Immagine
 .. yellow rose ..... di Lunadicarta
 
"
La giustizia è necessaria, ma non sufficiente, e può e deve essere superata dalla legge della carità che è la legge dell'amore, amore verso il prossimo e verso Dio, ma verso il prossimo in quanto immagine di Dio, quindi in modo non riducibile alla mera solidarietà umana.

Rosario Livatino
"
 
\\ Home Page : Articolo
Crotone: Pm e giudici «ragazzini» per la lotta contro la mafia
Di Loredana Morandi (del 12/07/2010 @ 17:48:01, in Magistratura, linkato 1774 volte)
11 luglio 2010  INCHIESTA

Pm e giudici «ragazzini»
per la lotta contro la mafia
 

Il procuratore capo di Crotone potrà tirare un sospiro di sollievo. Unico magistrato rimasto a coordinare le indagini, vedrà arrivare cinque nuovi colleghi. Finora non aveva neppure uno dei sei sostituti che formano il suo ufficio. E, di fatto, guidava una procura composta da lui soltanto. Fra poco non sarà più così. Verrà affiancato da cinque «magistrati ragazzini» che il Consiglio superiore della magistratura ha designato per chiudere la falla di Crotone.

Magistrati di prima nomina che hanno vinto l’ultimo concorso e che, dopo un anno e mezzo da tirocinanti, finiranno da aprile nelle «zone calde» del Paese. Perché il «modello» Crotone, dove la giustizia nei territori ad alto tasso di criminalità verrà affidata a giudici al loro esordio, non sarà l’eccezione ma la regola.

Basta scorrere la lista delle sedi dove svolgeranno la loro prima funzione i 293 nuovi magistrati. Un elenco varato dalla terza commissione del Csm (deputata ai trasferimenti) che il plenum ha approvato mercoledì. Ebbene, tre su quattro dei «magistrati ragazzini» sono destinati in procure o tribunali del Mezzogiorno. E più della metà (170 in tutto) finirà fra Calabria e Sicilia. Il Csm le definisce «sedi disagiate». Procuratori e giudici le chiamano «sedi complesse». In pratica sono gli uffici che insistono su territori dove le mafie italiane affondano i loro tentacoli.

Qui debutteranno i «giovani» che lo scorso autunno hanno giurato sulla Costituzione e ad aprile sono stati ricevuti al Quirinale dal Presidente della Repubblica. Zone di frontiera dove gli «anziani» non vanno. L’ultimo bando del Csm per la copertura delle sedi disagiate ha fatto flop. Nonostante gli incentivi economici e di carriera, per oltre il 70 per cento dei posti non ci sono state domande valide: a conti fatti, soltanto 18 magistrati sui 72 previsti si sposteranno, anche se per ora appena 13 sono quelli per i quali il Csm ha disposto il trasferimento d’ufficio. «La <+corsivo>vacatio<+tondo> delle sedi disagiate – afferma Giuseppina Guttadauro, magistrato del tribunale di Firenze e presidente della sezione toscana dell’Associazione nazionale magistrati – è un fatto fisiologico. In tutta Italia mancano circa 1.200 colleghi. E per anni è stato normale che a coprire questi posti andassero i giovani». Ma non con le percentuali di adesso.

Infatti gli attuali magistrati in tirocinio sono al centro della deroga alla legge Mastella del 2007 che vietava incarichi da pubblico ministero per i «giovani» alla prima nomina (quindi l’unica funzione che potevano svolgere era quella di giudice). «Però la legge – afferma Guttadauro – non teneva conto che le sedi disagiate sono per la maggior parte anche di procura che quindi hanno visto aggravarsi la situazione».

Ecco la scelta del ministro della Giustizia Angelino Alfano e del Parlamento di modificare la normativa soltanto per i vincitori dell’ultimo concorso assegnando i «giovani» anche alle procure che avessero una carenza di organico del 30%. «E questo ha comportato una differenza di trattamento enorme rispetto ai colleghi del concorso precedente», sostiene la giudice fiorentina.
A poco è servito il trasferimento obbligatorio dei magistrati d’esperienza. Una strada prevista dalla legge che, però, non piace ai diretti interessati.

L’Anm l’ha bocciata. «L’inamovibilità è una garanzia. Ma non si può consentire che in alcune sedi la giustizia non venga amministrata», sostiene Guttadauro. Da qui l’indicazione di puntare sugli ultimi entrati a cui verranno appaltate procure e tribunali difficili dove potrà accadere che, quando arriveranno gli ex tirocinanti, se ne andranno gli «anziani» in procinto di trasferimento.

Al distretto di Reggio Calabria sono destinati in trentacinque. Nel tribunale del capoluogo mancano quindici giudici e dodici saranno quelli di prima nomina. Ancora più in panne Locri: non ci sono undici giudici su venti e neppure sei pm sugli otto previsti. Così verranno inviati nella terra delle cosche della ’ndrangheta nove giudici e quattro sostituti procuratori usciti dal tirocinio. Nel distretto di Catanzaro giungeranno in quarantotto. Quattro saranno pm a Paola dove c’è soltanto un sostituto.
Il distretto di Palermo accoglierà trentatré neo magistrati. A Sciacca la procura ha soltanto il capo e i futuri pm occuperanno tre dei quattro posti che nessuno vuole. Nel distretto di Caltanissetta arriveranno in ventidue. Fra loro due finiranno nella procura di Nicosia dove è rimasto solo il procuratore capo. Nove approderanno a Gela, fra tribunale e procura (in quest’ultima i posti scoperti sono quattro su cinque).

Nella geografia della giustizia in emergenza compare anche la Sardegna. A Nuoro la procura è formata dal capo e da un unico pm: cinque sono i posti vacanti che saranno colmati da quattro giovani toghe. E nel Nord una procura in affanno è quella di Busto Arsizio: sei pm su otto non ci sono e lì verranno assegnati quattro ex tirocinanti. Questa, comunque, è una storia a sé. Perché da Roma in su la carenza media è inferiore al 10%. Niente a che vedere con il 30% del distretto di Caltanissetta, il 29% di Reggio Calabria o il 26% di Catanzaro.

Avvenire - Giacomo Gambassi
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
I commenti sono disabilitati.
Ci sono  persone collegate

< luglio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










17/07/2019 @ 6.59.24
script eseguito in 390 ms