\\ Home Page : Articolo : Stampa
Brunetta: comunicato in risposta da Comitato Lavoratori ATU
Di Loredana Morandi (del 22/01/2009 @ 02:40:04, in Sindacati Giustizia, linkato 1434 volte)
Comitato Informatici ATU

- comunicato stampa -

In risposta alla notizia di agenzia sotto riportata:
-------------
ultimo aggiornamento: 21 gennaio, ore 19:05
Roma, 21 gen. - (Adnkronos) - Il casellario giudiziario on line, una delle principali novita' del piano e-gov 2012 "non e' il 'Grande fratello': niente di piu' inventato". Lo ha affermato il ministro della Pubblica amministrazione e l'innovazione Renato Brunetta commentando, nel corso della conferenza stampa, gli attacchi dei giorni scorsi del giornalista di Repubblica Giuseppe D'Avanzo che a proposito di questa iniziativa aveva parlato di una possibile intrusione nella privacy dei cittadini.
--------------

Il Comitato Informatici ATU dichiara:
In relazione alle notizie di stampa circolate negli ultimi giorni, in particolare su "La Repubblica", relativamente ai probabili pericoli dei progetti di centralizzazione dei software del Ministero della Giustizia e letta anche l'ultima dichiarazione del Ministro Brunetta che afferma che "Il Casellario on-line non è il Grande Fratello", banalizzando una tematica molto complessa, i tecnici informatici in appalto degli Uffici Giudiziari, detti ATU (Assistenza Tecnica Unificata) che da 15 anni rappresentano la spina dorsale dell'informatizzazione dell'Amministrazione Giudiziaria vogliono invece comunicare ai media che vi sono senza alcuna ombra di dubbio dei fortissimi pericoli già oggi per il modo superficiale con il quale viene gestito il comparto informatico, essendo lo stesso quasi in totale outsourcing, senza che vi siano adeguati controlli sul personale impiegato nella gestione dei dati sensibili nè sulle società appaltatrici che possono utilizzare tranquillamente lavoratori precari assunti e licenziati alla bisogna, provocando dispersione di conoscenze e numerose "falle" che nessun "sistema di sicurezza" per quanto avanzato è capace di impedire.

Non è possibile considerare sicuro un sistema informatico quando l'amministratore dello stesso ovvero un individuo che abbia accesso completo al sistema non è una persona sicuramente affidabile.

Vi invitiamo alla lettura dell'articolo sul portale www.diritto.it