Immagine
 dandelions... di Lunadicarta
 
"
L'assoluzione del colpevole condanna il giudice.

Publilio Siro
"
 
\\ Home Page : Articolo
Avvocati: per il 94% il futuro č "nero". Continua lo scontro Oua-Cnf sulla conciliazione
Di Loredana Morandi (del 25/05/2011 @ 09:58:17, in Giuristi, linkato 1419 volte)
CAMERE CIVILI - PRIMO RAPPORTO SULL'AVVOCATURA

Avvocati: per il 94% il futuro è "nero".
Continua lo scontro Oua-Cnf sulla conciliazione

Una avvocatura concentrata sulla qualità delle prestazioni e alla ricerca di rimedi per tamponare la crescita “abnorme del numero di iscritti all’albo”. Professionisti favorevoli con percentuali bulgare alle “specializzazioni” ma attraverso un percorso graduale. Mediamente soddisfatti anche del Ddl di riforma dell’ordinamento forense in discussione alla Camera. Ma che nel 94% dei casi vedono “nero” quando si parla del futuro della professione. È questa la fotografia che viene fuori dal “Primo rapporto sull’avvocatura italiana - Passato, presente e futuro”, presentata questa mattina presso la sede del Consiglio nazionale forense a Roma, da Renzo Menoni, presidente dell’Unione nazionale camere civili, alla presenza del presidente del Cnf Guido Alpa.

Il programma dei lavori

 

CONTINUA LO SCONTRO SULLA MEDIAZIONE

Una mattinata "densa" per i legali italiani, divisa tra la riflessione e lo scontro sulla mediazione civile. Infatti, sempre nelle stesse ore si è svolta anche l’Assemblea convocata dall’Oua con le rappresentanze degli Ordini e delle Associazioni forensi contro la obbligatorietà della media-conciliazione. Domani, invece, sarà la volta del Cnf e degli Ordini.

L’Oua ribadisce il suo “no” al tavolo Cnf Alfano
Per il presidente Maurizio de Tilla: “Nessuno può chiudere un accordo con il ministero della Giustizia per una media-conciliazione che presenta gravi aspetti di incostituzionalità, è irrispettosa della Convenzione europea dei diritti dell’uomo e viola i diritti dei cittadini.  Questo è un patto inaccettabile contro la volontà dell’avvocatura affermata unanimemente nel Congresso nazionale forense”.

 

Da qui l’invito dei vertici dell'Organismo unitario al Cnf di rivedere la propria posizione. “Dobbiamo avere - ribadisce il presidente de Tilla - tutti la schiena dritta. Il Ministro Alfano, ha teso una trappola micidiale. Sanare “l’eccesso di delega” con una legge. Mi rivolgo, quindi agli avvocati che sono andati dal Ministro: come fate a non accorgervi di ciò. Non prestate il fianco né assumete un ruolo di sponda della politica ministeriale.”


“Si legge sui giornali - ha concluso de Tilla - che il Cnf sta per chiudere con il ministro Alfano e con il ministero della Giustizia un accordo per conto dell’avvocatura. Ciò non è possibile: il Cnf non ha alcun potere in proposito. La gran totalità degli Ordini e l’intera avvocatura conferiscono tale mandato all’Oua  e al Cnf, insieme, sugli stessi obiettivi, in attuazione delle decisioni congressuali. Se qualcuno delle rappresentanze forensi non è d’accordo, l’Oua  è pronta a deliberare la convocazione di un Congresso straordinario”.

 

Alpa, riguadagnare gli spazi persi

Contro il tentativo di marginalizzare l’avvocatura, è intervenuto, questa mattina, alla presentazione del Rapporto sull’avvocatura, il presidente del Cnf Alpa. Solo una battuta sulla mediaconciliazione: “Ieri c’è stata una discussione al Cnf con l’Oua e le associazioni sulla presenza dell’avvocato e anche sul contributo della professione allo smaltimento dell’arretrato, fra le possibilità si è richiamata anche la proposta sulla negoziazione assistita”. Nessuna anticipazione, dunque, rispetto alla riunione convocata per domani sul tema a cui sono invitati tutti i presidenti dei Consigli degli ordini.


