\\ Home Page : Articolo : Stampa
IRAQ. PECORARO SCANIO: FRATTINI VADA IN IRAQ, NO A UNITA’ NAZIONALE
Di Loredana Morandi (del 09/09/2004 @ 20:14:48, in Politica, linkato 1130 volte)

“Movimento pacifista non si divida, impegno per ostaggi non esclude ritiro”

“Non c’è tempo da perdere. E’ Frattini che deve recarsi immediatamente in Medio Oriente. C’è voluto il terzo rapimento perché il governo decidesse di inviare un sottosegretario. A quanti rapimenti dovremo arrivare perché il ministro degli Esteri parta per affrontare personalmente questi drammi?” Lo ha detto il presidente dei Verdi Alfonso Pecoraro Scanio, aggiungendo che “occorre un’azione coordinata dei servizi segreti europei per capire la vera identità dei rapitori delle giovani cooperanti pacifiste”. “Io credo che Bertinotti non abbia mai inteso mettere in alternativa la trattativa con la richiesta di ritiro delle truppe – ha aggiunto il leader del Sole che ride a proposito dell’intervista del segretario del Prc -. In ogni caso ora più che mai è importante che il movimento pacifista non si divida. E’ evidente che l’impegno comune per liberare gli ostaggi non può in alcun modo diventare un pretesto per rievocare le vecchie formule di unità nazionale né per rinunciare alla richiesta di ritiro delle truppe dall’Iraq che evidentemente non potrebbe che giovare alla ripresa di iniziative politiche e diplomatiche che isolino i terroristi”. Roma, 9 settembre 2004

GRANDE!