Immagine
 oasis... by michael parkes... di Admin
 
"
Articolo 11. L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali

Costituzione Italiana
"
 
\\ Home Page : Articolo
Intercettazioni: tornano i gravi indizi di reato
Di Loredana Morandi (del 19/05/2010 @ 07:19:35, in Politica, linkato 1264 volte)
Intercettazioni, servono "gravi indizi"

Commissione Giustizia, al Senato passa l'emendamento del governo.
Il pm richiede le registrazioni ma è il tribunale di competenza ad autorizzarle.

Intercettazioni In commissione Giustizia del Senato è passato nella notte, in una seduta conclusasi dopo le 3 del mattino, l'emendamento del governo che reintroduce la formula in base alla quale possono essare autorizzate le intercettazioni, ossia quando "sussistono gravi indizi di reato". In sintesi è il pm a chiedere l'autorizzazione ma è il tribunale del capoluogo di distretto nel cui ambito ha sede il giudice competente, a decidere sull'autorizzazione, e lo fa in composizione collegiale. (Il Tempo)

Domanda: questo potrebbe esser letto come una copertura agli apparati deviati dello Stato?

Intercettazioni: non piu' per utenze 007
Commissione Giustizia Senato boccia emendamenti opposizione

(ANSA)-ROMA,18 MAG -Non si potranno piu' intercettare le utenze 'riconducibili' a 007: e' il risultato, cui e' giunta la Commissione Giustizia del Senato. La Commissione di Palazzo Madama ha bocciato tutti gli emendamenti dell'opposizione che puntavano a sopprimere la norma del ddl intercettazioni. Questa prevede che non si possano piu' intercettare le utenze 'riconducibili' ad appartenenti 'al dipartimento delle informazioni per la sicurezza o ai servizi di informazione per la sicurezza'.

Questo è accettabile...
INTERCETTAZIONI: NO RIPRESE TV PROCESSI SENZA CONSENSO TUTTI

(ANSA) - ROMA, 19 MAG - Non si potranno più fare riprese televisive di un processo senza che ci sia il consenso di tutte le parti interessate. La commissione Giustizia del Senato ha respinto tutti gli emendamenti dell'opposizione che puntavano a sopprimere questa parte del ddl intercettazioni.
"In questo modo - spiega il responsabile Giustizia dell'Idv Luigi Li Gotti - basterà che una sola delle parti non dia il suo assenso che il processo non potrà più essere ripreso dalle telecamere anche se si tratterà di un procedimento rilevante per l'opinione pubblica". (ANSA).

Comico si, se si perdona la superficialità del giudizio..

Ddl intercettazioni: sì in commissione al Senato per la legge-bavaglio
di: Antonio Rispoli per JulieNews

ROMA - Sarebbe una situazione quasi comica, se non fosse drammatica: in un Senato che normalmente il lunedì non vede un'anima viva, è stata convocata la Commissione Giustizia per approvare il ddl intercettazioni, con una seduta notturna straordinaria. Tutto, pur di approvare in fretta una legge per impedire alla magistratura di usare le intercettazioni nelle indagini.
Perchè la riscrittura dell'articolo 266 del Codice di Proceura Penale mira esattamente a questo. Infatti, pur restando i "gravi indizi di reato", come adesso, vengono aggiunti alla legge la necessità di prove indipendenti che dimostrano che la persona che si vuole intercettare è coinvolta nel reato. CIoè si vuole che il Pm acquisisca delle prove per autorizzare le intercettazioni che servono al Pm per prociurarsi quelle prove. Un assurdo. E la stessa disciplina vale anche per i tabulati telefonici. Qualcosa di simile anche per le intercettazioni ambientali - cioè i microfoni nascosti in una macchina o in un locale - che potranno essere disposte solo se è provato che in quel posto si sta commettendo o si commetterà un reato.
I tempi per questa richiesta poi sono allungati dalla necessità di dover andare a fare la richiesta nel tribunale collegiale del capoluogo di distretto; mentre si sa che le intercettazioni funzionano se sono disposte con celerità ed immediatezza.
Infine la chicca: le intercettazioni non possono durare più di 30 giorni, prorogabili - solo in caso di assoluta necessità da motivare per iscritto e a cui il Tribunale deve rispondere per iscritto - di 15 giorni in 15 giorni fino a 75 giorni totali. Una garanzia assoluta per boss mafiosi e simili, dato che i loro piani sono talmente articolati che serono ben più di due mesi e mezzo per accumulare prove contro di loro.
Ma dopotutto, perchè stupirsi di questa scelta? Come ha detto il Ministro Daniela Santanchè, durante la trasmissione "Mattino 5" che è andata in onda lunedì mattina, "E' assurdo intercettare un boss mafioso mentre parla con la madre. E' una violazione della privacy".

