\\ Home Page : Articolo : Stampa
DDL Sicurezza: Approvata Task Force Infanzia - dichiarazioni Carfagna, Turco e Procacci
Di Admin (del 19/11/2008 @ 06:16:13, in Politica, linkato 1855 volte)
Infanzia: si' Cdm a ddl garante
Carfagna, spero si approvi in sede legislativa

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - Il Consiglio dei ministri ha approvato il disegno di legge per l'istituzione del garante nazionale dell'Infanzia e per l'adolescenza. 'Ora il testo passa all'esame del Parlamento', ha detto il ministro per le Pari opportunita' Mara Carfagna. Il ministro chiede 'alle opposizioni di approvare in sede legislativa il provvedimento in modo che diventi al piu' presto legge'. Carfagna rappresentera' l'Italia al congresso mondiale sullo sfruttamento dei minori che si terra' la prossima settimana. 2008-11-19 11:57


Infanzia. Livia Turco, disponibili ad approvazione garante

“Riservandomi di verificare il merito del provvedimento, posso dire che da parte nostra non c’è nessuna difficoltà ad approvare celermente il disegno di legge che istituisce il Garante nazionale per l’infanzia e l’adolescenza”. Lo ha detto l’on. Livia Turco, capogruppo Pd in commissione Affari sociali.
“Per quanto se ne può sapere adesso, è un provvedimento che va nella direzione giusta. Già 10 anni fa come ministro degli Affari sociali ho presentato un disegno di legge che prevedeva una figura di garanzia per i bambini e da allora abbiamo sempre portato avanti questa proposta. Se adesso è possibile approvarla è una buona notizia per tutti” conclude Turco.
Roma, 19 novembre 2008


DDL SICUREZZA: PROCACCI (PD), "TASK FORCE FORMATIVA CONTRO DEVIANZA MINORILE".

"L'impiego di una task force di docenti, adeguatamente preparata, che intervenga nella formazione dei giovani, nelle zone a rischio sicurezza del nostro Paese individuate congiuntamente dal Ministero dell'istruzione e dal Ministero, come già sperimentato in Francia". E' la proposta per arginare il fenomeno della devianza minorile che il senatore Pd Giovanni Procacci ha fatto questa mattina durante il dibattito sul decreto sicurezza nell'Aula di Palazzo Madama.
"Il grave problema della devianza minorile - afferma il parlamentare del Pd - non può essere più ignorato. Questo governo e questa maggioranza hanno dimostrato, prima con il decreto Gelmini poi con la discussione sul decreto sicurezza, di avere una scarsissima attenzione per la prevenzione e la soluzione di questo drammatico fenomeno sociale che affligge una parte dei nostri giovani".
"Non c'è un rigo - prosegue il senatore - né nel primo decreto né nel disegno di legge, su questo problema, sulla prevenzione e sulla possibilità e la capacità dello Stato di prevenire, soprattutto curando la formazione dei giovani".
"L' esperienza francese - sottolinea Procacci - può fare da esempio. Essa infatti prevede le cosiddette teste di cuoio della formazione: nelle zone a rischio possono insegnare, nelle classi particolari o nelle zone dove il fenomeno della devianza minorile è fortemente radicato, solo docenti che hanno svolto egregiamente un corso di eccellenza di uno o due anni e quindi sono nelle condizioni di affrontare e formare i giovani difficili".
"Può sembrare una proposta qualunque - sottolinea il senatore - ma è invece centrale perché non abbiamo altro strumento per combattere la devianza minorile. Non si tratta soltanto di aiutare i giovani, di fornire loro un'opportunità, ma si tratta di aiutare la società intera. Pertanto, chiedo che su questo tema sia posta un'attenzione particolare e che si possa, quando ci si sarà liberati da questo ingorgo di decreti-legge che sta rendendo la vita del Senato e della Camera poco ordinaria, si trovi il modo di affrontare concretamente questo tema. Quando si è tentato di farlo attraverso il decreto-legge Gelmini ci si è trovati di fronte soltanto ad un'imbarazzante e devastante silenzio".
"E' importante, invece - conclude il senatore Procacci - cercare, con il contributo di tutti, di mettere a fuoco un'idea che serve al Paese e che dovremmo concretizzare nell'interesse della nostra Italia".
Roma, 19 novembre 2008