Sul tema, più generale della crisi dell’avvocatura, secondo Alpa,per riguadagnare terreno la via d’uscita è quella di “riprendersi gli spazi che competono alla professione”. Così è per l’attività extragiudiziale che “non può essere lasciata nelle mani di altre categorie che non danno le stesse garanzie di tutela dei diritti che solo i professionisti legali possono fornire”. “Se il ruolo nel processo - ha detto Alpa - è garantito dalla Costituzione, tutto il resto non può essere abbandonato”. No, dunque, ad una ricostruzione “ingenua” che vede “i notai come il presidio della legalità, i commercialisti alla base dello sviluppo economico”, lasciando fuori gli avvocati che invece “possono stare su questi temi. E ciò nonostante il numero. Non è il numero infatti che aumenta il contenzioso”.

 

L’INDAGINE DELLE CAMERE CIVILI

L’indagine dell'Unione delle camere civili e del Centro studi dell'avvocatura italiana, con la collaborazione del Consiglio nazionale forense e della Cassa forense, è frutto di un questionario inviato ai Presidenti dei Consigli degli ordini e ai presidenti delle Camere civili. i primi hanno risposto nel 40% dei casi, i secondi nel 50 per cento. Nessuna pretesa di esaustività, però, per il presidente dell’Unione camere civili, Renzo Menoni, che ha chiarito “le riposte servono solo a fornire elementi utili alla discussione sui temi critici della professione”.


Accesso

Il 92% dei presidenti degli ordini e il 95% dei presidenti delle Camere civili reputano eccessivo o abnorme il numero degli iscritti al proprio albo. Per il 93% e il 100% è la più grave emergenza. Per porvi rimedio l’intervento più utile (66% e 70%) è l’introduzione del numero chiuso alla facoltà di giurisprudenza. In secondo luogo (48% e 60%) il cambiamento dell’esame di abilitazione, con l’eventuale introduzione del numero programmato. Necessari più controlli anche durante il percorso della pratica forense (41% e 46%). Sì alla verifica finale (28% e 34%).

 

Specializzazioni

Sono utili e indispensabili per l’85% e l’87% della professione, per tutti gli avvocati (64% e 72%), e non dunque solo per i giovani (15% e 14%). Negativo, invece, per il 45% e il 75% il giudizio espresso sul regolamento delle specializzazioni. Circa i 2/3, infatti, sono favorevoli a un passaggio graduale attraverso macroaree perché il regolamento è troppo dettagliato. Sì all’accorpamento nelle tre aree base di civile, penale e amministrativo con l’eventuale aggiunta di tributario e diritto dell’unione europea.


Formazione

I presidenti dei Consigli degli ordini confermano all’87% l’importanza del ruolo dei consigli stessi nella formazione. Per le  Camere civili, al 58 per cento, invece, essi devono essenzialmente controllare e coordinare. Mentre le associazioni incassano un sì per il 95% e 96 per cento.


Riforma ordinamento forense

Il giudizio è positivo per il 66% e il 57%. Gli elementi che piacciono di più sono: l’introduzione delle specializzazioni, l’abolizione delle tariffe minime, la disciplina della formazione, la riserva nella consulenza stragiudiziale, la riforma del procedimento disciplinare e dell’accesso agli esami di avvocato.


Futuro professionale

La quasi totalità trova oggi condizioni di lavoro peggiori rispetto a quando ha iniziato (97% e 92%). L’82% ritiene che in futuro sarà ancora peggio. Le emergenze da affrontare sono: il numero eccessivo degli iscritti: 93% e 100%; l’abbassamento del livello deontologico (72% e 75%), diminuzione del lavoro (43% e 49%), diminuzione del reddito (41% e 39%).


Rappresentanza

L’opportunità di una distinzione tra rappresentanza istituzionale e politica trova una risicata maggioranza nelle risposte dei presidenti degli Ordini (54% contro 46%) e una maggioranza più larga nelle risposte dei presidenti delle camere civili (67% contro 33%). Per l’81% dei presidenti degli Ordini, la rappresentanza politica andrebbe con loro condivisa (81%). Modesta la percentuale di coloro che hanno dichiarato che l’Oua possa esercitare anche funzioni di rappresentanza istituzionale (15% e 10%). Mentre  la rappresentanza politica è attribuita all’Oua dall’88% e 72 per cento.

Documenti e Approfondimenti

Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
I commenti sono disabilitati.
Ci sono  persone collegate

< luglio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










22/07/2019 @ 0.11.26
script eseguito in 406 ms