Intercettazioni: primo sì al Senato tra insulti e proteste
martedì 18 maggio 2010

E’ stato approvato nella tarda serata di ieri, nonostante gli insulti, le polemiche e le accesissime discussioni in Commissione Giustizia al Senato, l’emendamento del governo al discusso DDL sulle intercettazioni, che riscrive completamente tutta la procedura necessaria per ottenere l’autorizzazione al controllo delle utenze.

 Lo scopo di tali norme, come dichiarato dal governo, è di garantire il rispetto della privacy degli indagati; de facto, denunciano l’Anm e molte procure, questi provvedimenti legislativi renderanno molto più complessa l’indagine. La norma in questione riguarda proprio l’uso e l’abuso delle intercettazioni in ambito d’indagine da parte della magistratura e l’emendamento, fortemente voluto dal governo, riscrive completamente l’articolo 266 del Codice di Procedura Penale.

Oggi, per ottenere l’autorizzazione ad intercettare un soggetto, il PM deve avere in mano “gravi indizi di reato”. Se l’emendamento venisse approvato in Senato e poi, in terza lettura, alla Camera, oltre ai gravi indizi di reato bisognerà avvalersi di “specifici atti d’indagine”, che provino in sostanza la responsabilità dell’indagato o delle altre persone da controllare.

In parole povere, questo significa che per intercettare un indagato, allo scopo di provarne la colpevolezza, bisogna avere già certezza delle sue responsabilità. Ma giuridicamente, ai fini d’indagine, non avrebbe senso intercettare qualcuno ritenuto già responsabile.

Per quanto riguarda i tabulati invece verrà proibita l’acquisizione senza “prove preventive”; le intercettazioni ambientali invece, le cosiddette “cimici”, potranno essere avviate solo nel caso in cui il PM sia certo che in quel tale luogo non si stia commettendo, o non si commetterà, un reato. C’è inoltre la questione della lunghezza dell’intercettazione e la richiesta di autorizzazione.

Gli ascolti oggi possono essere prorogati finché è necessario ai fini d’indagine mentre le nuove normative limitano enormemente questo importante aspetto: non sarà possibile ascoltare un indagato per più di 75 giorni. L’autorizzazione può essere concessa in prima battuta per 30 giorni, poi prorogata 15 giorni per volta, con continue richieste di conferma.

Se oggi poi il PM si deve rivolgere solo al gip per questo tipo di autorizzazione, qualora il DDL venisse approvato dovrebbe chiedere il via libera anche al tribunale collegiale del capoluogo di distretto, che spesso è in un altro palazzo o in un'altra città, con evidente dispendio di tempo utile alle indagini. Questo vale sia per la richiesta di autorizzazione all’ascolto, che per la richiesta di proroga: il PM dovrà inviare gli incartamenti ai tre giudici del tribunale collegiale, i quali valuteranno ed eventualmente confermeranno in forma scritta il lasciapassare, motivandone la necessità.

L’ultimo importante provvedimento riguarda invece l’obbligo per il PM di applicare le stesse disposizioni che servono nella valutazione della prova: in sostanza, prima di ascoltare quanto sostenuto da, ad esempio, un collaboratore di giustizia (ai fini d’intercettazione) si dovranno compiere indagini sulla sua attendibilità.

