\\ Home Page : Articolo : Stampa
IN GALERA! - Gli articoli che potremmo non leggere piů.
Di Loredana Morandi (del 24/03/2009 @ 05:45:32, in Sindacato, linkato 1201 volte)

“IN GALERA! – Gli articoli che potremmo non leggere più”


“Ormai si è costruito un sistema di omertà blindato. Testimoni non se ne trovano più… collaboratori non ce ne sono più….i magistrati che hanno osato fare indagini sui potenti sono stati sottoposti a procedimento disciplinare e trasferiti d’ufficio con procedure sommarie. (…) Credo che se questa partita delle intercettazioni sarà perduta non avremo soltanto una pessima riforma processuale, ma avremo uno squilibrio dei poteri in Italia. In un paese come questo in cui tutti gli anticorpi sono stati disinnescati e dove soltanto le macchine, le microspie svolgono una funzione di opposizione e di visibilità democratica, quando anche le macchine saranno messe a tacere, io credo che questo Paese sarà messo a tacere”

Roberto Scarpinato, procuratore aggiunto presso la Procura di Palermo
23 febbraio 2009

Per opporci a una supposta “riforma” che dietro il falso obiettivo di difendere la privacy dei cittadini si propone di nascondere le malefatte dei potenti, noi giornalisti di Nuova Informazione e Impegno Sindacale abbiamo deciso di prendere posizione in modo chiaro e netto. Lo facciamo comunicando a tutti e non soltanto agli addetti ai lavori che la posta in gioco è la libertà di stampa, ovvero  il diritto-dovere del giornalista di informare e il diritto del cittadino di sapere, di conoscere le notizie che lo interessano. La legge che il governo porterà in parlamento non si preoccupa soltanto di “spegnere le macchine”, come dice Scarpinato, ma anche di impedire che le indagini in corso siano portate a conoscenza dell’opinione pubblica fino al momento del processo.  Vogliamo spiegare in modo chiaro, divertente e inoppugnabile cosa non avremmo mai saputo se questa legge fosse stata in vigore nel passato, cosa rischiamo in futuro di non sapere, o di sapere troppo tardi, se sarà approvata.

Per questo motivo nasce “IN GALERA! – Gli articoli che potremmo non leggere più”, una manifestazione-spettacolo messa in scena grazie all’adesione convinta (e gratuita) degli attori e del regista, e grazie alla partecipazione altrettanto appassionata di tutti i colleghi che intervengono e che hanno collaborato all’allestimento.

I giornalisti di Nuova Informazione e Impegno Sindacale

*****

I GIoRNALISTI DI NuoVA INFoRMAZIoNE
E IMPEGNo SINDACALE PRESENTANo



IN GALERA!

Gli articoli che potremmo non leggere più
 


Tutto ciò che abbiamo saputo ma non avremmo potuto sapere
se la legge sulle intercettazioni fosse già stata in vigore.
Tutto ciò che rischiamo di non sapere mai più se non riusciamo a fermarla.


Ruggero Cara, Paolo Rossi, Renato Sarti, Bebo Storti, Lucia Vasini

leggeranno articoli e brani tratti da intercettazioni e brogliacci che con la nuova legge non potranno più essere né realizzati dalla magistratura né raccontati dalla stampa.


Le letture e gli episodi di cronaca giudiziaria a cui si riferiscono saranno presentati dai giornalisti:


Gianni Barbacetto, Paolo Biondani, Paolo Colonnello, Mario Consani, Walter Galbiati, Peter Gomez, Gianluigi Nuzzi, Emilio Randacio

Saranno inoltre proiettati interventi dei giornalisti Massimo Alberizzi, Guido Besana, Rosi Brandi, Mimmo Lombezzi, Pino Nicotri, Marco Travaglio, Laura Verlicchi, Maxia Zandonai dal filmato “Professione Riporter”, realizzato da Stefano De Felici, coordinamento di Amelia Beltramini, con il patrocinio
dell’Ordine dei Giornalisti. Testimonianza in video di Roberto Scarpinato, procuratore aggiunto a Palermo.
Improvvisazioni musicali dell’arpista Floraeda Sacchi.

Regia di Silvano Piccardi

Selezione contenuti e testi: Gianni Barbacetto
Ideazione e organizzazione: Gegia Celotti e Saverio Paffumi

Chiuderà la serata il Presidente della FNSI, Roberto Natale

Giovedì 26 MARZO Camera del Lavoro di Milano
C.so di Porta Vittoria, 43 - ORE 21.00 - ingresso libero