentia, Procura per i Minorenni di Reggio Calabria).

Tale situazione è effetto della recente legge sull’ordinamento giudiziario che fa divieto di destinare agli uffici di procura i giovani magistrati vincitori di concorso. Ne consegue che l’unica fonte di approvvigionamento degli uffici giudiziari del Sud, da sempre costituita dall’invio di magistrati vincitori di concorso destinati d’ufficio, risulta, per i soli uffici di procura, del tutto inaridita.

Ad eccezione della prima destinazione, infatti, i magistrati possono essere trasferiti ad altra sede soltanto a loro domanda.

Le sedi di Procura tradizionalmente non ambite, perché situate in territori che non producono un numero sufficiente di magistrati tale da coprire gli organici, sono pertanto destinati a rimanere senza copertura man mano che i magistrati non del luogo, acquisito il necessario punteggio di anzianità, ottengono il trasferimento nelle sedi di loro provenienza.

Il nuovo meccanismo varato dal Legislatore, orientato a garantire che tutti i magistrati facciano un’esperienza nel settore giudicante prima di assumere le funzioni di pubblico ministero, risulta incompleto nella parte in cui nulla prevede per assicurare la necessaria copertura degli uffici di procura. Esso infatti, nella sostanza, prevede l’immissione nel sistema giudiziario di soli magistrati destinati al settore giudicante e non assicura più la destinazione di magistrati alle procure.

I magistrati dirigenti delle Procure della Calabria intendono sottolineare con forza la gravissima situazione che si sta progressivamente determinando negli uffici da essi diretti, molti dei quali presto non saranno in grado di funzionare per la mancanza di magistrati, impedendo sia lo svolgimento delle indagini, sia l’esercizio dell’azione penale, sia la stessa celebrazione dei processi, e questo in un territorio caratterizzato da ogni forma di illegalità e dalla presenza della ‘ndrangheta, oggi unanimemente riconosciuta come la più pericolosa e potente della organizzazioni criminali.

Auspicano che, nel brevissimo periodo, l’emergenza possa essere fronteggiata con il ricorso ai meccanismi incentivanti di cui alla legge N. 181 del 2008, di cui sollecitano l’urgente attuazione.

Chiedono che Governo e Parlamento adottino tutte le necessarie iniziative di competenza perché siano presto apportate le necessarie modifiche alla legge sull’ordinamento giudiziario in modo da consentire di nuovo, nel rispetto dei principi costituzionali, di rifornire di magistrati gli uffici di procura.

Catanzaro, 6 aprile 2009

Catanzaro: Antonimo Vincenzo Lombardo - Cosenza, Dario Granieri - Crotone, Raffaele Mazzotta - Lamezia Terme, Elio Romano (ff) - Locri, Giuseppe Carbone - Palmi, Giuseppe Creazzo - Paola, Bruno Giordano - Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone - Rossano, Leonardo De Castris - Vibo Valentia, Mario Spagnolo - Procuratore per i minorenni di Catanzaro, Beniamino Calabrese - Procuratore per i minorenni di Reggio Calabria, Carlo Macrì.

Ha aderito anche il Procuratore della Repubblica di Castrovillari, Giacomantonio, impedito a partecipare.


TAVOLA SINOTTICA CON LA SITUAZIONE DELL’ORGANICO DI CIASCUNA PROCURA A TRASFERIMENTI AVVENUTI

PROCURA DELLA REPUBBLICA

ORGANICO DEI SOSTITUTI PROCURATORI

SOSTITUTI IN SERVIZIO DOPO

I TRASFERIMENTI

PERCENTUALE DI SCOPERTURA

CASTROVILLARI

4

3

25%

CATANZARO

18

11

39%

COSENZA

12

9

30%

CROTONE,

6

2

66%

LAMEZIA TERME

5

2

60%

LOCRI

8

2

75%

PALMI

10

2

80%

PAOLA

6

2

66%

REGGIO CALABRIA

24

21

11%

ROSSANO

4

3

25%

VIBO VALENTIA

6

1

84%

PROCURA PER I MINORENNI DI CATANZARO

2

2

PROCURA PER I MINORENNI DI REGGIO CALABRIA

1

0

100%