La bagarre in Commissione è stata feroce. Il responsabile della giustizia dell’Idv Luigi Li Gotti si è aspramente scontrato con il sottosegretario alla Giustizia Giacomo Caliendo, arrivando a sostenere la necessità di una perizia psichiatrica per quest'ultimo. L’ostruzionismo dell’opposizione è stato totale, ma sembra aver avuto come unico risultato quello di ritardare l’approvazione dell’emendamento.

Quando si è cominciato a capire che la maggioranza non avrebbe approvato nessun singolo emendamento promosso, i senatori di Pd e Idv sono intervenuti più volte sugli stessi argomenti, parlando spesso in dissenso, per stiracchiare il tempo a disposizione. Il senatore del Pd Casson parla di un “DDL scritto male e lacunoso” che non tutela minimamente la riservatezza dei dati relativi al traffico telefonico.

Il sottosegretario all’Attuazione del Programma, Daniela Santanchè, aveva sottolineato il diritto alla privacy per i mafiosi. “Che senso ha intercettare un mafioso mentre parla con la madre? È un abuso” diceva ieri mattina la Santanchè, rincarando la dose qualche ora dopo: “La divulgazione di intercettazioni che riguardano la sfera intima e privata della persona rappresenta un’inaccettabile violazione. […] I fatti dimostrano come questo governo sta dando prova di come si combatta la mafia senza sconti ed esitazioni".

Immediata la replica della capogruppo Pd alla Commissione Giustizia alla Camera Donatella Ferranti: “il governo prenda immediatamente le distanze dalle parole della Santanchè” sottolineando che “molti boss mafiosi continuano ad impartire ordini e gestire l’impresa mafiosa, anche dal carcere, attraverso i familiari”.

ANDREA SPINELLI BARRILE - agenzia radicale
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
I commenti sono disabilitati.
Ci sono  persone collegate

< luglio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             






Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (38)
Associazioni Giustizia (52)
Economia (86)
Estero (187)
Giuristi (134)
Gruppo Cellule Staminali (1)
Indagini (210)
Lavoratori Giustizia (1)
Magistratura (2170)
Osservatorio (1)
Osservatorio Famiglia (512)
Politica (926)
Redazionale (68)
Sindacati Giustizia (326)
Sindacato (221)
Telestreet (7)
Varie (82)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019

Gli interventi piů cliccati

Titolo
Bianco e nero (236)
I gatti di G.Q. (25)

Le fotografie piů cliccate

Titolo
G.Q. Non ha mai pubblicato pubblicità in otto anni e se iniziasse ora?

 Si, a me non disturba
 No, non mi piace



Titolo






A.N.M.
A.N.M. new
A.D.M.I.
Argon News
A.I.M.M.F.
Argon News Redazione
Artists Against War
Articolo 3
BloggersPerLaPace
Comitato Sfruttatori ATU
Commissariato PS Online
dBlog.it Open Source
Erga Omnes
Eugius
Filo Diritto
Intesaconsumatori
Geopolitica
Giuristi Democratici
Giuristi Democratici Roma
Magistratura Democratica
M.D. Toscana
Medel
Medicina Democratica
Magistratura Indipendente
Movimento per la Giustizia
Nazionale Magistrati
Non Solo Giustizia
Osservatorio Bresciano
Osservatorio Romano
Sorgente D'Amore
Studio Cataldi
Studio Celentano
Studio Tidona
Toghe Lucane
Uguale per Tutti
Unitŕ per la Costituzione
Unicost Milano
Unione Internazionale Magistrati
Morandi Senato
About me







http://www.wikio.it
Wikio
Iscriviti a GQ su FriendFeed
Blogstreet - dove il blog č di casa
Iscriviti a GQ su Twitter
Powered by FeedBurner


Blog Link










18/07/2019 @ 3.30.25
script eseguito in 359 ms