Immagine
 ... woman ... Do Duy Tuan... di Admin
 
"
E' normale che esista la paura, in ogni uomo, l'importante è che sia accompagnata dal coraggio. Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti.

Paolo Borsellino
"
 
\\ Home Page : Articolo
Non certo il dna di Meredith sul coltello
Di Loredana Morandi (del 30/06/2011 @ 08:20:38, in Osservatorio Famiglia, linkato 3312 volte)

Che gli italiani non siano il massimo della professionalità è stato pur vero in alcuni casi, ma ormai intorno al delitto di Perugia circolano troppi "famosi" per credere all'ultimo profeta della criminologia. Per fortuna Perugia è un fazzoletto, anche se ci sono 5 o 6 logge degli Alam e 18 del Goi quindi il filoamericanismo si taglia con il coltello (dixit). Così, l'ambiente delle due ragazze (la vittima e l'omicida) è ed era ristrettissimo. Invito la magistratura perugina a resistere all'uso del denaro amerikano fatto per inquinare il caso. L.M.

IL DELITTO DI PERUGIA / Rudy Guede conferma le accuse a Amanda Knox e Raffaele Sollecito

«Non certo il dna di Meredith sul coltello»

http://www.giustiziaquotidiana.it/public/meredith_kercher.jpg

La perizia genetica sulla lama e sul gancetto del reggiseno della ragazza apre nuovi dubbi sulle prove


MILANO - Non è certo che sia di Meredith Kercher la traccia di dna trovata sul coltello ritenuto dagli inquirenti l'arma del delitto della studentessa inglese. Lo scrivono i periti genetico-forensi nominati dalla Corte d'Assise d'Appello di Perugia nel processo contro Amanda Knox e raffaele Sollecito, che stanno scontando 25 e 26 anni di reclusione per il delitto al quale si proclamano comunque estranei.

PROCEDURE INTERNAZIONALI - Non solo. Gli esperti sottolineano che «non sono state seguite le procedure internazionali di sopralluogo e di protocollo internazionali di raccolta e campionamento del reperto». In particolare, secondo i professori Stefano Conti e Carla Vecchiotti dell'istituto di medicina legale dell'universitá di Roma, «dai tracciati elettroforetici esibiti si evince che il campione indicato con la lettera B (lama del coltello) era un campione Low Copy Number e, in quanto tale, avrebbero dovuto essere applicate tutte le cautele indicate dalla Comunitá Scientifica Internazionale». «Tenuto conto che non è stata seguita alcuna delle raccomandazioni della comunitá scientifica internazionale, relativa al trattamento di campioni Low Copy Number - si legge ancora nelle conclusioni - non si condividono le conclusioni circa la certa attribuzione del profilo rilevato sulla traccia B alla vittima Kercher Meredith Susanna Cara poichè il profilo genetico, così come ottenuto, appare inattendibile in quanto non supportato da procedimenti analitici scientificamente validati».

«POSSIBILE CONTAMINAZIONE» - Dubbi anche sulla perizia generica relativa al gancetto di reggiseno indossato da Meredith Kercher quando venne uccisa. Non si può escludere, si legge ancora nelle conclusioni della perizia depositata in mattinata, che i risultati ottenuti possano derivare da fenomeni di contaminazione ambientale e/o di contaminazione verificatasi in una qualunque fase della repertazione e/o manipolazione» del reperto.

LE ACCUSE DI GUEDE - Martedì Rudy Guede, che è a sua volta imputato per l'omicidio e per quello condannato a 16 anni con patteggiamento, aveva detto di assumersi «la responsabilità di quello che ho scritto ed oggi ho detto: ho sempre pensato che quell'uomo che vidi nella casa di via della Pergola la sera dell'omicidio fosse Raffaele Sollecito». Lo stesso Sollecito aveva replicato: «Guede non mi ha mai visto e conosciuto - ha affermato in aula Sollecito - non so come sia arrivato a queste accuse nei miei confronti. Rudy ha sempre detto ai suoi amici durante il suo periodo di latitanza in Germania, di aver visto un'ombra maschile e ha aggiunto che Amanda non c'era. Io e Amanda non siamo quelle ombre».

Redazione Online
29 giugno 2011
http://www.corriere.it/cronache/11_giugno_29/meredith-perizie-coltello-gancetto-reggiseno_5dafd1e4-a244-11e0-b1df-fb414f9ca784.shtml



Delitto Meredith, è colpo di scena.

Periti: "Dna sul coltello? Non è certo"


ultimo aggiornamento: 29 giugno, ore 20:53
Perugia - (Adnkronos/Ign) - I periti nominati dalla Corte d'Assise d'Appello di Perugia ritengono ''non attendibile'' il lavoro della Scientifica riguardo il gancetto del reggiseno e il coltello, considerato l'arma del delitto con cui venne uccisa la studentessa inglese e di cui sono accusati Amanda Knox e Raffaele Sollecito: ''Non è certo che il sangue sul coltello sia di Mez. Non si esclude che reperti siano stati contaminati''. Il padre di Sollecito: ''Peccato che perizia non sia arrivata in primo grado...''Guede conferma le accuse alla Knox e Sollecito. Amanda: sono scioccata
Perugia, 29 giu. - (Adnkronos/Ign) - Colpo di scena al processo della Corte d'Assise d'Appello contro Amanda Knox e Raffaele Sollecito, già condannati in primo grado, per l'omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher.

Secondo la perizia, depositata questa mattina e firmata dai periti nominati dalla corte Carla Vecchiotti e Stefano Conti, il lavoro svolto dalla polizia Scientifica riguardo il gancetto del reggiseno e il coltello, considerato l'arma del delitto, non è attendibile.

In poche parole non è certo che il dna trovato sul coltello sia quello di Mez. ''Non sussistono elementi scientificamente probanti la natura ematica della traccia B (lama del coltello)". Secondo la polizia scientifica invece, che aveva analizzato i reperti in fase d'indagine, quella traccia era sangue della studentessa inglese.

In particolare, secondo i professori Stefano Conti e Carla Vecchiotti dell'istituto di medicina legale dell'università di Roma, "dai tracciati elettroforetici esibiti si evince che il campione indicato con la lettera B (lama del coltello) era un campione Low Copy Number e, in quanto tale, avrebbero dovuto essere applicate tutte le cautele indicate dalla Comunità Scientifica Internazionale".

"Tenuto conto che non è stata seguita alcuna delle raccomandazioni della comunità scientifica internazionale, relativa al trattamento di campioni Low Copy Number - si legge ancora nelle conclusioni della perizia - non si condividono le conclusioni circa la certa attribuzione del profilo rilevato sulla traccia B alla vittima Kercher Meredith poiché il profilo genetico, così come ottenuto, appare inattendibile in quanto non supportato da procedimenti analitici scientificamente validati".

Quanto al gancetto del reggiseno, per i periti ci sono più profili maschili. In particolare si è trovato un ''profilo genetico derivante da mistura di sostanze biologiche non meglio identificate la cui componente maggiore è rappresentata da Dna della vittima e la componente minore è rappresentata da Dna proveniente da più individui di sesso maschile (cfr. cromosoma Y), un aplotipo dei quali corrisponde all'aplotipo Y di Raffaele Sollecito''.

Insomma non si esclude che i reperti, sia il coltello sia il gancetto del reggiseno (su cui era stato isolato il profilo genetico di Sollecito), siano stati ''contaminati'' nel corso di una qualunque ''fase della repertazione e/o manipolazione e/o dei processi analitici eseguiti''.

I risultati della perizia rappresentano un punto a favore per gli imputati, già condannati in primo grado a 25 (Sollecito) e 26 (la Knox) anni.

''Ho mandato un telegramma a Raffaele anticipandogli l'ottimo risultato, domattina alle nove saro' presente in carcere e gli consegnerò l'intera perizia'', ha detto l'avvocato Luca Maori, che insieme a Giulia Bongiorno difende Sollecito.

''Sono più che soddisfatto dell'esito della perizia - ha detto ancora il legale - le conclusioni sono nette e decise e non danno nessun adito a dubbi di interpretazione''.

Trapela un po' di amarezza nelle parole del padre di Raffaele. ''La perizia conferma tutte le conclusioni a cui eravamo arrivati anche noi - ha detto l'urologo barese Francesco Sollecito - Probabilmente le avremmo avute molto tempo fa se la perizia ci fosse stata concessa in primo grado''.

Soddisfatta anche la difesa della Knox. ''Le conclusioni della perizia danno un bel colpo alla prova scientifica. Abche se sono arrivate in ritardo e vanno verificate all'udienza di luglio''.

Di tutt'altro tenore i commenti che arrivano dai legali della famiglia Kercher. ''Siamo rimasti sorpresi della categoricità delle valutazioni di questi periti - ha detto l'avv. Francesco Maresca - Conoscendo la lunga esperienza di tutti gli operatori della polizia scientifica e il livello di altissima professionalità dei consulenti che sono stati sentiti in primo grado, pensiamo che dei periti con assoluta inesperienza non possano essere così drastici. Lo chiariremo davanti alla corte d'assise d'appello''. Per il legale, comunque, ''ci sono ben altre prove che dimostrano la colpevolezza dei due imputati''.

 
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
I commenti sono disabilitati.
Ci sono  persone collegate

< luglio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










18/07/2019 @ 3.01.58
script eseguito in 563 ms